Archivio

Archivio Agosto 2006

GA SPORT – IL SANT’ANTIOCO CALCIO A 5 SI PREPARA ALLA PROSSIMA C2

30 Agosto 2006 Commenti chiusi

GA SPORT

CALCIO A 5

IL SANT’ANTIOCO CALCIO A 5 SI PREPARA ALLA PROSSIMA C2
Lunedì parte la preparazione agli ordini del nuovo tecnico Maurizio Frau

VAI ALL’ARTICOLO

POLITICA – Soru e il ministro Pecoraro Scanio in volo sul Sulcis Iglesiente

30 Agosto 2006 Commenti chiusi


POLITICA

SORU E IL MINISTRO PECORARO SCANIO IN VOLO SUL SULCIS IGLESIENTE
Sopralluogo nelle aree minerarie dismesse

Il Ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, è arrivato alcuni giorni fa in Sardegna per una visita lampo al Presidente della Regione, Renato Soru e per una breve vacanza nell’Isola.
Numerose le richieste fatte dal governatore della Regione, fra queste anche una che riguarda da vicino la provincia di Carbonia-Iglesias: l’accelerazione delle bonifiche nelle aree minerarie dismesse del Sulcis Iglesiente. Ma Soru ha anche chiesto al ministro maggiori poteri per la Regione in materia ambientale e più risorse, e ha ribadito la necessità che in capo alla Regione vengano messi maggiori poteri (anche commissariali) per le bonifiche e per i parchi nazionali istituiti in tutta la Sardegna.
Il sopralluogo nella zona del Sulcis Iglesiente, ma anche nella zona di Arbus e Guspini, è avventuto tramite un elicottero messo a disposizione della Marina Militare.
“Si apre oggi un confronto con la Regione per capire come tutelare quelle aree nel miglior modo possibile d’intesa con la Regione. Credo che ci possa essere una collaborazione intelligente e prudente”. Sono state queste le parole del ministro Pecoraro Scanio all’uscita sede del palazzo della Regione di Viale Trento a Cagliari.
Mentre il presidente della Regione Sardegna ha affermato, con una certa soddisfazione: “Sono certo che il Ministro dell’Ambiente avrà a disposizione dei fondi per finanziare piani nazionali di bonifica di siti di interesse nazionale e mi aspetto che ci siano soldi per la Sardegna”. Ma Soru non ha perso nemmeno l’occasione per ricordare vertenza che la Regione ha con lo Stato per la questione entrate e ha ribadito come “E’ possibile che a queste opere di bonifica possano partecipare i privati che vogliono investire per il futuro, ma anche i privati che si sono resi responsabili dell’abbandono di questi territori. Penso tra tutti alle imprese che per ultime hanno utilizzato le miniere. Una di queste è sicuramente l’Eni. Credo che anche all’Eni, come la giunta ha recentemente deliberato, si possa chieder conto di alcune attività che devono essere fatte”.
Nell’incontro col ministro è stata affrontata anche la questione delle servitù militari. Pecoraro Scanio ha affermato l’interesse dello Stato per la risoluzione di quest’altro importante “problema” che coinvolge la Sardegna come nessun’altra regione italiana e anche il Sulcis con la base militare nella zona di Teulada e Sant’Anna Arresi. “Daremo tutta la collaborazione possibile per fare in modo che nelle zone di interesse naturalistico di questa regione si facciano iniziative utili e giuste. – ha dichiarato il ministro – Sicuramente la liberazione della Sardegna da alcune servitù militari è una cosa molto importante perchè è una di quelle regioni che ha più sofferto per la presenza eccessiva di servitù militari”.

NELLA FOTO: Il ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

GA SPORT – CALCIO – C. Italia: vincono Carloforte e Monteponi, perde il Carbonia

28 Agosto 2006 Commenti chiusi

GA SPORT

CALCIO

COPPA ITALIA: VINCONO CARLOFORTE E MONTEPONI, PERDE IL CARBONIA
Nell’anticipo di sabato, nel derby il Carbonia non rimonta una rete a un Carloforte rimasto in otto. Bene la Monteponi Iglesias che supera 2-1 la Decimese

VAI ALL’ARTICOLO

GA SPORT – TRIATHLON – A Sant’Antioco vince Carlo Ennas

28 Agosto 2006 Commenti chiusi

GA SPORT

TRIATHLON

A SANT’ANTIOCO VINCE CARLO ENNAS
L’atleta di San Gavino trionfa nella classica antiochense rinata dopo 5 anni di pausa

VAI ALL’ARTICOLO

APPUNTAMENTI – Carloforte: Dall’Isola dell’Isola di una Penisola

24 Agosto 2006 Commenti chiusi


APPUNTAMENTI

CARLOFORTE: DALL’ISOLA DELL’ISOLA DI UNA PENISOLA
Dal 29 Agosto all’1 Settembre nell’Isola di San Pietro la decima edizione della rassegna internazionale di musica, cinema, teatro e danza

Compie dieci anni la rassegna Dall’Isola dell’Isola di una Penisola, organizzata dalla Associazione Botti du Schoggiu a Carloforte, in uno dei tratti di mare più belli della costa sud occidentale della Sardegna.
Il programma della manifestazione, che si svolgerà da martedì 29 Agosto a venerdì 1 Settembre è curato dalla regista Susanna Mannelli ed è composto da un intrigante mix di musica, teatro, cinema.
Gli spettacoli, che come ogni anno richiamano migliaia di residenti e vacanzieri, si svolgeranno principalmente nella parte nord del piccolo paese a pochi passi dal mare, salendo su per le strette stradine fino ad arrivare sotto le mura di cinta dove si trova uno dei quartieri più suggestivi di Carloforte, Le Casinee. E’ in questo luogo di confine tra il paese antico e le più recenti costruzioni, che da dieci anni prende vita il festival; proprio lì vicino, molto vicino alla bocca di vento maestro che congiunge il vecchio con il nuovo. Per quattro giorni Porta Leone, Le Casinee e il Giardino del Forte Santa Teresa diventeranno il luogo dell’incontro artistico, culturale e sociale che ogni anno si veste di nuovi suoni, immagini, emozioni e sapori.

Si inizia dunque martedì 29 Agosto alle ore 20.30, quando da piazza Repubblica la compagnia toscana dei Cantieri Ikrea darà il via al festival con una travolgente parata teatrale in stile zigano dal titolo Babuska: love macht che accompagnerà il pubblico fino a Porta Leone dove alle ore 22 andrà in scena lo spettacolo Creature, riscrittura circense del Cantico delle Creature di San Francesco d’Assisi. Creature, un progetto di cooperazione internazionale che ha portato gli ideatori di questo lavoro a Nairobi mettendoli in contatto con un gruppo di acrobati della città africana, nasce dalla commistione tra il teatro di strada, le feste di piazza e la drammaturgia della festa, patrimonio dell’esperienza trentennale del regista e scenografo Marcello Chiarenza unita all’esperienza di Alessandro Serena che proviene da una delle famiglie circensi più famose, gli Orfei.
La prima giornata sarà chiusa alle 23.30 dal concerto jazz tenuto dal trio Gavino Murgia (sax), Luciano Biondini (fisarmonica) e Jarrod Cagwin (percussioni).

Dalla mattina della seconda giornata (mercoledì 30 Agosto) spazio anche agli appuntamenti dedicati ai bambini con i burattini di Gennaro Ponticelli che racconteranno Le avventure di Pulcinella (ore 12 e ore 20.00), e alle “passeggiate musicali” con i Camillocromo. La serata inizia alle ore 21 con la prima serie di proiezioni di documentari e cortometraggi della rassegna Dauvea?! ospitata anche quest’anno nel ritrovato Giardino di Note e prosegue con il teatro alle 22. Sul palcoscenico di Porta Leone l’attrice Paola Roman racconta Stranalandia, tratto dall’omonimo libro di Stefano Benni. Torinese, Paola Roman ha studiato con Gassman e lavorato con Sergio Liberovici, Guido Ceronetti e Carlo Cecchi. Fine serata dedicata al jazz con Furio di Castri al contrabbasso e Gianluca Petrella al trombone.

Giovedì 31 Agosto, al mattino, ancora appuntamenti per i più piccoli con i burattini di Gennaro Ponticelli e con il laboratorio (inizio ore 10) Gli spaventapasseri rivolto ai bambini fra i 5 e gli 11 anni. Gli spaventapasseri realizzati sfileranno poi per le vie di Carloforte a partire dalle ore 18.30 insieme a musicisti e trampolieri. La sera, dopo l’appuntamento con la rassegna di corti e documentari, sul palco di Porta Leone un gradito ritorno, quello con il danzatore Frey Faust. L’artista statunitense, che quest’anno si esibirà in coppia con la danzatrice Francesca Pedullà, presenta la nuova coreografia dal titolo Coeur Farouche.
Chiusura di serata con la musica senegalese dei Guney’s Africa (ore 23.30 Giardino di Note).

La decima edizione del festival Dall’Isola dell’Isola di una Penisola si chiuderà venerdì 1 Settembre. Dopo il consueto programma per i bambini che si terrà al mattino a partire dalle ore 12 e gli aperitivi musicali per le strade carlofortine, gli appuntamenti della serata avranno inizio alle 21.15 nello spazio del Giardino di Note dove andrà in scena Ivan lo scemo, spettacolo teatrale di figura e attore, la nuova produzione del gruppo teatrale Cronopios, diretto da Susanna Mannelli, con Angela Plaisant, Felipe Moretti e Matteo Culurgioni e alle 22.30 Mirabilia spettacolo di teatro d’ombre, burattini, e disegni animati in undici quadri, di e con Alessandra Amicarelli.

Nei giorni della rassegna si potranno infine visionare le opere realizzate dagli artisti europei che hanno partecipato alle tre edizioni dell’iniziativa Progetto Arte Aperta:
P. Cattaneo, M. Cortese, C. Cremers, A. Fontanin, C. Giuliano, N. Istv?an, M. Prevoo, A. Zecca, M. Privileggi, G. Borgarello, A. V. Engelen, P. Hrubesch, T. Wehage, D. Baldo, L. I. Delhove, M. Teleri Biason, M. Ferrero, T. Canfari, L. Gariglio, M. Mondino, L. Golaszczyk, M. Fontana. Gli interessati possono contattare l’artista Marta Fontana al numero telefonico 3280564705.

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

INTERNET – E’ nato www.isoladisantantioco.it

22 Agosto 2006 2 commenti

INTERNET

E’ NATO WWW.ISOLADISANTANTIOCO.IT
L’isola del Mediterraneo, tra verde e azzurro…

Da un po’ di tempo è nato un nuovo e interessantissimo sito che parla di Sant’Antioco, l’indirizzo web è www.isoladisantantioco.it.

INTRO
Il sito isoladisantantioco.it è un progetto di documentazione culturale e storica dell’Isola di Sant’Antioco.
Nasce essenzialmente da un concetto di fondo: l’idea del Mediterraneo, delle sue acque azzurre che bagnano le nostre coste, il verde e il profumo intenso della macchia mediterranea, il sole accecante, le rovine dimenticate della civiltà nuragica. Unitamente alla Sardegna, l’Isola di Sant’Antioco si trova al centro di questo mare-continente e in alcuni momenti della sua storia è stato un fiorente crocevia di scambi commerciali, di genti, di popoli e di culture che transitavano nell’antico porto di Solki. Un concetto mai considerato che andrebbe invece esaltato nella promozione turistica, nella valorizzazione del territorio e della cultura locale. Ed è forse proprio quest’ultima che cerca di essere valorizzata nel sito, la cultura espressa dai siti archeologici millenari, delle tradizioni delle sue genti, dei suoi costumi, e delle sue espressioni culturali e artistiche. Piuttosto che alberghi e industria pesante, bisogna scorgere nella cultura il luogo ideale dello sviluppo turistico ed economico del territorio: eventi artistici, letterari, culturali, mostre, valorizzazione dei siti archeologici e storici, recupero delle tradizioni locali devono essere il motore trainante dello sviluppo del territorio.

IL SITO WEB

Isoladisantantioco.it è composto da 5 sezioni principali.
La sezione Storia in cui si passano in rassegna i principali siti storici e archeologici dell’isola: il tophet, la necropoli, il castello sabaudo, il percorso dei nuraghi disseminati nell’isola, oltre a dare un’ampia documentazione sui reperti che ci hanno lasciato le varie dominazioni: i fenici, i cartaginesi, i romani.
La sezione Cultura invece è dedicata in particolar modo al poeta dimenticato, nativo di Sant’Antioco, Stefano Susini, di cui sono presenti delle raffinate poesie sull’Isola. All’assessorato Cultura Sport Spettacolo di Sant’Antioco pensano sia un grintoso terzino di faccia della Nazionale. La sezione contiene inoltre un articolo sulla famosa tessitura del Bisso di Chiara Vigo, il progetto di recupero culturale di Italia Nostra in località Turri, un passaggio del libro del viaggiatore francese Valery, Viaggio in Sardegna, in cui descrive i momenti e le impressioni suscitate in lui dall’isola.
La sezione Paesaggi, oltre a una dettagliata mappatura dei nuraghi dell’isola, tratta la descrizione morfologica, floristica e faunistica dell’Isola di Sant’Antioco.
Mentre nella sezione Immagini sono contenute delle bellissime foto sull’isola, sul paese e sul patrimonio archeologico. La sezione Sociale è la parte più attuale, quella che cerca di far riemergere le cose positive prodotte dai giovani. Una descrizione del lavoro della Yantra Multimedia, antesignana della promozione del territorio e della valorizzazione culturale e del sito Tuttosantantantioco.it, ottimo sito sull’Isola. E’ ancora in progettazione la sezione sul Lavoro che vede gli argomenti scottanti del nostro territorio: reddito continuo, disoccupazione, lavoro nero turistico, mancanza di prospettive per i giovani.

COLLABORA !

Il sito non è a fini di lucro, non ospita sponsor nè pubblicità nè è patrocinato dal comune e sostiene esclusivamente quelle realtà che si muovono realmente per valorizzare l’isola. Creare un network, è il fine di isoladisantantioco.it. Per questo chiunque sia interessato a curare la propria sezione, pubblicare articoli e riflessioni, documentazione
fotografica o qualsiasi idea gli balenasse per la mente è pregato di scrivere ai seguenti indirizzi mail:
collabora@isoladisantantioco.it
info@isoladisantantioco.it
webmaster@isoladisantantioco.it

Ringraziamenti: Massimo rispetto a Matteo della yantramultimedia.com, Giacomo, lo staff della Gazzettantiochense, Tuttosantantioco.it, a tutti i giovani di Sant’Antioco emigrati e lavoratori.

Alberto, webmaster di www.isoladisantantioco.it

Riferimenti: ISOLADISANTANTIOCO.IT

CRONACA – A Portovesme arrivano i russi

22 Agosto 2006 Commenti chiusi

CRONACA

A PORTOVESME ARRIVANO I RUSSI
Lo stabilimento Eurallumina nelle mani del gruppo Rusal

Svolta davvero storica per l’Eurallumina, lo stabilimento di Portovesme che produce ossido di alluminio dal trattamento delle bauxiti. Nei giorni scorsi infatti il colosso mondiale Rio Tinto (cioè la multinazionale Comalco) ha ceduto il 56,2 per cento dell’impianto al gruppo russo Rusal, un impianto che ha una capacità produttiva di un milione e trecentomila tonnellate all’anno di allumina.
Al momento però il trasferimento delle azioni dal leader mondiale della metallurgia non ferrosa, cioè la Rio Tinto, a Rusal è stato congelato in quanto la Glencore, che possiede diritto di prelazione sull’acquisto del pacchetto azionario di Comalco, deve prendere una decisione. Tale diritto di prelazione della multinazionale svizzera Glencore scadrà tra 60 giorni, se deciderà di frapporsi nell’operazione, i russi dovranno cedere tutti i diritti sanciti nell’accordo preliminare di vendita a favore di Glencore.
Al di là di ciò, questa importante operazione finanziaria ha suscitato davvero molto scalpore, innanzitutto perchè la Comalco già dispone di ingenti giacimenti di bauxite in Australia ed è quindi in grado di governare da posizione indipendente il mercato dell’ossido di alluminio, ma anche per il fatto che è stata portata avanti con grande riservatezza nei mesi scorsi tra i due colossi mondiali, ed ora in tanti si chiedono quali saranno le ripercussioni di tale operazione nei mercati finanziari ma anche nel territorio del del Sulcis Iglesiente e nel suo sistema industriale.
Ma a spiegare questa complessa e costosa operazione finanziaria c’è prima di tutto l’interesse della multinazionale russa (al terzo posto nella graduatoria mondiale dei produttori di alluminio primario) di disporre di notevoli quantità di allumina per alimentare le celle elettrolitiche degli stabilimenti dell’ex Urss. Lo stabilimento di Portovesme non poteva quindi che far gola ai russi.
Ci sono molte perplessità, tuttavia molti vedono positivamente l’eventuale sbarco dei russi a Portovesme, in quanto potrebbe rivitalizzare il mercato e l’intera attività del polo industriale sulcitano. L’arrivo del gruppo russo in Eurallumina potrebbe infatti avere importanti ripercussioni anche sugli approviggionamenti di allumina da parte di Alcoa, l’impianto dell’altra multinazionale (controllata dagli americani) che opera accanto nel polo di Portovesme e che viene regolarmente rifornita dall’Eurallumina.
Ma soprattutto sembra delinearsi un nuovo scenario sul fronte della questione energetica di cui tanto si è discusso negli ultimi mesi e che hanno persino messo in dubbio il futuro delle fabbriche di Portovesme dopo le recenti inchieste dell’Unione Europea sugli sgravi fiscali sull’olio combustibile concessi alla fabbrica di ossido di alluminio dallo Stato italiano: se infatti un colosso mondiale come Rusal ha avviato le citate operazioni finanziarie per rilevare la maggioranza delle azioni della società Eurallumina, significa che la questione energetica con molta probabilità sarà risolta positivamente.
Messaggi confortanti e beneauguranti arrivano anche dalla portavoce della Rusal, Vera Kurochkina, che ha affermato che la produzione del colosso russo aumenterà di 600 mila tonnellate. Ciò significa che anche i lavoratori non dovranno avere preoccupazioni in quanto i livelli di occupazione saranno mantenuti e, forse, aumentati.
Il futuro dell’Eurallumina e dei suoi lavoratori sembra dunque positivo, l’unica incognita è rappresentata da come si muoverà la Glencore. Per saperlo non rimane che aspettare 60 giorni.

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

APPUNTAMENTI – Ai confni tra Sardegna e Jazz – XXI Edizione

21 Agosto 2006 Commenti chiusi


APPUNTAMENTI

AI CONFINI TRA SARDEGNA E JAZZ – XXI EDIZIONE
Sant’Anna Arresi, dal 22 Agosto al 7 Settembre

Sta per iniziare l’attesissimo festival internazionale di musica Jazz che ogni anno accolgie nel Sulcis Iglesiente i più grandi talenti e interpreti internazionali di questa musica.
Come sempre organizzato dall’Associazione Punta Giara di Sant’Anna Arresi quest’anno, per la sua Ventunesima edizione, il festival si sposta in diversi luoghi fra i più suggestivi del nostro territorio, dall’Anfiteatro Piazza Marmilla a Carbonia al Borgo Medievale di Tratalias, dalla Miniera di Monteponi a Iglesias alla Necropoli Prenuragica nel Villaggio Montessu a Villaperuccio, dalla Reggia Punico-Fenicia del Monte Sirai al Tempio di Antas. Scenari incantevoli per accogliere musica incantevole.
Anche quest’anno naturalmente ospiti di primo livello, questa edizione ospita infatti artisti di rango internazionale e acclamati dagli appassionati del genere, dai Buena Vista Social Club al Chicago Jazz Ensemble Septet, da Steve Coleman all’ex Police, Steward Copeland.
Insomma tanti appuntamenti da non perdere per gli appassionati di questo genere musicale ma non solo.

PROGRAMMA

22 AGOSTO – CARBONIA – Anfiteatro Piazza Marmilla – Gratuito

“DEDICATE TO PAT METHENY” (Coproduzione Originale)
BIG BAND DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA JAZZ DI CAGLIARI
Paolo Carrus (Pianoforte), Roberto Frailis (Sax), Valeria Gentili (Sax), Mauro Perrotta (Sax), Enrico Manca (Sax), Alessandro Medici (Sax), Andrea Morelli (Sax), Walter Alberton (Sax), Gianfranco Faret (Sax), Marco Argiolas (Sax), Enrica Palla (Tromba), Manuel Mulas (tromba), Maurizio Pasotti (Tromba), Carlo Dessì (Tromba), Giuseppe Salis (Trombone), Antonello Gallo (Trombone), Guido Murgia (Trombone), Andrea Meleddu (Pianoforte), Giampaolo Vedele (Pianoforte), Massimo Battarino (Contrabbasso), Francesco Santucci (Batteria), Nicola Monari (Batteria), Paolo Assiero Brà (Basso Elettrico).

27 AGOSTO – TRATALIAS – Borgo Medievale – Gratuito

Associazione Culturale Punta Giara e Scuola Civica di Musica di Cagliari

“DEDICATE TO PAT METHENY” (Coproduzione Originale)
BIG BAND DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA JAZZ DI CAGLIARI

UMBERTO PETRIN SOLO
Umberto Petrin (Piano)

28 AGOSTO – TRATALIAS – Borgo Medievale – 5 Euro

GARRISON FEWELL – FRANK DAWSON DUO (Produzione Originale)
Garrison Fewell (Chitarra), Frank Dawson (Chitarra)

BOBBI WILSYN QUARTET
Peter Saxe (Piano), Dan Anderson (Contrabbaso), Dana Hall (Batteria), Bobbi Wilsyn (Canto)

28 AGOSTO – TRATALIAS – Borgo Medievale – 5 Euro

CHICAGO JAZZ ENSEMBLE SEPTET (Produzione Originale)
Frank Dawson (Chitarra), Peter Saxe (Piano), Tim Coffman (Trombone), Scott Hall (Tomba), Jarrard Harris (Sax), Dana Hall (Batteria), Dan Anderson (Basso)

30 AGOSTO – IGLESIAS – Miniera di Monteponi – 10 Euro

BUENA VISTA SOCIAL CLUB presents…
“Guajiro Mirabal, Cachaíto López, Manuel Galbán y Aguaje Ramos”
(Esclusiva)

Guajiro Mirabal (Tromba), Cachaito Lopez (Contrabbasso), Manuel Galban (Chitarra), Aguaje Ramos (Trombone), Javier Zalba (Clarinetto, Flauto e Sax), Idaia Valdés (Canto), Robertico Fonseca (Piano e Tastiera), Filiberto Sanchéz (Timbales), Angel Terry (Bongos e Congas), Carlos Calunga (Canto), Luis Alemany (Tromba)

31 AGOSTO – Villaperuccio Montessu, Necropoli Prenuragica – 5 Euro

“SO WATH” (Produzione Originale)
BIG BAND DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA JAZZ DI CAGLIARI + ARCHI

Dirige BUTCH MORRIS

Paolo Carrus (Piano), Roberto Frailis (Sax), Valeria Gentili (Sax), Mauro Perrotta (Sax), Enrico Manca (Sax), Alessandro Medici (Sax), Andrea Morelli (Sax), Walter Alberton (Sax), Gianfranco Faret (Sax), Marco Argiolas (Sax), Enrica Palla (Tromba), Manuel Mulas (tromba), Maurizio Pasotti (Tromba), Carlo Dessì (Tromba), Giuseppe Salis (Trombone), Antonello Gallo (Trombone), Guido Murgia (Trombone), Andrea Meleddu (Pianoforte), Giampaolo Vedele (Pianoforte), Massimo Battarino (Contrabbasso), Francesco Santucci (Batteria), Nicola Monari (Batteria), Paolo Assiero Brà (Basso Elettrico) Simone Sfameli (Batteria), Simone Schirru (Chitarra), Alberto Fiori (Pianoforte) Silvia Bolognesi (Contrabbasso)

1 SETTEMBRE – CARBONIA – Reggia Punico-Fenicia Monte Sirai – 10 Euro

STEVE COLEMAN and FIVE ELEMENTS

STEVE COLEMAN (sax), JEN SHYU (vocals), JONATHAN FINLAYSON (trumpet), TIM ALBRIGHT (trombone), THOMAS MORGAN (bass), DAFNIS PRIETO (drums)

“GUITTO GARGLE” – VINCITORI SEMINARIO 2005
Piero Bittolo Bon (Sax), Simone Sfameli (Batteria), Simone Schirru (Chitarra), Alberto Fiori (Pianoforte) Silvia Bolognesi (Contrabbasso)

3 SETTEMBRE – CARBONIA – Reggia Punico-Fenicia Monte Sirai – 10 Euro

WORLD SAXOPHONE QUARTET
“EXPERIENCE”
TRIBUTE TO JIMI HENDRIX

David Murray (Tenor sax, bass clarinet), Oliver Lake (alto saxophone), Hamiet Bluiett (baritone saxophone), Bruce Williams (curved soprano & alto saxophone), Jamaaladeen Tacuma (bass), Craig Harris (Trombone), Lee Pearson (drums)

7 SETTEMBRE – Fluminimaggiore – Tempio di Antas – 10 Euro

LA NOTTE DELLA TARANTA (Esclusiva)

Dirige STEWART COPELAND
Stewart Copeland (Drums), Vittorio Cosma (Piano), Giacomo Tringali (Percussions), Giancarlo Parisi (Flute, Sax), Mauro Refosco (Percussions), Roberto Zanisi (Perc. Buzouki, Cumbus, Guitar), Emanuele Licci (Voice), Ninfa Giannuzzi (Voices), Enza Pagliara (Voices), Antonio Marra (Drums), Alessandro Monteduro (Percussions), Silvio Cantoro (Bass), Marco della Gatta (Keyboards), Roberto Gemma (Accordion), Francesco del Prete (Fiddle), Carlo de Pascali (Frame), Antonio Castrignanò (Frame) Mauro Durante (Frame)

________________________________________________________________________

Per tutte le informazioni, gli abbonamenti e i biglietti collegarsi al sito ufficiale della manifestazione: www.santannarresijazz.it

NELLA FOTO: Steve Coleman, uno degli artisti più attesi al festival.

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

Riferimenti: AI CONFINI TRA SARDEGNA E JAZZ

CRONACA – Ancora disagi nella Sanità: a Iglesias chiuderanno due ospedali

11 Agosto 2006 1 commento


CRONACA

ANCORA DISAGI NELLA SANITA’: A IGLESIAS CHIUDERANNO DUE OSPEDALI
Resterà operativo solo il “CTO”

Caos nella sanità del Sulcis Iglesiente. E’ infatti in arrivo una vera e propria rivoluzione nei vari presidi ospedalieri della Asl numero 7, quella del nostro territorio.
I tagli regionali si abbatteranno senza pietà sugli ospedali del Sulcis Iglesiente e, in particolare, su quelli con sede a Iglesias. La cittadina capoluogo vedrà infatti ridotte da tre a soltanto uno il numero dei suoi nosocomi. Questo quanto previsto dal piano regionale della Sanità.
Le integrazioni al piano dei servizi sanitari regionale prevedono infatti che nella Asl 7, accanto all’ospedale “Sirai” di Carbonia, resti operativo come ospedale di rete soltanto il “Cto” di Iglesias, mentre il “Santa Barbara” sarà riconvertito a struttura per le post acuzie e per la lungodegenza dei malati.
La mannaia della Regione si abbatte perciò senza pietà sugli ospedali iglesienti, con gravi ripercussioni sulla sanità di tutto il territorio.
Sorprende, e non poco, anche la decisione della chiusura dell’ospedale “Crobu”, un vero e proprio gioiello della pediatria di tutta la Sardegna che, in futuro, trasferirà molte delle sue competenza al “Cto” e diventerà una struttura territoriale per attività ambulatoriali e specialistiche. I trasferimenti dovrebbero iniziare a Settembre dal “Crobu” al “Cto” col passaggio di Otorinolaringoiatria e, poco dopo, di Pediatria.
Sono subito piovute critiche e lamentele dal mondo politico, sindacale ma anche da tanti cittadini che vedranno diminuire drasticamente l’offerta sanitaria del territorio.
Gian Piero Piras, segretario dell’Anaao (l’associazione medici dirigenti), afferma che si tratta di “un ridimensionamento e un impoverimento dell’assistenza pediatrica. Il primo passo per chiudere la chirurgia pediatrica e smantellare le professionalità che qui si sono formate. Che ne sarà dei servizi per affrontare malattie sociali come talassemia, diabete e celiachia? ?”. Ma dure critiche arrivano anche dalla politica. Giorgio Oppi, ex assessore regionale della Sanità, lamenta che “la sanità non si risana tagliando i servizi”. Paolo Fogu denuncia invece il silenzio della giunta comunale.
Quel che è certo, senza ombra di dubbio, è che a risentire di questi tagli saranno soprattutto gli abitanti del Sulcis Iglesiente e, in particolar modo, tutti i malati che avevano come punto di riferimento gli ospedali iglesienti.

NELLA FOTO: L’ospedale “F.lli Crobu”, destinato alla chiusura.

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

ATTUALITA’ – I dati di Goletta Verde in Sardegna

9 Agosto 2006 Commenti chiusi


ATTUALITA’

I DATI DI GOLETTA VERDE IN SARDEGNA
Nel Sulcis Iglesiente tre stelle, quindi mare inquinato, solo a porto Paglietto a Portoscuso

Anche quest’anno Legambiente ha effettuato i suoi oramai classici controlli nelle acque di tutta Italia e anche nel mare della Sardegna.
Verdetto shock per la Costa Smeralda, il cui mare non ha superato i controlli della Goletta Verde. Bocciata dai controlli la spiaggia di Pevero, gioiello a pochi chilometri da Porto Cervo. Ma le provette di acqua marina prelevate da Goletta Verde hanno bocciato altre sei note località balneari della Sardegna, prima fra tutte la spiaggia di cagliari e Quartu, il Poetto proseguendo con Baunei, Castiadas, Cuglieri e, per quanto riguarda il nostro territorio, Portoscuso e la sua spiaggia di Porto Paglietto. Inoltre, a Orosei e Porto Torres le analisi hanno messo in evidenza uno stato di forte compromissione ambientale.
Al termine della consueta campagna di Goletta Verde, si è tenuta la tradizionale conferenza stampa che ha riassunto i risultati dei 58 campionamenti eseguiti in giro per la Sardegna. Le analisi hanno messo in evidenza la presenza di Coliformi fecali, Streptococchi fecali e di Esterichia coli, batteri che vivono esclusivamente nell’intestino umano.
Il giudizio assegnato da Goletta Verde a queste località ritenute “inquinate” è riassunto con tre asterischi, il che significa che uno o più parametri risultano cinque volte superiori ai limiti massimi previsti dal Dpr 470/82.
Il peggiore risultato in assoluto lo hanno ottenuto la Foce del Riu Mannu, a Porto Torres, e quella del Cedrino in Comune di Orosei, bocciate addirittura con quattro stelle (mare molto inquinato).
Come detto, dalle analisi effettuate nel Sulcis Iglesiente, solo il mare di Porto Paglietto, a Portoscuso, è risultato essere leggermente inquinato.
I risultati premiano dunque, quasi totalmente, il mare del Sulcis Iglesiente.

NELLA FOTO: La spiaggia di Porto Paglietto a Portoscuso

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM