Archivio

Archivio 22 Ottobre 2005

ATTUALITA’ – Nasce la città da 40 mila abitanti

22 Ottobre 2005 Commenti chiusi

ATTUALITA’

CARBONIA
L’assessore Cuccu: è un piano di sviluppo che individua aree per infrastrutture e servizi
NASCE LA CITTA’ DA 40 MILA ABITANTI
Nel nuovo Puc previsti due milioni di metri cubi edificabili

Ci sono voluti 15 anni prima che l’amministrazione riuscisse a mandare in pensione il vecchio Piano regolatore varato vent’anni fa

Metti nel Puc lo sviluppo delle aree agricole, delle infrastrutture, dei servizi per il territorio. Un’attenzione quasi ossessiva per il comparto rurale e per l’articolata rete delle infrastrutture al servizio del Sulcis Iglesiente che hanno fatto del nuovo Puc, approvato giovedì notte a larga maggioranza dopo un’attesa di oltre 15 anni, “un programma di sviluppo economico”. La definizione è dell’assessore all’Urbanistica Ignazio Cuccu. È la sua sintesi di un progetto che, scalzando il piano regolatore datato 1986, ha ridistribuito le funzioni in un territorio di 145 chilometri quadrati, 31 mila abitanti, 76 medaus. Ha confermato due milioni di metri cubi edificabili in aree già note e trasformato quasi integralmente in zone agricole le aree di rispetto. Con una coda polemica su cui è ruotato il dibattito: vietato edificare in campagna a chi non possiede almeno 3 ettari.
Assessore, come lo spieghiamo ai piccoli proprietari terrieri ?
“Sotto i 3 ettari si rischia di avere lottizzazioni camuffate, nuovi infiniti agglomerati sparsi, non possiamo permetterci di portare le urbanizzazioni nei punti più dispersi della campagna”.
Chi possiede un ettaro, dunque, deve mettersi l’anima in pace ?
“Studieremo deroghe alla costruzione di manufatti solo se il lotto è funzionale alle condizioni agricole che vogliamo incentivare”.
Il Puc, allora, si è posto priorità che trascendono la cura del perimetro urbano in senso stretto ?
“È un piano di sviluppo economico che sblocca le aree agricole ma solo per l’espansione del comparto rurale, che per la prima volta nella storia di Carbonia individua aree per la piccola industria, per servizi qualificati e infrastrutture”.
Ma lo sviluppo economico passa anche attraverso lo sfruttamento delle aree edificabili e non ne sono state individuate di nuove.
“Obbligatorio confermare quelle pubbliche o private già previste dal piano regolatore: questo Puc è realisticamente disegnato per una città di 35-40 mila abitanti”.
Nucleo di fondazione e periferie: dopo anni di anarchia, cosa attendersi ?
“Piani di recupero e valorizzazione peraltro già in corso, sempre sotto l’egida delle regole, degli abachi o dei piani particolareggiati”.
Quanto durerà questo Puc ?
“Minimo 10-15 anni e siccome questo è il piano di tutti e non di un élite di progettisti, chiaro che potrà subire delle varianti”.

I TEMPI - SARÀ IN VIGORE A PRIMAVERA
Il nulla osta del Consiglio al nuovo Puc è il primo passo verso l’approvazione finale. Lunedì il piano verrà depositato presso la segreteria comunale ove resterà in pubblicazione un mese. Poi scatteranno altri 30 giorni per le osservazioni. Nel gennaio 2006, quindi, il Puc tornerà in Consiglio per l’adozione definitiva. Ma non basta: il documento finirà in Regione per l’esame di rito e il via libera definitivo. Da quel momento entrerà in vigore la pianificazione studiata dagli ingegneri Aldo Vanini ed Enrico Potenza, con la consulenza del Dipartimento di Architettura della facoltà di Ingegneria dell’Università di Cagliari. Per il sindaco Tore Cerchi si è trattato di un grande risultato: “Deve essere dato atto al Consiglio, maggioranza e minoranza insieme – ha specificato Cerchi – di aver sviluppato un confronto costruttivo e corrispondente all’approvazione definitiva del Puc prima della conclusione del mandato e presteremo le necessarie attenzioni alle osservazioni e alle ulteriori proposte che saranno presentate”. Una in particolare l’opposizione l’ha già annunciata: i limiti di edificabilità nei lotti agricoli inferiori ai 3 ettari.

[ ANDREA SCANU ]
- tratto da L’UNIONE SARDA del 22 Ottobre 2005 -

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

Riferimenti: GA FORUM

Mostre e Rassegne nel Sulcis-Iglesiente

22 Ottobre 2005 Commenti chiusi

SULCIS – IGLESIENTE

MOSTRE E RASSEGNE

CARBONIA – Mostra Fotografica sulle “Grotte del Sulcis”, allestita dal Gruppo Ricerche Speleologiche Martel in collaborazione con lo Speleo Club di Domusnovas. Museo Civico di paleontologia e speleologia Martel, via Campania. Fino al 20 Novembre.

DOMUSNOVAS – Mostra di foto del paese con immagini degli eventi culturali e sportivi degli ultimi anni. Fino alla fine del mese. Locali ex Monte Granatico, piazza Matteotti.

CARBONIA – Mostra “Da Giovanni Fattori ad Amedeo modiglioni. La scuola dei Macchiaioli”. Sala mostre della Biblioteca comunale in via della Vittoria dal 22 Ottobre fino al 5 Dicembre. Tutti i giorni dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 20.

CARBONIA – Mostra Fotografica MINIERE: LUCI, OMBRE, IDENTITÀ, TERRITORIO. Biblioteca Comunale – Area Mediateca

- DISCUTINE SUL FORUM -