Archivio

Archivio Maggio 2006

ATTUALITA’ – Sardegna: tasse turistiche su case, yacht e jet privati

8 Maggio 2006 4 commenti


ATTUALITA’

SARDEGNA: TASSE TURISTICHE SU CASE, YACHT E JET PRIVATI

La Sardegna si è dotata di tre tasse sui beni di lusso, in particolare legate al turismo e rivolte a chi non è residente. Da oggi chi possiede una casa o chi approda con la propria barca o fa scalo con un jat privato nell’Isola sarà soggetto al pagamento di un tributo. Il 25% delle nuove tasse andrà ai Comuni, mentre il restante 75% in un fondo perequativo che verrà ridistribuito sul territorio della Sardegna.

CAGLIARI - La Sardegna tassa i beni di lusso dei non residenti: case, barche e aerei. Con l’approvazione del maxicollegato alla manovra finanziaria 2006, i tre nuovi tributi regionali, voluti dalla Giunta, appoggiati dalla maggioranza e duramente contestati dall’opposizione, vanno a rimpinguare le casse della Regione e dei Comuni. Infatti il 25% del gettito derivante dal nuovo tributo sarà devoluto ai comuni, mentre la Regione avrà a disposizione un fondo di coesione territoriale dove confluirà il restante 75%.

In particolare ad essere tassati saranno il possesso e la vendita di seconde case ad uso turistico situate a meno di 3 km dal mare. Entrambe le tipologie di tributi dovranno essere corrisposte da proprietari, o titolari di diritti reali o di immobili sulle coste che non siano residenti nell’isola, mentre l’esenzione è prevista per i nati in Sardegna, i rispettivi coniugi e figli (anche se non nati nella regione). La tassa annuale sul possesso sarà in proporzione alla superficie dell’immobile: si pagherà 900 euro per quelli fino a 60 metri quadri, 1.500 per quelli compresi fra i 61 e i 100 mq, 2.250 per immobili fra i 101 e i 150 mq, 3.000 euro per quelli fra i 151 e i 200 mq. Per i fabbricati che superano i 200 mq, oltre ai 3 mila euro d’imposta fissa, si calcolano 15 euro per ogni metro quadro eccedente, mentre sulle case che sono state costruite entro i 300 metri dal mare, i loro proprietari non residenti pagheranno una maggiorazione del 20%. Nel caso della vendita si pagherà una plusvalenza del 20%. Per quanto riguarda i jet privati e le barche che arrivano nei mesi estivi (1giugno – 30 settembre) nell’Isola, la Regione applicherà una sorta di tassa di turismo, annuale per le imbarcazioni e ad ogni scalo in Sardegna per gli aerei. L’imposta dovrà essere versata entro 12 ore dall’arrivo nell’Isola. Anche in questo caso sono previste delle esenzioni che riguardano le navi da crociera, le imbarcazioni che sostano tutto l’anno nei porti sardi e quelle di lunghezza inferiore ai quattordici metri. Accolto un emendamento proposto dal consigliere di Forza Italia, Carlo Sanjust che estende l’esenzione dalla tassa anche alle imbarcazioni che approdano in Sardegna per partecipare a manifestazioni sportive.

Per quanto riguarda gli aeromobili si dovranno sborsare 150 euro per il trasporto sino a quattro passeggeri, che salgono a 400 euro se i passeggeri sono da cinque a dodici e a 1.000 euro sino a dodici passeggeri. Si parte invece da 1.000 euro per le imbarcazioni con lunghezza compresa fra 14 e 15,99 metri, 2 mila euro per una lunghezza compresa fra 16 e 19,99 metri, 3 mila euro per le imbarcazioni fra 20 e 23,99 metri, 5 mila euro per navi fra 24 e 29,99 metri e 10 mila euro per quelle fra 30 e 60 metri. 15 mila euro saranno dovuti per i maxiyacht da 60 metri, mentre è previsto uno “sconto” del 50% per le barche a vela, anche se dotate di motore ausiliario.

Tratto da SARDEGNA OGGI NEWS

Riferimenti: SARDEGNA OGGI News

CULTURA – Il "Maggio Letterario" a San Giovanni Suergiu

3 Maggio 2006 Commenti chiusi

CULTURA

IL “MAGGIO LETTERARIO” A SAN GIOVANNI SUERGIU

L’Associazione culturale “Suergiu – Uniti nella Cultura” di San Giovanni Suergiu ha organizzato il primo “Maggio Letterario”, una manifestazione culturale che prevede incontri e dibattiti con la presentazione di alcuni libri pubblicati da autori emergenti del territorio Sulcitano e la messa in scena, da parte della compagnia Teatrale “Il teatro dell’Anima” di Quartu Sant’Elena con una replica, dell’opera Teatrale “C’era una volta l’attore ma non il teatro”.
Si comincia domenica 7 Maggio, alle ore 19, presso il Salone Parrocchiale di San Giovanni, dove appunto verrà messa in scena l’opera teatrale da parte della compagnia di Quartu.
Sabato 13 Maggio, alle ore 18.30, presso la Sala Auser di via Bellini, Maria Laura Musino presenta il libro “Lacrime di rugiada” con l’introduzione del poeta Claudio Moica. All’interno della presentazione la poetessa dibatterà sulla patologia dell’autismo.
Domenica 14 Maggio, alle ore 19, presso la Chiesa della Madonna delle Grazie (Palmas Vecchio), la compagnia teatrale “Il teatro dell’Anima” replicherà lo spettacolo “C’era una volta l’attore ma non il teatro”. Ci sarà anche il monologo “Dal diario di Anna Frank”.
Infine, domenica 21 Maggio, alle ore 18.30, presso la Sala Auser di via Bellini, Maria Teresa garau presenta i libri “Candu fueddara su bentu” e “Le voci dell’anima” con le introduzioni del professor Mario Puddu e del poeta Claudio Moica.
L’ingresso alla manifestazione culturale è gratuito ed aperto a tutti.
Per ogni informazione sulla manifestazione e sulle attività dell’Associazione “Suergiu – Uniti nella Cultura” rivolgersi ai seguenti recapiti:

ASSOCIAZIONE CULTURALE
“SUERGIU UNITI NELLA CULTURA”

Via Grazia Deledda 1
09010 – San Giovanni Suergiu

Sito Internet: http://xoomer.virgilio.it/suergiu
E-mail: suergiu@virgilio.it
Cell. 348/8751717

Riferimenti: ASSOCIAZIONE SUERGIU – Uniti nella cultura

ATTUALITA’ – Gli operatori di strada

2 Maggio 2006 6 commenti


ATTUALITA’

GLI OPERATORI DI STRADA
Angeli su quattro ruote

C’è un camper colorato che da più di due anni e mezzo attraversa in lungo e in largo il Sulcis Iglesiente.
Si ferma nelle piazze, nei bar, nelle discoteche, nei “muretti” e in tutti quegli spazi informali scelti dai giovani: un Centro di Aggregazione con le ruote insomma, che puoi trovare a sorpresa, senza preavviso alcuno, la mattina, la sera o la notte.
La cosa certa è che avvicinarsi garantisce se si vuole, una tazza di caffè e quattro chiacchiere senza impegno.
Il camper è guidato da 3 Pedagogisti o sarebbe meglio chiamarli Educatori di Strada.
Infatti così correttamente si chiamano e questo è quello che si legge sulla scritta graffittata all’esterno dell’autocaravan, tutto colorato, dipinto in una delle tante giornate di musica, ballo e writing organizzata dagli Operatori.
L’iniziativa parte da un Accordo di Programma Istituzionale fra sedici Comuni del Sulcis Iglesiente; obiettivo principale di tale servizio è quello di avvicinare e conoscere i giovani che vivono in questa parte di Sardegna.
Un territorio in forte degrado, disorientato e preoccupato per un futuro incerto, che non promette nulla di buono.
E se i giovani della nostra bella ma povera terra sulcitana che guardano verso l’orizzonte del loro divenire adulti vedono solo nuvoloni neri, ecco gli Educatori di Strada, buoni consiglieri, o più semplicemente fratelli maggiori dei giovani figli di un Territorio sin troppo dimenticato.
Là dove il genitore non riesce più a comunicare con il figlio, là dove un’adolescenza che si vorrebbe normale diviene disagio, solitudine e ribellione o quando discutere con il mondo degli adulti diviene una violenza da fare a se stessi ecco che arriva il Camper, che porta con sé e con i suoi Operatori una ventata di novità.
Li trovi fermi ad un angolo della strada ad ascoltare storie e problemi più o meno gravi, ad aiutare i giovani a spezzare la noia in posti troppo spesso dimenticati, esperti dell’ascolto e del consiglio.
Amici alla mano ai quali raccontare problemi o gioie, persone di fiducia, che non giudicano e non rimproverano alcunchè: ascoltano e fanno sentire meno soli.
Professionisti del sociale, capaci di affrontare anche i casi più gravi di disagio sociale, comprese quelle dolorissime piaghe – così diffuse nel Sulcis Iglesiente – provocate dalla tossicodipendenza e dall’alcolismo.
Il loro numero è il 340/2282569: potete chiamarli o lasciare un sms.
Dall’altra parte della cornetta risponderà sempre qualcuno.
I Comuni che, a turno, si avvalgono di questo servizio sono: Iglesias, Sant’Antioco, San Giovanni Suergiu, Portoscuso, Santadi, Villamassargia, Teulada, Tratalias, Giba, Perdaxius, Piscinas, Sant’Anna Arresi, Narcao, Nuxis, Carloforte, Musei.