Archivio

Archivio 18 Luglio 2005

SPORT – Calcio a 5 – Memorial Carboni – Undicesima Giornata

18 Luglio 2005 Commenti chiusi

SPORT

CALCIO A 5

MEMORIAL “PAOLO CARBONI” – SANT’ANTIOCO
Anche il girone Nero ha decretato ieri le squadre qualificate.
Il girone è stato dominato da Edilcifra, che ha chiuso a punteggio pieno e accede direttamente ai quarti.
Agli ottavi-spareggi vanno Longobarda (seconda) e Dino Kebab (terza). Non basta la vittoria di ieri a Fantasia per qualificarsi, la squadra viene condannata dalla differenza reti, visto che il girone si è chiuso con tre squadre a tre punti, con una sola vittoria.
Alle 21 è proprio Fantasia ad avere la meglio su Dino Kebab per 6-4. Ma, come detto, la vittoria è inutile ai fini del passaggio del turno.
Alle 22 non ha invece problemi Edilcifra a sbarazzarsi della Longobarda (la squadra composta dagli elementi dello Sporting Calasetta calcio a 5, serie C2). Il punteggio finale è un netto 5-0, con ben 4 reti di Claudio Meloni. La Longobarda però accede al turno successivo e persino come seconda classificata, nonostante le due sconfitte subite.
Oggi le ultime partite dei gironi prima della “fase calda” del Torneo ad eliminazione dirertta.
E’ di scena il girone Blu dove, a parte Panifici Carboni già qualificata come prima del girone, le altre tre squadre si giocano oggi la qualificazione.

UNDICESIMA GIORNATA – Domenica 17 Luglio
GIRONE NERO

ore 21
Dino Kebab – Fantasia = 4 – 6
MARCATORI
Dino Kebab
: Pilleri Giuseppe (2) – Piras Manolo (2)
Fantasia: Lampis Stefano (2) – Floris Luca (2) – Siddi Andrea – Colella Michele

ore 22
Edilcifra – Longobarda = 5 – 0
MARCATORI
Edilcifra
: Pibia Dionigi – Meloni Claudio (4)

CLASSIFICA FINALE GIRONE ROSSO
Edilcifra – 9 (ai quarti)
Longbarda – 3 (agli spareggi)
Dino Kebab – 3 (agli spareggi)
Fantasia – 3

LE PARTITE DI OGGI Lunedì 18 Luglio
GIRONE BLU
ore 21 – Roby Bar – Panifici Carboni
ore 22 – Stazione Esso – Artigiana Infissi

CLASSIFICA MARCATORI
13 reti – Piloni Sergio (Armeria Atzori)
10 reti – Carboni Mauro (Stazione Esso) – Marongiu Nicola (Giornaland)
9 reti – Milia Riccardo (Edilcifra) – Mileddu Michele (Panifici Carboni) – Meloni Claudio (Edilcifra)
8 reti – Giaminelli Marco (Pintus Decor) – Sanna Giacomo (C.M.Costruzioni) – Sodi Massimo (Armeria Atzori)

APPUNTAMENTI – Narcao Summer Blues Festival 2005

18 Luglio 2005 Commenti chiusi

APPUNTAMENTI – MUSICA

NARCAO SUMMER BLUES FESTIVAL 2005

IL PROGRAMMA

20 Luglio – PIAZZA EUROPA

Ore 21.30
PAUL LAMB & THE KING SNAKES IN CONCERTO

con: Paul Lamb (vocals & armonica), Chad Strentz (guitar), Raul de Pedro Marinero (guitar), Roderick Demick (bass), Frank Nazareth (drums)

Ore 22.30
SUGAR RAY NORCIA & RICO BLUES COMBO IN CONCERTO

con: Sugar Ray Norcia (vocals & armonica), Rico Migliarini (vocals & armonica), Maurizio Pugno (guitar), Mirco Capecci (bass), Giuliano Bei (drums)

21 Luglio – PIAZZA EUROPA

Ore 21.30
NARCAO BLUES BAND IN CONCERTO
con:
Davide Pirodda (guitar), Francesco Piu (guitar), Andrea Locci (bass), Pierpaolo Frailis (drums), Andrea Busonera (vocals)

Ore 22.30
ALBIE DONNELLY’S & SUPERCHARGE IN CONCERTO
con:
Albie Donnelly (alto & tenor saxophone/vocals), Jimmy Reiter (guitar/vocals), Big Jay Wieching (baritone & tenor saxophone), Mike Rafalczyk (trombone/harmonica/vocals), Jens-Ulrich Handreka (bass), Sascha Kuehn (keyboards), Hardy Fischoetter (drums)

22 Luglio – PIAZZA EUROPA

Ore 21.30
SLOW FEET IN CONCERTO
con:
Paolo Bonfanti (vocals & guitar), Vittorio De Scalzi (vocals & keyboards), Lucio Fabbri (poly), Reinhold Kohl (bass), Franz Di Cioccio (drums)

Ore 22.30
THORNETTA DAVIS IN CONCERTO
con:
Thornetta Davis (vocals), Brett Lucas (guitar), Gary Jibilian (bass), Phil Hale (keyboard), Todd Glass (drums)

23 Luglio – PIAZZA EUROPA

Ore 21.30
JIMMY BURNS BAND IN CONCERTO
con:
James Burns (JimmyBurns) (chitarra / voce), Anthony Palmer (chitarra), Ronald Steven Lasken (basso), Gregory Haar (batteria)

Ore 22.30
BIG JOE TURNER IN CONCERTO
con:
Joe Turner (vocals & bass), Ladonna Smith (vocals), Dieter Jagiela (guitar), Rico McLaren (drums & vocals), Robert Peaple (keyboards), David Johnson (alto sax), Gulliver Allwood (tenor sax)

BIGLIETTI E ABBONAMENTI
Biglietto
10 euro (intero) – 7 euro (ridotto)
Abbonamenti
35 euro (intero) – 28 euro (ridotto), in omaggio con gli abbonamenti la maglietta celebrativa 15 anni

CONTATTI E INFORMAZIONI
Associazione Culturale Progetto Evoluzione
Frazione Is Cherchis, 32
09010 Narcao (CARBONIA-IGLESIAS)
Tel. 349 4761668 – 340 3095575
www.narcaoblues.it
narcaobluesnet@tiscali.it

GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

SANTADI – Riunione del Consiglio Provinciale. Aula Consiliare. Ore 18

SANT’ANTIOCO – MARE E MINIERE. Parliamo di cinema: incontro col regista Gianfranco Cabiddu e visione del film “Passaggi di tempo”, viaggio nella memoria, nel paesaggio della Sardegna in un mare di musica

SANT’ANTIOCO – Memorial Carboni Calcio a 5 – Campo Polivalente Lungomare – ore 21

SANT’ANTIOCO – CINEMA IN LAGUNA – Star Wars III: La Vendetta dei Sith – Campo Esterno Palasport – ore 21.45

CARBONIA – Concerto blues della Livio Svenson Blues Band. Anfiteatro piazza Marmilla. Ore 21.30

PORTOSCUSO – Torneo di Tennis. Campi “Sa Cruxitta”

SONDAGGIO DELLA GAZZETTANTIOCHENSE
Siete d’accordo con la proposta per il dimezzamento degli stipendi agli onorevoli sardi ?

- Sì, sono d’accordo
- No, non sono d’accordo
- Non so

Rispondete inviando una messaggio alla nostra mail
gazzettantiochense@tiscali.it


Riferimenti: NARCAO BLUES

CULTURA – Confronto storico Sulci – Monte Sirai

18 Luglio 2005 Commenti chiusi


CULTURA

IGNAZIO MARCEDDU

CONFRONTO STORICO SULCI – MONTE SIRAI

Appare sempre più certa la data della fondazione per così dire “ufficiale” dell’antica città di Sulci, infatti quasi tutti gli storici concordano nel datare tale evento al 750 a.C. , avvenuta per opera dei fenici.
Mentre non sappiamo a quale insediamento si riferisca il lembo di necropoli arcaica ritrovato a Portoscuso, pochi chilometri sulla costa maggiore a nord di Sulci. I materiali si rivelano in qualche caso come strettamente legati a dirette importazioni orientali, databili uno o due decenni prima dell’insediamento di Sulci, ed il centro di cui la Necropoli è testimonianza dovette situarsi sulla costa, nelle immediate vicinanze. Distante pochi chilometri, verso l’interno, troviamo Monte Sirai.
La sua fase più antica è testimoniata dalla Necropoli e da materiali di abitato rinvenuti, decontestualizzati, nei livelli di epoca punica. Il complesso degli oggetti ci riporta ad una data di fondazione risalente almeno all’ultimo quarto dell’VIII° secolo a.C.
Ancora si discute sulla funzione da ipotizzare per Monte Sirai.
Le posizioni a confronto, anche se in qualche modo si possono intrecciare, sono quella che lo vede come insediamento “militare”, una sorta di testa di ponte nell’entroterra a garantire sicurezza e protezione a Sulci; l’altra posizione predilige individuare in Monte Sirai un insediamento emanato sì da Sulci, ma funzionale allo sfruttamento del territorio piuttosto che a scopo difensivo. Indubbiamente la sua posizione arroccata su un alto pianoro che domina la via di penetrazione verso l’interno e la piana costiera di fronte a Sant’Antioco è in grado di giustificare sia l’ipotesi difensiva che quella di insediamento satellite per trarre profitto dal terreno, ed anche la cronologia iniziale, circa una generazione dopo quella del centro di Sulci, può convenire con ambedue le posizioni. Non è possibile che entrambi gli scopi fossero presenti per indirizzare alla fondazione del sito e che Monte Sirai fosse un avamposto per usufruire delle risorse della pianura coltivabile ed allo stesso tempo un punto di contatto, in posizione comunque difendibile, con le popolazioni indigene.
Un altro sito del Sulcis interno “Pani Loriga”, è noto in epoca arcaica, spostato più a sud-est, anch’esso in una posizione topografica simile a quella di Monte Sirai, ma di cronologia iniziale più tarda. Anche per questo insediamento è incerta la funzione primaria ed è verosimile che assolvesse ad entrambe le funzioni: difensiva e di acquisizione ed utilizzo del territorio sfruttabile.
Allo stato attuale delle conoscenze non si ha cognizione di altri centri fenici situati in zone interne, essendo tutti gli altri posti sulle coste marine o lagunari a noi ben note. Non dobbiamo però pensare ad un mondo fenicio rivolto esclusivamente verso il mare, in contrapposizione all’entroterra. Tutt’altro, le colonie insidiatesi sulle coste, acquisiscono le materie che formano l’oggetto primario dei loro traffici trans-marini proprio nell’interno dell’Isola, presso le popolazioni indigene che detenevano e gestivano le risorse del territorio. Quali fossero i materiali ed i beni che i Fenici ricercavano e commerciavano non è dato sapere con sicurezza, mancando ritrovamenti in tal senso ci dobbiamo affidare ad un metodo induttivo. E’ ben nota la ricchezza in minerali della Sardegna: rame, piombo, ma anche ferro e piombo argentifero, minerali che erano e sono tuttora presenti nel Sulcis. Il metodo di gestione commerciale avviato dai fenici sarà poi sfruttato dai negotiatores in piena età imperiale, e l’antica città di Sulci assumerà un ruolo determinante nell’attività import-export, mentre la comunità primitiva di Monte Sirai abbandonerà a poco a poco l’insediamento probabilmente per unirsi ad altre popolazioni limitrofe o addirittura per finire di uniformarsi ai cittadini di Sulci.

IGNAZIO MARCEDDU
Riferimenti: SITO PERSONALE DI IGNAZIO MARCEDDU