Home > Senza categoria > ATTUALITA’ – Gli operatori di strada

ATTUALITA’ – Gli operatori di strada

2 Maggio 2006


ATTUALITA’

GLI OPERATORI DI STRADA
Angeli su quattro ruote

C’è un camper colorato che da più di due anni e mezzo attraversa in lungo e in largo il Sulcis Iglesiente.
Si ferma nelle piazze, nei bar, nelle discoteche, nei “muretti” e in tutti quegli spazi informali scelti dai giovani: un Centro di Aggregazione con le ruote insomma, che puoi trovare a sorpresa, senza preavviso alcuno, la mattina, la sera o la notte.
La cosa certa è che avvicinarsi garantisce se si vuole, una tazza di caffè e quattro chiacchiere senza impegno.
Il camper è guidato da 3 Pedagogisti o sarebbe meglio chiamarli Educatori di Strada.
Infatti così correttamente si chiamano e questo è quello che si legge sulla scritta graffittata all’esterno dell’autocaravan, tutto colorato, dipinto in una delle tante giornate di musica, ballo e writing organizzata dagli Operatori.
L’iniziativa parte da un Accordo di Programma Istituzionale fra sedici Comuni del Sulcis Iglesiente; obiettivo principale di tale servizio è quello di avvicinare e conoscere i giovani che vivono in questa parte di Sardegna.
Un territorio in forte degrado, disorientato e preoccupato per un futuro incerto, che non promette nulla di buono.
E se i giovani della nostra bella ma povera terra sulcitana che guardano verso l’orizzonte del loro divenire adulti vedono solo nuvoloni neri, ecco gli Educatori di Strada, buoni consiglieri, o più semplicemente fratelli maggiori dei giovani figli di un Territorio sin troppo dimenticato.
Là dove il genitore non riesce più a comunicare con il figlio, là dove un’adolescenza che si vorrebbe normale diviene disagio, solitudine e ribellione o quando discutere con il mondo degli adulti diviene una violenza da fare a se stessi ecco che arriva il Camper, che porta con sé e con i suoi Operatori una ventata di novità.
Li trovi fermi ad un angolo della strada ad ascoltare storie e problemi più o meno gravi, ad aiutare i giovani a spezzare la noia in posti troppo spesso dimenticati, esperti dell’ascolto e del consiglio.
Amici alla mano ai quali raccontare problemi o gioie, persone di fiducia, che non giudicano e non rimproverano alcunchè: ascoltano e fanno sentire meno soli.
Professionisti del sociale, capaci di affrontare anche i casi più gravi di disagio sociale, comprese quelle dolorissime piaghe – così diffuse nel Sulcis Iglesiente – provocate dalla tossicodipendenza e dall’alcolismo.
Il loro numero è il 340/2282569: potete chiamarli o lasciare un sms.
Dall’altra parte della cornetta risponderà sempre qualcuno.
I Comuni che, a turno, si avvalgono di questo servizio sono: Iglesias, Sant’Antioco, San Giovanni Suergiu, Portoscuso, Santadi, Villamassargia, Teulada, Tratalias, Giba, Perdaxius, Piscinas, Sant’Anna Arresi, Narcao, Nuxis, Carloforte, Musei.

  1. Il Sulcitano
    3 Maggio 2006 a 11:33 | #1

    Grandi, li conosco….
    Lavorano con i giovani del Sulcis …

  2. una mamma
    3 Maggio 2006 a 14:13 | #2

    Ringrazio gli educatori di strada per l’importante lavoro che fanno, ma comunque noi genitori dovremmo dedicare un pò di tempo in più ai nostri figli…
    Ben vengano queste persone che dedicano la loro professione ai nostri giovani, importanti perchè grazie alla vicinanza anagrafica notano quei disagi che un padre e una madre non potrebbero mai vedere…per ovvi motivi di “parentela”..
    Ancora grazie operatori di strada…

  3. Marajà
    3 Maggio 2006 a 19:55 | #3

    Mi aspettavo, prima o poi, questo articolo, li ho conosciuti, ho chiacchierato con loro, ho rifiutato il caffè perchè lo avevo già preso… Sono bravi ragazzi!!! Preparati e simpatici… E’ stata una ottima idea portare i servizi sociali direttamente da chi ne ha bisogno, se tutti i servizi pubblici funzionassero così, vivremmo in paradiso.

  4. Mario Marongiu
    16 Maggio 2006 a 21:51 | #4

    bhè non posso che voler loro del bene…per tutti i bei momenti divertenti passati insieme…per i tour qua e là per il sulcis…per tutto!
    Ciao Cate, Marta, Luca…e pure Lello!!!
    ciao gente!

  5. ste
    31 Maggio 2006 a 0:38 | #5

    Ciao operatori …. siete tr toghi … Quando state cn noi c divertiamo sempre .. siete unici .. magari poter stare tutti i giorni cn voi ..
    vabbè c accontentiamo d vedervi 2 volte al mese …..Grazie d tutto …. A presto ….

  6. Caterina
    15 Gennaio 2007 a 20:57 | #6

    Boh lo scrivo qua…perchè su questo camper abbiamo fatto conoscenza, io, Marta, Luca e quella testa matta di Marcellino…Già, testa matta!Ufff…quanti discorsi abbiamo fatto su questo colorato camper, ma lui era troppo giovane per capirli tutti fino in fondo, non mi rompere…mi diceva…io son tranquillo!E chi ha mai dubitato della tua tranquillità…Però a volte essere troppo testa matta, azz…: Metti il casco Marcellno..è importante….Non correre in moto Marcellino…è pericoloso…Ma che cazzo di specie di mamma noiosa avrà pensato!!!
    Ci mancherai rompi palle testa matta….ufff

I commenti sono chiusi.