Home > Senza categoria > CRONACA – Sant’Antioco. Con dieci milioni il Comune risana la Sardamag

CRONACA – Sant’Antioco. Con dieci milioni il Comune risana la Sardamag

11 Novembre 2005

CRONACA

SANT’ANTIOCO
CON DIECI MILIONI IL COMUNE RISANA LA SARDAMAG

Una pioggia di milioni per opere pubbliche è in arrivo a Sant’Antioco. La giunta nell’ultima riunione ha approvato il programma degli interventi per i tre anni che vanno dal 2006 al 2008. in tutto l’amministrazione conta di investire oltre 18 milioni di euro.
Due le delibere approvate. La prima riguarda gli interventi di importo inferiori al milione di euro. La seconda, invece, si riferisce alle grandi opere che superano quel limite. L’opera più importante, tra queste ultime, è quella relativa al recupero e alla riqualificazione ambientale delle aree industriali circostanti lo stabilimento della ex Sardamag. Si ratta di 10 milioni di euro erogati dal ministero dell’Ambiente attraverso la Regione. “Con questo progetto già approvato dalla Regione – spiega l’Assessore ai lavori pubblici Monica Fois – intendiamo recuperare tutta l’area intorno al vecchio stabilimento del magnesio risanando un terreno che parte da via Rinascita e arriva alla costa di Is Pruinis”. Il progetto di risanamento ambientale raddoppia come investimento quello della società mista che è stato in pratica annullato e sostituito.
Tre milioni di euro inoltre saranno spesi per il dragaggio del porto commerciale nonostante non sia ancora stato risolto il problema dello smaltimento delle sabbie. “Noi comunque appalteremo l’opera – ribadisce il sindaco Eusebio Baghino – poi si vedrà, non possiamo rischiare di perdere il finanziamento”. Altra opera importante è la riqualificazione del lungomare il cui finanziamento (oltre un milione e mezzo di euro) è stato già erogato.
Per finire saranno sistemate, con una spesa di un milione e mezzo, le sponde di rio S’Arriaxiu. “Si tratta di un’opera importante perché - afferma l’assessore Fois – consente l’ultimazione della rete dei canali di guardia esterni che impediranno alle acque piovane di alla gare il centro abitato”.
Nella lista delle opere con un finanziamento inferiore al milione rientra la sistemazione interna e gli arredi dell’ostello della gioventù (è prevista la spesa di 650 mila euro). Per dare lavoro ai disoccupati, inoltre, sono stati stanziati 255 mila euro. “Serviranno per aprire un cantiere – conclude l’assessore – che servirà a portare avanti l’opera di riqualificazione delle strade del centro città”. Seicentomila euro, ancora, riguardano il completamento dei canali di guardia all’interno della città e, infine, con 900 mila euro sarà appaltato, con fondi per le isole minori, il completamento dell’approdo pescherecci. I finanziamenti per alcune opere sono già in cassaforte, gli altri invece sono in arrivo. “Secondo i modi e la prassi - precisa il capo dell’Ufficio tecnico Gianni Baghino – che regolano i finanziamenti regionali”.

[ Tito Siddi ]
- tratto da L’UNIONE SARDA del 8 Novembre 2005 -

  1. Piras Angelo
    17 Novembre 2005 a 16:38 | #1

    Come mai non si cita anche il finanziamento per il palazzetto dello sport? Doveva sorgere nell’area ex Sardamag……o no.

I commenti sono chiusi.