Archivio

Archivio Settembre 2006

ATTUALITA’ – Buggerru, primo viaggio sul trenino delle miniere

14 Settembre 2006 Commenti chiusi


ATTUALITA’

BUGGERRU, PRIMO VIAGGIO SUL TRENINO DELLE MINIERE
La prima corsa nelle viscere della montagna è stata riservata agli ex minatori

Si è finalmente svolto il primo viaggio ufficiale del trenino della galleria Henry e ad effettuarlo non potevano che essere loro, gli anziani ex minatori di Buggerru.
I rintocchi della campanella della locomotiva hanno dato il via libera alla prima corsa del “trenino delle miniere” e gli ex minatori hanno raccolto l’invito del sindaco Silvano Farris che ha deciso di riservare il posto d’onore a loro e hanno preso posto all’interno del trenino, chi con il casco personale, chi con i giubbini della Società Italiana Miniere (SIM), chi con gli adesivi dell’ultima occupazione delle gallerie, tutti molto emozionati di poter riprovare la sensazione di entrare ancora in quei magici luoghi. E tutti sotto la supervisione dei minatori dell’IGEA SPA.
Il piccolo trenino si è mosso alle 11.15, proseguendo lentamente sulle ruote metalliche e sui binari in un’atmosfera irreale e nel silenzio quasi totale. Il treno ha così percorso i 960 metri della galleria Henry attraverso traverse, crociere e le prese a mare che servivano per l’areazione della struttura, quando il trenino marciava alimentato a carbone.
La galleria è stata rimessa a nuovo dai minatori dell’IGEA SPA, rispettando naturalmente il vecchio tracciato ma dotandola di tutti i più sofisticati sistemi di sicurezza, tanto che il percorso è seguito da una stazione di controllo posta all’esterno.
L’opera riveste sicuramente una notevole importanza e una grande possibilità di sviluppo per Buggerru e tutto il suo stupendo territorio, di sicuro darà nuovo impulso al turismo.
Per le visite turistiche il trenino partirà dalla stazione esterna, percorrerà tutta la galleria Henry sino al piazzale posto alla fine del tragitto poi girerà per ritornare verso Buggerru; mentre i passeggeri percorreranno invece al contrario la strada del ritorno attraverso un percorso a piedi esterno che costeggia il mare, molto suggestivo e incantevole, interamente scavato nella roccia. Il tragitto che i passeggeri fanno è identico a quello che i minatori percorrevano durante i loro turni di lavoro, dalla fronte di scavo del minerale sino agli impianti di lavaggio e arricchimento. Tutto il percorso rappresenta un vero e proprio tuffo nel passato, nella storia di Buggerru e delle miniere di quel territorio.
“Stiamo discutendo con la giunta regionale e con la società IGEA SPA – ha affermato il sindaco di Buggerru, Silvano Farrisin merito alla possibilità di concordare le modalità per l’acquisizione della struttura in modo da curarne la gestione a livello comunale”.
Sarebbe davvero importante per la cittadina iglesiente poter gestire il tutto indipendentemente. Rimane comunque il fatto che questo trenino e lo sviluppo dal punto di vista turistico delle miniere potrà essere il volano per la rinascita del territorio e per la sua economia.

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

SPONSOR
PARSHIP.IT
TROVA QUALCUNO VERAMENTE SPECIALE !!!
Conoscersi, incontrarsi, innamorarsi!

POLITICA – La Regione ha il suo Piano Paesaggistico

13 Settembre 2006 8 commenti

POLITICA

LA REGIONE HA IL SUO PIANO PAESAGGISTICO
Soddisfazione per il governatore Soru

La Sardegna ha finalmente il proprio Piano Paesaggistico, quindi uno strumento di pianificazione territoriale che fissa regole certe e soprattutto che impone vincoli severi alle costruzioni nelle coste della Sardegna.
Grande soddisfazione per Renato Soru, il presidente della Regione Sardegna che ha fortemente voluto questo Piano Paesaggistico e che ha dichiaratao che “La giunta e la maggioranza hanno tenuto fede a un impegno preso in campagna elettorale, che per noi era un punto fondamentale del nostro programma. La Sardegna, adesso, è salva: esiste mediamente una fascia costiera di tre chilometri dal mare dove non si potrà costruire nulla. Il territorio sardo non sarà più consumato”. Parole dettate dalla felicità per aver ottenuto un obiettivo per lungo tempo inseguito.
Il sì della giunta al Piano è arrivato dopo la lettura, da parte dell’assessore Gian Valerio Sanna, della relazione che ripercorreva tutte le tappe del lunghissimo iter che aveva visto la bocciatura (per difetto di tutela) da parte del Consiglio di Stato di 13 dei 14 Piani Paesistici della Sardegna. Sanna ha poi illustrato le modifiche e novità contenute nel testo finale rispetto alle norme già adottate dalla giunta: è scomparsa la tabella dei livelli di tutela paesaggistica ( che è stata motivo di duro contrasto con la Commissione) ed è stato introdotta una sorta di flessibilità nei vincoli, a seconda della natura e della posizione delle aree rispetto al mare.
Il punto fermo e molto importante è però quello secondo cui nelle zone in cui non esiste una volumetria non si potrà costruire nulla, mentre sarà possibile intervenire nei centri abitati per riqualificare cubature esistenti, per le quali è anche previsto un premio pari al 25 per cento (via libera quindi a Tom Barrack e alla nuova Costa Smeralda, nonchè ai siti minerari del Sulcis).
Naturalmente rimangono alcuni punti non completamente condivisi, ma si conta di superare ogni perplessità. L’impegno della giunta è quello di dare risposte soprattutto sulle costruzioni nell’agro e sugli interventi di riqualificazione dei siti che dispongono già di una volumetria. Ma per questi aggiustamenti sono previsti interventi attraverso circolari esplicative e la riforma della legge urbanistica regionale.
Gian Valerio Sanna ha confermato e sottolineato la scelta politica dell’esecutivo di vietare ogni tipo di costruzione nelle aree ricadenti nelle zone costiere della Sardegna.
Moderata soddisfazione anche tra i consiglieri di maggioranza che avevano numerose perplessità (soprattutto i DS) che hanno però apprezzato l’accoglimento di numerose osservazioni e hanno accettato di rimandare a una seconda fase la definizione dei punti su cui non esiste ancora il consenso. Il varo definitivo del PPR sarà dato in Giunta Regionale.
Naturalmente nessuna soddisfazione da parte dell’opposizione che ha abbandonato l’aula.

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

SPONSOR
PARSHIP.IT
TROVA QUALCUNO VERAMENTE SPECIALE !!!
Conoscersi, incontrarsi, innamorarsi!

11/09/2001 Per non dimenticare !

11 Settembre 2006 Commenti chiusi


PER NON DIMENTICARE !!!

RUBRICA – Fatti e Misfatti del Sulcis Iglesiente

11 Settembre 2006 1 commento

FATTI E MISFATTI
DEL SULCIS IGLESIENTE

Mercoledì 06 Dicembre
ANCORA TAGLI ALLA SANITA’ NEL SULCIS IGLESIENTE

Quello che tutti temevano si sta avverando.
Da qualche mese si rincorrono notizie sulla chiusura di alcuni ospedali di Iglesias e della riduzione dei servizi sanitari nei nosocomi iglesienti. Molte smentite dagli organi competenti, ma di contro molte conferme alla prova dei fatti. I servizi sanitari del Sulcis Iglesiente si stanno impoverendo sempre di più.
Questa volta è il settore della chirurgia pediatrica che dall?ospedale Fratelli Crobu di Iglesias sarà trasferito a Cagliari. Un altro servizio che si allontana dal nostro territorio dunque, e non è il solo purtroppo.
Questa notizia ha scatenato le proteste del Consiglio provinciale del Sulcis Iglesiente che a quanto pare, oltre alle proteste ufficiali, aprirà una vertenza.
Resta comunque il fatto che, da quando è nata la nuova Provincia, i servizi sanitari piuttosto che migliorare vengono ridotti sempre di più.

Giovedì 21 Settembre
NUOVI TAGLI ALLE CORSE FMS

Le Fms, Ferrovie Meridionali Sarde, intendono ridurre ancora di più i servizi di trasporto nel Sulcis Iglesiente. La notizia è emersa durante un incontro sindacale che si è svolto nei giorni scorsi.
La decisione sembra davvero assurda in quanto non bastano le condizioni assurde alle quali i viaggiatori si devono sottoporre, con mezzi vecchi e scomodi, ora invece si vogliono anche eliminare le già poche corse che collegano il territorio al resto della Sardegna.

Lunedì 11 Settembre
CARBONIA: SERVIZIO ANTINCENDIO SOSPESO PER MANCANZA DI FONDI

I volontari della Protezione Civile impegnati nel servizio antincendio sono stati costretti a gettare la spugna.
Perchè? Non c’è più il carburante per mettere in moto i mezzi di trasporto e le autobotti per il sevizio. Doveva pensarci il Comune ma i rimborsi per l’acquisto del carburante non sono mai arrivati e, di conseguenza, i volontari sono stati costretti a sospendere il servizio antincendio che avrebbe dovuto andare avanti fino alla fine di Settembre.
Una situazione davvero paradossale ma soprattutto assurda vista l’importanza di tale servizio per la sicurezza di tutto il territorio.

Venerdì 25 Agosto
CARBONIA: ANCORA DISAGI ALLE POSTE

L’ennesimo disservizio delle poste. Presentatosi tempo fa in un tutto il Sulcis Iglesiente, oggi sembra interessare in particolare una frazione di Carbonia, Serbariu. Da giorni oramai i cittadini non vedono arrivare il postino alle loro case, e la situazione si complica se ad esserne colpiti sono persone che non possono spostarsi, come anziani non autosufficienti e famiglie sprovviste di automobile. Questi ultimi sono cosí costretti ad arrivare fino alle poste centrali di Piazza Rinascita. Nei prossimi giorni si attende una probabile risposta da parte degli erogatori del servizio. (Daniele Fronteddu)

________________________________________________________________

Vogliamo segnalare tutte le cose che nel Sulcis Iglesiente non vanno…e sono tante !!!
Come lo facciamo ?
Segnalandovi ogni giorno un fatto, o meglio, un misfatto…
Ma potete segnalarceli anche voi, scrivendo alla nostra mail:
gazzettantiochense@tiscali.it
mettendo nell’oggetto “Fatti e Misfatti”.

GA SPORT – CALCIO – Il Carbonia pareggia a Arbus

11 Settembre 2006 Commenti chiusi

GA SPORT

CALCIO

IL CARBONIA PAREGGIA A ARBUS
Nel secondo turno di Coppa Italia poche emozioni e verdetto rimandato

LEGGI L’ARTICOLO

SPONSOR
PARSHIP.IT
TROVA QUALCUNO VERAMENTE SPECIALE !!!
Conoscersi, incontrarsi, innamorarsi!


Riferimenti: GA SPORT

CULTURA – "Emozioni per strada"

7 Settembre 2006 1 commento

CULTURA

“EMOZIONI PER STRADA”
Manifestazione culturale a San Giovanni Suergiu

L’associazione culturale “SUERGIU UNITI NELLA CULTURA” in collaborazione con le “ACLI – Gruppo Le mani amiche”, ha organizzato per sabato 9 Settembre, a San Giovanni Suergiu, la manifestazione culturale denominata “EMOZIONI PER STRADA”.
Dalle ore 18 in punto, numerosi artigiani e artisti esporranno lavori e opere per le strade del paese del Sulcis, terranno viva l’attenzione dei bambini gli artisti de “Il Teatro del sottosuolo” con una spazio di animazione dedicato ai più piccoli; mentre i “Lufema Crew” balleranno la Break-Dance per la gioa dei giovani.
La manifestazione si concluderà con la “Prima Biennale della Poesia – In ricordo di Luciano Matteu”, alle 21.30 in Piazza IV Novembre, in cui verranno premiati i finalisti e si esibiranno attori, musicisti e cantanti. Inoltre, durante la serata verrà messo in vendita dai funzionari Provinciali delle Poste Italiane l’annullo filatelico dedicato al premio letterario. E’ prevista la presenza di autorità politiche, religiose e militari insieme agli artisti affermati provenienti dalla nostra Regione.
Tra gli artisti saranno presenti gli attori Elisa Piano, Maurizio Anichini e Flavio Contini; i musicisti Matteo Pisu, Teo Spigno e Caciwa che proporra in anteprima europea il suo singolo “Israel”. Gradito ospite sarà anche l’ormai famoso Salvatore Zedda di Ortacesus.
A presentare la serata sarà il poeta Claudio Moica, presidente dell’associazione “SUERGIU UNITI NELLA CULTURA”.

Per maggiori informazioni sulla manifestazione:

ASSOCIAZIONE CULTURALE
“SUERGIU UNITI NELLA CULTURA”
Via Grazia Deledda 1
09010 – San Giovanni Suergiu
http://xoomer.alice.it/suergiu
E-mail: suergiu@virgilio.it
Tel. 348/8751717

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

Le News del Sulcis Iglesiente

6 Settembre 2006 Commenti chiusi

GA NEWS

DICEMBRE 2006

FLUMINIMAGGIORE - Il Comune ha istituito l’Organo di controllo strategico per la valutazione del raggiungimento degli obiettivi programmatici. Il Comune inoltre disporrà di un finanziamento di ben 62 mila euro concesso dall’assessorato regionale del lavoro per l’annualità 2006 del progetto “Sardegna fatti bella”.

PORTOVESME - Finalmente una soluzione per la vertenza alla Ila di Portovesme, fabbrica di estrusi di alluminio. La maggioranza del pacchetto azionario è stato acquisito da un gruppo bergamasco che ha garantito il rilancio della fabbrica. C?è stato anche un incontro col consiglio di fabbrica ed i capi reparto con i quali si è discusso per la ripresa della produzione.

b>IGLESIAS - Il mercato civico sarà aperto tutti i venerdì sera nel mese di dicembre. La decisione per questa iniziativa è stata presa dagli operatori per favorire il rilancio della struttura e del centro storico del capoluogo durante il periodo natalizio.

CARBONIA - Cristian Buttazzo, nominato da poche settimane comandante della Compagnia dei Carabinieri di Carbonia, è stato promosso al grado di capitano. 27 anni, pugliese, due lauree, Buttazzo proviene dal Norm di Cagliari.

BINDUA - Giornata di festa per l’associazione mineraria sarda in occasione di santa Barbara, patrona
dei minatori. In mattinata è stata inaugurata la nuova chiesa dedicata alla santa. Presente anche il presidente della Provincia, Pierfranco Gaviano.

NOVEMBRE 2006

SAN GIOVANNI SUERGIU - Dal 25 novembre al 07 dicembre 2006, il Piccolo Bar di Villa Muscas a Cagliari presenta la manifestazione ?INCROCI UNICI?, mostra di quadri del pittore Pietro Paolo BESSERO. Inaugurerà l?evento (il Novembre alle ore 18.30) il poeta?scrittore Claudio Moica di San Giovanni Suergiu (CI) che nell?occasione presenterà il suo libro di poesie ?Oltre lo sguardo?, unitamente all?attore Maurizio Anichini e il chitarrista Salvatore Zedda. L’incasso della vendita del libro andrà a favore del “PROGETTO GEORGIA”, costruzione di una scuola per i bambini della Georgia. L?ingresso è gratuito ed aperto a tutti.

SANT’ANTIOCO - Dal 10 al 12 novembre Special Olympics e Ichnusa Games organizzano nella cittadina lagunare ?Recupero dell?identità e del senso di appartenenza. Incontri sportivi extraprovinciali per Atleti speciali?. All’evento partecipano le delegazioni di San Marino, Toscana e Sardegna. Il 10 la cerimonia di apertura nella sala consiliare del comune di Sant?Antioco.

CARLOFORTE - Alla biblioteca scolastica e civica di Carloforte sono stati donati numerosi libri che raccontano storie di mare, dai classici ai più recenti, nell’ambito del progetto ‘A ottobre piovono libri’, promosso dal ministero per le attività e i beni culturali. L’iniziativa si intitola ‘Storie di mare a Camogli e Carlofortè e ha l’obiettivo di fare conoscere i maggiori capolavori letterari di argomento marinaro. Quarantadue i titoli selezionati (21 per adulti, altrettanti per ragazzi) fra i quali ci sono anche Oceano Mare(Baricco), Attesa sul mare (Biamonti), La ballata del vecchio marinaio (Coleridge), Tifone (Conrad), Il vecchio e il mare (Hemingway), per citarne alcuni.

CARBONIA - Tre milioni e 750 mila euro saranno spesi dal Comune per realizzare opere pubbliche in varie zone della città. Fra le opere previste il completamento della rete viaria e l?urbanizzazione dell?area compresa tra via XVIII Dicembre e via Marche.

CARBONIA - Il vescovo della diocesi del Sulcis Iglesiente, Monsignor Tarcisio Pillola diventerà presto cittadino onorario di Carbonia per via del suo impegno nel sociale, in quanto in tante occasioni si è recato in città per dare solidarietà ai disagiati.

SETTEMBRE 2006

CARBONIA - È stato inaugurato in via Satta, il primo Centro d?ascolto cittadino. Il Centro sarà aperto ogni giorno per persone indigenti o che vivono situazioni di forte disagio e i volontari ascolteranno i problemi degli utenti cercando di dare una mano d’aiuto per risolvere, là dove sia possibile, le difficoltà esternate.

IGLESIAS - È stato costituito un comitato di coordinamento che lavorerà al progetto integrato che riguarda le tecnologie ambientali. Per questo settore sono state presentate ben 34 richieste che potrebbero ottenere finanziamenti Por. Fanno parte del nuovo comitato tre enti pubblici e due privati.

Cultura - Tour nel Sulcis Iglesiente per Salvatore Mereu. Il regista sardo ha visitato diversi luoghi tra il basso Sulcis (Santadi, Narcao, Nuxis, e poi Carbonia) e l’Iglesiente alla ricerca di alcune location per il suo nuovo film dal titolo “Sonetaula”, che è già in lavorazione.

CARBONIA - Il consiglio comunale del capoluogo di Provincia ha deciso di reinvestire i 417 mila euro provenienti dalla legge 37 nell’area artigianale, per il Piano per gli insediamenti produttivi.

SETTEMBRE 2006

CARBONIA - E’ stato approvato, durante l’ultima riunione della giunta, il progetto definitivo per la realizzazione dell’archivio storico della miniera e della città. Individuato anche il luogo dove sorgerà l’archivio: sarà l’edificio a forma di T che si trova
all’interno dell’ex miniera di Serbariu.

IGLESIAS - Il Comune ha scelto i suoi rappresentanti nella Comunità montana. Per il centrosinistra sono stati eletti Roberto Caddeo (Ds), Giuliana Pintus (Margherita) e Rosalba Orsi (Progetto Sardegna). Per il centrodestra Sergio Matzuzzi (FI) e Claudio Rosina (Udc).

CARBONIA - Nella sede dei Ds, in via Domenico Millelire, tutti i giorni dalle 17 alle 20 si possono acquistare libri di scuola usati. Una percentuale del ricavato dalla vendita dei testi scolastici andrà in beneficenza.

CARBONIA - I giardinetti pubblici di Via Liguria, adiacenti alla chiesa della beata Vergine Addolorata, saranno dedicati a Papa Giovanni Paolo II. L’amministrazione ha infatti deciso di rendere omaggio a Carol Woytila e l’inaugurazione avverrà presumibilmente in Dicembre.

CARBONIA - Contributi de minimis per 400 mila euro saranno assegnati dal Comune agli imprenditori che si impegneranno nel campo dell’artigianato artistico. Ognuno potrà ricevere un contributo di ben 50 mila euro.

IGLESIAS - Il sindaco Pierluigi Carta farà sterilizzare i piccioni del capoluogo in quanto arreccano troppi disagi e sono un danno per persone e immobili.

CARBONIA - Il Comune parteciperà al bando Por promosso dalla Regione per finanziare il progetto per modernizzare la scuola Don Milani e abbattere la dispersione scolastica: il finanziamento dovrebbe essere di 400 mila euro.

PORTOVESME - Da circa due mesi i lavoratori della Ila non prendono lo stipendio. I lavoratori hanno così messo in atto l’ennesiomo blocco dei cancelli insieme ai rappresentanti dei sindacati, in attesa di un incontro con la Regione.

PROVINCIA - La Provincia cerca nuovi ingegneri per la costituzione di un elenco di professionisti a cui conferire incarichi collaborativi per lo svolgimento di attività alle quali l’ente non possa far fronte con il proprio personale.

CARBONIA - Da lunedì 4 settembre 50 dipendenti Enap sono sospesi dal lavoro per un mese. La notizia è stata data dal segretario della Cisl scuola, Cesare Spano. I sindacati intraprenderanno azioni di lotta e di protesta.

CARBONIA - Le quarte elementari A e B del primo circolo Grazia Deledda, si sono piazzate seconde al concorso nazionale dell’Enel “Energia in gioco”, grazie a un filmato in cui hanno interpretato una lezione di energia travestendosi da insegnanti e da fonti energetiche. A settembre i vincitori dovranno recarsi a Roma per essere premiati.

Riferimenti: GA FORUM

LETTERE ALLA GA – Sulla Provincia

6 Settembre 2006 1 commento

LETTERE ALLA GA

LA GAZZETTANTIOCHENSE dà spazio a chiunque voglia inviare le proprie lettere ma non si assume alcuna responsabilità su quanto scritto dai lettori.

PER INVIARE LE VOSTRE LETTERE
E-mail: gazzettantiochense@tiscali.it

___________________________________________________________________

SULLA PROVINCIA

C’è un controverso ente politico che in gran parte dei Comuni del Sulcis Iglesiente (esclusa ovviamente Carbonia e neanche tutta Iglesias, forse Portoscuso) quasi non puoi pronunciare senza sentirti scatenare addosso una cascata di improperi e un putiferio di male parole: provincia di Carbonia-Iglesias.
Conosciamo tutti la discussa e discutibile genesi della provincia del Sulcis Iglesiente: essa nacque da una controversa iniziativa referendaria trasversale di qualche anno fa (giugno 2001), che attraverso uno scarsamente partecipato referendum regionale vide l’istituzione popolare di altri 4 enti intermedi.
Operazione chiaramente opinabile non foss’altro per l’esiguità della popolazione sarda e per una densità tra le più basse tra le regioni italiane: naturalmente la classe politica si è ben guardata dal criticare questa strana operazione, allettata anche dalla visione di nuovi incarichi e prebende a portata di mano.
Infatti quando nascono praticamente dal nulla nuovi enti politici creati un po’ forzatamente diciamo la verità (prova ne sia la bassissima affluenza alle urne per eleggere i rappresentanti provinciali come si diceva) si sente sempre puzza di bruciato: alzi la mano chi non ha sempre avuto la sensazione di aver assistito alla nascita di un improbabile carrozzone venuto alla luce per sistemare i trombati alle amministrative di turno: nel caso della Provincia di Carbonia Iglesias una manipolo di ben intenzionati dall’incerto pedigree politico con la tessera di questo o quel partito ma privi di reali competenze.
A ciò si aggiunga l’ulteriore aggravante costituita dallo scetticismo del presidente Soru (e delle più alte cariche del Governo Italiano, ricordate la chiosa di D’Alema secondo la quale le nuove provincie sarde non hanno cittadinanza costituzionale in quanto non esiste una legge nazionale che le legittimi?) che sembrerebbe tentato dal cancellare queste nuove realtà istituzionali, da lui mai molto amate, e la mancanza di fondi nelle casse regionali farebbe veramente propendere per questa soluzione. A perplessità aggiungiamo ulteriore scetticismo con le casse del governo centrale, impegnate nel difficile risanamento dei conti pubblici, che non sono certo disposte a caricarsi un onere annuo così gravoso.
Per dirimere la controversia tra difensori dell’Ente e suoi detrattori basterebbe mettere quindi sul piano della bilancia le cose fatte dalla stessa dopo un anno di lavoro amministrativo (qualcosina si sarebbe dovuto fare).
Per farlo bisognerebbere lasciar perdere gli spot elettorali di Canale 40 fatti di auto-referenziali interviste al presidente Gaviano e la scontata accusa di sperpero di denari pubblici per pagare stipendi di migliaia di euro ai nostri governanti provinciali.
Un utile aiuto può essere il sito della Provincia di Carbonia Iglesias visto che sulle più importanti reti e giornali nazionali la questione non esiste in quanto la Provincia stessa, come dicevamo, è illeggittima per lo stato italiano e su quelli regionali essa è trattata alla stegua di mera notiziola accessoria.
Cosi tra una delibera che prevede pingui rimborsi per le trasferte istituzionali e un piano turistico locale che risulta carta morta per mancanza di fondi; tra un rapporto d’Area ma realizzato dal Centro Regionale di Programmazione e varie iniziative a termine come vari progettini sull’Ambiente e sull’inserimento lavorativo di (pochi) soggetti svantaggiati qual’è alla fin fine la questione la questione più interessante per i giovani disoccupati del Sulcis ?
Ma ovvio: è quella relativa ai concorsi per laureati a tempo determinato banditi dalla Provincia del Sulcis Iglesiente.
Tutto alla luce del sole dunque quindi e tante opportunita lavorative per tutti ?
Ma nulla di tutto ciò perchè siamo stati inondati da una marea di contratti a termine di 6 e 24 mesi che sono un esile palliativo di fronte all’emorragia di giovani sulcitani che continuano ad emigrare e non possono certo aspettare i risultati della Progettazione Integrata.
Inoltre si parla di parole grosse volate tra gli stessi esponenti di maggioranza e/o minoranza sul modo di espletare i concorsi. Si spera quindi che i nostri amministratori non si stiano già adoperando per sistemare i propri personalissimi accoliti in questi tanto agognati posti pubblici.
Non vorremmo assistere all’ennesima fregatura, alla patetica messinscena di vedere ingegneri e/o geometri, psicologi e/o pedagogisti provenienti dai paesi dei nostri amministratori e assessori, alla faccia di coloro che hanno studiato e posseggono un buon curriculum, alla faccia della trasparenza e onestà amministrativa e che rischiano di stare alla finestra di fronte a questa opportunità, seppur a termine.
Se così fosse il futuro prossimo prevede una marea di ricorsi che paralizzerebbe l’attività amministrativa della provincia: almeno questa è la nostra minaccia se tutti i più elementari requisiti di trasparenza non verranno rispettati.
Se questi foschi presagi si avvereranno sarà un duro colpo per una Provincia sorta tra tante perplessità continuerà magari a vivacchiare sotto un cono d’ombra fatto di tanti, troppi sospetti e maldicenze.

Un gruppo di giovani laureati del SULCIS

_____________________________________________________________________

INVIATE LE VOSTRE LETTERE A
gazzettantiochense@tiscali.it

ATTUALITA’ – Che bella la Sardegna, vista dall?ambulanza

5 Settembre 2006 Commenti chiusi


ATTUALITA’

CHE BELLA LA SARDEGNA, VISTA DALL’AMBULANZA
Un gruppo di volontari del soccorso di Varese ha partecipato al progetto “Coste sicure” per fare volontariato in vacanza: ecco com’è andata

Ustioni solari o da meduse, tagli sulle rocce o punture di tracina, turisti un po’ troppo frettolosi nel tuffarsi nelle acque cristalline della Sardegna. E i volontari varesini lì, pronti “a raccogliere i pezzi”. E dopo ore e ore di duro lavoro sotto il sole della Sardegna, tutti ad appendere la tuta con la croce rossa e a indossare gli abiti civili per andare a gustarsi “spaghittus cun arrizzonis”.
Dalle Prealpi al mare della Sardegna per divertirsi e fare volontariato. Il “Progetto Coste Sicure 2006″ ha visto volontari del soccorso lombardi e varesini in particolare che hanno dedicato parte del loro tempo, durante le vacanze, per aiutare le popolazioni del posto e gli altri turisti, che nel mese d’agosto affollano le spiagge della Sardegna. In cambio vitto e alloggio gratis. Il progetto è iniziato il 23 luglio ed è terminato il 20 agosto e ha visto coinvolti volontari del soccorso di Varese, Verona, Bergamo. Le postazioni attive quest’anno erano dislocate in provincia di Cagliari nei paesi di Flumini, Solanas, Castiadas e Sant’Antioco. Diverse decine di volontari si sono quindi cimentati nel soccorso a centinaia di chilometri da casa, intervenendo grazie all’appoggio dei mezzi messi a disposizione dalle associazioni di soccorso locali e con equipaggi misti, composti cioè da diverse associazioni che anche in territorio varesino si occupano del soccorso 118. Per la provincia di Varese erano attive difatti tre realtà dedite al volontariato ma appartenenti ad altrettante associazioni: la Croce Rossa Italiana, presente con numerosi volontari del soccorso del comitato locale del Medio Verbano, personale volontario del CVA di Angera e dell’SOS dei Laghi. In tutto sono stati effettuati circa 150 interventi in 4 settimane di progetto per una percorrenza di circa 6000 km.
Secondo Salvatore Manca, responsabile dell’AVAS di Sant’Antioco, una delle associazioni che hanno ospitato un gruppo di volontari-vacanzieri varesini “il Progetto “Coste Sicure” è di fondamentale importanza perché garantisce una rete di punti di primo soccorso a coprire adeguatamente l’aumento dell’utenza nel periodo estivo. La garanzia di un primo soccorso tempestivo e “visibile”, è sicuramente considerato un valore turistico aggiunto notevole e molto apprezzato dal turista, oltre che dal cittadino locale. In questa ottica si pone il progetto che vuole potenziare le associazioni presenti nel territorio della costa Sud Ovest della Sardegna.
Ma oltre a tutto questo è di un notevole interesse lo scambio di esperienze che si intreccia con la combinazione dei volontari delle diverse associazioni”
.
Ed è stata proprio la preparazione comune dei volontari che ha permesso di portare a termine diversi interventi di soccorso in tutta sicurezza: dalle piccole medicazioni in spiaggia agli incidenti stradali, dal soccorso combinato con l’elicottero al supporto sanitario addirittura in un’operazione di sminamento. Nella sola postazione di Sant’Antioco, piccola e selvaggia isola a un’ora e mezza da Cagliari, sono stati effettuati ben 32 interventi in postazione al mare e 43 urgenze mediche 118, per un totale di quasi 2.000 chilometri percorsi in ambulanza.

Andrea Camurani ( da www3.varesenews.it )

NELLA FOTO: Ambulanza in colonnina nella spiaggia di Coaquaddus.

- LEGGI LE NEWS
- DISCUTINE SUL FORUM

GA SPORT – CALCIO – Coppa Italia: i rigori premiano solo il Carbonia

4 Settembre 2006 Commenti chiusi

GA SPORT

CALCIO

COPPA ITALIA REGIONALE DILETTANTI
I RIGORI PREMIANO SOLO IL CARBONIA
Eliminate dal dischetto il Carloforte nel derby e la Monteponi a Decimomannu

LEGGI L’ARTICOLO

Riferimenti: GA SPORT