Archivio

Archivio 6 Settembre 2006

Le News del Sulcis Iglesiente

6 Settembre 2006 Commenti chiusi

GA NEWS

DICEMBRE 2006

FLUMINIMAGGIORE - Il Comune ha istituito l’Organo di controllo strategico per la valutazione del raggiungimento degli obiettivi programmatici. Il Comune inoltre disporrà di un finanziamento di ben 62 mila euro concesso dall’assessorato regionale del lavoro per l’annualità 2006 del progetto “Sardegna fatti bella”.

PORTOVESME - Finalmente una soluzione per la vertenza alla Ila di Portovesme, fabbrica di estrusi di alluminio. La maggioranza del pacchetto azionario è stato acquisito da un gruppo bergamasco che ha garantito il rilancio della fabbrica. C?è stato anche un incontro col consiglio di fabbrica ed i capi reparto con i quali si è discusso per la ripresa della produzione.

b>IGLESIAS - Il mercato civico sarà aperto tutti i venerdì sera nel mese di dicembre. La decisione per questa iniziativa è stata presa dagli operatori per favorire il rilancio della struttura e del centro storico del capoluogo durante il periodo natalizio.

CARBONIA - Cristian Buttazzo, nominato da poche settimane comandante della Compagnia dei Carabinieri di Carbonia, è stato promosso al grado di capitano. 27 anni, pugliese, due lauree, Buttazzo proviene dal Norm di Cagliari.

BINDUA - Giornata di festa per l’associazione mineraria sarda in occasione di santa Barbara, patrona
dei minatori. In mattinata è stata inaugurata la nuova chiesa dedicata alla santa. Presente anche il presidente della Provincia, Pierfranco Gaviano.

NOVEMBRE 2006

SAN GIOVANNI SUERGIU - Dal 25 novembre al 07 dicembre 2006, il Piccolo Bar di Villa Muscas a Cagliari presenta la manifestazione ?INCROCI UNICI?, mostra di quadri del pittore Pietro Paolo BESSERO. Inaugurerà l?evento (il Novembre alle ore 18.30) il poeta?scrittore Claudio Moica di San Giovanni Suergiu (CI) che nell?occasione presenterà il suo libro di poesie ?Oltre lo sguardo?, unitamente all?attore Maurizio Anichini e il chitarrista Salvatore Zedda. L’incasso della vendita del libro andrà a favore del “PROGETTO GEORGIA”, costruzione di una scuola per i bambini della Georgia. L?ingresso è gratuito ed aperto a tutti.

SANT’ANTIOCO - Dal 10 al 12 novembre Special Olympics e Ichnusa Games organizzano nella cittadina lagunare ?Recupero dell?identità e del senso di appartenenza. Incontri sportivi extraprovinciali per Atleti speciali?. All’evento partecipano le delegazioni di San Marino, Toscana e Sardegna. Il 10 la cerimonia di apertura nella sala consiliare del comune di Sant?Antioco.

CARLOFORTE - Alla biblioteca scolastica e civica di Carloforte sono stati donati numerosi libri che raccontano storie di mare, dai classici ai più recenti, nell’ambito del progetto ‘A ottobre piovono libri’, promosso dal ministero per le attività e i beni culturali. L’iniziativa si intitola ‘Storie di mare a Camogli e Carlofortè e ha l’obiettivo di fare conoscere i maggiori capolavori letterari di argomento marinaro. Quarantadue i titoli selezionati (21 per adulti, altrettanti per ragazzi) fra i quali ci sono anche Oceano Mare(Baricco), Attesa sul mare (Biamonti), La ballata del vecchio marinaio (Coleridge), Tifone (Conrad), Il vecchio e il mare (Hemingway), per citarne alcuni.

CARBONIA - Tre milioni e 750 mila euro saranno spesi dal Comune per realizzare opere pubbliche in varie zone della città. Fra le opere previste il completamento della rete viaria e l?urbanizzazione dell?area compresa tra via XVIII Dicembre e via Marche.

CARBONIA - Il vescovo della diocesi del Sulcis Iglesiente, Monsignor Tarcisio Pillola diventerà presto cittadino onorario di Carbonia per via del suo impegno nel sociale, in quanto in tante occasioni si è recato in città per dare solidarietà ai disagiati.

SETTEMBRE 2006

CARBONIA - È stato inaugurato in via Satta, il primo Centro d?ascolto cittadino. Il Centro sarà aperto ogni giorno per persone indigenti o che vivono situazioni di forte disagio e i volontari ascolteranno i problemi degli utenti cercando di dare una mano d’aiuto per risolvere, là dove sia possibile, le difficoltà esternate.

IGLESIAS - È stato costituito un comitato di coordinamento che lavorerà al progetto integrato che riguarda le tecnologie ambientali. Per questo settore sono state presentate ben 34 richieste che potrebbero ottenere finanziamenti Por. Fanno parte del nuovo comitato tre enti pubblici e due privati.

Cultura - Tour nel Sulcis Iglesiente per Salvatore Mereu. Il regista sardo ha visitato diversi luoghi tra il basso Sulcis (Santadi, Narcao, Nuxis, e poi Carbonia) e l’Iglesiente alla ricerca di alcune location per il suo nuovo film dal titolo “Sonetaula”, che è già in lavorazione.

CARBONIA - Il consiglio comunale del capoluogo di Provincia ha deciso di reinvestire i 417 mila euro provenienti dalla legge 37 nell’area artigianale, per il Piano per gli insediamenti produttivi.

SETTEMBRE 2006

CARBONIA - E’ stato approvato, durante l’ultima riunione della giunta, il progetto definitivo per la realizzazione dell’archivio storico della miniera e della città. Individuato anche il luogo dove sorgerà l’archivio: sarà l’edificio a forma di T che si trova
all’interno dell’ex miniera di Serbariu.

IGLESIAS - Il Comune ha scelto i suoi rappresentanti nella Comunità montana. Per il centrosinistra sono stati eletti Roberto Caddeo (Ds), Giuliana Pintus (Margherita) e Rosalba Orsi (Progetto Sardegna). Per il centrodestra Sergio Matzuzzi (FI) e Claudio Rosina (Udc).

CARBONIA - Nella sede dei Ds, in via Domenico Millelire, tutti i giorni dalle 17 alle 20 si possono acquistare libri di scuola usati. Una percentuale del ricavato dalla vendita dei testi scolastici andrà in beneficenza.

CARBONIA - I giardinetti pubblici di Via Liguria, adiacenti alla chiesa della beata Vergine Addolorata, saranno dedicati a Papa Giovanni Paolo II. L’amministrazione ha infatti deciso di rendere omaggio a Carol Woytila e l’inaugurazione avverrà presumibilmente in Dicembre.

CARBONIA - Contributi de minimis per 400 mila euro saranno assegnati dal Comune agli imprenditori che si impegneranno nel campo dell’artigianato artistico. Ognuno potrà ricevere un contributo di ben 50 mila euro.

IGLESIAS - Il sindaco Pierluigi Carta farà sterilizzare i piccioni del capoluogo in quanto arreccano troppi disagi e sono un danno per persone e immobili.

CARBONIA - Il Comune parteciperà al bando Por promosso dalla Regione per finanziare il progetto per modernizzare la scuola Don Milani e abbattere la dispersione scolastica: il finanziamento dovrebbe essere di 400 mila euro.

PORTOVESME - Da circa due mesi i lavoratori della Ila non prendono lo stipendio. I lavoratori hanno così messo in atto l’ennesiomo blocco dei cancelli insieme ai rappresentanti dei sindacati, in attesa di un incontro con la Regione.

PROVINCIA - La Provincia cerca nuovi ingegneri per la costituzione di un elenco di professionisti a cui conferire incarichi collaborativi per lo svolgimento di attività alle quali l’ente non possa far fronte con il proprio personale.

CARBONIA - Da lunedì 4 settembre 50 dipendenti Enap sono sospesi dal lavoro per un mese. La notizia è stata data dal segretario della Cisl scuola, Cesare Spano. I sindacati intraprenderanno azioni di lotta e di protesta.

CARBONIA - Le quarte elementari A e B del primo circolo Grazia Deledda, si sono piazzate seconde al concorso nazionale dell’Enel “Energia in gioco”, grazie a un filmato in cui hanno interpretato una lezione di energia travestendosi da insegnanti e da fonti energetiche. A settembre i vincitori dovranno recarsi a Roma per essere premiati.

Riferimenti: GA FORUM

LETTERE ALLA GA – Sulla Provincia

6 Settembre 2006 1 commento

LETTERE ALLA GA

LA GAZZETTANTIOCHENSE dà spazio a chiunque voglia inviare le proprie lettere ma non si assume alcuna responsabilità su quanto scritto dai lettori.

PER INVIARE LE VOSTRE LETTERE
E-mail: gazzettantiochense@tiscali.it

___________________________________________________________________

SULLA PROVINCIA

C’è un controverso ente politico che in gran parte dei Comuni del Sulcis Iglesiente (esclusa ovviamente Carbonia e neanche tutta Iglesias, forse Portoscuso) quasi non puoi pronunciare senza sentirti scatenare addosso una cascata di improperi e un putiferio di male parole: provincia di Carbonia-Iglesias.
Conosciamo tutti la discussa e discutibile genesi della provincia del Sulcis Iglesiente: essa nacque da una controversa iniziativa referendaria trasversale di qualche anno fa (giugno 2001), che attraverso uno scarsamente partecipato referendum regionale vide l’istituzione popolare di altri 4 enti intermedi.
Operazione chiaramente opinabile non foss’altro per l’esiguità della popolazione sarda e per una densità tra le più basse tra le regioni italiane: naturalmente la classe politica si è ben guardata dal criticare questa strana operazione, allettata anche dalla visione di nuovi incarichi e prebende a portata di mano.
Infatti quando nascono praticamente dal nulla nuovi enti politici creati un po’ forzatamente diciamo la verità (prova ne sia la bassissima affluenza alle urne per eleggere i rappresentanti provinciali come si diceva) si sente sempre puzza di bruciato: alzi la mano chi non ha sempre avuto la sensazione di aver assistito alla nascita di un improbabile carrozzone venuto alla luce per sistemare i trombati alle amministrative di turno: nel caso della Provincia di Carbonia Iglesias una manipolo di ben intenzionati dall’incerto pedigree politico con la tessera di questo o quel partito ma privi di reali competenze.
A ciò si aggiunga l’ulteriore aggravante costituita dallo scetticismo del presidente Soru (e delle più alte cariche del Governo Italiano, ricordate la chiosa di D’Alema secondo la quale le nuove provincie sarde non hanno cittadinanza costituzionale in quanto non esiste una legge nazionale che le legittimi?) che sembrerebbe tentato dal cancellare queste nuove realtà istituzionali, da lui mai molto amate, e la mancanza di fondi nelle casse regionali farebbe veramente propendere per questa soluzione. A perplessità aggiungiamo ulteriore scetticismo con le casse del governo centrale, impegnate nel difficile risanamento dei conti pubblici, che non sono certo disposte a caricarsi un onere annuo così gravoso.
Per dirimere la controversia tra difensori dell’Ente e suoi detrattori basterebbe mettere quindi sul piano della bilancia le cose fatte dalla stessa dopo un anno di lavoro amministrativo (qualcosina si sarebbe dovuto fare).
Per farlo bisognerebbere lasciar perdere gli spot elettorali di Canale 40 fatti di auto-referenziali interviste al presidente Gaviano e la scontata accusa di sperpero di denari pubblici per pagare stipendi di migliaia di euro ai nostri governanti provinciali.
Un utile aiuto può essere il sito della Provincia di Carbonia Iglesias visto che sulle più importanti reti e giornali nazionali la questione non esiste in quanto la Provincia stessa, come dicevamo, è illeggittima per lo stato italiano e su quelli regionali essa è trattata alla stegua di mera notiziola accessoria.
Cosi tra una delibera che prevede pingui rimborsi per le trasferte istituzionali e un piano turistico locale che risulta carta morta per mancanza di fondi; tra un rapporto d’Area ma realizzato dal Centro Regionale di Programmazione e varie iniziative a termine come vari progettini sull’Ambiente e sull’inserimento lavorativo di (pochi) soggetti svantaggiati qual’è alla fin fine la questione la questione più interessante per i giovani disoccupati del Sulcis ?
Ma ovvio: è quella relativa ai concorsi per laureati a tempo determinato banditi dalla Provincia del Sulcis Iglesiente.
Tutto alla luce del sole dunque quindi e tante opportunita lavorative per tutti ?
Ma nulla di tutto ciò perchè siamo stati inondati da una marea di contratti a termine di 6 e 24 mesi che sono un esile palliativo di fronte all’emorragia di giovani sulcitani che continuano ad emigrare e non possono certo aspettare i risultati della Progettazione Integrata.
Inoltre si parla di parole grosse volate tra gli stessi esponenti di maggioranza e/o minoranza sul modo di espletare i concorsi. Si spera quindi che i nostri amministratori non si stiano già adoperando per sistemare i propri personalissimi accoliti in questi tanto agognati posti pubblici.
Non vorremmo assistere all’ennesima fregatura, alla patetica messinscena di vedere ingegneri e/o geometri, psicologi e/o pedagogisti provenienti dai paesi dei nostri amministratori e assessori, alla faccia di coloro che hanno studiato e posseggono un buon curriculum, alla faccia della trasparenza e onestà amministrativa e che rischiano di stare alla finestra di fronte a questa opportunità, seppur a termine.
Se così fosse il futuro prossimo prevede una marea di ricorsi che paralizzerebbe l’attività amministrativa della provincia: almeno questa è la nostra minaccia se tutti i più elementari requisiti di trasparenza non verranno rispettati.
Se questi foschi presagi si avvereranno sarà un duro colpo per una Provincia sorta tra tante perplessità continuerà magari a vivacchiare sotto un cono d’ombra fatto di tanti, troppi sospetti e maldicenze.

Un gruppo di giovani laureati del SULCIS

_____________________________________________________________________

INVIATE LE VOSTRE LETTERE A
gazzettantiochense@tiscali.it