Home > Senza categoria > CRONACA – Licenziati in massa, tra operai è quasi rissa

CRONACA – Licenziati in massa, tra operai è quasi rissa

3 Marzo 2006

CRONACA

PORTOVESME. Alta tensione nelle imprese di manutenzione
LICENZIATI IN MASSA, TRA OPERAI E’ QUASI RISSA

Alta la tensione ieri mattina ai cancelli della Portovesme srl. Alle 5 e 30 i lavoratori dell’impresa d’appalto Cisaglobe hanno incrociato le braccia, per protestare contro il licenziamento annunciato di 60 operai.
Questa ditta si è sciolta e il suo “lavoro” è stato preso dalla Smi.
Che d’altra parte non è intenzionata a riassorbire tutto il vecchio personale. Ecco spiegato il forte malcontento tra i lavoratori, velenosi anche nei confronti del sindacato accusato di aver firmato accordi poi non rispettati dalla controparte. Tra alcuni delegati sono volate parole grosse e per poco non si è arrivati persino alle mani.

NEL FRATTEMPO l’amministratore delegato di Portovesme srl, Carlo Lolliri ha minacciato la fermata degli impianti e la revoca dei permessi d’accesso in fabbrica alle ditte d’appalto. Nulla di strano, l’azienda produttrice di piombo e zinco non ama l’ostruzionismo sindacale, soprattutto in questo periodo: un momento considerato delicato. A Bruxelles si sta decidendo se concedere le tariffe energetiche agevolate alle industrie sarde e le rivolte operaie non giovano all’immagine societaria. Il mondo degli appalti “se ne frega” ed è in subbuglio davanti a lente ma continue perdite di posti di lavoro. Il sindacato deve fare i conti con imprenditori che non sempre rispettano gli accordi, e con lavoratori che non si sentono protetti a sufficienza. Marco Deriu della Fiom Cgil ricorda che «la Smi si era impegnata a mandare in accompagnamento alla pensione 30 ex Cisaglobe e a trovare una collocazione per altri 30 dipendenti a rischio». Duro anche il commento di Fabrizio Fois della Fismic: «La condizione di chi opera negli appalti è sempre più instabile. Alla Icm stanno per esserci nuovi 11 licenziamenti».

Stefania Aoi
Tratto da IL GIRONALE DI SARDEGNA del 3 Marzo 2006

Riferimenti: IL GIORNALE DI SARDEGNA

  1. antonello
    5 Marzo 2006 a 19:11 | #1

    è ora di finirla di prendere in giro queste persone. Da anni lottano per il posto di lavoro. Questo Sulcis è davvero martoriato. Ma non si può far nulla per salvarlo?

  2. gagarin
    8 Marzo 2006 a 19:44 | #2

    solidarietà ai lavoratori dell’impresa d’appalto.

I commenti sono chiusi.