Archivio

Archivio 27 Giugno 2006

POLITICA – Referendum:anche la Sardegna dice NO alle modifiche alla Costituzione

27 Giugno 2006 Commenti chiusi

POLITICA

REFERENDUM: ANCHE LA SARDEGNA DICE NO ALLE MODIFICHE DELLA COSTITUZIONE

Anche nell’Isola prevale il NO alla Riforma della seconda parte della Costituzione. il Referendum confermativo blocca le modifiche introdotte nella scorsa legislatura con la maggioranza di Governo che, all’atto dell’approvazione definitiva, però non era riuscita a superare i due terzi delle preferenze. in Sardegna i contrari sono stati oltre 462 mila (72,3%), mentre i favorevoli oltre 177 mila (27,7%). Meno convinti della riforma i residenti della provincia di Nuoro: 79,9% i NO.

CAGLIARI - Anche in Sardegna, come nel resto d’Italia, vince il partito del NO. La riforma della seconda parte della Costituzione non è piaciuta agli italiani ed ai sardi che si sono espressi in senso negativo al 72,3% (462.931 voti), mentre i SI sono stati 177.058 (27,7 %). Complessivamente nelle 110 province italiane i contrari hanno raggiunto il 61,7 % con 15.474.407 voti, mentre i favorevoli alla Riforma introdotta nella precedente legislatura hanno raggiunto il 38,3 % (9.618.119 voti). Anche se il quorum non era richiesto (essendo un referendum confermativo) si è recato alle urne oltre il 50% degli aventi diritto: 53,7% in Italia, mentre in Sardegna si è arrivati solo al 46,6%.

Il fronte del NO si è fatto sentire soprattutto nella provincia di Nuoro con 49.130 voti (79,8 %) contro i 12.414 del SI (20,2 %). Il distacco minore (se così si può definire) nella Provincia di Olbia-Tempio, dove i contrari alla riforma costituzionale sono stati 30.929 (66,5 %), mentre i favorevoli 15.571 (33,5 % ), a Oristano: 68,8 % NO (43.260 voti) e 19.611 SI (31,2 %) e a Cagliari con 157.670 NO (69,8 %) e 68.166 SI (30,2 %). Quasi simile il risultato nell’Ogliastra (15.583 NO per il 76,9 % delle preferenze e 4.691 SI per il 23,1 % ) e nel Medio Campidano (32.629 NO – 76,5 % e 10.041 SI – 23,5 %). Infine nella provincia di Carbonia Iglesias i NO sono stati 36.040 (72,6 %) , mentre i SI 13.615 (27,4 %) mentre in quella di Sassari il 74,8 % dei votanti si sono espressi contro la riforma della Carta Costituzionale (97.690 voti) ed il 25,2 % si sono, invece, detti favorevoli alle modifiche (32.949).

Secondo il consigliere regionale di Rifondazione Comunista, Luciano Uras, “la Sardegna ha detto NO alla concentrazione dei poteri in un super premierato onnipotente, alla mortificazione del parlamento, ad un governo controllore delle istituzioni rappresentative, anche delle realtà locali e regionali, e della magistratura”.

DA www.sardegnaoggi.it

ATTUALITA’ – Girotonno, il bilancio della rassegna

27 Giugno 2006 Commenti chiusi

ATTUALITA’

GIROTONNO, IL BILANCIO DELLA RASSEGNA

Sei delegazioni di chef internazionali in gara ma, soprattutto, migliaia di turisti, visitatori e appassionati della buona cucina carlofortina. E’ questo il bilancio della quarta edizione di “Girotonno, Uomini, storie e sapori sulle rotte del tonno”, la kermesse internazionale che si è svolta dal 1 al 4 giugno a Carloforte, sull’isola di San Pietro, nel sud-ovest della Sardegna. Accanto agli chef di Libano, Italia, Perù, Tunisia, Giappone e Spagna – Catalunya, in gara per il “Tuna cuisine competition”, è impossibile non citare l’assalto dei turisti all’isola di San Pietro per un giro tra le sue affascinanti coste ma, soprattutto, per gustare un piatto cucinato a base di sua maestà il tonno rosso, padrone assoluto della cucina carlofortina e mondiale a base di pesce.

Nonostante il forte maestrale che ha sferzato l’isola nei primi due giorni, la quarta edizione della manifestazione, incentrata sulla cucina a base di tonno, si è chiusa con un bilancio più che positivo. Alberghi, bed and breakfast e seconde case hanno registrato il tutto esaurito sin dai primi giorni dalla manifestazione e molti turisti hanno deciso di prolungare il soggiorno oltre la durata del “Girotonno”. In ristoranti, trattorie e pizzerie il pienone è stato registrato durante l’intera kermesse. Se nel 2005 sono state distribuite 4 tonnellate di tonno, 400 fusti di birra, 3.500 fritture di pesce, 5.500 piatti di tonno e staccati 65 mila biglietti per il traghetto, l’edizione 2006 non è stata da meno. Dai traghetti della Saremar e della Delcomar, le compagnie di navigazione attive sulle rotte per Portoscuso e Calasetta, sono sbarcate non meno di 45 mila persone. Numeri di tutto rilievo, toccati soprattutto negli ultimi due giorni della manifestazione.

A questi, si aggiungono gli oltre 4.000 chili di tonno distribuiti al “Tuna Village”, variopinto complesso allestito lungo la banchina Mamma Mahon dove, con 10 euro, si sono potute gustare le migliori specialità agroalimentari locali, naturalmente a base di tonno. Oppure i più di 400 fusti di birra, le 4.000 fritture di pesce, e 5.500 piatti a base di tonno consumati, gli oltre 500 gadget (magliette, cappellini, portachiavi e pentole con il simbolo del Girotonno) venduti all’Info point allestito di fronte a piazza Repubblica, oppure gli oltre 100 annulli filatelici speciali delle Poste italiane eseguiti dagli addetti in occasione della manifestazione.
Migliaia, poi, i turisti che hanno partecipato al “Tuna Hours”, gli stand allestiti sul lungomare dove i pescatori di Carloforte hanno mostrato il pescato, la lavorazione e il taglio del tonno in un ideale viaggio dal mare alla tavola e che hanno visitato il “Tunnel degli artigiani”, dove esperti artigiani hanno messo in mostra la propria abilità nella realizzazione di preziosi manufatti in oro, ferro, vetro artistico, ceramiche e modellismo.
Un villaggio multicolore, insomma, composto da oltre 40 stand dove sponsor e artigiani hanno esposto il meglio della loro produzione e il Comune di Camogli ha cucinato il pesce in una gigantesca padella di quattro metri di diametro.

Organizzata dal Comune di Carloforte e la società palermitana Feedback con il contributo di Regione Sardegna, Provincia di Cagliari, Provincia di Carbonia-Iglesias, Provincia di Genova, Marimed – Programma Interreg e Consorzio turistico Carloforte, la manifestazione è stata ancora una volta una vetrina internazione di prestigio per un centro che può vantare una tradizione secolare nella pesca del tonno “di corsa” e l’unica tonnara attiva nel Mediterraneo.

“Un evento che anche quest’anno ha riscosso tanto successo grazie soprattutto al calore delle migliaia di persone che, nonostante il tempo non sempre clemente, hanno scelto Carloforte e il suo Girotonno. Ma, soprattutto, – ha commentato il sindaco di Carloforte Marco Simeone, a chiusura della manifestazione – un risultato che premia i carlofortini, l’organizzazione e i tanti sponsor che hanno creduto e credono nella formula del Girotonno. Un bilancio che ci gratifica e ci fa dire che anche il prossimo anno il Girotonno ci sarà”. Con una sorpresa finale: il marchio del Girotonno (che raffigura un tonno multicolore con al centro la Sardegna e l’isola di San Pietro) è stato donato dall’agenzia di comunicazione palermitana Feedback, ideatrice, depositaria del logo e organizzatrice dell’evento, al Comune di Carloforte.

In occasione dell’evento, a Carloforte sono intervenuti chef internazionali del calibro di Youssef Antoun “Joe” Barza e Kamil Bouloot (Libano), vincitori della gara gastronomica, Pedro Miguel Schiaffino e Toshiro Konishi (Perù), Oriol Blanes Masana, importante chef della scuola catalana e Andreu Bosch (Spagna – Catalunya), Luigi Pomata, chef del ristorante “Da Nicolo” di Carloforte, coadiuvato da Achille Pinna (ristorante Moderno di Sant’Antioco) e Roberto Petza, chef del ristorante “S’Apposentu” di Cagliari, i giapponesi Keitaro Baba e Sumito Ohtake e i tunisini Rafik Tlatli, maitre cuisinier e patron dell’Hotel Le Jasmins e del ristorante Slovenia a Nabeul, e Fethi Kahlaoui, chef dell’hotel Sungraden di Hammamet.
Manipolo di chef che, guidati da Vittorio Castellani, alias chef Kumalé, giornalista gastronomade, hanno proposto le loro migliori ricette a base di tonno cotto e crudo a una giuria internazionale di 14 giornalisti presieduta dal critico enogastronomico Enzo Vizzani, curatore delle guide de L’Espresso. Madrina di tutti gli appuntamenti più importanti Tessa Gelisio, presentatrice di Rete 4 ed esperta di ambiente.
Ma il “Girotonno” è stato anche musica di qualità. Sul palco allestito nel molo centrale si sono infatti alternati gli Almamegretta, Enzo Avitabile e i Bottari di Portico e gli Alibìa per serate all’insegna della migliore musica napoletana e delle sonorità mediterranee.

Ulteriori informazioni sul sito www.girotonno.it

Angela Abbate
Feedback – Strategie per comunicare
via Libertà, 103 90143 Palermo (Italy)
tel.fax. 4 linee r.a. +39 091 6263080 – mob. +39 335 7406260
angela.abbate@feedback.it