Archivio

Archivio 12 Dicembre 2005

ATTUALITA’ – Carloforte: Protocollo d’intesa per il Sistema Turistico Locale

12 Dicembre 2005 Commenti chiusi

ATTUALITA’

CARLOFORTE

PROTOCOLLO D’INTESA PER IL SISTEMA TURISTICO LOCALE

CARLOFORTE. Anche Carloforte si prepara ad aderire al Sistema turistico locale, sulla base della legge 135/2001 e il decreto della giunta regionale 34/11 dello scorso luglio. In consiglio comunale sta per essere portato il protocollo d’intesa finalizzato alla costituzione dello Stl ed alla attuazione del “Piano triennale delle attività”.
Il nuovo soggetto turistico avrà una vocazione territoriale che concorre allo sviluppo ed alla valorizzazione delle risorse locali in chiave turistica, con le direttive e le linee guida, approvate dalla giunta regionale, per il suo riconoscimento e la definizione della modalità e delle misure del finanziamento dei relativi progetti di sviluppo.
L’ente carolino punta all’adesione insieme ad altri enti pubblici ed organismi privati operanti nell’ambito dello sviluppo turistico della nuova Provincia di Carbonia-Iglesias, designata quale soggetto capofila. La quota annuale di partecipazione è fissata in 500 euro, mentre la quota di cofinanziamento, pari al 20 per cento delle risorse necessarie al sotegno di ogni singolo progetto di sviluppo, dovrà essere garantita ed assicurata dalla Provincia sulcitana. Il nuovo sistema turistico intende manifestarsi con iniziative volte alla promozione del territorio seguendo una gestione innovativa, istituendo servizi articolati e differenziati, sostenuti da investimenti mirati e da una spiccata attitudine imprenditoriale, quale fattore determinante e trainante per la ripresa dello sviluppo turistico sulcitano. In sostanza, ci si dovrà muovere in maniera alternativa, innovativa, flessibile e competitiva, attraverso il confronto con le molteplici realtà del mondo economico-produttivo locale, tenendo d’occhio le tendenze e le peculiarità del mercato turistico regionale, nazionale ed internazionale. L’adesione al nuovo Stl potrebbe riguardare anche il Consorzio per lo sviluppo turistico carolino, nonchè le associazioni di operatori turistici locali. Si punta ad una integrazione strategica e funzionale di tutta l’offerta turistica territoriale, composta da iniziative e manifestazioni singole ed organizzate secondo un sistema.

[ s.r. ]
- tratto da LA NUOVA SARDEGNA (Dicembre 2005) -

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

Riferimenti: LA NUOVA SARDEGNA