Archivio

Archivio Aprile 2007

POLITICA – I candidati della "Lista Giovannino"

27 Aprile 2007 26 commenti


POLITICA

I CANDIDATI DELLA “LISTA GIOVANNINO”
L’ex assessore correrà da solo alle comunali di Sant’Antioco

Questa volta ha deciso di correre da solo e di puntare alla carica di sindaco, Giovannino Cossu, l’ex assessore ai servizi sociali dell’ultima giunta comunale di Sant’Antioco.
La lista che si presenta agli elettori antiochensi per le prossime elezioni comunali che avranno luogo domenica 27 e lunedì 28 Maggio porta proprio il suo nome: Lista Giovannino, il punto di incontro.
L’orientamento della lista civica è di centrodestra ma comprende esponenti provenienti da varie aree politiche, aderenti al progetto a titolo personale, ma anche semplici cittadini rappresentanti della società civile antiochense che vogliono mettere le loro competenze al servizio della comunità.
Giovannino Cossu, 61 anni, punta dunque alla poltrona di sindaco, forte della sua pluriennale esperienza in campo politico e sociale, ma anche di un folto numero di fedelissimi elettori pronti a dare fiducia all’ex assessore ai servizi sociali.
Le firme necessarie sono state raccolte e la lista dei candidati è già stata presentata al Comune.
Ecco i 20 nomi dei candidati della “Lista Giovannino”:

Antonello Bardi
Cristian Caddeo
Paolo Cara
Roberto Corona
Andrea Cossu
Franco Cossu
Salvatore Gambula
Giuseppe Giacomina
Marco Massa
Alessandro Mirabito
Laura Palmieri
Melania Pinna
Monica Pinna
Andrea Pireddu
Massimo Porcu
Lucia Taberlet
Marco Uras
Luigi Vadilonga
Heiko Varsi
Patrik Varsi

ATTUALITA’ – 488a Sagra di Sant’Antioco Martire

24 Aprile 2007 8 commenti


ATTUALITA’

488a SAGRA DI SANT’ANTIOCO MARTIRE

PHOTOGALLERY

La Sagra di Sant?Antioco Martire, la più antica della Sardegna, è giunta quest?anno alla 488a edizione. Grande festa e numerose celebrazioni nella cittadina antiochense in onore del patrono di tutta la Sardegna per la festa che ricorre sempre il quindicesimo giorno dopo la Santa Pasqua.
Da giovedì 19 fino ad oggi martedì 24 Aprile, sono stati giorni di festeggiamenti in onore del Santo, patrono e protettore della cittadina sulcitana nella quale il Martire approdò secoli fa proveniente dall?Africa e nel quale morì all?interno delle Catacombe antiochensi.
Quest?anno gli eventi, come sempre organizzati dal Comitato della Sagra, sono iniziati in giovedì 19 Aprile con una interessante conferenza svoltasi presso la Basilica di Sant?Antioco intitolata: ?Le Chiese della Sardegna dedicate a Sant?Antioco?, tenuta dal professor Roberto Coroneo, professore di Storia dell?Arte Medioevale all?Università di Cagliari. La Chiesa di Sant?Antioco non è la sola nella nostra Isola dedicata a Sant?Antioco e non potrebbe essere altrimenti dato che il Martire è venerato in tutta la Regione essendo appunto il Patrono della Sardegna.
Sabato 21 si è tenuta la processione de ?Is Coccois?, in cui i pani preparati dalle donne più del paese chiamati appunto “Coccòis de su Santu” (decorati con motivi floreali e piccoli uccelli), sono stati portati tra le strade antiochensi dai gruppi folk e suonatori di launeddas. La processione si è conclusa in Basilica con una solenne Messa cantanta in limba e dove il pane del Santo è stato benedetto e tenuto ad ornamento del simulacro e delle reliquie.
Domenica 22, in serata, sul palco di piazza Umberto si è esibito il gruppo folk ?Sagra di Sant?Antioco?.
Ieri, Lunedì 23, nel giorno vero e proprio della Grande Festa, al mattino si sono svolte le Sante Messe, con la grande concelebrazione delle 11 presieduta dal vescovo della Diocesi, monsignor Tarcisio Pillola.
Nel pomeriggio, dopo la Messa solenne delle 17, è partita dalla Basilica la Processione di Sant?Antioco, l?evento come sempre più atteso e ricco di emozioni.
Traccas, cavalli, gruppi folk arrivati da tutta la Sardegna, suonatori di launeddas e la banda musicale hanno sfilato in processione per le strade della cittadina ad accompagnare la statua di Sant?Antioco e il simulacro che contiene le preziose reliquie del Santo.
La partecipazione popolare è stata anche stavolta numerosa, con tanta gente ai bordi delle strade per ammirare i meravigliosi costumi della tradizione sarda e a rendere onore al Santo. Molti anche i turisti giunti a Sant?Antioco per ammirare la rinomata sfilata che ogni anno richiama tanti appassionati e tanti fedeli.
La notte sul Lungomare antiochense c?è infine stato il grande spettacolo pirotecnico per la chiusura dei festeggiamenti in onore del Santo.
Ma le celebrazioni religiose si chiudono oggi, Martedì 24, con le Sante Messe celebrate al mattino (alle 7.30, 9.30 e 11.30) all?interno delle Catacombe della Basilica, proprio nella cosiddetta ?Stanza del Santo?, presso l?altare sopra la tomba di Sant?Antioco.

VAI ALLA PHOTOGALLERY

POLITICA – Presentazione della lista "Sant’Antioco Nostra!"

20 Aprile 2007 14 commenti


POLITICA

PRESENTAZIONE DELLA LISTA “SANT’ANTIOCO NOSTRA!”

Domenica 22 Aprile alle ore 10.30, presso la Sala Convegni del Bar Torino, nel corso Vittorio Emanuele a Sant’Antioco, avrà luogo la presentazione ufficiale della lista di centrosinistra “Sant’Antioco Nostra!”, candidata alle prossime elezioni comunali del 27 e 28 Maggio 2007.
La lista del candidato sindaco Piergiorgio Testa presenterà l’elenco dei propri candidati per la prossima Giunta Comunale di Sant’Antioco.
Queste le linee guida della lista “Sant’Antioco Nostra!” elelncate nel volantino di presentazione della presentazione che avverrà domenica mattina:
- Garantire certezza e parità di diritti a tutti i cittadini attraverso la democrazia, la partecipazione e una rigida norma sul conflitto di interessi di sindaco e amministratori;
- Trasformare i vincoli esistenti in risorse e opportunità di sviluppo;
- Creare una nuova economia fondata sulla valorizzazione delle conoscenze e delle risorse esistenti a Sant?Antioco;
- Coniugare qualità della vita e sviluppo, praticare meno assistenzialismo e garantire più stato sociale, mettere al centro la persona e la solidarietà.
Chi fosse interessato ad avere più informazioni può collegarsi al sito internet della lista “Sant’Antioco Nostra!” all’indirizzo www.santantioconostra.it. Mentre per conoscere i nomi di tutti i candidati della lista non resta che andare alla presentazione domenica mattina presso il bar Torino.

NELLA FOTO: il candidato sindaco Piergiorgio Testa

ATTUALITA’ – La farsa delle nuove Province

19 Aprile 2007 7 commenti


ATTUALITA’

LA FARSA DELLE NUOVE PROVINCE

È davvero molto sottile il diaframma che separa la tragedia dalla comicità.
Ciò è apparso evidente durante la trasmissione di Rai 3 ?Report?, sulle nuove province sarde. Abbiamo vissuto turbamenti contrastanti, costantemente in bilico fra la disperazione e l?irrefrenabile risata. Mai avremmo pensato che una legittima necessità (Olbia di sicuro) si sarebbe trasformata nel più becero campanilismo separatista, nell?arroccamento territoriale, nella contesa fra una località e l?altra, fino a partorire le province a mezzadria. Come queste riusciranno a sostenersi economicamente, è il rovello della politica vera. Poco sembra interessare i neo presidenti, più inclini, così ci è sembrato alla tv, all?ostentazione narcisista, indaffarati in un bricolage dopolavoristico, refrattari al ridicolo e vittime inconsapevoli di sistemi, poteri e gerarchie autoreferenziali. Neppure hanno colto la sottile ironia adoperata dal giornalista che li ha pilotati sul terreno, forse a loro più congeniale, della vacuità. Perciò, che lo spettacolo abbia inizio. Col tono dei momenti solenni, il Presidente sulcitano ci informa sulle basilari ragioni (di quelle che levano il sonno ai suoi concittadini) per cui è sorta quella Provincia: è la patria del vino Carignano, e, inoltre, da quelle parti ci furono insediamenti Fenici. Da restare senza fiato. Ciò, tuttavia, offre qualche speranza anche al nostro paese d?origine, mille anime, che durante il regno di Torres fu sede di Curatoria e qualche vitigno collinare attecchisce anche lì.
Che dire poi delle iniziative della nuova provincia del Medio Campidano, che, di sicuro, cogliendo le primarie necessità della sua gente, ha dato luogo alla prima rassegna del melone coltivato in asciutto. Dilettanti comunque. La Signora Murrighile, Presidente della Provincia Olbia Tempio, li ha sbaragliati tutti. Quando si dice la professionalità, la misura, l?eleganza. Intanto il suo ruolo le offre la possibilità di puntare dritta a Montecitorio e non è casuale, come lei stessa racconta, che la sua domestica ami chiamarla ?la nostra Nilde Jotti?. Diavolo d?una domestica: qualcuno glielo dica che non si ironizza sul proprio datore di lavoro. Sopraffatta da tante emozioni, una nostra amica ci ha confidato d?aver riempito la vasca da bagno e di essersi immersa, pur di sprofondare in qualcosa.

( Mimmia Frasu, operatore culturale, da IL GIRONALE DI SARDEGNA )

ATTUALITA’ – Nato il forum sulla Sagra di Sant’Antioco Martire

18 Aprile 2007 13 commenti


ATTUALITA’

NATO IL FORUM SULLA SAGRA DI SANT’ANTIOCO MARTIRE

E’ appena nato il nuovissimo forum on line interamente dedicato alla Sagra di Sant’Antioco Martire, la più antica della Sardegna.
La festa di Sant’Antioco è ormai imminente e così su internet è stato lanciato il forum della Sagra all’indirizzo:

http://sagrasantantiocomartire.forumfree.net

Chiunque può iscrivesi collegandosi al link ed effettuando la registrazione.

POLITICA – Finanziaria: 170 mln per il lavoro

17 Aprile 2007 4 commenti


POLITICA

FINANZIARIA: 170 MILIONI PER IL LAVORO

Salgono a 170 i milioni di euro di risorse aggiuntive da destinare alle iniziative per il lavoro, lotta al precariato e contrasto alle povertà. Il tutto sarà contenuto in un emendamento che la maggioranza presenterà al disegno di legge finanziaria. E’ questo l’esito di un breve confronto che il presidente della Giunta, Renato Soru, ha avuto in Consiglio regionale con i capigruppo del centrosinistra. Ora i partiti dovranno effettuare degli approfondimenti tecnici.

CAGLIARI - La somma individuata prevede il recupero di 115 milioni di fondi nazionali e comunitari non spesi in passato e l’inserimento di 55 milioni di finanziamento delle legge sui servizi per l’impiego. La riunione, hanno riferito i presenti, si è svolta in un clima ?sereno e tranquillo?, come se ieri non fosse successo nulla con riferimento alla minaccia di dimissioni del Presidente dopo una serie di modifiche approvate senza essere concordate.

?Non dobbiamo correre il rischio di accontentarci di due anni e mezzo di routine. Dobbiamo vivere la seconda parte della legislatura con la stessa tensione etica e morale e con la stessa volontà di fare benissimo, così come abbiamo fatto finora con un lavoro intensissimo e proficuo nell’attività legislativa e in quella amministrativa?. Il Presidente della Regione, Renato Soru, dopo aver minacciato le dimissioni ed essersi confrontato ieri con i segretari dei partiti di maggioranza, ha parlato di un rinnovato ?reciproco impegno?.

Sulle norme del disegno di legge finanziaria, cassate dalla commissione Bilancio, Soru ha spiegato: ?Ci sono alcune cose che dovranno essere approfondite e le approfondiremo, come sull’eolico?. In merito all’accordo raggiunto in tarda mattinata con i capigruppo sulle risorse aggiuntive per interventi sulle politiche attive per il lavoro, il contrasto alla povertà e la lotta al precariato, il presidente della Regione ha confermato lo stanziamento di 170 milioni di euro: ?Nelle prossime settimane – ha aggiunto – avremo modo di approfondire un progetto complessivo con la maggioranza, con gli enti locali e con le parti sociali?.

( da SARDEGNA OGGI NEWS )

ATTUALITÀ ? È partita dal Sulcis la marcia per la Rinascita Sarda

12 Aprile 2007 22 commenti


ATTUALITA’

È PARTITA DAL SULCIS LA MARCIA PER IL LAVORO E LO SVILUPPO
Farà il giro di tutta la Sardegna

È partita ieri da Cagliari, in Piazza Yenne, la marcia per il lavoro e lo sviluppo in Sardegna. Prima tappa: il Sulcis. Proprio dal nostro territorio ha cominciato il suo giro per la Sardegna, la manifestazione ?In Marcia?, che toccherà tutte le zone dell?Isola per attirare l?attenzione dell?opinione pubblica e politica su tutte le problematiche e le emergenze più attuali che attanagliano la nostra regione.
Dal Sulcis ha preso dunque il via la lunga marcia che è stata organizzata dal partito Rifondazione Comunista?Sinistra Europea e che ha l?obiettivo di raggiungere quanta più gente possibile e sensibilizzare sui numerosi temi ma in particolare sulle piaghe sociali che sono ormai diventate la disoccupazione, il precariato, il lavoro nero, in particolar modo nella nostra provincia del Sulcis Iglesiente.
Gli organizzatori e tutti i partecipanti, con il testa il deputato di Rifondazione Comunista alla Camera, Luigi Cogodi, sono ?In Marcia? per una Sardegna che sia innanzitutto terra di pace e di amicizia fra i popoli, per un nuovo piano straordinario per lo sviluppo e l?occupazione in tutta l?Isola; per un piano organico di intervento contro il processo di desertificazione e per la massima cura del patrimonio culturale e archeologico; per una nuova cultura del rispetto del bene ambientale; per la liberazione dall?occupazione militare dell?Isola. Sono questi i temi principali che la manifestazione ?In Marcia? vuole portare all?attenzione dell?opinione pubblica per proporre interventi immediati.
L marcia è dunque partita da Cagliari ieri mattina ed è arrivata nel Sulcis, per iniziare il giro di tutta la Sardegna.
La prima tappa è stata Villamassargia. Poi la marcia è giunta a Sant?Antioco, dove è stata accolta dai militanti della sinistra cittadina e dal candidato sindaco della lista di centrosinistra ?Sant?Antioco Nostra!? nelle prossime elezioni comunali Piergiorgio Testa. Purtroppo a causa dell?orario, la marcia è infatti arrivata intorno all?una e mezza, ora di pranzo, la partecipazione nella cittadina lagunare non è stata numerosa. La marcia si è poi spostata a Portoscuso e in particolare nel polo industriale di Portovesme, terreno di dure lotte per il lavoro, e successivamente è approdata nel capoluogo sulcitano, a Carbonia. Nella giornata odierna la manifestazione approda nelle ultime due tappe del nostro territorio, cioè nell?Iglesiente. La prima tappa è nell?altro capoluogo, a Iglesias, poi a Fluminimaggiore prima di partire da domani per le altre zone della Sardegna e fare il giro dell?intera Isola.
?In Marcia? si concluderà il prossimo 24 Aprile quando si terminerà il giro tornando al punto di partenza, a Cagliari, dove è prevista una grande manifestazione finale alla quale parteciperà anche Franco Giordano, il segretario nazionale del Partito di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea. L?evento ?In Marcia? può essere seguito anche attraverso il sito internet www.inmarcia.it.

CRONACA – Proseguono gli sbarchi di immigrati clandestini

11 Aprile 2007 14 commenti


CRONACA

PROSEGUONO GLI SBARCHI DI IMMIGRATI CLANDESTINI

Tre sbarchi nella notte tra pasqua e pasquetta. Quella che all’inizio sembrava solo una deviazione casuale si sta invece dimostrando la nuova rotta per lo sbarco di immigrati clandestini. L’area di costa della Sardegna sud occidentale ha portato in tre sbarchi differenti 37 extracomunitari.

Il primo sbarco, avvenuto nella tarda nottata di sabato è stato quello più consistente, era stato avvistato da agenti del commissariato di Carbonia, nella spiaggia di Porto Pino (Sulcis). I clandestini avevano raggiunto il litorale su due barche. Nelle prime ore della giornata anche i carabinieri delle compagnie di Carbonia e Cagliari hanno bloccato un’altra ventina di algerini arrivati a Teulada e a Chia. I giovani, tutti in buone condizioni tanto da far pensare di aver raggiunto le acque al largo della Sardegna su un’imbarcazione piu’ grossa, sono stati identificati in questura a Cagliari.

Gli sbarchi sono avvenuti a Teulada e Chia e gli scafisti contavano probabilmente in un allentamento della sorveglianza in concomitanza con la festività pasquale. Il servizio predisposto dalla Prefettura di Cagliari ha però fronteggiato la situazione e le pattuglie di Polizia di Stato e Carabinieri hanno intercettato gli sbarcati: 12 a Teulada e successivamente 25 a Chia, arrivati a terra in due ondate successive con le solite barche da pesca in legno lunghe meno di cinque metri. Un gruppo di clandestini, tutti di nazionalità algerina, è stato accompagnato in Questura a Cagliari, per le procedure di identificazione. Per tutti è stato emesso, da questore Giacomo Deiana, anche il provvedimento di espulsione.

Proprio la vigilia di Pasqua una decina di agricoltori della zona fra Capoterra e Pula (Cagliari) e’ stata denunciata dai carabinieri per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Secondo l’accusa, avrebbero utilizzato giovani irregolari per lavorare nelle serre e nei campi.

( da SARDEGNA OGGI NEWS )

BUONA PASQUA

7 Aprile 2007 3 commenti


La Redazione de LA GAZZETTANTIOCHENSE
augura a tutti i suoi lettori una felice e serena
BUONA PASQUA

ATTUALITA’ – Siti Minerari: asta deserta. Regione rivede progetti

6 Aprile 2007 Commenti chiusi


ATTUALITA’

SITI MINERARI: ASTA DESERTA
REGIONE RIVEDE PROGETTI

Andata deserta l’asta per l’offerta tecnico-economica per il sito di Masua, la Regione modifica i progetti del bando internazionale ?Luxi? per la cessione, riqualificazione e trasformazione di ambiti di particolare interesse paesaggistico del parco geominerario della Sardegna. I soldi stanziati per Masua potrebbero andare ai centri abitati di Nebida e Buggerru, mentre per Ingurtosu si prevede la concessione anzichè la vendita.

CAGLIARI - E’ andata deserta l’asta per la vendita del sito minerario dismesso di Masua, nel Sulcis, e ora la Regione Sardegna cambia strategia: i ?gioielli? del parco Geominario non sono più sul mercato ma vengono ceduti in concessione. Di conseguenza verranno modificati anche i progetti del relativo bando internazionale ?Luxi? che definiva la cessione, riqualificazione e trasformazione di queste aree.

?Dirotteremo gli investimenti previsti per Masua verso i centri abitati di Nebida e Buggerru, previo accordo con i rispettivi amministratori locali – fa sapere il presidente della Regione Renato Soru – Per Ingurtosu verrà rifatto il bando tenendo conto della spinta, pervenuta in corso d’opera, ad evitare la vendita e a prevedere invece la formula della concessione dei siti?. Le tre società che avevano presentato una manifestazione di interesse per Masua ed avevano anche visitato il sito minerario dismesso, non si sono presentate all’appuntamento fissato per le il 3 aprile scorso alle 13, dopo una proroga di un mese. ?Non abbiamo più lavorato al bando che oltre ad essere stato contestato da parte sindacale – ha chiarito Soru – ha avuto critiche per la mutata sensibilità ambientale. La consapevolezza della tutela della costa è cresciuta e non solo sono d’accordo, ma ne sono felice?.

La gara interessava due compendi, quello dell’area di Masua e Monte Agruxau, su una superficie di circa 318 ettari, dove sarebbe stato consentito il recupero e la realizzazione della volumetria esistente sino al limite massimo di 120.000 mc. Per Masua e 40.000 mc. per Monte Agruxau, per un totale massimo di 160.000 mc. Il secondo riguardava Ingurtosu, Pitzinurri e Naracauli, per una superficie di circa 329 ettari. In questo sito sarebbe stato consentito il recupero e la realizzazione della volumetria esistente sino al limite massimo di 30.000 mc. per Ingurtosu e 70.000 mc. per Pitzinurri e Naracauli, per un totale non superiore a 100.000 mc. L’importo a base d’asta era di 32.520.000 euro per Masua e Monte Agruxau e di 11 milioni di euro per Ingurtosu, Pitzinurri e Naracauli.

( da SARDEGNA OGGI NEWS )