Archivio

Archivio Maggio 2006

RUBRICA – Fatti e Misfatti del Sulcis Iglesiente

31 Maggio 2006 Commenti chiusi

FATTI E MISFATTI
DEL SULCIS IGLESIENTE

Venerdì 25 Agosto
CARBONIA: ANCORA DISAGI ALLE POSTE

L’ennesimo disservizio delle poste. Presentatosi tempo fa in un tutto il Sulcis Iglesiente, oggi sembra interessare in particolare una frazione di Carbonia, Serbariu. Da giorni oramai i cittadini non vedono arrivare il postino alle loro case, e la situazione si complica se ad esserne colpiti sono persone che non possono spostarsi, come anziani non autosufficienti e famiglie sprovviste di automobile. Questi ultimi sono cosí costretti ad arrivare fino alle poste centrali di Piazza Rinascita. Nei prossimi giorni si attende una probabile risposta da parte degli erogatori del servizio. (Daniele Fronteddu)

Venerdì 11 Agosto
IGLESIAS: SFUMANO I FINANZIAMENTI REGIONALI

Sfumano per Iglesias i finanziamenti regionali richiesti dal Comune per
realizzare il piano della qualità urbana che prevedeva, tra le altre cose, la realizzazione di due ampi parcheggi a ridosso del centro storico e che servivano soprattutto per rivitalizzare il centro storico. Ottava in graduatoria la città non riceverà nessun contributo.
Ma la Regione ha bocciato anche il progetto del Comune per realizzare un grande parcheggio da 230 posti auto al Cuore Immacolato. La giunta aveva infatti chiesto il finanziamento per costruire su aree di proprietà di privati, il terreno su cui edificare è della Curia Vescovile.
Numerose le critiche giunte da più parti al sindaco Carta e alla giunta comunale tutta. Rimane il fatto che, ancora una volta, Iglesias rimane tagliata fuori dai finanziamenti regionali.

Lunedì 17 Luglio
LA SPIAGGIA DI FONTANAMARE SENZA SERVIZI

Sembra incredibile: si parla tanto di sviluppo turistico nel territorio e ancora mancano le cose essenziali come i servizi nelle spiagge.
Nella lunghissima spiaggia di Fontanamare, nel territorio di Gonnesa, i bagnanti e i turisti sono tanti, ma nemmeno l’ombra di qualche servizio. Non ci sono bagni e nemmeno c’è un bar per il refrigerio dei bagnanti. Persino la pulizia dell’arenile lascia a desiderare.
Il sindaco di Gonnesa dice che stanno lavorando per migliorare la situazione, ma cosa aspettano ? Non si sono accorti che siamo già in piena estate ?

Sabato 8 Luglio
ANCORA DISAGI PER I PENDOLARI DEL SULCIS

Sembrano non aver mai fine i disagi per i pendolari del Sulcis che ogni giorno prendono il treno dalla stazione di Carbonia. Oltre alla questione dell’utilizzo di treni vecchi, solitamente i pendolari sono costretti a prendere un pullman (in sostituzione del treno) fino alla stazione di Villamassargia. Questo pullman è spesso vecchio e senza aria condizionata, così gli utenti sono costretti a viaggiare in condizioni precarie.
E’ una questione che va avanti da anni quella dei collegamenti in treno da Carbonia, alla quale mai si è trovata una soluzione adeguata.
C’è però da dire una cosa: nel corso degli anni il costo del biglietto è aumentato costantemente, il servizio però è rimasto sempre uguale…come mai ?

Mercoledì 31 Maggio
IGLESIAS: SERVIZIO ENDOSCOPICO RITIRATO

Lo strumento che consente le indagini diagnostiche dell’apparato intestinale, chiamato gastroscopio tansnasale, che funzionavaa presso il reparto di Endoscopia dell’ospedale Santa Barbara di Iglesias, è stato ritirato, portato via. Lo strumento era in prestito e l’azienda proprietaria lo porta via e sapete perchè ?
Perchè la Asl non lo acquista !
Il suo costo è di circa mila euro. Perchè l’Azianda Sanitaria Locale non acquista uno strumento così importante che permette indagini a fini diagnostico-terapeutici ? Non ci è dato saperlo.
Con tutti gli sprechi della Sanità pubblica ci chiediamo se davvero sia giusto tagliare fondi per cose di questa importanza.

________________________________________________________________

Vogliamo segnalare tutte le cose che nel Sulcis Iglesiente non vanno…e sono tante !!!
Come lo facciamo ?
Segnalandovi ogni giorno un fatto, o meglio, un misfatto…
Ma potete segnalarceli anche voi, scrivendo alla nostra mail:
gazzettantiochense@tiscali.it
mettendo nell’oggetto “Fatti e Misfatti”.


Riferimenti: GA FORUM

POLITICA – Comunali: gli eletti nel Sulcis Iglesiente

31 Maggio 2006 Commenti chiusi

POLITICA

COMUNALI: GLI ELETTI NEL SULCIS IGLESIENTE

Si sono svolte nell’ultimo week-end le elezioni in ben 10 Comuni della nostra Provincia.
Una tornata elettorale che ha sancito l’ufficialità dell’elezione di nuove giunte, con nomi già conosciuti e interessanti novità. Fra i sindaci piacevoli sorprese e una sola riconferma.
Il centrosinistra la fa da padrone nel Sulcis Iglesiente. Infatti, nella provincia di Carbonia-Iglesias, quasi tutti i Comuni andati alle urne hanno scelto rappresentanti di centrosinistra. Unica chiara eccezione Narcao, dove l’ex senatore di centrodestra Gianfranco Tunis ha fatto incetta di voti. Unica conferma a San Giovanni Suergiu, dove si è riconfermato alla guida del paese Enrico Piras.
Le elezioni comunali dovevano aver luogo anche in uno dei due capoluoghi della Provincia, a Carbonia, ma sono state rinviate a Giugno, precisamente all’11 e 12.
Vediamo ora, in rigoroso ordine alfabetico, tutti i sindaci eletti nei dieci Comuni che hanno votato domenica scorsa:

BUGGERRU
Una sola lista in campo a Buggerru: Progetto per Buggerru (voti 659).
SINDACO: Silvano Farris

DOMUSNOVAS
LISTE: Sindaco Deidda (2173 voti), Un’altra Domusnovas (1547), L’Unione per Domusnovas (631).
SINDACO: Angelo Deidda

FLUMINIMAGGIORE
LISTE: L’Unione per Fluminimaggiore (1313), Per il mio Paese (810)
SINDACO: Mauro Giovanni Carta

GONNESA
LISTE: L’Unione per Gonnesa (1989), Insieme per Gonnesa (992), Per Gonnesa (483).
SINDACO: Pietro Cocco

MASAINAS
LISTE: Lista Civica Masainas (426), Masainas per crescere (342), Per Masainas – Amdiamo verso il nuovo (227)
SINDACO: Ivo Melis

MUSEI
LISTE: Musei propone (392), Coltiviamo il futuro (346), Crescere insieme (298)
SINDACO: Francesco Loi

NARCAO
LISTE: Per Narcao – Sviluppo e solidarietà (1123), Per ricominciare (824), Uniti per Narcao (451)
SINDACO: Gianfranco Tunis

PERDAXIUS
LISTE: Perdaxius Insieme – Sabiu Sindaco (540), Trasparenza e libertà (529)
SINDACO: Pietro Sabiu (noto Piero)

SAN GIOVANNI SUERGIU
Amministrare Insieme (1980), Unione per San Giovanni Suergiu (1032), Il coraggio del rinnovo (942)
SINDACO: Enrico Piras

VILLAPERUCCIO
LISTE: Po sa Baronia (454), Insieme per Villaperuccio (372)
SINDACO: Antonello Pirosu

APPUNTAMENTI – Girotonno 2006

30 Maggio 2006 1 commento


APPUNTAMENTI

GIROTONNO 2006
Dove i tonni corrono e i sardi parlano genovese
Carloforte 1 – 4 Giugno

E’ giunto anche quest’anno il tanto atteso appuntamento con il Girotonno, la manifestazione che si svolge a Carloforte e che oramai sta diventando sempre più importante ed assumendo una posizione di rilievo negli eventi tipici dell’intera Sardegna.
Chef internazionali, studiosi ed esperti di enogastronomia mediterranea, giornalisti ed appassionati si incontreranno, dall’1 al 4 giugno 2006 a Carloforte, sulla stupenda isola di San Pietro, in questa quarta edizione del “Girotonno Uomini, storie e sapori sulle rotte del tonno”.
Quattro giorni di appuntamenti, incontri unici legati alle tradizioni culturali, artistiche ed enogastronomiche, musica e spettacolo, convegni e dibattiti per celebrare l’antica tradizione e la cultura del tonno, storicamente legata al territorio, una festa di canti, balli e sorprese rigorosamente nel segno del Mare Nostrum.
La manifestazione, incentrata su una competizione internazionale a base di tonno, che l’anno scorso ha attirato 40 mila visitatori al giorno, accoglie nel Sulcis Iglesiente tantissimi estimatori per promuovere l’antica tradizione delle tonnare che tuttora si pratica e si tramanda oralmente da rais a rais, da tonnarotto a tonnarotto.
Fulcro della manifestazione sarà naturalmente l’attesissima gara gastronomica internazionale che porrà a confronto chef provenienti da Italia, Giappone, Libano, Perù, Spagna e Tunisia che proporranno le migliori ricette a base di tonno cotto e crudo e saranno giudicati da una giuria composta da giornalisti ed esperti di enogastronomia nazionali ed internazionali. Invitati a partecipare all’evento anche gli Stati Uniti e la Francia.
L’antica e caratteristica Carloforte, rotta privilegiata del tonno, il “corridore dei mari”, diventa così il palcoscenico per un prezioso momento di confronto e scambio culturale tra le regioni mediterranee ma non solo, che ancora mantengono viva la cultura di tonni e tonnare.

Questo il programma completo del Girotonno 2006:

GIOVEDI? 1 GIUGNO

Dalle 17.00 alle 22.00
TUNNEL DEGLI ARTIGIANI
Gli artigiani al lavoro.
Arti e mestieri: oro, ferro, vetro artistico, ceramiche, modellismo
Banchina sul lungomare

Dalle 18.30 alle 22.00
TUNA VILLAGE (*)
Degustazione di tonno ai sapori carlofortini, di pesce della padellata
di Camogli, di focacce con stracchino e di trofie al pesto
Banchina Mamma Mahon

22.00
CERIMONIA DI INAUGURAZIONE
Il sindaco di Carloforte, Marco Simeone,
dà il benvenuto e presenta la rassegna al pubblico.
Presenta Tessa Gelisio, conduttrice televisiva di Rete 4
Palco c/o Molo centrale

22.30
GIROTONNO LIVE
Almamegretta in concerto
Palco c/o Molo centrale

VENERDI’ 2 GIUGNO

Dalle 12.00 alle 14.00
TUNA VILLAGE (*)
Degustazione di tonno ai sapori carlofortini, pesce della padellata
di Camogli, focacce con stracchino e trofie al pesto
Banchina Mamma Mahon

17.00
OFFICINE GASTRONOMICHE
Il tonno secondo gli chef dei Paesi in gara.
A cura di Vittorio Castellani, alias Chef Kumalè
In abbinamento uno dei vini delle migliori produzioni enologiche sarde,
a cura dell’A.I.S. Sardegna (Associazione Italiana Sommelier)

Dalle 17.00 alle 22.00
TUNNEL DEGLI ARTIGIANI
Gli artigiani al lavoro.
Arti e mestieri: oro, ferro, vetro artistico, ceramiche, modellismo
Banchina sul lungomare

Dalle 19.00 alle 22.00
TUNA VILLAGE (*)
Degustazione di tonno ai sapori carlofortini, pesce della padellata
di Camogli, focacce con stracchino e trofie al pesto
Banchina Mamma Mahon

19.00
TUNA HOURS
I pescatori di Carloforte mostrano il pescato,
la lavorazione e il taglio del tonno, dal mare alla tavola
Banchina sul lungomare

22.00
GIROTONNO LIVE
Enzo Avitabile e i Bottari di Portico in concerto
Palco c/o Molo centrale

SABATO 3 GIUGNO

Dalle 12.00 alle 14.00
TUNA VILLAGE (*)
Degustazione di tonno ai sapori carlofortini, pesce della padellata
di Camogli, focacce con stracchino e trofie al pesto
Banchina Mamma Mahon

17.00
OFFICINE GASTRONOMICHE
Il tonno secondo gli chef dei Paesi in gara.
A cura di Vittorio Castellani, alias Chef Kumalè
In abbinamento uno dei vini delle migliori produzioni enologiche sarde,
a cura dell’A.I.S. Sardegna (Associazione Italiana Sommelier)

Dalle 17.00 alle 22.00
TUNNEL DEGLI ARTIGIANI
Gli artigiani al lavoro.
Arti e mestieri: oro, ferro, vetro artistico, ceramiche, modellismo
Banchina sul lungomare

Dalle 19.00 alle 22.00
TUNA VILLAGE (*)
Degustazione di tonno ai sapori carlofortini, pesce della padellata
di Camogli, focacce con stracchino e trofie al pesto
Banchina Mamma Mahon

19.00
TUNA HOURS
I pescatori di Carloforte mostrano il pescato,
la lavorazione e il taglio del tonno, dal mare alla tavola
Banchina sul lungomare

22.30
CERIMONIA DI PREMIAZIONE
Il presidente della giuria internazionale, Enzo Vizzari
proclama il Paese vincitore della gara gastronomica
Presenta Tessa Gelisio, conduttrice televisiva di Rete 4
Palco c/o Molo centrale

23.00
GIROTONNO LIVE
Alibìa in concerto
Palco c/o Molo centrale

DOMENICA 4 GIUGNO

Dalle 12.00 alle 16.00
TUNA VILLAGE (*)
Degustazione di tonno ai sapori carlofortini, pesce della padellata
di Camogli, focacce con stracchino e trofie al pesto
Banchina Mamma Mahon

17.00
OFFICINE GASTRONOMICHE
Il tonno secondo gli chef dei Paesi in gara.
A cura di Vittorio Castellani, alias Chef Kumalè
In abbinamento uno dei vini delle migliori produzioni enologiche sarde,
a cura dell’A.I.S. Sardegna (Associazione Italiana Sommelier)

Dalle 17.00 alle 22.00
TUNNEL DEGLI ARTIGIANI
Gli artigiani al lavoro.
Arti e mestieri: oro, ferro, vetro artistico, ceramiche, modellismo
Banchina di fronte il mare

19.00
TUNA HOURS
I pescatori di Carloforte mostrano il pescato,
la lavorazione e il taglio del tonno, dal mare alla tavola
Banchina sul lungomare

21.30
CERIMONIA DI CHIUSURA
Palco c/o Molo centrale

Il programma potrà subire variazioni.
Tutti gli spettacoli in piazza sono gratuiti.

Le officine gastronomiche, realizzate in collaborazione con il Consorzio per lo sviluppo turistico di Carloforte, sono aperte al pubblico gratuitamente fino ad esaurimento posti

(*) Degustazione pubblica a pagamento.

Biglietto per la degustazione ha un costo di 10 euro e potrà essere acquistato fino ad esaurimento presso le biglietterie Girotonno.

Il biglietto dà diritto a:
1 PORZIONE DI PASTICCIO ALLA CARLOFORTINA
1 PORZIONE DI TONNO ALLA CARLOFORTINA
1 BICCHIERE DI VINO / BIRRA
1 CANESTRELLO

OPPURE IN ALTERNATIVA PRESSO LO STAND DI CAMOGLI:
1 PORZIONE DI TRENETTE AL PESTO
1 PORZIONE DI FRITTURA DI CAMOGLI
1 FOCACCIA GENOVESE
1 BICCHIERE DI VINO / BIRRA

A Portovesme, durante i giorni della Manifestazione, sarà disponibile un grande parcheggio CUSTODITO E GRATUITO, offerto dal Comune di Carloforte.

Per maggiori informazioni: www.girotonno.it

I siti internet del Sulcis Iglesiente

29 Maggio 2006 Commenti chiusi


GA WEB

I SITI INTERNET DEL SULCIS IGLESIENTE

Oggi vogliamo presentarvi due siti del nostro territorio che riguardano due importanti paesi della nostra provincia.
Il primo è il sito dell’Associazione Pro Loco di Santadi.
Il secondo è un bellissimo portale interamente dedicato a Buggerru.

ASS. PRO LOCO SANTADI
www.prolocosantadi.altervista.org

Il sito della Pro Loco di Santadi è un portale utilissimo per conoscere questo paese del Basso Sulcis.
L’Homepage del sito ci accoglie con l’effige simbolo di Santadi.
Alla sinistra vi sono i link che portano alle pagine interne.
Nella pagina “Il paese” troviamo la cartina di Santadi.
La pagina “Il territorio” descrive sinteticamente le caratteristiche del territorio del paese, con alcune belle fotografie di contorno.
Nella pagina “Dormire e Mangiare” informazioni utili per alloggiare e mangiare in paese.
Altre pagine interessanti sono quelle del “Gruppo Folk” e del “Matrimonio Mauritano”. Vengono anche elencati i programmi e le manifestazioni organizzate dalla PRO LOCO di Santadi.
In una pagina vengono anche presentati alcuni lavori di un giovane artista, Marco Nardi, definito “studente svogliato con la passione del disegno e del fumetto” e che svolto diversi lavori per il comune e alcune cooperative di Santadi come disegni per mostre e monografie tradizionali.
In definitiva, un sito piuttosto piccolo ma comunque utile per chiunque voglia farsi un’idea di Santadi e delle sue tradizioni.
Allora perchè non farci un salto ? www.prolocosantadi.altervista.org

BUGGERRU.COM
www.buggerru.com

Davvero bello questo portale dedicato al comune di Buggerru, perla dell’iglesiente, diviso tra mare e miniere.
L’Homepage ci accoglie con questa scritta: “Buggerru. Il contatto con la vera terra sarda e con la popolazione sempre affabile, il mare incantevole e la natura che rinasce, colpirà il vostro cuore in maniera indimenticabile”. Un’accoglienza niente male.
Il sito porta l’utente all’interno di Buggerru, nelle sue mille meraviglie e nel suo splendido territorio.
Ci dice come arrivare a Buggerru, ci parla della storia del paese, ci elenca i servizi utili e le possibilità di vacanza presenti a Buggerru.
Bella è anche la pagina dove sono inserite delle stupende cartoline, raffiguranti le bellezze del territorio buggerese, che possono essere spedite telematicamente.
Un bel sito anche questo che, a nostro avviso, chiunque decida di trascorrere del tempo a Buggerru, dovrebbe visitare: www.buggerru.com

______________________________________________________________

I Siti Internet del Sulcis Iglesiente

GIÀ PUBBLICATI :

1 – La Nostra Sardegna
2 – Tuttosantantioco
3 – Basilica di Sant’Antioco Martire
4 – Sulcis.com
5 – CarboniaIglesias.it
6 – Sbis
7 – IglesiasChat
8 – Pro Loco Iglesias
9 – I siti internet del Sulcis-Iglesiente (Prima Parte)
10 – I siti internet del Sulcis-Iglesiente (Seconda Parte)
11 – I siti internet del Sulcis-Iglesiente (Terza Parte)

APPUNTAMENTI – Appuntamenti del week-end

26 Maggio 2006 Commenti chiusi

APPUNTAMENTI

APPUNTAMENTI DEL WEEK-END

IGLESIAS. Monumenti Aperti 27 – 28 Maggio
Sabato e domenica appuntamento con la manifestazione MONUMENTI APERTI a Iglesias. La città apre le sue porte e mette in mostra i suoi tesori artistici e culturali.
Le chiese saranno tutte aperte al pubblico e visitabili (esclusi i momenti delle celebrazioni liturgiche). Ma saranno aperti alle visite anche i siti minerari di San Giovanni, Villa Marina e Porto Flavia; le sculture del Sartorio nel cimitero monumentale; il Palazzo Civico di Piazza Municipio; il Breve di Villa di Chiesa nei locali dell’Archivio Storico.
Nelle vie del centro ci saranno poi concerti, mostre fotografiche, esposizioni di costumi tradizionali, balestrieri e figuranti medievali.

TRATALIAS. Festa della Madonna di Monserrat
E’ iniziata oggi con la partenza del simulacro ligneo della Madonna di Monserrat l’antichissima festa che unisce Iglesias e Tratalias, con la processione per le strade del Sulcis Iglesiente. Per questi giorni la stupenda Chiesa romanico-pisana di Tratalis tornerà ad essere sede vescovile com’era in passato. Il simulacro della Vergine rimarrà a Tratalias per giorni di feste e riti religiosi e civili. Il ritorno della Madonna ad Iglesias è infatti previsto per mercoledì prossimo intorno alle ore 17.

SANT’ANTIOCO
S’Arrustira in Cia Marina
Domenica 28 Maggio è in programma nella cittadina lagunare la seconda edizione di questa manifestazione che prevede degustazione di carne arrosto, giornata ecologica e tour in moto.
Il programma prevede alle ore 9 l’apertura degli stand espositivi di prodotti artigianali locali. Alle 13 il pranzo a base di carne arrosto, salsiccia e vino. Alle 18 la prima gara stagionale del “Palio dell’Uovo – Città a confronto”. In mattinata si terrà anche un’escursione dell’isola in moto con raduno alle ore 9 al porticciolo.
Ma domenica, a partire dalle ore 8 con partenza da piazza Ferralasco sul lungomare, ci sarà anche la Prima Giornata Ecologica “Operazione Spiagge Pulite”, questo il comunicato della sezione di Italia Nostra, organizzatrice dell’iniziativa:

La sezione cittadina di ITALIA NOSTRA, con il patrocinio del comune di Sant’Antioco, è lieta di invitare i rappresentanti della Vs. Associazione alla 1° Giornata Ecologica “OPERAZIONE SPIAGGE PULITE” che si terrà DOMENICA 28 Maggio 2006 con raduno alle ore 8.00 nella piazza Ferralasco.
Da qui, divisi per gruppi, ci si muoverà verso le spiagge per procedere a liberarle dai rifiuti accumulati durante la stagione invernale.
Essendo un’iniziativa di puro volontariato e che non usufruisce di alcun contributo finanziario, ci rimettiamo alla Vs. comprensione affinché ciascun partecipante possa provvedere ad attrezzarsi adeguatamente (guanti robusti ed eventuale rastrello) e a raggiungere le spiagge con mezzo proprio mentre la sezione di Italia Nostra provvederà alla distribuzione di buste e guanti in lattice monouso.
Fiduciosi nella Vs. fattiva collaborazione, Vi ringraziamo e Vi salutiamo cordialmente.

FLUMINIMAGGIORE. Passeggiata Ecologica – 2 Giugno
E’ prevista per il 2 Giugno prossimo la “Passeggiata Ecologica 2006″, organizzata in memoria del naturalista Renato Riola, che attraverserà le bellissime zone del sito botanico e archeologico minerario di Su Zurfuru, Gutturu Pala, Fenu Trainu, Pubusinu e Sa Broccia. Iscrizioni fino a mercoledì 31 Maggio rivolgendosi all’ufficio in via V.Emanuele 228.

MUSEI. Sagra della Pecora – 2 Giugno
L’annuale Sagra della Pecora, giunta alla nona edizione, si svolgerà il prossimo 2 Giugno presso la Pineta Comunale di Musei. Dalle ore 10 manifestazione di tosatura, dimostrazione sulla preparazione dei formaggi. Dalle ore 13 degustazione di gnocchetti e carne di pecora. Per prenotarsi telefonare ai numeri 078172114 – 078171765

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

CRONACA – Poche alghe ma restano i rifiuti

25 Maggio 2006 Commenti chiusi


CRONACA

POCHE ALGHE MA RESTANO I RIFIUTI
In ritardo il servizio di pulizia delle spiagge del Sulcis

Una passeggiata tra le spiagge del Sulcis mostra che quest’anno le mareggiate invernali si sono portate via le alghe. Però nella maggior parte degli arenili non è ancora stato avviato il servizio di pulizia.

Con le temperature decisamente al di sopra della media stagionale è già scattata la corsa alle spiagge. Parte dei Comuni non si è fatto trovare impraparata predisponendo con il giusto anticipo la pulizia degli arenili. Purtroppo non tutti hanno mostrato la medesima attenzione e così c’è chi prende la tintarella tra i rifiuti.

SANT’ANNA ARRESI. Benvenuti in un paradiso di spiaggia bianchissima e mare cristallino. Nessuna mareggiata invernale ha lasciato in eredità le alghe nele spiagge di Portopino, così dal porticciolo alle splendide dune per i bagnanti c’è solo l’imbarazzo della scelta. Le spiagge sono pulitissime, senza l’ombra di un rifiuto. Stessa situazione nelle diverse spiagge di Porto Pineto.
GIBA. Chi preferisce fermarsi nella spiaggia di Porto Botte avrà, per ora, una brutta sorpresa. Non è stata avviata alcuna operazione di pulizia e così lattine, cartacce e altri rifiuti la fanno da padroni.
CARLOFORTE. Quest’anno il Comune di Carloforte ha dato il via alle pulizie dei litorali isolani, da la “Caletta”, alla “Bobba”, a “Guidi”, con largo anticipo, vale a dire nel mese di aprile. Oltre a questo, sono in dirittura d’arrivo le trattative per avere a disposizione i terreni circostanti numerose spiagge da destinare a parcheggio auto. Sono stati anche potenziati i servizi del pullman Fms da e per le spiagge. Sempre il Comune sta concretizzando un rapporto di collaborazione con la capitaneria di porto per meglio controllare le zone balneari. Non bisogna poi dimenticare i due trenini turistici per visitare le località più belle dell’isola di San Pietro, fra le quali anche le coste più suggestive.
SANT’ANTIOCO. Per il momento madre natura ha preservato le spiagge. Il mare e il vento sono stati favorevoli e gli arenili sono rimasti senza alghe. Qualche nota stonata, invece, sul fronte rifiuti. Nel Comune isolano l’avvio della pulizia delle spiagge, infatti, non è stato ancora attivato. A Sant’Antioco a bloccare l’operazione, in genere resa possibile con i finanziamenti della legge 37, è la mancata approvazione del bilancio. L’appalto potrà andare a buon fine soltanto ora che è arrivato il commissario prefettizio. La spiaggia di Cala Lunga è ricoperta di alghe ed uguale situazione si registra anche nelle calette lungo la costa. Sul fronte alghe è decisamente migliore la situazione a Cala Sapone, Coa Quaddus e Maladroxia ma in queste spiagge ci sono ancora tanti rifiuti da portar via.
CALASETTA. Situazione fotocopia anche nelle spiagge di Calasetta, dove non è ancora stata avviata la pulizia. Così cumuli di bottigliette, cartoni, contenitori di ogni tipo e residui vari non danno certamente un buon biglietto da visita per gli arenili isolani che tra breve saranno presi d’assalto dai turisti.

Mariano Froldi – Tito Siddi
L’UNIONE SARDA 23 Maggio 2006

IGLESIENTE
PRIMI BAGNI E TINTARELLA NONOSTANTE LA SPORCIZIA
Pochi i Comuni già organizzati

Ecco la situazione delle spiagge dell’Iglesiente.

GONNESA. Sole e caldo a parte, l’estate sembra molto lontana nelle spiagge del litorale gonnesino, tre chilometri di sabbia caratterizzati da sporcizia, rifiuti, mancanza di servizi. A Fontanamare, Punta S’Arena e Portopaglia non sono ancora in funzione i parcheggi a pagamento e di baretti ostabilimenti neanche l’ombra. L’unica eccezione a Plag’e Mesu è il bar-ristorante aperto tutto l’anno, punto di riferimento anche per bibite e gelati, che mette a disposizione le docce. Sempre a Plag’e Mesu sta per entrare in funzione il punto d’approdo. Per il resto un deserto, dove la stagione balneare è tutta da inventare, senza dimenticare la pesante ipoteca dell’inquinamento da metalli pesanti a Fontanamare che, se confermato dalle analisi, chiuderebbe al pubblico il primo tratto di spiaggia.
PORTOSCUSO. Più pulito l’arenile di Portoscuso. A Portopaglietto, spiaggia molto frequentata dai portoscusesi e non solo, la spiaggia è abbastanza pulita ed animata. Già aperto il locale che dà sull’arenile, c’è anche la richiesta (già approvata dal Comune) per un secondo chiosco. Nella spiaggetta di Portovesme, sporca e poco curata, come sempre le alghe la fanno da padrone.
FLUMINESE. A Portixeddu spiagge pulite dopo l’intervento dei numerosi volontari, che domenica scorsa, in occasione della festa nazionale organizzata da Legambiente e da alcune associazioni locali, hanno ripulito l’arenile e il tratto di costa dai cumuli di rifiuti.
“Si trattava per lo più di rifiuti spinti a riva dalle mareggiate – hanno raccontato i volontarinonostante il poco tempo a disposizione, siamo riusciti a ripulire la spiaggia e le due calette dietro il villaggio di Portixeddu”.
A parte qualche rifiuto e pochi cumuli di alghe portate dal mare, non sono preoccupanti neanche le posizioni delle spiagge di San Nicolò, Buggerru e Cala Domestica. Dallo scorso aprile, gli arenili vengono periodicamente ripuliti dagli operai del Comune, con la macchina puliscispiaggia acquistata in consorziato con il comune di Fluminimaggiore. Grazie ad un finanziamento del 2005, il Comune ha già predisposto un piccolo progetto per la pulizia dell’abitato di Portixeddu e del tratto di costa mentre a Buggerru non è stato ancora predisposto il piano estivo per la pulizia della costa a causa di alcuni problemi finanziari.

Antonella Pani – Federico Matta
L’UNIONE SARDA 23 Maggio 2006

Architetto, master, tra poco anche ingegnere. Ma per lavorare….

24 Maggio 2006 Commenti chiusi

DISAVVENTURE DI LAUREATI

ARCHITETTO, MASTER, TRA POCO ANCHE INGEGNERE.
MA PER LAVORARE DOVRO’ LASCIARE LA SARDEGNA

di Laura Tuveri

La vita e gli studi di Laura Tuveri che da Carbonia pensa di non poter esercitare nell’Isola

Mio nonno era minatore nelle miniere di Sardegna, e quando nell’aula magna della facoltà di “Valle Giulia” a Roma, il rettore mi ha proclamata dottore in architettura, il mio pensiero è volato a lui, a quelle miniere, alla mia terra.
Avrei realizzato il mio sogno: lavorare nella mia Isola cercando di sposare l’armonia della natura con l’architettura, avrei potuto dire la mia.
Purtroppo però il mio entusiasmo si è scontrato con la triste realtà lavorativa sarda. Pochi mesi dopo essere tornata in Sardegna col mio diploma di laurea, sono rientrata a Roma, dove, con non poche difficoltà, ho cominciato a lavorare. Posso dire di esser stata fortunata, ho partecipato a progetti importanti (restauro di Palazzo Braschi a piazza Navona, restauro della Pinacoteca Capitolina, restauro di Casale di San Pancrazio di fronte a Villa Panfili, eccetera) per una grossa società d’architettura di Roma (“Risorse per Roma”). Ho lavorato in staff confrontandomi con colleghi architetti e ingegneri per più di tre anni.
La mia figura di consulente, però, non mi dava alcuna certezza e fra un contratto lavorativo e l’altro mi capitava, a volte, di dover cercare lavoro al di fuori di “Risorse per Roma”. È stata una di quelle volte che sono entrata a lavorare nello studio dell’architetto Vezio De Lucia, uno dei maggiori esponenti dell’urbanistica del nostro Paese. Abbiamo svolto, fra gli altri progetti, un’indagine sul consumo di suolo nell’ultimo piano regolatore di Roma, per la Soprintendenza ai Beni archeologici.
Del periodo di lavoro nello studio De Lucia, mi rimane in particolar modo, l’amicizia con Vezio, le riunioni a “Italia Nostra”, le discussioni e tutto ciò che ho imparato soprattutto a livello umano, da un architetto di un’altra generazione che io amo definire “un signore”.
Ho ripreso in seguito a lavorare per “Risorse per Roma” e contemporaneamente ho frequentato il Corso Nazionale di Bioarchitettura, dell’”Istituto Nazionale di Bioarchitettura”. Per le nozioni che ho appreso, sono stati mesi sorprendenti e in qualche modo sconvolgenti. La mia idea d’architettura ha assunto una diversa consapevolezza e il desiderio di lavorare in Sardegna, si è fatto sempre più insistente.
Alla fine del 2004, forte della mia esperienza, ho deciso di tornare. Mi sono iscritta alla Facoltà d’Ingegneria di Cagliari, dove sto per conseguire la mia seconda laurea e ho cercato lavoro invano, per quasi un anno. La mia preparazione è servita a poco, in quegli studi dove sono capitata non cercavano certo né la qualità né la professionalità. Ogni mio colloquio si è risolto con un: “noi cerchiamo persone appena laureate per fare un tirocinio”…traduzione: “noi cerchiamo persone che vengano a lavorare gratis e che possibilmente ringrazino per averne la possibilità”. Ho dovuto convincere vari amici a non prestarsi a questa sorta di ricatto e ne conosco tanti, che con una laurea in mano, vanno a fare i camerieri o qualsiasi altra cosa.
È passato un anno, un anno di periodici viaggi a Roma per poter lavorare e di colloqui, fra i quali quello con l’ingegner Salvatore Cherchi, sindaco di Carbonia, la mia città. Mi ha ascoltata e ha promesso che mi avrebbe dato un’opportunità, a me come agli altri giovani professionisti di Carbonia. Ha mantenuto la promessa. Insieme a un giovane collega, ho avuto la possibilità di progettare gli spazi per un nuovo polo congressuale, nel Parco Geominerario dell’ex miniera di Serbariu, all’interno di un progetto più ampio, di riqualificazione socio-economico, culturale e ambientale, che il Comune di Carbonia sta portando avanti, con la supervisione dell’ingegner Giampaolo Porcedda.
A questo, è seguito un altro incarico, ma la mia è sempre una condizione precaria, la mia come quella di tanti ragazzi, che hanno passato i trent’anni e che non possono permettersi di fare progetti per il futuro. Sono testarda, e questo mi spinge a rimanere, ma ho anche la mia dignità, che mi porterà sicuramente a decidere di andar via. Decidere, non scegliere. Una scelta presuppone un’opportunità, che la Sardegna difficilmente ci offre. Rimanere significa adeguarsi, accontentarsi.
Non credo che la mediocrità si addica ai sardi, siamo caparbi e fieri, discendiamo da un popolo di guerrieri e siamo abituati a combattere, ma purtroppo costretti a farlo fuori dalla nostra Isola, che ci ha dato caparbietà e intelligenza, ma che ci toglie ogni possibilità di poterle utilizzare.

Laura Tuveri
Tratto da SARDINEWS (anno VII – n. 1 – Gennaio 2006)

SPONSOR
EXPEDIA.IT
Vola dove vuoi

Riferimenti: SARDInews

APPUNTAMENTI – Domani Jovanotti a Carbonia

23 Maggio 2006 Commenti chiusi


APPUNTAMENTI

DOMANI JOVANOTTI A CARBONIA
Il cantante in Sardegna presenta il suo “Buon Sangue tour 2006″

Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, domani 24 Maggio, arriverà a Carbonia, dove presso il Teatro Comunale di Piazza Roma alle ore 11 incontrerà gli studenti della città in un attesissimo confronto-dibattito aperto a tutti, fans compresi. Il cantante sarà disponibile per rispondere alle domande di ragazzi e ammiratori.
Dopo questo incontro, intorno alle 12.30, il tour dell’artista nel territorio del Sulcis si sposterà da Carbonia verso il Parco Geominerario di Serbariu, nell’affascinante scenario scelto dal cantante romano per il suo prossimo concerto in Sardegna. Proprio all’interno del Parco Geominerario, accompagnato dal Sindaco e dalle autorità di Carbonia, Jovanotti presenterà ufficialmente alla stampa locale il suo prossimo “Buon Sangue Tour 2006″, che dal prossimo 20 Luglio al 20 Agosto toccherà tutte le principali città italiane ed europee. Naturalmente, particolare rilevanza sarà data alla tappa sarda del tour che vedrà l’artista sul palco del sito minerario il 3 Agosto per un concerto-evento già molto atteso in tutto il territorio.
Un grande spettacolo fatto di canzoni famosissime, luci, colori ed emozioni che si preannuncia davvero unico nel suo genere, soprattutto per il contesto in cui il concerto si svolgerà. Il palco sarà infatti ubicato ai piedi dei “Pozzi Gemelli”, simbolo delle origini della vecchia città mineraria. Un concerto dunque unico nel suo genere, per la particolare ambientazione e per l’affascinante atmosfera che si vivrà.
Sul palco con Jovanotti, i compagni di sempre: Saturnino al basso, Pier Foschi alla batteria, Riccardo Onori alla chitarra, Giovanni Allevi al pianoforte, Stefano Cecere alla tastiera, ma anche quattro percussionisti diretti da Ernesttico, una sezione di cinque fiati diretti da Marco Tamburini e tre coriste anglo-africane.
Ma Lorenzo Cherubini sarà anche una sorta di “testimonial” per il sito archeologico industriale di Serbariu. Un giacimento recuperato dopo tanto tempo grazie all’impegno del Comune e reso fruibile a tutti sotto l’aspetto culturale, didattico, turistico, scientifico ma anche musicale come dimostra il prossimo concerto di Jovanotti. Il cantante, con tutto il suo staff, visiterà l’interno della rinata miniera, vero e proprio punto di riferimento storico della città di Carbonia.
Due appuntamenti da non perdere dunque. Quello di domani con il cantante che presenterà il suo tour. E naturalmente quello del 3 Agosto quando ci sarà il tanto atteso concerto all’interno del complesso del Parco Geominerario di Serbariu.
Un concerto imperdibile dal sapore internazionale, importante per una città come Carbonia che vuole proporsi all’attenzione generale, anche al di fuori dei confini della Sardegna.

L’ANGOLO DELL’UOMO NERO – Ciao e buona

22 Maggio 2006 6 commenti


L’ANGOLO DELL’UOMO NERO

CIAO E BUONA

Tic..tac..tic..tac..tic..tac..
Tempo scaduto onorevole Baghino.
Lo ammetto, la paura di un Suo terzo avvento è stata veramente tanta.
La sua ennesima interpretazione da teatrino dell’assurdo e le Sue conseguenti, stucchevoli dimissioni ci hanno costretto a 20 giorni di apnea forzata che neanche Maiorca ai tempi d’oro: con dita incrociate, toccate di parti innominabili, scorta di bamboline voodoo con le Sue fattezze e cornetti rossi alla bisogna.
Quelli che Lei considerava “amici” – assessori, ex-assessori, consiglieri di minoranza-maggioranza, affiliati a cooperative pescatori-ristoratori, addetti stampa, Grandi (in senso anagrafico) Elettori – suppongo le abbiano lavato i piedi con lacrime di contrizione tipo Giovedì Santo o più verosimilmente avranno messo a posto alcuni affari personalissimi in quel del Municipio (come direbbero gli attenti lettori della GA: ma che belle casettine stanno sorgendo a Coaquaddus!!).
Mai visto tanto fervore negli uffici comunali come in quei fatidici 20 giorni: aveste lavorato così alacremente nel quadriennio 2002-2006 avremmo avuto, a Sant’Antioco, una crescita economica pari al P.I.L. della Cina e dell’India messe insieme!!
Quante occasioni perse in un mare di accidiosa inettitudine e di colpevole disinteresse.
Ma vi assicuro che per taluni, non tutto il male è venuto per nuocere: per chi fa l’assessore-assicuratore, per l’allevatore o la vivaista qualificata in vendita di palme, per la disoccupata divenuta assessore, per il pensionato con troppi figli a carico vi assicuro che quei 4 anni non sono passati invano.
Ma alla resa dei conti senza alcun intento di passeggiare sul cadavere del “nemico” caduto, dopo che vi siete assaporati i vostri 15 minuti di gloria vi possiamo dire, come direbbe uno dei tanti diciottenni a cui state facendo schifare il sacrosanto diritto al voto: ciao e buona Dino-Isauro e accoliti.
Per intendere: avete fatto il vostro tempo e a non più rivederci.
Superati dai tempi e dalla situazione drammatica di Sant’Antioco che richiede interventi straordinari si presume non ci potrà più essere spazio in futuro per simili macchiette parodistiche di “politici”.
Sic transeat gloria mundi, sentenzierebbe il mio ex-prof. di latino.
Ma sappiamo benissimo già da ora che il Tuo – vostro – non potrà mai essere un addio dalle scene “che contano”.
Perché le persone mediocri ma con faccia tosta non conoscono vergogna e tendono a ripetere gli stessi sbagli all’infinito.
Perché al peggio non c’è mai fine e certi adorano sguazzare nel fango.
Perché il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.
E in un mondo soggetto alla legge della gravità come il nostro i coperchi coprono.
Ciò significa che il più delle volte il coprire ci impedisce di guardare attentamente, di ragionare a mente fredda, di pesare parole ed azioni altrui.
E al momento giusto in una situazione sbagliata probabilmente, ci sentiamo come tanti don Abbondio che chiedono protezione e prebende dal Signorotto di turno al quale si chiede egoisticamente e in modo non del tutto legittimamo un lavoro, di sbloccare un lotto edificabile in modo più o meno regolare, di avere un “contributo” per una attività personalissima.
In saecula saeculorum.
Ma così facendo dimentichiamo che non sono certo gli uomini della Provvidenza di Sant’Antioco che possono risolvere i problemi della collettività antiochense.
Sono palliativi temporanei dall’incerto effetto placebo: crediamo di essere guariti e di aver risolto i nostri problemi ma a chi giova se in realtà tutto gli altri sono in ambasce perché non possono avere accesso alla medesima medicina ?
Per tutti quei motivi vorrei credere che in mondo giusto ad azione corrisponde reazione e una parafrasi scontata di quell’ovvio pensiero mi farebbe dire che ad azione sbagliata si paga il fio conseguente.
In un mondo giusto chi fa il furbo, come avete fatto voi, o non viene rieletto o un Dio non misericordioso con gran senso dell’umorismo farebbe fare loro un giretto turistico tra i barattieri della bolgia quinta all’Inferno dantesco: cioè tra coloro che hanno indebitamente profittato di cariche pubbliche per tornaconto personale.
In un mondo giusto.
Scrivo in calce nomi e cognomi degli ultimi assessori – alcuni colpevoli solo per essere stati conniventi alla passata mala amministrazione – in rigoroso ordine alfabetico, così tanto per ricordarci di chi stiamo parlando (tralasciando per ovvi motivi il deus ex-machina Baghino Dino-Isauro):
Baghino Maria,
Cossu Giovannino,
Esu Mario,
Fois Monica,
Orrù Mario,
Pittau Lucia,
Sanna Adriano.
Per non dimenticare quello che hanno fatto in passato e pensare amorevolmente a loro mentre guardiamo come è ridotto il nostro Paese: ma anche per dimenticarci di loro alle prossime elezioni comunali Anno Domini 2007.

L’Uomo Nero

POLITICA – Domusnovas va alle elezioni ma senza sparare sulle bombe

22 Maggio 2006 Commenti chiusi

POLITICA

DOMUSNOVAS VA ALLE ELEZIONI MA SENZA SPARARE SULLE BOMBE

Il paese si spopola, 6500 abitanti, 900 disoccupati, la fuga di 100 giovani l’anno

C’è una cosa che a Domusnovas mette tutti d’accordo: la fabbrica delle bombe. Ci si potrebbe aspettare che avere in casa una vasta produzione di teste di missile, mine, siluri e altro materiale da guerra, se proprio non riesce a suscitare indignazione morale, almeno non faccia dormire sonni tranquilli. Invece no. I tre candidati sindaco alle prossime elezioni la pensano esattamente allo stesso modo: è una realtà economica importante per il paese, dà buste paga (neppure troppe a dir la verità, ma da queste parti anche una in più è benedetta). Punto.

SI VOTA, e delle tre liste civiche in gara soltanto una è formata esclusivamente da componenti di centrosinistra. Le altre sono un mix di espressioni che un minestrone ha meno varietà. Poco più di 6500 abitanti, 5672 elettori, il paese, quarto centro dell’Iglesiente, nella valle del Cixerri, invecchia e si spopola, nel 2005 sono nati appena 37 bambini(l’anno prima erano 50) l’emorragia di giovani è a quota 100 l’anno, i disoccupati circa 900.
Il vicesindaco attuale, Angelo Deidda, 54 anni, guida la lista che porta il suo nome. Dentro ci sono socialisti, un pezzetto di Forza Italia, Alleanza nazionale, parte dell’Udc di Giorgio Oppi, inoltre «siamo vicini alla Chiesa». Gli obiettivi sono tutti legati «a favorire occupazione». Lavorazione del sughero, centro benessere da 300 posti letto, un’altra struttura ricettiva all’ex villaggio del belgi, riconversione della vecchia cartiera in stabilimento per imbottigliare l’acqua.
L’Unione per Domusnovas (Margherita, Rifondazione, Sdi, Progetto Sardegna, Idv) sostiene invece Mario Cera, ingegnere di 32 anni, attualmente consigliere provinciale. Che punta molto su scuola, cultura, formazione, borse di studio e servizi sociali, promette che si impegnerà per la riqualificazione del centro storico, per valorizzare le splendide grotte di San Giovanni, i siti minerari e il comprensorio naturalistico, snellire (risparmiando parecchi soldi) la macchina burocratica e ripensare la raccolta dei rifiuti. Terzo aspirante è Isacco De Marchi, 41 anni, a capo di “Un’altra Domusnovas”, appoggiata da Ds, Comunisti italiani, iscritti a Forza Italia e a An, Udc. Progetto: ridare al paese un ruolo all’interno della provincia, nei consorzi, nei sistemi turistici locali, al fine di ottenere finanziamenti. Ancora: valorizzazione delle competenze locali, revisione del Piano urbanistico per il centro storico e rilancio del turismo.

I DATI
Patrimonio trascurato

La grotta di San Giovanni è una delle cavità naturali più lunghe d’Europa e una delle 3 al mondo attraversate da un torrente e da una strada carrozzabile. Nel ’99 è stata chiusa al traffico. Ma le concrezioni si sono rovinate e nonostante ci sia un impianto di illuminazione, questo raramente viene acceso.

Cristina Cossu
IL GIORNALE DI SARDEGNA
22 Maggio 2006

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

Riferimenti: IL GIORNALE DI SARDEGNA