Home > Senza categoria > ATTUALITA’ – Vivono con 500 euro al mese e continuano ad aumentare

ATTUALITA’ – Vivono con 500 euro al mese e continuano ad aumentare

27 Febbraio 2006

ATTUALITA’

Le cifre. I pensionati nell’Isola sono oltre 421 mila
VIVONO CON 500 EURO AL MESE E CONTINUANO AD AUMENTARE
Cagliari ha l’indice di vecchiaia più alto d’Italia, ogni cento giovani fino ai 14 anni ci sono ben 192 ultrasessantacinquenni. I Comuni danno la carta d’argento

L’età media si allunga e i pensionati aumentano. In Italia sono oltre 16 milioni e mezzo, in Sardegna più di 420 mila. E la maggior parte è costretta a vivere con meno di 500 euro al mese. Per la precisione, la pensione, ogni mese, oscilla dai 427 e i 570 euro. Nell’Isola, secondo i dati del 2005, ci sono 421.716 pensionati. Lo scorso anno sono state liquidate 166.302 pensioni di vecchiaia (39%), 166.840 di invalidità (40%) e 88.932 di reversibilità (21%), cioè il vitalizio che spetta ai familiari di un pensionato morto.
In base all’ultimo rapporto Istat, in Sardegna, sempre lo scorso anno, sono state erogate oltre 25 mila pensioni sociali,pari a 101 milioni di euro. Quest’ultimo vitalizio viene assicurato dallo Stato a chi ha già compiuto 65 anni di età, ha la residenza in Italia e un reddito pari a zero o modesto. Per averlo, i redditi devono essere inferiori ai limiti stabiliti dalla legge e variano a seconda che il pensionato sia solo o abbia il coniuge. Nel 2005 i limiti erano di 4.874,61 euro annui per i pensionati soli, 9.749,22 euro se con marito o moglie. Nel 2005 l’importo dell’assegno sociale è stato pari a 375 euro al mese. Ben al di sotto della soglia di povertà indicata dall’Istat.

INTANTO nell’ultima riforma del sistema previdenziale è stata introdotta un’importante novità: il bonus. Serve da un lato per far risparmiare un pò il Governo, dall’altro per incentivare chi, nonostante una certa età, non ha ancora deciso di mettersi a riposo e preferisce continuare a lavorare. In sostanza chi rimane a lavoro dopo l’età pensionabile a fine mese si ritrova in busta paga tra il 40 e il 60 per cento in più rispetto a quello che guadagnava prima, tutto esentasse. Ma alla fine del 2004, hanno chiesto di poter usufruire del bonus solo 384 sardi (quasi tutti uomini) di cui 213 nella provincia di Cagliari, 30 in quella di Nuoro, 26 in quella di Oristano e 115 nella provincia di Sassari.
Cagliari è la città più vecchia d’Italia. Ogni cento giovani (sotto i 14 anni) ci sono 192 ultrasessantacinquenni. E in tutta la Sardegna, al primo gennaio 2004, la popolazione con più di 65 anni ammonta al 16,7% del totale, Dieci anni fa era pari al 13,5%. Lo squilibrio della popolazione in favore delle età più elevate è ancora più rilevante considerando la continua riduzione dei livelli di fecondità. Insomma, se nel ’95 nell’Isola vivevano 81 persone sopra i 64 anni ogni cento giovanissimi, dieci anni dopo, per ogni 100 ragazzi sono presenti sul territorio regionale 125 anziani. Che, non trovano città e quartieri a loro misura, servizi carenti, sanità allo sbando.
Hanno la “carta d’argento” comunale per usufruire di sconti.
Il bello è che Berlusconi gliene ha promesso un’altra. Chissà cosa se ne faranno.

Tratto da IL GIORNALE DI SARDEGNA

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

Riferimenti: IL GIORNALE DI SARDEGNA

I commenti sono chiusi.