Archivio

Archivio 15 Novembre 2005

CRONACA – Statale 126, milioni dimenticati

15 Novembre 2005 Commenti chiusi

CRONACA

STATALE 126, MILIONI DIMENTICATI
L’Anas non spende, la Regione darà i soldi ai Comuni

Da otto anni giacciono inutilizzati 60 miliardi di vecchie lire: verranno utilizzati per migliorare la sicurezza della strada realizzando una quindicina di rotonde si trovano gli incroci a raso.

Sindaci e Regione si mettono insieme: la statale l’aggiustiamo noi. E’ l’unica maniera per cercare di spendere trenta milioni di euro che ammuffiscono da otto anni nelle casse dell’Anas. Allora l’euro non c’era ancora. Così arrivarono i miliardi di lire, sessanta, accreditati all’Anas perchè mettesse una pezza (in termini di scorrevolezza) alla statale 126.
Per otto anni i soldi sono rimasti in cassa e le condizioni della statale che parte da Iglesias e arriva a Sant’Antioco dopo avere lambito Gonnesa, Carbonia e San Giovanni Suergiu, sono andate peggiorando: anche la modernizzazione, al pari della circolazione, viaggia ad andamento lento in quei cinquanta chilometri d’asfalto.
I 60 miliardi servivano per sostituire gli incroci a raso con svincoli, cavalcavia e sottopassi. Ora, con 30 milioni di euro sarà molto se si potranno realizzare semplici rotonde.
I conti li hanno fatti proprio ieri mattina i sindaci dei cinque comuni lambiti dalla “126″ insieme all’assessore regionale ai Lavori pubblici Carlo Mannoni. Dall’incontro sono scaturite due decisioni. La prima strategica: per evitare che continuino ad ammuffire in banca, la Regione girerà i soldi ai Comuni che predisporranno i progetti e bandiranno gli appalti. La seconda tecnica: la realizzazione di una quindicina di rotonde è tutto quello che sarà possibile fare.
“Risolveremo il problema degli incroci a raso e la statale migliorerà la sicurezza”, ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici di Carbonia Giacomo Guadagnini. Ma non si potrà rimediare all’andamento lento: lunghe colonne di auto, impossibilità di sorpassare, velocità media non oltre i sessanta all’ora e anche meno se a fare l’andatura è un’apiscedda.
Funzionerà la formula escogitata da Comune e Regione ? In attesa di scoprirlo ecco l’elenco di svincoli e rondò. Partiamo da San Giovanni Suergiu procedendo verso Iglesias. I due incroci attuali saranno sostituiti da svincoli a livelli sfalsati. La prima rotonda si incontra all’entrata di Carbonia: sostituirà il semaforo di Is Gannaus. Ancora un rondò nell’incrocio di Sirai e all’ingresso di Flumentepido.
Ci saranno rotonde anche al posto del semaforo per Cortoghiana e all’ingresso di Bacu Abis così come all’imboccatura della panoramica per Portoscuso. Anche i due ingressi di Gonnesa saranno rivisti in senso rotatorio come lo svincolo per la frazione di Bindua, alle porte di Iglesias. I tempi ? Bisognerà partire dalla progettazione. Resta il problema strutturale della strada che dovrebbe almeno essere raddoppiata per assorbire tutto il traffico. Ma bisogna metterci una pietra sopra. Lo Stato pensa alle grandi opere, ponti, tunnel, autostrade. La “126″ resterà ferma allo “stop” per molti anni ancora.

[ SANDRO MANTEGA ]
- tratto da L’UNIONE SARDA del Novembre 2005 -

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

Riferimenti: L’UNIONE SARDA

APPUNTAMENTI – Dodicesima Mostra Micologica e Agroalimentare

15 Novembre 2005 Commenti chiusi

APPUNTAMENTI

IGLESIAS
DODICESIMA MOSTRA MICOLOGICA E AGROALIMENTARE

18 – 19 – 20 Novembre 2005
Ex Aula Magna Liceo Scientifico
Inaugurazione il 18 novembre alle ore 18.30
Ingresso libero
9.30 – 12.30
17.00 – 21.00

La Mostra Micologica e dei prodotti Agro Alimentari del Territorio Sulcitano e della Provincia di Cagliari sta riscuotendo un sempre maggiore successo e una più qualificata partecipazione.
Saranno esposti più di 400 specie di funghi provenienti dal tutto il territorio sardo, i quali rendono la mostra tra le più importanti della Sardegna.
L’intenzione dunque della Pro Loco che tale importante settore venga potenziato e largamente pubblicizzato per ogni edizione annuale, affinché le relative potenzialità di Iglesias e di una più vasta zona siano meglio conosciute, apprezzate e valorizzate.
In contemporanea alla mostra ci sarà il 20 novembre la Gara di cucina a base di funghi. E’ aperta a tutti, ed è gradita la prenotazione per sapere il numero dei partecipanti. Chiamare lo 078131170.
La gara si svolgerà presso il ristorante Buon Cammino, situato sul colle omonimo, che per l’occasione proporrà (per tre giorni,18-19-20) il menù “aromi di bosco”.
Sabato 19, presso l’Ex Aula Magna Liceo Scientifico ci sarà per la prima volta un’esibizione di sculture alimentari come tema i Funghi, a cui parteciperanno tutti.
Per maggiori informazioni visitare il sito www.prolocoiglesias.it

Organizzato dall’Associazione Turistica Pro Loco Iglesias, Associazione Cuochi provincia di Cagliari, Gruppo Micologico S. Gavino Monreale, Ristorante Pizzeria Buon Cammino.

Riferimenti: PROLOCO IGLESIAS