Archivio

Archivio 2 Luglio 2005

CULTURA – Conoscere: la "scuola comunitaria" in Rete

2 Luglio 2005 1 commento

CULTURA

CONOSCERE: LA “SCUOLA COMUNITARIA” IN RETE

Da oggi la scuola sarda è in Rete su conoscere.it.
Conoscere è il nuovo portale dell’istruzione in Sardegna, realizzato dalla Regione. “E’ il luogo, non virtuale ma reale, della scuola comunitaria”, ha detto il presidente della Regione Renato Soru in occasione della presentazione ufficiale del sito nell’istituto magistrale Eleonora d’Arborea di Cagliari.
“E’ uno strumento a disposizione di studenti, insegnanti e genitori per potenziare la capacità di insegnamento e apprendimento, attraverso corsi on line, scambio di informazioni e condivisione di esperienze, consultazione delle biblioteche della Sardegna. Il tutto non in modo saltuario ma ogni giorno, 24 ore su 24″.
Soru ha invitato tutti i sardi a scoprire le opportunità di Conoscere navigando in rete e ha spiegato la scelta di dedicare il portale a una figura di spicco della cultura sarda come Michelangelo Pira, che con largo anticipo comprese le potenzialità dei computer e dello scambio di conoscenza in rete, descritte nella novellina “Il villaggio elettronico”.

L’assessore della Pubblica Istruzione, Elisabetta Pilia ha sottolineato come, per la prima volta, “la scuola sarda disponga di uno strumento da condividere in rete per investire nella conoscenza”. Ha spiegato come sia irrinunciabile “costruire le condizioni dell’apprendimento per tutto l’arco della vita, a partire dalla scuola ma incentivando la formazione e l’aggiornamento continuo sul modello del lifelong learning”. All’assessore Pilia è spettato il compito di illustrare i diversi canali del portale Conoscere, le sue funzionalità e gli obiettivi, uno dei quali – è stato rimarcato più volte – è quello di attirare l’attenzione della società civile sulla scuola. “Una Web Agency aggiornerà quotidianamente il portale, ma è indispensabile che siano gli istituti di tutta la Sardegna a segnalare iniziative, proporre idee e arricchire il portale con i propri progetti”, ha detto l’assessore.

Alla presentazione di Conoscere era presente anche Alessandro Musumeci, direttore generale dei Sistemi informativi del ministero dell’Istruzione, Università, Ricerca, che ha espresso soddisfazione per la condivisione di progetti e obiettivi tra ministero e amministrazione regionale sarda. “La collaborazione – ha detto Musumeci – si è rinnovata con la recente firma del protocollo d’intesa, sottoscritto dal ministro Moratti e dal presidente Soru, per progetti che potenzino il sistema scolastico della Sardegna puntando sulla tecnologia, con uno stanziamento di 60 milioni euro del Ministero e della Regione”. Sono tante le iniziative ministeriali per la scuola per le quali il direttore dei Sistemi informativi ha evidenziato l’importanza della partecipazione della Regione Sardegna: le biblioteche scolastiche on line, la “Scuola in ospedale”, l’utilizzo della televisione digitale terrestre per l’e-learning.

Ma cosa offre Conoscere?
Il portale Conoscere è arricchito da numerosi canali di approfondimento. Le scuole di ogni ordine e grado (dalle materne fino all’Università) dispongono di un’area riservata in cui troveranno notizie, approfondimenti, materiale didattico multimediale e la possibilità di seguire corsi on line.

Da M@rte a Campus
Il canale Campus è un’evoluzione del progetto M@rte, di cui vengono potenziati l’offerta e la qualità dei servizi, messi a disposizione degli istituti della Sardegna che hanno aderito al progetto di innovazione del sistema formativo regionale sardo, promosso dal ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e dalla Regione Sardegna. Campus permetterà agli istituti sardi di lavorare insieme attraverso la rete intranet, sperimentare nuovi percorsi didattici nei laboratori virtuali, utilizzando i semilavorati multimediali.
E ancora creare il sito della scuola, consorziarsi e fare lezione a distanza con la videoconferenza.
Sono poi previsti canali riservati con servizi e informazioni per Studenti (accesso a risorse didattiche e corsi in linea, al piano dell’offerta formativa della scuola, al proprio piano di studi, possibilità di colloqui virtuali con i compagni, gli insegnanti, i genitori);
Insegnanti (accesso a strumenti utili ad agevolare e qualificare il lavoro in classe, possibilità di scambio e confronto con altre esperienze didattiche);
Genitori (possibilità di dialogare costantemente con la scuola, di valutare i risultati scolastici dei ragazzi attraverso il registro virtuale).

Videoconferenza
Stimolare e promuovere l’uso della rete come ambiente didattico e come modello di un nuovo processo di insegnamento/apprendimento. Accanto alla lezione tradizionale, vengono proposte forme di insegnamento a distanza tramite l’uso della videoconferenza e dei corsi on line.
Scuole più o meno lontane tra loro, associandosi attraverso la costituzione di specifiche reti consortili, eventualmente distinte e specializzate per funzione (reti di cooperazione didattica, reti finalizzate all’aggiornamento e alla formazione degli insegnanti, reti con specifici fini di ricerca), daranno vita a un vero e proprio sistema di offerta consorziata, grazie al quale potrà crescere ed essere disponibile per l’intero sistema scolastico un archivio di materiale didattico prodotto nell’ambito dell’attività didattica quotidiana.
I contributi didattici trasmessi in videoconferenza da una scuola all’altra delle rete consortile o gli eventi di particolare significato (conferenze, seminari, sessioni di convegni), organizzati da un istituto potranno infatti essere registrati e posizionati nello spazio delle Lezioni on-line, dal quale tutti gli insegnanti possono liberamente attingere materiali e contenuti a supporto delle loro attività didattiche e combinarli tra loro in modo da sviluppare molteplici contesti formativi rispondenti alle strategie didattiche di volta in volta impostate e seguite. Analoga opportunità sussiste ovviamente per gli studenti, i quali potranno selezionare, all’interno di questo archivio, i supporti più funzionali alle loro specifiche esigenze di approfondimento.

Notizie
Informazioni quotidiane su quanto accade nel mondo della scuola in Sardegna: opportunità di studio, concorsi, iniziative delle scuole, indagini, studi. Questo canale è aperto e si arricchirà con i contributi delle scuole che potranno essere inviati a info@conoscere.it.

Corsi on line
Corsi on line gratuiti, specifici per i differenti gradi di istruzione, per studiare le lingue straniere, le scienze, la comunicazione sul web.

Pianeta Scuola
Nel canale Pianeta scuola è prevista una vetrina per i progetti realizzati negli istituti della Sardegna. Ogni scuola produce annualmente materiale didattico, lavori di gruppo, progetti multimediali, che meritano d’essere condivisi con studenti e insegnanti che vivono in altre realtà scolastiche. Con un attento lavoro di raccolta dei materiali, è stato avviato un programma di selezione e catalogazione dei progetti realizzati in questi anni dagli istituti della Sardegna sulle tematiche più disparate, che hanno trovato una loro collocazione nell’area Progetti. Il canale Accordi consente alle scuole di segnalare eventuali protocolli d’intesa, sottoscritti con altri istituti italiani ed esteri, o l’adesione a progetti per la didattica, la formazione e l’integrazione della popolazione scolastica, promossi dall’Unione Europea.
In questa area vengono fornite anche informazioni sugli accordi che la Regione ha sottoscritto per creare nuove occasioni di sviluppo. In questo spazio saranno pubblicati materiali su intese regionali, nazionali e internazionali.
Nel canale Eventi verranno segnalati – fondamentale la collaborazione degli istituti – convegni, dibattiti, manifestazioni culturali e sportive, mostre e spettacoli, che coinvolgono direttamente o possono interessare il mondo della scuola.
Il canale Scuole favorisce i contatti tra tutte le scuole della Sardegna e mette a disposizione degli utenti informazioni sugli istituti dell’Isola di ogni ordine e grado. E’ disponibile una banca dati in cui sono inseriti indirizzi, numeri di telefono e fax, indirizzi di posta elettronica di tutte le scuole sarde. E’ possibile cercare i dati attraverso un motore di ricerca.
Sono poi segnalati i Centri risorse contro la dispersione scolastica e il disagio giovanile, attivi in Sardegna. Sono disponibili anche gli elenchi e gli indirizzi dei Centri polifunzionali di servizio e dei Centri territoriali permanenti per lEducazione degli Adulti (EdA).

Diverse abilità
La scuola deve essere il luogo della partecipazione a percorsi comuni di conoscenza. Il luogo dell’integrazione in cui tutti gli studenti, in particolare quelli diversamente abili, trovino condizioni e strumenti adattati alle proprie esigenze, per partecipare con le stesse opportunità alla vita della classe e alla costruzione di saperi. Il canale Diverse Abilità del portale Conoscere ha l’obiettivo di favorire la partecipazione dei portatori di handicap, attraverso studi e indagini sulla disabilità in classe e sugli strumenti tecnologici (software e hardware) che possono migliorare la vita di tanti studenti. Nel canale Diverse Abilità sono segnalati news, articoli di approfondimento e nei forum viene stimolato il confronto su un tema così delicato.

VISITA IL SITO

www.regione.sardegna.it

Riferimenti: CONOSCERE.IT

CRONACA – Sant’Antioco – Il Corso riapre alle auto ma soltanto di giorno

2 Luglio 2005 1 commento

CRONACA

- da L’UNIONE SARDA di oggi -

SANT’ANTIOCO
IL CORSO RIAPRE ALLE AUTO MA SOLTANTO DI GIORNO

Corso Vittorio Emanuele, il viale alberato al centro di Sant’Antioco, dopo circa sei mesi di lavori è stato riaperto al traffico.
Di buon mattino gli operai del Comune hanno tolto le recinzioni e le transenne consentendo così il transito delle auto. Macchine e moto potranno accedere dalle 4 del mattino alle 20,30. Per quell’arco di tempo, infatti, il Corso diventerà isola pedonale.
Nella strada principale cittadina è consentita anche la sosta. Sarà di mezz’ora dietro il pagamento di 40 centesimi. A far rispettare l’ordinanza saranno i vigil park che, oltre a riscuotere il pedaggio, svolgeranno anche compiti di controllo. Saranno infatti autorizzati a segnalare ai vigili urbani ogni inadempienza che farà scattare la multa.
La riapertura del Corso avviene tra le polemiche. Il Comune, in via sperimentale, ne avrebbe voluto fare un’isola pedonale. Si sono però opposti i commercianti mentre una petizione di 300 cittadini ha chiesto di mantenere il viale off limits alle auto.

[ Tito Siddi - da L'UNIONE SARDA del 2 Luglio 2005 ]

GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

SANT’ANTIOCO – Festa di San Pietro. Musica di strada. Dalla piazza di Nostra Signora di Bonaria alla piazza Ferralasco, passando per via Nazionale, i suoni della famosa Hungry Huck Banda di New York animeranno una serata musicale itinerante fuori dagli schemi. Ore 20

NUXIS – Festa di San Pietro. Animazione e giochi per i bambini, viale Indipendenza, ore 18.30. Serata di liscio con l’orchestra Superstar, ore 22.

IGLESIAS – Finale Primo di scacchi storico-medievale. Piazza Municipio. Ore 18

SONDAGGIO DELLA GAZZETTANTIOCHENSE
Siete d’accordo con la proposta per il dimezzamento degli stipendi agli onorevoli sardi ?

- Sì, sono d’accordo
- No, non sono d’accordo
- Non so

Rispondete inviando una messaggio alla nostra mail
gazzettantiochense@tiscali.it


Riferimenti: L’UNIONE SARDA