Home > Senza categoria > ATTUALITA’ – Il GAL Sulcis spinge il biologico

ATTUALITA’ – Il GAL Sulcis spinge il biologico

17 Febbraio 2006

ATTUALITA’

SARDEGNA, IL GAL SULCIS SPINGE IL BIOLOGICO
Consulenze e sostegno agli aspiranti imprenditori alla ricerca di nuovi sbocchi di mercato anche estero

Da promotore di progetti comunitari ad agenzia di sviluppo.
Il Gal del Sulcis Iglesiente diventa grande.
Più poteri e competenze, una sede stabile e una dote di decine di aziende e aspiranti imprenditori del biologico.
Dall’agriturismo al produttore di salsicce sarde, dall’azienda rurale alla produzione di eccellenti qualità di miele.
Da Teulada prende il via il nuovo corso del Gruppo di azione locale.
«Ci stiamo già preparando - ha spiegato il presidente Luciano Piras – in modo da poter operare sia nella Provincia di Cagliari che in quella di Carbonia e Iglesias».
Molto vasta è infatti l’area di competenza. Oltre a Teulada, Domus de Maria, Pula, Siliqua, Santadi, Buggerru, Fluminimaggiore, Giba, Masainas, Nuxis, Perdaxius, Piscinas, Tratalias e Villaperuccio. Le iniziative di sostegno del Gal hanno già dato i loro frutti.
Tra gli esempi, l’agriturismo Sa Tiria di Teulada che, in fase di avviamento, ha potuto contare sul Gal e così diversi altri ben and breakfest del territorio. Sempre a Teulada un imprenditore agricolo, Fulvio Perdighe, sta dando corpo al sogno: arnie e ottimo miele.
«Ho cominciato praticamente da zero e – ha spiegato Perdighe – il sostegno del Gal è stato, ed è tuttora, fondamentale per il progetto che sto portando avanti con mia moglie: ristrutturare un vecchio fabbricato rurale e trasformarlo in un laboratorio per la produzione di miele di qualità. Il Gruppo di azione locale mi sta dando una mano anche per le certificazioni di qualità per il biologico e lo studio di immagine».
Consulenze, sostegno agli aspiranti imprenditori alla ricerca di nuovi sbocchi di mercato (anche internazionale), ma anche più collaborazione con i Comuni nel futuro del Gal che, dunque, si appresta a diventare Agenzia di sviluppo.
E che, con 5 dipendenti in organico e centinai di consulenti e tecnici, è pronta a raccogliere non solo il testimone, ma anche la sede della Comunità montana del Basso Sulcis ormai destinata alla cancellazione.
«E che, soprattutto, - ha concluso Piras – ci consentirà di portare avanti i tanti programmi e le iniziative già avviate in tutto il territorio di nostra competenza».

Tratto da www.greenplanet.it

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

Riferimenti: GAL SULCIS IGLESIENTE

I commenti sono chiusi.