Home > Senza categoria > SPORT – Volley – Una colletta per salvare l’Olimpia

SPORT – Volley – Una colletta per salvare l’Olimpia

11 Giugno 2005


SPORT – VOLLEY

- da L’UNIONE SARDA di oggi -

Sant’Antioco. I dirigenti: una sottoscrizione ci consentirebbe di partecipare al campionato
UNA COLLETTA PER SALVARE L’OLIMPIA
Conti in rosso, la storica società di volley rischia la chiusura

Uniti per salvare l’Olimpia.
La squadra di volley di Sant’Antioco rischia di scomparire dalla città e dal mondo della pallavolo che conta. Troppi debiti e lo spettro di una ulteriore decurtazione, si parla del venti per cento rispetto a quello dello scorso anno, del finanziamento erogato dalla Regione.

La sottoscrizione
“Tutti per lo sport, Olimpia pallavolo per tutti” è il titolo della proposta di sottoscrizione lanciata dalla Società che chiama a raccolta l’amministrazione comunale e i tifosi, i ragazzi e i loro genitori e quanti amano questo sport che ha portato Sant’Antioco, con la storica promozione in A1, nel mondo nazionale ed internazionale della pallavolo. La società, insomma, lancia un appello: « Viviamo una situazione molto grave con un bilancio in rosso – spiega Salvatore Cabras portavoce della società – questo significa retrocessione nel prossimo campionato e quindi la scomparsa della società».

Il campionato
L’Olimpia ha appena terminato il campionato nazionale di B1 che ha chiuso al quinto posto su 14 squadre con un risultato sorprendente e lusinghiero. «Risultato consentito da una dirigenza che fino ad oggi – continua Cabras – ha consentito, con grandi sacrifici economici e con molta passione, la permanenza a Sant’Antioco della pallavolo che conta». I dirigenti, però, si sono resi conto di non poter più contare esclusivamente sulla passione e così, improvvisamente, il futuro della pallavolo si è fatto buio.

Conti in rosso
La conclusione dell’anno sportivo appena trascorso ha visto nella casse della società uno sbilancio di quasi 38 mila euro. Di fronte a questa situazione la società dispera di poter tenere in vita la squadra: troppo grandi gli impegni finanziari da affrontare. Ecco perché l’appello alla città. «Per poter proseguire con tranquillità ci basterebbe al momento di colmare il disavanzo – conclude Salvatore Cabras – questo ci darebbe nuova fiducia e la possibilità di iscrivere senza problemi la squadra al prossimo campionato. Poi si vedrà. Il finanziamento regionale anche se decurtato ci garantirebbe di affrontare un campionato tranquillo».

Uno sforzo comune
Ecco perché è nato un progetto promozione della pallavolo cittadina: vedendo unita la città e le sue istituzioni consentirebbe di mantenere la pallavolo a Sant’Antioco. Basterebbe uno sforzo comune, nuova provincia compresa, e la Vba Olimpia potrebbe sopravvivere. Magari non consentirà di non sognare nuovi successi ma almeno scongiurare che la partita giocata il 14 maggio scorso non sia stata l’ultima gara del grande volley nel palasport di Sant’Antioco.

[Tito Siddi - da L'UNIONE SARDA del 11 Giugno 2005 ]

Riferimenti: SITO VBA OLIMPIA VOLLEY

I commenti sono chiusi.