Home > Senza categoria > News e Appuntamenti dal Sulcis-Iglesiente

News e Appuntamenti dal Sulcis-Iglesiente

8 Giugno 2005

NEWS E APPUNTAMENTI
DAL SULCIS-IGLESIENTE

- da L’UNIONE SARDA di oggi -

- Primo Piano -

A PORTOVESME ARRIVANO DUE NUOVE FABBRICHE
Contratto d’area. Fondi pubblici per 10 milioni

Un protocollo aggiuntivo al contratto d’area del Sulcis-Iglesiente, con 10 milioni di euro di fondi pubblici e 64 nuovi posti di lavoro, per cercare di rilanciare un territorio da tempo in piena crisi.
È il risultato dell’incontro che si è svolto ieri negli uffici della Presidenza del consiglio, a Roma, tra sindacati, provincia, Governo e imprese dell’area. Unica assente la Regione. L’accordo siglato negli uffici della task force governativa sul lavoro, guidata da Gianfranco Borghini, rilancia il contratto d’area per il Sulcis, firmato nel 1999, con l’apertura di due nuove imprese che andranno a integrarsi nel polo di Portovesme: sono la Sofida Srl, che con un investimento complessivo da 7 milioni 735 mila euro (di cui 5 milioni 35 mila di fondi pubblici) creerà 34 nuovi posti di lavoro nella produzione di bibite analcoliche, e la Tecniche 3000 Italia Srl, che investirà 6 milioni 932 mila euro (4 milioni 563 mila dei quali pubblici) e darà lavoro a 30 nuovi occupati nella produzione industriale di calcestruzzo e gesso.

Gli impegni delle imprese
Molti gli impegni assunti da imprese, Consorzio industriale e Regione, tra cui quelli di portare a termine le infrastrutture indispensabili all’apertura degli stabilimenti, anche quelle non previste dal protocollo, di tenere sotto controllo possibili scarichi inquinanti e di sollecitare i comuni dell’area perché concedano velocemente le necessarie autorizzazioni.

Esordio positivo
Quello di ieri è stato sicuramente un esordio positivo per il neo presidente della provincia Pierfranco Gaviano, che insediato da appena un giorno ha subito firmato un accordo importante per l’economia del suo territorio. Gaviano si dice soddisfatto dell’esito, nonostante parli di un «ritardo di sei anni» nella realizzazione del contratto d’area, e ritenga necessario «accelerare al massimo» le procedure, sia per l’apertura delle nuove aziende che per il recupero dei fondi concessi a soggetti che in seguito non hanno seguito i programmi, come la Cardinet. Il neo presidente auspica che il contratto diventi «un vero strumento di sviluppo» per il Sulcis, e per questo considera necessario un «tavolo di concertazione» che consenta a tutti i soggetti di arrivare a una «maggiore efficienza» nella sua gestione.

Sindacati soddisfatti
Anche i sindacati sono soddisfatti, anche se a loro volta sottolineano errori e lentezze che, dicono, non si devono ripetere: Antonello Corda, della Cisl, sottolinea come sia necessario «seguire le aziende in ogni fase» per verificare che stiano attuando i programmi. Anche Roberto Straullu, della Uil, mette in evidenza la necessità di «recuperare i soldi» non sfruttati del contratto d’area, e dice di aver già fatto una richiesta in questo senso a Borghini, anche perché in caso contrario c’è il rischio «che se li riprenda lo Stato».

La crisi della grande industria
Marco Grecu della Cgil rileva che l’apertura di queste nuove imprese potrebbe «fare da contraltare» alla crisi della grande industria sulcitana, e considera possibile la stipula di un «nuovo contratto d’area» che recuperi i fondi rimasti inutilizzati e ne attinga di nuovi. Per questo però, aggiunge Grecu, è necessaria la collaborazione di tutti e le istituzioni, come la nuova Provincia, devono rendere «più flessibili» le procedure. Anche Mario Porcu, presidente del Consorzio industriale del Sulcis, richiama a una «maggiore efficienza», perché il contratto d’area sarebbe un «buono strumento» che non sempre è stato utilizzato al meglio e ha avuto spesso un «iter troppo lungo».

[Filippo Pala - da L'UNIONE SARDA di oggi]

ALTRE NOTIZIE

CARBONIA – Un commissario per il Consorzio del Basso Sulcis - Subito un commissario ad acta per il Consorzio di Bonifica del Basso Sulcis. Secondo il sindaco Tore Cherchi non c’è altra soluzione per «risolvere la vergognosa situazione di disagio in cui versano gli abitanti e i commercianti di via Lubiana a causa dei continui ritardi per la sistemazione dell’alveo del Rio Santu Milanu». Ieri ha incontrato l’assessore regionale ai Lavori pubblici per fare il punto della situazione e manifestare il malcontento dei cittadini. L’assessore ha promesso di valutare l’ipotesi del commissariamento e nel frattempo ha intimato all’Ente un’immediata ripresa dei lavori. In caso contrario dovrà essere risolto il contratto con l’impresa inadempiente. [da L'UNIONE SARDA di oggi]

SPORT – Calcio a 5 – C2 – Il Quartiere Marina vince ancora e torna immediatamente in serie C1Il Quartiere Marina segue il Lanusei in serie C1. La squadra cagliaritana ha vinto l’ultima gara di campionato, rendendo vano il successo del Calasetta, e chiudendo al primo posto del girone B di serie C2. Per la formazione del quartiere di Cagliari si tratta di un ritorno immediato nel massimo campionato regionale di calcio a 5: l’anno scorso infatti era arrivata un’amara retrocessione. Quartiere Marina e Lanusei (promosso dalla settimana scorsa) prendono il posto in serie C1 delle retrocesse Veritas, Oristano, Acf Sassari e Sestu. Sono disponibili altri due posti che verranno assegnati nei playoff che disputeranno le seconde e terze classificate dei due gironi di C2. Venerdì (ore 20) in campo Loceri e Calasetta, mentre sabato (ore 21) sarà la volta di Farcana Nuoro e Maracanà Cagliari. Sabato 18 giugno le gare di ritorno, per stabilire le due promosse, che dovrebbero comunque giocare l’ulteriore spareggio (in campo neutro). Ulteriore sfida anche tra le perdenti: in caso di promozione del Domusdemaria in serie B, si libererebbe un altro posto. Giochi ancora aperti quindi, per un altro mese di passione.[da L'UNIONE SARDA di oggi]

IGLESIAS - Per gli appassionati di calcio a 5 segnaliamo che scadranno il 25 Giugno prossimo le iscrizioni al Settimo Torneo di calcetto Memorial Mattutzu.

SPORT – Ciclismo – A Rosina il Giro del Sulcis - Vittoria di Gian Paolo Rosina nella seconda prova del nono giro ciclistico del Sulcis Iglesiente per cicloamatori Udace, organizzato dalla Monteponi Bike Shop Iglesias domenica scorsa su un percorso di 82 km con partenza e arrivo a Siliqua. Il portacolori della società Pedale Iglesiente si è imposto per distacco. Classifica assoluta: 1° Gian Paolo Rosina, 2° Roberto Ruggeri, 3° Daniele Secci, 4° Cristian Melis, 5° Stefano Perra. Vincitori di categoria. Cat. B: Gian Paolo Rosina (Pedale Iglesiente). Cat. C: Cristian Melis (Team Cireddu). Cat. D: Stefano Perra (Team Camelot). Cat. E: Roberto Ruggeri (Bike Shop). Cat. F: Angelo Usalla (Mare e Monti). Cat. G: Antonio Olla (Pistidda Bici Center). Cat. Sg: Franco Dessì (G.S. Portoscuso). Donne : 1° Mariangela Etzi (Pedale Iglesiente); 2° Maria Giovanna Inatelli (Pedale Iglesiente). [p.cab - da L'UNIONE SARDA di oggi]

GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

CARBONIA – Rassegna d’arte AVANTARTE, presso il giardino Villa Sulcis. Questa settimana sono esponste le opere di Alberto Spada.

IGLESIAS – Mostra CRESCENDO CRESCENDO. Museo di via Cagliari.
Riferimenti: L’UNIONE SARDA

I commenti sono chiusi.