Archivio

Archivio 2 Maggio 2006

ATTUALITA’ – Gli operatori di strada

2 Maggio 2006 6 commenti


ATTUALITA’

GLI OPERATORI DI STRADA
Angeli su quattro ruote

C’è un camper colorato che da più di due anni e mezzo attraversa in lungo e in largo il Sulcis Iglesiente.
Si ferma nelle piazze, nei bar, nelle discoteche, nei “muretti” e in tutti quegli spazi informali scelti dai giovani: un Centro di Aggregazione con le ruote insomma, che puoi trovare a sorpresa, senza preavviso alcuno, la mattina, la sera o la notte.
La cosa certa è che avvicinarsi garantisce se si vuole, una tazza di caffè e quattro chiacchiere senza impegno.
Il camper è guidato da 3 Pedagogisti o sarebbe meglio chiamarli Educatori di Strada.
Infatti così correttamente si chiamano e questo è quello che si legge sulla scritta graffittata all’esterno dell’autocaravan, tutto colorato, dipinto in una delle tante giornate di musica, ballo e writing organizzata dagli Operatori.
L’iniziativa parte da un Accordo di Programma Istituzionale fra sedici Comuni del Sulcis Iglesiente; obiettivo principale di tale servizio è quello di avvicinare e conoscere i giovani che vivono in questa parte di Sardegna.
Un territorio in forte degrado, disorientato e preoccupato per un futuro incerto, che non promette nulla di buono.
E se i giovani della nostra bella ma povera terra sulcitana che guardano verso l’orizzonte del loro divenire adulti vedono solo nuvoloni neri, ecco gli Educatori di Strada, buoni consiglieri, o più semplicemente fratelli maggiori dei giovani figli di un Territorio sin troppo dimenticato.
Là dove il genitore non riesce più a comunicare con il figlio, là dove un’adolescenza che si vorrebbe normale diviene disagio, solitudine e ribellione o quando discutere con il mondo degli adulti diviene una violenza da fare a se stessi ecco che arriva il Camper, che porta con sé e con i suoi Operatori una ventata di novità.
Li trovi fermi ad un angolo della strada ad ascoltare storie e problemi più o meno gravi, ad aiutare i giovani a spezzare la noia in posti troppo spesso dimenticati, esperti dell’ascolto e del consiglio.
Amici alla mano ai quali raccontare problemi o gioie, persone di fiducia, che non giudicano e non rimproverano alcunchè: ascoltano e fanno sentire meno soli.
Professionisti del sociale, capaci di affrontare anche i casi più gravi di disagio sociale, comprese quelle dolorissime piaghe – così diffuse nel Sulcis Iglesiente – provocate dalla tossicodipendenza e dall’alcolismo.
Il loro numero è il 340/2282569: potete chiamarli o lasciare un sms.
Dall’altra parte della cornetta risponderà sempre qualcuno.
I Comuni che, a turno, si avvalgono di questo servizio sono: Iglesias, Sant’Antioco, San Giovanni Suergiu, Portoscuso, Santadi, Villamassargia, Teulada, Tratalias, Giba, Perdaxius, Piscinas, Sant’Anna Arresi, Narcao, Nuxis, Carloforte, Musei.