Home > Senza categoria > L’ANGOLO DELL’UOMO NERO – Ciao e buona

L’ANGOLO DELL’UOMO NERO – Ciao e buona

22 Maggio 2006


L’ANGOLO DELL’UOMO NERO

CIAO E BUONA

Tic..tac..tic..tac..tic..tac..
Tempo scaduto onorevole Baghino.
Lo ammetto, la paura di un Suo terzo avvento è stata veramente tanta.
La sua ennesima interpretazione da teatrino dell’assurdo e le Sue conseguenti, stucchevoli dimissioni ci hanno costretto a 20 giorni di apnea forzata che neanche Maiorca ai tempi d’oro: con dita incrociate, toccate di parti innominabili, scorta di bamboline voodoo con le Sue fattezze e cornetti rossi alla bisogna.
Quelli che Lei considerava “amici” – assessori, ex-assessori, consiglieri di minoranza-maggioranza, affiliati a cooperative pescatori-ristoratori, addetti stampa, Grandi (in senso anagrafico) Elettori – suppongo le abbiano lavato i piedi con lacrime di contrizione tipo Giovedì Santo o più verosimilmente avranno messo a posto alcuni affari personalissimi in quel del Municipio (come direbbero gli attenti lettori della GA: ma che belle casettine stanno sorgendo a Coaquaddus!!).
Mai visto tanto fervore negli uffici comunali come in quei fatidici 20 giorni: aveste lavorato così alacremente nel quadriennio 2002-2006 avremmo avuto, a Sant’Antioco, una crescita economica pari al P.I.L. della Cina e dell’India messe insieme!!
Quante occasioni perse in un mare di accidiosa inettitudine e di colpevole disinteresse.
Ma vi assicuro che per taluni, non tutto il male è venuto per nuocere: per chi fa l’assessore-assicuratore, per l’allevatore o la vivaista qualificata in vendita di palme, per la disoccupata divenuta assessore, per il pensionato con troppi figli a carico vi assicuro che quei 4 anni non sono passati invano.
Ma alla resa dei conti senza alcun intento di passeggiare sul cadavere del “nemico” caduto, dopo che vi siete assaporati i vostri 15 minuti di gloria vi possiamo dire, come direbbe uno dei tanti diciottenni a cui state facendo schifare il sacrosanto diritto al voto: ciao e buona Dino-Isauro e accoliti.
Per intendere: avete fatto il vostro tempo e a non più rivederci.
Superati dai tempi e dalla situazione drammatica di Sant’Antioco che richiede interventi straordinari si presume non ci potrà più essere spazio in futuro per simili macchiette parodistiche di “politici”.
Sic transeat gloria mundi, sentenzierebbe il mio ex-prof. di latino.
Ma sappiamo benissimo già da ora che il Tuo – vostro – non potrà mai essere un addio dalle scene “che contano”.
Perché le persone mediocri ma con faccia tosta non conoscono vergogna e tendono a ripetere gli stessi sbagli all’infinito.
Perché al peggio non c’è mai fine e certi adorano sguazzare nel fango.
Perché il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.
E in un mondo soggetto alla legge della gravità come il nostro i coperchi coprono.
Ciò significa che il più delle volte il coprire ci impedisce di guardare attentamente, di ragionare a mente fredda, di pesare parole ed azioni altrui.
E al momento giusto in una situazione sbagliata probabilmente, ci sentiamo come tanti don Abbondio che chiedono protezione e prebende dal Signorotto di turno al quale si chiede egoisticamente e in modo non del tutto legittimamo un lavoro, di sbloccare un lotto edificabile in modo più o meno regolare, di avere un “contributo” per una attività personalissima.
In saecula saeculorum.
Ma così facendo dimentichiamo che non sono certo gli uomini della Provvidenza di Sant’Antioco che possono risolvere i problemi della collettività antiochense.
Sono palliativi temporanei dall’incerto effetto placebo: crediamo di essere guariti e di aver risolto i nostri problemi ma a chi giova se in realtà tutto gli altri sono in ambasce perché non possono avere accesso alla medesima medicina ?
Per tutti quei motivi vorrei credere che in mondo giusto ad azione corrisponde reazione e una parafrasi scontata di quell’ovvio pensiero mi farebbe dire che ad azione sbagliata si paga il fio conseguente.
In un mondo giusto chi fa il furbo, come avete fatto voi, o non viene rieletto o un Dio non misericordioso con gran senso dell’umorismo farebbe fare loro un giretto turistico tra i barattieri della bolgia quinta all’Inferno dantesco: cioè tra coloro che hanno indebitamente profittato di cariche pubbliche per tornaconto personale.
In un mondo giusto.
Scrivo in calce nomi e cognomi degli ultimi assessori – alcuni colpevoli solo per essere stati conniventi alla passata mala amministrazione – in rigoroso ordine alfabetico, così tanto per ricordarci di chi stiamo parlando (tralasciando per ovvi motivi il deus ex-machina Baghino Dino-Isauro):
Baghino Maria,
Cossu Giovannino,
Esu Mario,
Fois Monica,
Orrù Mario,
Pittau Lucia,
Sanna Adriano.
Per non dimenticare quello che hanno fatto in passato e pensare amorevolmente a loro mentre guardiamo come è ridotto il nostro Paese: ma anche per dimenticarci di loro alle prossime elezioni comunali Anno Domini 2007.

L’Uomo Nero

  1. _gagarin_special_team
    22 Maggio 2006 a 23:35 | #1

    fuori dalle palle.
    via questo marcio schifoso.

  2. Il Sulcitano
    23 Maggio 2006 a 11:01 | #2

    Ancora una volta bravissimo U.N….
    Spero che questi incapaci spariscano dalla faccia della terra…
    Una volta per tutte…

  3. bobo
    23 Maggio 2006 a 12:18 | #3

    caro uomo nero non scordare Mariano gala che in tre anni di vai e vieni non ha certo scherzato, ed è a pieno titolo corresponsabile del disastro creato in questo paese, salvo poi stracciarsi le vesti ed indignarsi del marciume che ha contribuito a portare ai piani alti della casa comunale. per l’occasione usata come e peggio di casa loro!

  4. makkia
    23 Maggio 2006 a 12:28 | #4

    a quanto pare si è dimesso davvero!!!!!
    Ora vediamo cosa faranno i vari assessori quelli che in questi anni sono riusciti a sposarsi, farsi le casette a coa quaddus, quelli che hanno sistemato i vari parenti vediamo…. sono proprio curiosa di vedere cosa faranno….
    Spero solo che di queste persone ci si liberi definitivamente e i prossimi siano migliori facciamoci questo augurio per la Nostra Isola

  5. Vs. Baghino e soci e ex-soci
    23 Maggio 2006 a 14:06 | #5

    L’Uomo Nero parla anche di ex-assessori immaginati se lo ha dimenticato il Mastella dei poveri….
    Voglio vedere se ha la faccia tosta di ricandidarsi …

  6. L’Uomo Nero
    26 Maggio 2006 a 11:02 | #6

    COntinuano con il cadere sempre più in basso…
    Avete letto i manifesti che ci sono in giro, come risposta a quelli fatti affiggere per giubilare alla fine dell’Era Nera di Baghino?
    Sono veramente senza vergogna e io arrossisco per loro…
    Che Iddio li possa perdonare, forse!!!

I commenti sono chiusi.