Archivio

Archivio Giugno 2006

CRONACA – Miniere all’asta, è scontro. La Cisl: i tesori non si vendono

19 Giugno 2006 Commenti chiusi


CRONACA

MINIERE ALL’ASTA, E’ SCONTRO.
LA CISL: I TESORI NON SI VENDONO

L’affondo. Medde: inutile smentire, nel bando c’è scritto che Masua è in vendita

Altolà del sindacato «Individuare chiaramente le aree, i siti e i manufatti in cessione»

La Giunta faccia chiarezza sul bando per le aree minerarie. Perché, nonostante il presidente della Regione «dica che non sono in vendita le aree archeologiche», attacca il segretario Mario Medde, «nel bando questo c’è scritto».
Insomma, la battaglia continua tra l’esecutivo e il sindacato. «La Cisl sarda – dice Medde – ritiene utile ribadire alcune valutazioni sul problema della cessione, riqualificazione e trasformazione di ambiti di particolari interesse paesaggistico del Parco Geominerario della Sardegna». Anche perché, prosegue, «l’oggetto dell’appalto, nonostante le smentite del presidente Soru, interessa due compendi: l’area di Masua e Monte Agruxiau e il secondo compendio, con l’aera di Ingurtosu, Pitzinurri e Naracauli. Così è scritto a pagina 3 del bando».

LA CISL CHIEDE ALLA GIUNTA «di individuare chiaramente, cosa che nel bando non è stata fatta, le aree, i siti e i manufatti in cessione. Inoltre è indispensabile per fugare le preoccupazioni e i dubbi, ma anche le certezze, che, prima della privatizzazione delle aree, si discuta sul futuro dei lavoratori interessati e coinvolti nei progetti del Geoparco. Inoltre è cosa utile una maggiore trasparenza circa i tempi e le risorse necessarie per il risanamento e la bonifica delle aree e i tempi ei progetti delle privatizzazioni; il ruolo e le risorse del pubblico e il ruolo e le risorse del privato».
Secondo la Cisl «non si contrappone alla valorizzazione, ma anzi ne è un presupposto fondamentale, una maggiore chiarezza, la condivisione delle forze economiche e sociali e delle stesse popolazioni.
Abbiamo ritenuto opportuno dare un giudizio sul problema, con cognizione di causa, sul bando, inviato alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica in data 9 maggio 2006, piuttosto che sull’avviso di fine anno 2005, ritenendo che così come è stato nella prima pubblicazione, si dovessero seguire percorsi più adeguati sul piano formale, comunque sperando che la Regione avviasse, prima del bando, il necessario coinvolgimento di tutti i soggetti interessati»
.
Così, conclude Medde, «non è stato e oggi, di fronte a fatti gravissimi, abbiamo ritenuto importante intervenire su un atto ufficiale, inviato alla pubblicazione circa un mese fa».

IL GIORNALE DI SARDEGNA – 19 Giugno 2006

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

APPUNTAMENTI – Il week-end nel Sulcis Iglesiente

15 Giugno 2006 Commenti chiusi

APPUNTAMENTI

IL WEEK-END NEL SULCIS IGLESIENTE

PORTOSCUSO – Sagra del Tonno
Sabato 17 Giugno

Sabato a Portoscuso sarà di scena la 36a edizione della Sagra del Tonno, che richiama centinaia di persone nel paese sulcitano. In piazza saranno cucinati mille chili di tonno di cui molti offerti dalla Consociazioni tonnare sarde. Il tonno cucinato in modo tradizionale sarà offerto ai visitatori da ragazze vestite col classico costume del paese. Nel lungomare saranno aperti stand con l’esposizione e la degustazione dei prodotti tipici. L’antica tonnara ha già un progetto di ristrutturazione dei vecchi edifici che rappresenterebbero un’ottima attrattiva turistica. La tonnara è rimasta in funzione negli anni principalmente per scopi turistici e per l’attaccamento degli abitanti del luogo alle tradizioni. I prezzi e le quantità dei tonni pescati rendono economica la tonnara. Con i proventi si potranno restaurare gli edifici, barche e attrezzature per la gioia dei numerosi turisti italiani e stranieri.

CARLOFORTE – “Le isole si accendono”
Mercoledì 21 Giugno

A Carloforte, mercoledì prossimo, si terrà la terza edizione della giornata dedicata alla poesia in tutte le piccole isole del Mediterraneo, dal titolo “Le isole si accendono”.
La notte del solstizio d’estate, presso la spiaggia di Villa Gandolfo (ai margini del centro abitato di Carloforte, in via dei Cantieri), si accenderà un fuoco simbolico intorno al quale si potranno leggere e ascoltare composizioni dedicate al mare e alle isole.
Tutti coloro che vogliono leggere, ascoltare, suonare o cantare le proprie poesie, potranno farlo. La serata è organizzata dall’Associazione Botti du Schoggiu e dal gruppo teatrale Cronopios.
Patrocinato dal Comune di Carloforte; Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Sardegna; Assessorato alle Politiche Culturali della Provincia di Carbonia-Iglesias.

POLITICA – Cherchi straccia gli avversari, la città rossa vota alla bulgara

14 Giugno 2006 Commenti chiusi


POLITICA

CARBONIA. Il centro destra esce malconcio dalla competizione elettorale

CHERCHI STRACCIA GLI AVVERSARI, LA CITTA’ ROSSA VOTA ALLA BULGARA

I Ds si confermano il primo partito in città con il 40 per cento circa dei consensi

A Carbonia vince Salvatore Cherchi senza se e senza ma.
Sindaco uscente, esponente di spicco dei Democratici di sinistra, alle 9 e mezza di sera, ventuno seggi scrutinati su trentadue, aveva preso l’80,6 % dei consensi. La sua è una vittoria schiacciante. La riconferma dell’ex parlamentare alla guida della città era un fatto dato per scontato. E c’era anche la percezione che non si sarebbe andati al ballottaggio. I dati delle scorse politiche parlavano chiaro. L’Unione in città aveva superato in modo abbondante il 60 %. Se poi si aggiunge che per sessant’anni il Comune è stato monopolio della sinistra, il Cherchi bis era una certezza. Meno certi i risultati, che hanno decretato una vittoria bulgara. Almeno questo è quanto appare da una prima lettura. Carbonia si conferma città rossa. I Ds sono il primo partito della coalizione con oltre il quaranta per cento delle preferenze. Alberto Zonchello, candidato portato da Udc, Alleanza Nazionale e Riformatori è al secondo posto, con appena il 9,3 % di consensi. Segue Alessandro Masciarelli candidato di Forza Italia, che ieri sempre intorno alle 9 e mezza di sera, era al 5,5 %. Al 3,6 c’è Mario Porcu con la civica Progetto per Carbonia. Mentre Agnese Delogu in corsa per il Psd’az e Sardinia Natzione aveva l’1,1 %. Dalla competizione elettorale è emersa la piena soddisfazione dei cittadini per il lavoro della amministrazione uscente. Il gap tra politiche e comunali non sembra lasciare spazio a dubbi di sorta.
E c’è l’impressione che anche parte dell’elettorato di centro destra abbia optato per il candidato Cherchi. Al seggio numero 2, a quanto si dice seggio “azzurro”, intorno alle 18, su 529 schede scrutinate 507 erano a favore del sindaco diessino.

I DATI sull’affluenza, se domenica erano piuttosto bassi, si sono assestati sul 70,08 %. Una percentuale inferiore, ma non di molto a quella del 2001, quando a votare si recò il 74,32% dei cittadini aventi diritto. Alle 19 Tore Cherchi, incontrato in municipio, non ha voluto commentare i dati (erano appena 5 le sezioni scrutinate e già era evidente il successo): «Per ora ci sono dati parziali. – sono state le sue parole – C’è una tendenza che fa presagire un ottimo risultato». Più tardi l’amaro commento di Masciarelli: «La città ha scelto. Evidentemente nonostante l’alta disoccupazione la gente non è scontenta». Se le percentuali dovessero trovare conferma, il centrosinistra potrebbe guadagnare anche 28 consiglieri su 40.

Stefania Aoi
IL GIORNALE DI SARDEGNA – 13 Giugno 2006

____________________________________________________________________

AMMINISTRATIVE. Soddisfazione nel quartier generale della Quercia sulcitana
CHERCHI E’ DA RECORD A CARBONIA, E’ TRA I SINDACI PIU’ VOTATI D’ITALIA

Il primo cittadino apre alle quote rosa saranno quattro gli assessori in gonnella

La città lo ha “incoronato” sindaco. Il centrosinistra con Salvatore Cherchi arriva al 79,75% dei consensi. Un risultato da record. È il primo cittadino più votato nella storia di Carbonia e forse, a quanto si vocifera, in quella d’Italia. Insieme a lui tutta la Quercia ha motivo di rallegrarsi. È il primo partito con un risultato del 37 %. E ha il candidato più votato in assoluto: Ignazio Cuccu, assessore all’urbanistica uscente, porta a casa 560 preferenze. Anche i giovani vanno forte.

IL MIGLIOR “bottino” è quello di Pietro Morittu, segretario regionale della Sinistra giovanile, che conta 259 voti. Sono invece poche le donne che ce la fanno: appena due. Una in quota Ds: Maria Tuveri. L’altra di Rifondazione comunista: Cinzia Grussu. Non mette nessuna signora la Margherita che prende 6 consiglieri grazie a un 15 % di consensi. Saranno i 4 assessori in gonnella promessi dal sindaco, a rendere più rosa e rosea la situazione. Una delle amministratrici avrà anche l’incarico di vicesindaco. «Mi rendo conto che ci sono ancora ostacoli pratici e resistenze all’accesso femminile in politica. Sono da superare» ammette Cherchi, raggiunto per telefono. È soddisfatto per il gran risultato, che ha evidenziato un rapporto di fiducia tra i cittadini e la sua amministrazione. Ed è già pronto a rimettersi a lavoro: «Il 19 scadono i termini per la progettazione integrata. – ricorda – C’è tanto da fare e ci sono molte proposte imprenditoriali». E per risolvere i problemi del territorio propone: «Subito, insieme alla Provincia, è necessario fissare un incontro con la Regione e discutere di grandi infrastrutture e di vertenza energetica». Poi tempo una settimana c’è da formare la nuova squadra di governo. I partiti della coalizione esultano e guadagnano 32 consiglieri. Il Prc ne prende 3 e «con un 8% raddoppia rispetto al 2001» spiega il segretario Vittorio Macrì. «Noi Ds ne mettiamo 16 – dice il segretario Mauro Esu – La coalizione e il nostro partito sono stati premiati per il lavoro svolto insieme, utilizzando il metodo del confronto». Angelo Espa, Margherita, ricorda che il suo partito prese il 7 alle scorse amministrative e chiede «una giusta visibilità». Due sedie vanno ai Dcs, 2 a Italia dei Valori, 1 rispettivamente a Pdci, Udeur e Rosa nel Pugno. All’opposizione ne spettano 8. Tre a Udc che non si aspettava dice il candidato Alberto Zonchello «una vittoria Cherchi di tali proporzioni». In consiglio entra Mario Porcu che capeggiava una civica che promette «un’opposizione costruttiva per il bene della città». E Sandro Masciarelli. È fuori la candidata di Psd’az e Sardigna Natzione, Agnese Delogu.

Stefania Aoi
IL GIORNALE DI SARDEGNA – 14 Giugno 2006

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

IL SONDAGGIO – Risultati Sondaggio n° 9

12 Giugno 2006 Commenti chiusi

I SONDAGGI DELLA GAZZETTANTIOCHENSE

I RISULTATI DEL SONDAGGIO n° 9

Sei favorevole alle tasse sui beni di lusso dei non residenti in Sardegna ?

- Sono favorevole
- Sono contrario
- Non so / Non rispondo

RISULTATI

- Sono favorevole 50%
- Sono contrario 48,7%
- Non so / Non rispondo 1,3 %

I risultati di questo nostro ultimo sondaggio dimostrano che c’è molta incertezza per quanto riguarda la decisione della nostra Regione di tassare i beni di lusso dei non residenti in Sardegna.
Le persone che hanno votato si dividono quasi equamente tra favorevoli e contrari. C’è una leggera maggioranza di favorevoli (50%), ma che non supera poi di molto quella dei contrari (48,7%), a testimonianza del come questa legge fortemente voluta dal governatore Soru divida e susciti pareri diametralmente opposti.
E del resto le tantissime polemiche degli ultimi tempi proprio riguardo a tale legge stanno a dimostrare come ci siano opionioni davvero contrastanti.
Molti dei Comuni costieri si lamentano dei mancati arrivi dei natanti sulle nostre coste. E si lamnetano i non residenti che deovono pagare una tassa sulla loro casa in Sardegna.
Di sicuro il discorso sembra ancora aperto, anche se Renato Soru pare non abbia alcune intenzione di modificare la legge.

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

____________________________________________________________________

I sondaggi online della GAZZETTANTIOCHENSE non hanno, ovviamente, alcun valore statistico. Si tratta semplicemente di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l’unico scopo di permettere ai nostri lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità proposti.

Le News del Sulcis Iglesiente

12 Giugno 2006 Commenti chiusi

GA NEWS

NEWS ESTATE 2006

CARBONIA - Una notizia curiosa: sotto lo stesso nome del capoluogo di provincia, è stato catalogato adesso dagli scienziati un composto chimico. Ed ecco un altro progresso fatto dalla scienza nel campo della chimica. Questo particolare composto coniato dagli scopritori come la “Carbonia” è un materiale formato da carbonio e ossigeno, un materiale ultraduro, dalla stessa consistenza di un diamante, ma che rimane tale solamente in determinate condizioni. (Daniele Fronteddu)

CARBONIA - Sta per entrare in funzione il parcheggio multipiano che è stato costruito tra via Verona e via Gramsci. Il parcheggio potrà essere utilizzato previo il pagamento di una somma da versare mediante la rilevazione dei dispositivi di controllo. Un’opera importante per Carbonia, in quanto il problema parcheggi stava facendosi sempre più pressante.

PROVINCIA - Nel triennio 2006-2008 saranno erogati un milione e mezzo di euro per realizzare opere pubbliche in 9 comuni della provincia: è stato il comune di Buggerru ad ottenere il finanziamento più ingente, ben 300 mila euro per sistemare il complesso monumentale di San Pietro di Sorres.

CARBONIA - Nel capoluogo ci saranno nuovi parcheggi e la riqualificazione dell’area compresa fra le vie Marche e XVIII dicembre. Il sindaco Tore Cherchi ha infatti firmato un protocollo d’intesa con l’assessorato regionale all’Urbanistica. In città dovrebbero nascere 200 nuovi parcheggi, un’area che ospiterà il mercatino e una rampa che collegherà il parcheggio del tribunale. Il costo totale è di 896 mila euro, 567 mila dei quali arriveranno da fondi europei.

PORTOSCUSO - Il sindaco di Portoscuso, Ignazio Atzori, ha deciso di rinunciare a due stipendi da primo cittadino e di devolverli ai lavoratori socialmente utili. Il gesto di solidarietà è stato reso noto dai consiglieri comunali di opposizione della giunta comunale.

CARBONIA - L’ex albergo operaio di via Costituente sarà trasformato in 20 alloggi da destinare a locazione a canone moderato con un finanziamento di due milioni di euro. Il progetto presentato dal Comune è stato infatti accolto dalla Regione e i lavori possono così iniziare.

GONNESA - I litorali del paese sono più sicuri, sarà più facile dare l’allarme in spiaggia nel caso in cui un bagnante dovesse trovarsi in difficoltà e aver bisogno d?aiuto. Lungo l’arenile di Plag ‘e Mesu sono stati installati dei pulsanti che permettono a chiunque di segnalare un’emergenza.

CARBONIA - La giunta comunale ha deciso di aumentare il contributo per chi vuole organizzare mostre di artigianato tradizionale artistico e di prodotti di specialità gastronomiche: la somma passa dalle vecchie 300 mila lire a mille euro.

SANT’ANTIOCO - Grandi feste il giorno 11 Agosto nella comunità antiochense per una ricorrenza davvero speciale: i sessant’anni di sacerdozio di don Eligio Saliu, parrocco della parrocchia di San Pietro. Al mattino, nella Sala Consiliare, il sacerdote riceverà la cittadinanza onoraria. La sera, alle ore 19, Messa solenne nella parrocchia di San Pietro per festeggiare la ricorrenza. Il giorno dopo, sempre alle ore 19, Messa solenne per ricordare la prima messa celebrata da don Eligio Saliu ben 60 anni fa.

CARBONIA - Nei giorni scorsi è stato firmato un accordo scorsi tra gli amministratori comunali ed i direttori dell’osservatorio industriale della Regione e quello dell’agenzia regionale del lavoro per l’attivazione di tirocini lavorativi e borse di
studio di circa 600 euro per disoccupati.

SANTADI - Il Comune e la cooperativa Monte Meana valorizzeranno insieme la “Grotta del tesoro”, un meraviglioso tempio ipogeico scoperto a circa 90 metri di profondità per il quale non sono mai
stati presentati progetti di valorizzazione. Molti reperti recuperati nel fondo della grotta si trovano infatti esposti nel museo di Cagliari.

PROVINCIA - In relazione alla selezione pubblica per titoli e esami finalizzata all’instaurazione di un rapporto a tempo determinato per due anni, alla data del 31 Luglio, risultano pervenute al protocollo dell’Ente 1770 domande, così ripartite tra le varie figure professionali: Istruttore Direttivo Amministrativo n. 488, Istruttore Direttivo Contabile n. 123, Istruttore Amministrativo Contabile n. 299, Istruttore Direttivo Tecnico Ingegnere settore Trasporti n. 78, Istruttore Direttivo Psicologo n. 186, Istruttore Direttivo Pedagogista n. 150, Istruttore Tecnico Perito Chimico n. 57, Istruttore Direttivo Assistente Sociale n. 49, Istruttore Direttivo Tecnico Biologo n. 57, Istruttore Tecnico Perito Elettrico e Elettronico n. 62, Istruttore Direttivo Tecnico Architetto settore Urbanistica n. 32, Istruttore Direttivo Tecnico Geologo n. 58, Istruttore Tecnico Geometra n. 131.

PROVINCIA - Dalla Regione dovrebbero arrivare 46 mila
euro per le attività culturali più importanti del Sulcis Iglesiente. Sono state finanziate in particolare 10 manifestazioni a carattere culturale proposte da varie associazioni del territorio.

IGLESIAS - Sono stati assegnati alle associazioni di volontariato dalla Comunità Montana nuovi mezzi per la lotta agli incendi: cinque fuoristrada che verranno utilizzati soprattutto contro i roghi nelle zone più impervie.

CALASETTA - Martedì 8 Agosto approda a Calasetta Teatridimare 2006. La Compagnia çàjka diretta da Francesco Origo metterà in scena alle ore 21.30 lo spettacolo Gastromachia, vaudeville gastronomico in musica in cui Teatro e cibo, il binomio che Origo porta in scena – via mare – da diversi anni, rivela i suoi risvolti più intriganti.

PROVINCIA - Il Consiglio Provinciale ha approvato l’esercizio di bilancio relativo all’anno 2005. Tra le voci di spesa 22000 euro per la gestione della sede di via Argentaria e 23103 euro per i condizionatori.

PROVINCIA - Per i pochi posti di lavoro a tempo
determinato che saranno creati, appena 15, sono arrivate alla Provincia ben 1.770 domande. Un sintomo della grave crisi del lavoro nel Sulcis Iglesiente.

PROVINCIA - Salvatore Massa (Progetto Sardegna) si è dimesso dalla carica di vicepresidente del Consiglio Provinciale. L’assemblea eleggerà il nuovo vicepresidente alla ripresa dei lavori, prevista per fine Agosto.

PROVINCIA - Per i servizi alla persona la Provincia riceverà dalla Regione un milione e mezzo di euro. A Iglesias andrà il finanziamento più alto (415 mila), poi Carbonia (320 mila) e Sant’Antioco (121 mila).

SARDEGNA - Giorgia Ligas, 18 anni di Sant’Antioco, ha vinto il titolo di “Miss Bioetyc” sul palco del discobar “S’Arena” al Poetto di Quartu Sant’Elena. 170 cm, capelli ed occhi castani, Giorgia è studentessa del liceo scientifico ed è appassionata di danza e ha così conquistato l’accesso alla finale regionale del 28 Agosto a Cagliari ed alle otto finali regionali dove si assegneranno i titoli per accedere alle prefinali nazionali di Miss Italia a Iesolo (dal 4 al 10 settembre).

IGLESIAS - L’associazione per il Parco Geominerario contesta le modalità dei lavori di messa in sicurezza nei siti minerari e chiede l’intervento urgente della Regione: la chiusura delle gallerie impedirebbe le ricerche scientifiche e metterebbe a rischio le specie vegetali e animali.

IGLESIAS - Il Comune ha annunciato, tramite il sindaco Pierluigi Carta, che tra un paio di settimane aprirà la ludoteca per bambini in piazza Pichi.

CARBONIA - Inizia SHOPPING SOTTO LE STELLE, l’iniziativa che consentirà di fare acquisti fino alla mezzanotte nel centro del capoluogo per i venerdì estivi, a cominciare da venerdì 28 Luglio. Oltre alla possibilità di fare acquisti ci saranno numerosi spettacoli di intrattenimento per bambini e ragazzi nonchè esposizioni agroalimentari e artigianali.

IGLESIAS - Il Comune ha raddoppiato le borse di studio per gli studenti più meritevoli delle scuole superiori. L’Assessorato alla Pubblica Istruzione ha stabilito l’aumento degli assegni (che sono diventati 238) e del loro importo. Il bando è disponibile sul sito www.comune.iglesias.ca.it o presso l’ufficio relazioni col pubblico nel centro direzionale in via Isonzo. La scadenza è il 16 Agosto.

IGLESIAS - Le chiese del centro storico di Iglesias sono chiuse per i turisti che arrivano in città. Infatti, dopo le messe della sera, vengono chiuse al pubblico e i visitatori non possono quindi entrare a visitarle, ma solo guardarle esternamente.

CARBONIA - Il Comune del capoluogo aiuterà i cittadini
più indigenti a pagare gli affitti di casa. L’ammontare dell’aiuto offerto alle famiglie dovrebbe essere di circa 35 mila euro che si sommano ai 216
mila già finanziati da Stato e Regione.

CAGLIARI - Sarà inaugurata domani, mercoledì 12 Luglio alle ore 19, presso gli spazi espositivi del Centro Comunale d’Arte e Cultura Castello di San Michele, a Cagliari, la mostra fotografica “Matrimonio Mauritano Sa Coia Maurreddina. Un rito antico che vive nel Tempo”, che durerà fino al 20 Luglio. Le immagini raccontano tutte le fasi della cerimonia: l’allestimento delle traccas, carri trainati da buoi addobbati con arazzi, spighe di grano, tralci di mirto, fiori e tappeti, con i quali verranno accompagnati i futuri sposi; il momento della celebrazione del matrimonio nella piazza principale di Santadi; il rito pagano della benedizione degli sposi con il rito, a fine cerimonia, dell’acqua e con sa gratzia, ovvero, chicchi di grano, petali di rose, sale e monetine simbolo di abbondanza, felicità, ricchezza e saggezza.

SANT’ANTIOCO - Mazzata per le famiglie di Sant’Antioco. La tassa per la raccolta dei rifiuti solidi urbani aumenta del 10 %. L’imposta cresce quando non si attua la raccolta differenziata e a Sant’Antioco il progetto
non è stato realizzato dagli amministratori comunali appena decaduti.

CARLOFORTE - Nasce una nuova collaborazione tra le industrie di Portovesme e le scuole del territorio. Infatti un accordo htra l’Eurallumina e l’istituto Nautico statale di Carloforte ha preso il via recentemente: otto
allievi stanno partecipando ad un tirocinio formativo che consentirà loro di conoscere i problemi industriali, di sicurezza e quelli ambientali.

IGLESIAS - Il bilancio comunale verrà discusso venerdì prossimo, 7 Luglio, alle ore 16, in aula consigliare. Si tratta dell’ultimo giorno utile dopo la proroga concessa dalla Regione. I capigruppo del consiglio, su richiesta del sindaco Carta, hanno fissato anche la seconda convocazione per sabato pomeriggio.

PROVINCIA - Sono 81 i nuovi posti di lavoro che verranno creati nella provincia col progetto regionale Ics. Tutti i posti sono destinati a persone svantaggiate. Per maggiori informazioni rivolgersi agli uffici dell’Insar, in viale Gramsci 227 a Carbonia.

CARBONIA - Sono quasi 9 milioni di euro i fondi che il comune è riuscito ad avere per costruire il nuovo centro intermodale di trasporto. Una nuova stazione che dovrà essere lo snodo principale per i trasporti nel territorio. Intanto sessanta nuovi alloggi popolari IACP sono pronti per essere consegnati.

CARLOFORTE - Nuovo mezzo per l’associazione Lavoc, che potrà usufruire di un nuovo gommone e in tal modo garantire una maggiore sicurezza per i bagnanti e i diportisti che navigano nelle acque dell’Isola di San Pietro.

IGLESIAS - I negozi della città resteranno aperti anche durante le domeniche estive, dalla prima di Luglio a fine Agosto. Il sindaco ha infatti firmato l’ordinanza che consentirà agli esercizi commerciali di rimanere aperti anche nei giorni festivi.

CARBONIA - Aperte le iscrizioni per i bambini che vogliono partecipare alle colonie estive al mare organizzate dall’amministrazione comunale. Sono previsti due turni, uno dal 10 al 21 Luglio, l’altro dal 24 Luglio al 4 Agosto. Le iscrizioni scadranno il 23 Giugno e i moduli possono essere ritirati presso il centro aggregazione per le politiche dell’anziano, in via Brigata Sassari 39.

SAN GIOVANNI SUERGIU - Sino a fine Giugno nella palestra comunale sarà possibile visitare la mostra di giocattoli tradizionali sardi, realizzata dagli alunni delle classi Quarta A, B, C dell’istituo comprensivo. Bardufole (le vecchie trottole), carretti, barchette e tanti giocattoli coi quali si divertivano le generazioni passate.

GONNESA - Dopo quasi 40 anni ritorna la tonnara sul litorale di Portopaglia. Grazie a una società mista pubblico-privata composta dai comuni di Péortoscuso e Gonnesa e da alcune cooperative ittiche le reti sono ritornate in mare per pescare i tonni.
Riferimenti: GA FORUM

LAVORO – Più di 100 posti nel Sulcis Iglesiente

10 Giugno 2006 Commenti chiusi

LAVORO

PIU’ DI 100 POSTI NEL SULCIS IGLESIENTE

Tantissime nuove offerte di lavoro inserite nel GA Forum, nuovi annunci con oltre 100 posti di lavoro offerti.

VAI AL FORUM SUL LAVORO

Dai uno sguardo alle offerte di lavoro nel Sulcis Iglesiente, troverai annunci per oltre 100 posti di lavoro nella Provincia di Carbonia-Igl:

- OFFERTE DI LAVORO NEL SULCIS IGLESIENTE

Ricorda che per visualizzare i links e gli indirizzi mail devi essere registrato al sito.
Se ancora non l’hai fatto REGISTRATI !!!

GA LAVORO

Riferimenti: GA FORUM

Finalmente il sito istituzionale della Provincia Carbonia-Iglesias

8 Giugno 2006 1 commento

FINALMENTE IL SITO ISTITUZIONALE DELLA PROVINCIA CARBONIA-IGLESIAS

L’indirizzo per accedere al portale è www.provincia.carboniaiglesias.it

Finalmente anche la Provincia del Sulcis Iglesiente ha un portale internet. Il nuovo sito istituzionale è stato presentato dal presidente della Provincia di Carbonia-Iglesias, Pierfranco Gaviano, ieri alla presenza di istituzioni, forze dell’ordine e cittadini.
L’indirizzo ufficiale del sito internet della Provincia è www.provincia.carboniaiglesias.it.
Era da tempo che in molti si chiedevano come mai il nuovo ente intermedio, esistente oramai da un anno, non si fosse ancora dotata di un servizio così importante per la comunicazione con i cittadini del territorio e con tutti gli utenti anche esterni alla Provincia.
Adesso questa lacuna è stata colmata e anche la Provincia di Carbonia-Iglesias possiede un portale istituzionale davvero ben costruito, alla portata di tutti, piacevole da vedere e da navigare. Un sito ancora in fase di ampliamento, con tanto materiale che ancora deve essere inserito; ma sono già tante le informazioni che possiamo trovare all’interno delle pagine di www.provincia.carboniaiglesias.it.
Troviamo così notizie sulla Provincia, sulla Giunta, su tutti i Comuni del territorio (con link ai rispettivi siti istituzionali), sui Bandi e sui Concorsi. E poi notizie, servizi, ambiente, cultura, sport, finanze, formazione, industria, lavoro, solidarietà, territorio, viabilità.
C’è tanto nel sito istituzionale della Provincia. Speriamo che venga aggiornato costantemente e sia realmente strumento utile per una proficua comunicazione tra istituzioni e cittadini.
Non vi resta quindi che dargli uno sguardo, l’indirizzo lo sapete:
www.provincia.carboniaiglesias.it

ATTUALITA’ – Sardegna, tassa del lusso. Gates non prenota

6 Giugno 2006 6 commenti

ATTUALITA’

Il comandante dell’Octopus: 20 mila euro ? Non so se verremo
SARDEGNA, TASSA DEL LUSSO. GATES NON PRENOTA

Via all’imposta tra proteste e minacce di disdetta

Il primo a chiamare è stato il comandante di Octopus, megayacht (120 e più metri) che da anni in agosto incrocia fra la Costa Smeralda, Capri e Montecarlo con a bordo Bill Gates e Paul Allen, cofondatori di Microsoft: «E’ vero che se attracchiamo anche un sol giorno in Sardegna pagheremo una tassa di 20 mila dollari ?». Difficile che l’uomo più ricco del mondo batta ciglio per una somma una tantum cinque volte meno di ciò che costa, giustappunto in un giorno, la gestione di Octopus. Però… Il comandante ha confermato la crociera nel Mediterraneo, lasciando in sospeso gli scali in Sardegna. «Vi faremo sapere», ha comunicato all’agenzia che cura il supporto al megayacht.
Proteste, paura di disdette, operatori nautici in rivolta: da ieri i non residenti pagano la «tassa sul lusso», barche e aerei devono versare da 150 a 15 mila euro, come prevede la legge fortemente voluta dal governatore Renato Soru. Una giornata tranquilla; mugugni, gran confusione, ma non l’annunciata rivolta dei turisti, sbarcati a migliaia per il primo ponte di giugno. Pochi sapevano e non c’era obbligo di pagamento immediato. Per versare c’è tempo 60 giorni, la Regione Sardegna ha diramato mercoledì sera a porti e aeroporti un fax con le prime istruzioni: si dovrà versare alle Poste, conto corrente 72729809.
Ma nessuno, che si sappia, si è preoccupato di pagare; meglio attendere il regolamento che verrà emanato nelle prossime settimane. Le proteste. «E’ comunque un colpo durissimo – è convinto Gian Battista Borea d’Olmo, direttore della Marina di Portorotondo – e cancella 30 anni di lavoro. E’ un regalo a Croazia e Grecia. I diportisti, spaventati, andranno là». Al largo di Portorotondo è all’ancora «Tatoosh», panfilo di 93 metri: se entra in porto pagherà? Nell’incertezza, è rimasto fuori. Lamentele anche da Carloforte, Alghero e soprattutto dalla Gallura. Renato Azara, titolare della Sardinia Yacht Service, a Porto Cervo, ha impugnato la legge al Tar: «Noi consigliamo: non pagate, almeno per ora». Rivolta fiscale? «No. Amarezza. Ora sarà crisi». Le disdette. Poche già pervenute, molte annunciate. «A giorni dovevano arrivare 26 barche francesi – lamenta Piero Bardanzellu, sindaco di Santa Teresa di Gallura – hanno telefonato: «Non veniamo, c’è la tassa. Speriamo ci ripensino». Più bellicoso Franco Cuccureddu, sindaco di Castelsardo e presidente di un consorzio di 11 porti turistici: «Così ci annientano. E allora sa che cosa faccio? Aumento le tariffe per i sardi e le diminuisco per i non residenti e studierò il modo di rimborsargli la tassa».
Olbia (13.358 movimenti in un anno) d’estate è il primo scalo in Europa per traffico di aerei privati. Ieri nel piazzale c’erano più di 10 jet executive. «Immaginate i piloti che fanno la coda all’ufficio postale per pagare?» ironizzava il titolare di una società di aerotaxi. Fra i favorevoli alla tassa sul lusso, due voci autorevoli. L’uomo d’affari americano Tom Barrack (proprietario della Costa Smeralda) e l’armatore Vincenzo Onorato (Moby Lines, Mascalzone Latino): «Le barche a vela pagano la metà? E’ giusto – afferma Onorato – e poi, se gli importi sono ragionevoli, che male c’è?».

Alberto Pinna
IL CORRIERE DELLA SERA – www.corriere.it

- DISCUTINE SUL FORUM

ATTUALITA’ – In Sardegna ci si ammala di più

5 Giugno 2006 1 commento

ATTUALITA’

IN SARDEGNA CI SI AMMALA DI PIU’

A Portoscuso una mortalità maschile per malattie respiratorie del 64% superiore alla media regionale, a San Gavino i tumori alla vescica sono superiori del 139% per gli uomini e del 112% per le donne, a Sarroch una percentuale di morti per tumore (periodo 1997-2001) superiore del 13% rispetto alla media regionale, con una particolare incidenza dei tumori della pleura (+244% tra gli uomini) e dei melanomi (+198% tra le donne). Sono solo alcuni risultati presentati nel “Rapporto sullo stato di salute delle popolazioni residenti in aree interessate da poli industriali, minerari, e militari della regione Sardegna”.

CAGLIARI - A Portoscuso ci arrivi da Cagliari attraversando panorami selvaggi che niente lasciano alla retorica da “isola delle vacanze”, tanto cara al premier uscente. Sul finire della strada, si stagliano le sagome dell’area industriale di Portoscuso. Un grande agglomerato che ha prodotto tra 1997 e 2001 (dati ISTAT) una mortalità maschile per malattie respiratorie del 64% superiore alla media regionale. “Qui i bambini si ammalano di asma 3 volte tanto rispetto alla media regionale”, afferma il professor Annibale Biggeri alla presentazione del Rapporto regionale sullo stato di salute delle popolazioni residenti in aree industriali, minerarie e militari. Uno studio del DRIAS, un ente che si occupa dei disturbi respiratori dei bambini sardi, ha scoperto che l’8,9% dei bambini delle elementari di Portoscuso registra sintomi ostruttivi e il 7,2% sintomi bronchitici, contro una media regionale inferiore dell’1%. Tanto da far dire a un “continentale” come l’ex giudice Felice Casson, quello del processo Marghera, che “il problema dei bambini di Portoscuso va affrontato subito”.

A San Gavino non va forte solo la produzione dello zafferano ma anche la mortalità per tumori alla vescica che qui vede percentuali superiori del 139% per gli uomini e del 112% per le donne. E che dire di Porto Torres, “poco ridente” cittadina del sassarese, che ha la sfortuna di avere una mortalità per malattie infettive (nel periodo 1997-2001) superiore del 37% per gli uomini e del 20% per le donne rispetto alla media regionale, e del 12 e del 20% per malattie dell’apparato digerente. Nell’area di Porto Torres c’è anche un eccesso di sarcomi dei tessuti molli (+77% tra gli uomini e +89% tra le donne) e di tumori della tiroide tra le donne (+45% rispetto alla media regionale). Avvicinandoci a Cagliari c’è un’altra grande realtà industriale a Sarroch che, secondo il rapporto, continua a creare danni ingenti alla popolazione. Ricordate i bambini di Portoscuso di cui si diceva poc’anzi? Bene, se lì c’era un 8,9% di bambini che soffriva di sintomi ostruttivi qui la percentuale sale magicamente all’11,8%. Ma su Sarroch occorre citare anche le indagini, svolte nell’ambito del rapporto, che dicono degli alti livelli di concentrazione di anidride solforosa come anche di benzene, toluene o xilene. Ancora la presenza, anche nel 2005, di concentrazioni di anidride solforosa superiori ai limiti di legge. O ancora, ed è il dato più preoccupante, una percentuale di morti per tumore (periodo 1997-2001) superiore del 13% rispetto alla media regionale, con una particolare incidenza dei tumori della pleura (+244% tra gli uomini) e dei melanomi (+198% tra le donne).

Dalle industrie alle basi militari. Il rapporto regionale analizza i dati delle aree militari di Teulada, Quirra, La Maddalena. I dati riguardanti l’area di Teulada devono fare i conti con la scarsezza di dati in possesso degli studiosi, ma è chiaro che un’incidenza così marcata del morbo di Hodgkin, la malattia legata all’uranio impoverito, impone analisi molto più approfondite. Parlando in termini numerici, non è spiegabile come a Teulada si riscontrino 3 casi di questa malattia, considerando solo la diagnosi principale, rispetto ai 0,6 previsti. Una differenza che il prossimo ministro della Difesa dovrebbe spiegare con chiarezza. Così come dovrebbe spiegare perché a La Maddalena, sebbene come dica il rapporto regionale non ci siano cause documentate, ci sia una tale incidenza di linfomi. Tra il 1981 e il 2001 ben 17 casi negli uomini contro i 6 attesi e 8 nelle donne contro i quasi 6 attesi. Troppi, sulla base di ciò che studiosi e opinione pubblica sanno sull’inquinamento nell’area. Che dovrebbe essere pressochè nullo, a meno che? A meno che quelle voci, per la verità mai confermate, sulla base americana di La Maddalena, e sulla presenza di sommergibili nucleari nell’area, qualche fondamento non ce l’abbiano. Ciò che è certo, ha affermato Felice Casson, “sui danni alla salute provocati dalle servitù militari e dall’amianto, le indagini della magistratura devono partire subito perché il materiale su cui lavorare è tantissimo. Per rintracciare i colpevoli e per arrivare a risarcimenti alle popolazioni e agli enti locali”.

Da SARDEGNA OGGI News

- DISCUTINE SUL FORUM

ATTUALITA’ – Stanziati 250 mila euro per gli studenti sardi fuori sede

5 Giugno 2006 Commenti chiusi

ATTUALITA’

STANZIATI 250 MILA EURO PER GLI STUDENTI SARDI FUORI SEDE
Ne avranno diritto gli studenti che frequentano corsi universitari non attivati in Sardegna

Cresce il finanziamento a favore degli studenti che beneficeranno del cosidetto fitto-casa. La Regione ha stanziato ben 250 mila euro per gli studenti che frequentano corsi di laurea nelle Università, pubbliche private, della Penisola. Naturalmente i corsi non deovono essere attivi in Sardegna. Ma possono beneficiarne anche coloro che frequentano corsi in università all’estero con corso corrispondente ad una laurea prevista nell’ordinamento universitario italiano; coloro che frequentano scuole o istituti che fanno parte del sistema dell’Alta formazione e specializzazione artistica e musicale o che frequentano qualsiasi facoltà delle Università Pontificie, con esclusione della facoltà di Teologia.
Sono stati fissati, su proposta dell’Assessore Regionale della Pubblica Istruzione, Elisabetta Pilia, anche nuovi parametri per l’assegnazione dei contributi.
Innanzitutto è stata modificata la soglia massima fissata per l’assegnazione (che viene stabilita in base all’indicatore della situazione economica equivalente universitaria). Passa da 14.350 euro a un massimo di 24 mila euro.
Inoltre, non possono partecipare all’assegnazione dei contributi previsti tutti gli studenti che già beneficiano di borse di studio o di posti-alloggio assegnati dall’Ersu dell’Ateneo dov’è attivato il corso prescelto dallo studente.
Ben 108 mila euro previsti da questo importante stanziamento regionale sono destinati al rinnovo dei 25 studenti già beneficiari nel 2005/2006, mentre i restanti 142 mila euro saranno destinati ai nuovi contributi da assegnare per il prossimo anno accademico. L’Assessorato alla Pubblica Istruzione pubblicherà quindi due bandi differenti.
I candidati verranno selezionati in base al curriculum di studi e al merito scolastico dell’anno precedente. E’ previsto che il 50% della quota di 142 mila euro venga destinato al primo anno di corso di laurea e laurea specialistica a ciclo unico; il 10% al primo anno di un corso di laurea specialistica; il 40% per l’annualità successiva di un corso di laurea, di laurea specialistica o di laurea specialistica a ciclo unico. Il contributo può arrivare a coprire fino all’80% delle spese da sostenere per il fitto-casa durante il periodo di studio e l’importo massimo mensile viene determinato sulla base delle diarie nette di missione all’estero del personale statale, civile e militare, delle università e della scuola, approvate con il Decreto del Ministro del Tesoro del 27 agosto 1998 e commisurato all’area geografica nella quale è situato l’Ateneo prescelto.
Di sicuro un contributo importante per tutti gli studenti sardi che decidono di continuare il proprio percorso di studi fuori dalla Sardegna.