Archivio

Archivio 27 Maggio 2005

NEWS – In Breve

27 Maggio 2005 Commenti chiusi

NEWS

IN BREVE

PROVINCIA – La prima seduta ufficiale del Consiglio della nuova Provincia del Sulcis-Iglesiente è stata convocata per il giorno Lunedì 6 Giugno, alle ore 18, nel Municipio di Iglesias.

TRATALIAS – Si apre oggi la Seconda edizione della MOSTRA AMBIENTALE, che durerà fino a domenica, presso i locali Centro sociale . La manifestazione è organizzata dall’Ente Foreste in collaborazione con l’Amministrazione Comunale del paese. Si potranno ammirare un bosco in miniatura, un rifugio tipico dell’Ente Foreste, video e vademecum per gli appassionati dei boschi e della natura, una piccola rassegna delle arti e dei mestieri nell’Isola.

IGLESIAS – Anche a Iglesias arrivano I Corvi. Tuttavia non è un segno di malaugurio, anzi una boccata d’aria per lo sport cittadino. Si chiama così, infatti, la nuova società di pattinaggio bata circa due mesi fa. Questo sport, fino ad ora, non ha avuto un grande seguito, sebbene in città operino da qualche anno altre società di pattinaggio. L’intento del nuovo gruppo sportivo, di cui fanno parte altre due società gemelle, quelle di Carbonia e di Sant’Anna Arresi, è proprio quello di far conoscere meglio questa disciplina e di renderla accessibile a tutti. Il pattinaggio infatti, anche se non si direbbe, è uno sport molto costoso. I pattini da competizione, completi dei vari accessori, possono costare anche mille euro. «Questo - afferma la rappresentante legale Caterina Pittoni – è uno dei principali motivi che scoraggiano gli atleti ad avvicinarsi al pattinaggio. Così, abbiamo deciso di concedere l’attrezzatura in comodato d’uso». L’iniziativa sembra aver riscosso grande successo tanto che, dopo il primo mese di attività, sono arrivate più di trenta iscrizioni. Unica pecca, la mancanza a Iglesias di una vera pista da pattinaggio. La società attualmente si allena nella pista in asfalto del campo Coni, ma le due ore giornaliere concesse per l’utilizzo della struttura non consentono di far allenare tutti i tesserati. «Così - continua Caterina Pittoni – a volte dobbiamo allenarci nel palazzetto di Carbonia». </i>[ Roberto Ghessa da L'UNIONE SARDA di oggi - ]

CAGLIARI – Sabato 28 maggio si svolgerà l’undicesima Giornata del Respiro, organizzata in contemporanea nazionale dall’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri. A Cagliari l’AIPO sarà affiancata dai medici dell’Ospedale Binaghi, specializzato nella cura delle malattie polmonari. Per la prima volta in Sardegna, quest’anno è prevista un’iniziativa al di fuori della struttura ospedaliera: infatti, al Palazzetto dello sport di via Rockefeller, sarà presente dalle 9 alle 14 uno spazio dove gli specialisti saranno a disposizione per i test gratuiti di funzionalità respiratoria (spirometria), la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di filmati sulle malattie respiratorie.
Il personale medico dell’ospedale Binaghi di Cagliari, da anni, è impegnato nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica su un problema che, dopo le malattie cardiovascolari, è il secondo per incidenza nei Paesi industrializzati. Il tumore maligno del polmone è la patologia più diffusa, seguono l’asma bronchiale (ben 300 milioni di asmatici in tutto il mondo) e la bronchite cronica: anche quest’ultima è strettamente collegata al fumo. La Sardegna è ancora indietro nella lotta al tabagismo. La Giornata del Respiro servirà a sensibilizzare anche le istituzioni regionali, e non solo sul versante della prevenzione: “I Centri Antifumo - affermano i promotori – il cui sostegno è indispensabile, sino ad oggi sono stati sorretti esclusivamente dal volontariato, anche in strutture di un certo rilievo comè l’Ospedale Binaghi. Con tutti i limiti che ciò comporta”. </i>[ da admaioramedia.it ]

CAGLIARI – 906 mila euro per le PMI sarde - Sbloccati dall’Assessorato regionale a Commercio e Turismo i fondi contributo-interessi dopo la chiusura dei termini per la richiesta delle agevolazioni da parte delle Pmi sarde. Subito disponibili 906 mila euro riferibili a 736 domande protocollate. In totale le domande sono 2778, cui corrispondono 6007 posizioni aperte. Mancano 586 domande, ancora al vaglio di Artigiancassa, l’ente di credito incaricato dall’assessorato per l’erogazione di contributi in conto interessi alle Pmi.
Sono stati sbloccati i fondi relativi ai contributi in conto interessi su prestiti concessi alle piccole e medie imprese aderenti ai consorzi di garanzia fidi che rientrano nelle prescrizioni contenute nell’art.5 della legge n.2 del 2001. Si tratta di 21.447.000 euro, da utilizzare per l’abbattimento degli interessi sui prestiti concessi alle imprese individuali, societarie, cooperative o consortili operanti nei settori del commercio, del turismo, dei servizi e della ricerca scientifica. Entro le prossime settimane si procederà al pagamento di una prima tranche di 906.000 euro, riferibili a 736 domande protocollate, suddivise in: 344 per l’annualità 2000 e 392 per il 2001. In totale le domande già protocollate sono 2778, cui corrispondono 6007 posizioni aperte. Mancano all’appello 586 domande, ancora al vaglio di Artigiancassa, l’ente di credito incaricato dall’assessorato per l’erogazione di contributi in conto interessi alle Pmi.
Lo sblocco dei fondi avviene a meno di un mese dalla scadenza, il 29 aprile, dei termini per la presentazione delle domande presso i consorzi fidi di settore e dopo un lungo iter legislativo che ha portato alla pubblicazione sul Buras n.34 del 29 ottobre 2004, delle direttive di attuazione della legge. Ora si procederà alla costituzione di un fondo all’Artigiancassa, cui seguirà la determinazione di impegno e pagamento ai Confidi. Quindi le imprese richiedenti vedranno accreditati i contributi in conto interessi richiesti per le annualità 2000 e 2001. “Abbiamo rispettato i tempi per l’espletamento delle pratiche – ha detto l’assessore Luisanna De Pau – Una legge che non aveva mai funzionato e che ora non mancherà di produrre effetti positivi sulle imprese beneficiarie”.
[ da SARDEGNA OGGI ]

GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

SANTADI – SETTIMANA DELLA LETTURA fino al 29 Maggio. Iniziative, eventi e apuuntamenti per gli amanti della lettura e del sapere.

CARBONIA – Fino al 5 Giugno mostra VIVERE IN MINIERA, presso la cittadella fenicio punica di Monte Sirai, tutta la settimana (lunedì escluso), dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.

NARCAO – SETTIMANA DELLA CULTURA sino a sabato 28 maggio. Sette giorni di musica, poesia e tradizione.

GONNESA – Rievocazione MOTI GONNESINI dalle ore 19.

IGLESIAS – Incontro dibattito “Il villaggio minerario in Sardegna, strategie e strumenti per la valorizzazione del territorio”, Oratorio Parrocchiale, ex cinema di S.Benedetto, alle ore 16.

IGLESIAS – Da oggi sino alle 13 di domenica mostra sui villaggi minerari abbandonati che l’associazione Pozzo Sella ha esposto nella sala dell’ex cinema di San Benedetto.

TRATALIAS – Seconda edizione della MOSTRA AMBIENTALE, fino a Domenica 29 Maggio.

SONDAGGIO DELLA GAZZETTANTIOCHENSE
Quale città, secondo voi, fra le tre principali del Sulcis-Iglesiente, dovrebbe essere la sede della nuova provincia ?
- CARBONIA
- IGLESIAS
- SANT’ANTIOCO
SCRIVETE A gazzettantiochense@tiscali.it

CRONACA – Sant’Antioco – Riapre l’ambulatorio di psicoterapia infantile

27 Maggio 2005 Commenti chiusi

CRONACA

- da L’UNIONE SARDA di oggi -

SANT’ANTIOCO
RIAPRE L’AMBULATORIO DI PSICOTERAPIA INFANTILE

Sarà ospitato nei locali dell’ex Pretura

Sarà ripristinato tra breve a Sant’Antioco il servizio di neuropsicoterapia infantile. L’ambulatorio sarà ubicato nel seminterrato della ex pretura a fianco del poliambulatorio della Asl 7. La decisione è stata assunta ieri mattina al termine di un incontro tra responsabili dell’amministrazione Baghino e la Asl di Carbonia. La riunione ha portato alla firma di un accordo in cui l’Azienda sanitaria si è impegnata a riaprire in città l’ambulatorio di neuropsichiatria infantile e i servizi ad esso correlati più un centro di fisioterapia mentre il Comune ha dato la piena disponibilità dei locali.

Nuovi locali
Nell’ambulatorio di neuropsichiatria infantile, insieme al dottor Giovanni Pittau, responsabile medico, operano una logoterapista e una psicologa. Ora una cinquantina di bambini di Sant’Antioco ma anche di Calasetta e Carloforte, non saranno più costretti a peregrinare da una struttura sanitaria all’altra. «Non posso che esprimere un caloroso ringraziamento - ha commentato il sindaco Eusebio Baghino dopo la riunione – per la sensibilità dimostrata dai vertici della Asl verso la popolazione di Sant’Antioco che potrà usufruire nuovamente di questo importante servizio». Visite, cure e terapie erano sospese da oltre un mese.

La catena alla porta
Era successo quando una catena con lucchetto aveva sbarrato la porta impedendo al medico e all’altro personale di accedere ai locali della scuola elementare di via Virgilio dove era stato ubicato provvisoriamente l’ambulatorio. La drastica decisione della chiusura del portone era stata assunta per ben due volte, la prima a dicembre e la seconda a marzo scorso, dal dirigente scolastico Corrado Moresco. Il dirigente era stanco di rivendicare i locali, concessi in via provvisoria, che servivano per l’attività didattica.

Guerra tra Asl e scuola
Dopo il primo intervento la vicenda sembrò appianarsi ma il successivo intervento del dirigente scolastico portò alla chiusura definitiva dell’ambulatorio e perfino una segnalazione ai carabinieri, da parte del dirigente medico, per interruzione di pubblico servizio. Dopo aver sospeso l’attività dell’ambulatorio la Asl promise però che lo avrebbe riaperto in un’altra sede mentre il Comune si attivò immediatamente per la ricerca di locali idonei.

[ Tito Siddi - da L'UNIONE SARDA del 27/05/2005 - ]

SONDAGGIO DELLA GAZZETTANTIOCHENSE
Quale città, secondo voi, fra le tre principali del Sulcis-Iglesiente, dovrebbe essere la sede della nuova provincia ?
- CARBONIA
- IGLESIAS
- SANT’ANTIOCO
SCRIVETE A gazzettantiochense@tiscali.it

Riferimenti: L’UNIONE SARDA