Home > Senza categoria > DANNI COLLATERALI – Questo è turismo ?

DANNI COLLATERALI – Questo è turismo ?

22 Settembre 2005

RUBRICA : DANNI COLLATERALI

QUESTO E’ TURISMO ?

Siamo una coppia di giovani, marito e moglie. Ogni estate passiamo le nostre vacanze nel Sulcis. Perché ? La madre di uno di noi è di Sant’Antioco, quindi un anche noi ci sentiamo sardi e figli di questa splendida terra.
Il nostro stupore deriva da quello che ogni estate siamo costretti a sorbirci: strutture inesistenti, poca organizzazione, mancanza di eventi, prezzi salatissimi a cui non corrispondono adeguati servizi.
Bene, abbiamo scritto alla rubrica DANNI COLLATERALI per raccontarvi questo episodio: poco prima di scendere per le nostre consuete, e aggiungiamo meritate, vacanze abbiamo deciso di chiamare per prenotare un gommone col quale avevamo intenzione di fare il giro dell’isola per goderci le meravigliose scogliere che l’isola di Sant’Antioco possiede e che si possono ammirare solo dal mare. Bene, tutti felici ed eccitati chiamiamo una attività commerciale che a Sant’Antioco affitta i gommoni ai turisti, non vogliamo fare il nome perché nostra intenzione è solo mettere in evidenza quel che è successo.
Comunque, telefoniamo e diciamo di voler prenotare il gommone per qualche giorno dopo (uno dei nostri primi giorni in Sardegna)). L’interessato ci dice che va benissimo, ci affitta il gommone (non sindachiamo sul prezzo perché non conosciamo il mercato dell’affitto dei gommoni) però dobbiamo mandare la caparra altrimenti corriamo il rischio di non trovare gommoni liberi.
Ok, va bene, anche a noi sembra giusto mandare una caparra per prenotare il gommone. Chiediamo quanto dobbiamo mandare di caparra e questo “personaggio” ci risponde che visto che dobbiamo arrivare tra qualche giorno non sa nemmeno se il denaro arriverà in tempo e alla fine ci dice che dobbiamo mandargli tutto il costo dellaffitto.
Ma come, noi dobbiamo fidarci di lui e mandargli la caparra mentre lui non si fida di noi e ci chiede tutto il denaro subito ?
A questo punto non ci stiamo, annulliamo tutto e attacchiamo il telefono.
Il giro dell’isola in gommone però è un nostro desiderio, da sempre, e non vogliamo assolutamente rinunciarci.
Così telefoniamo ad un’altra attività commerciale che affitta gommoni, non a Sant’Antioco bensì a Calasetta.
Stesso prezzo (e va bene), stesse richieste. Il finale però è diverso. Il ragazzo con cui parliamo è gentilissimo e ci dice che dovremmo mandare una caparra, tuttavia dato che arriveremo tra qualche giorno e il denaro non arriverebbe comunque ci dice che non fa nulla. Il giorno previsto avremmo dovuto presentarci per prendere il gommone e avremmo pagato la somma completa, senza mandare nessuna caparra. Semplicemente si fidavano di noi.
Morale della favola ?
Venire incontro alle esigenze dei turisti è il modo principale per fare turismo. Quella che abbiamo descritto è solo una delle tante “cose sbagliate” che ogni anno troviamo a Sant’Antioco.
Morale : questo è turismo ?

[ Due Turisti Affezionati ]

RUBRICA DANNI COLLATERALI
Vogliamo che Voi ci segnaliate tutti gli scandali, le vergogne, gli scempi e gli oltraggi che ogni abitante del Sulcis-Iglesiente di buona volontà è costretto a sorbirsi !!!
Ma non solo.
Poiché noi della GA siamo cattivoni vogliamo da voi potenziali rimedi per gli scempi di cui sopra….Denunciate e rimediate!!!

- Non siamo dispoti a tacere
- Raccolta differenziata / Il ruolo fantasma
- Ultimo minuto, vacanze a sorpresa !

- VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS -

I commenti sono chiusi.