Home > Senza categoria > POLITICA – Presentazione della lista "Sant’Antioco Nostra!"

POLITICA – Presentazione della lista "Sant’Antioco Nostra!"

20 Aprile 2007


POLITICA

PRESENTAZIONE DELLA LISTA “SANT’ANTIOCO NOSTRA!”

Domenica 22 Aprile alle ore 10.30, presso la Sala Convegni del Bar Torino, nel corso Vittorio Emanuele a Sant’Antioco, avrà luogo la presentazione ufficiale della lista di centrosinistra “Sant’Antioco Nostra!”, candidata alle prossime elezioni comunali del 27 e 28 Maggio 2007.
La lista del candidato sindaco Piergiorgio Testa presenterà l’elenco dei propri candidati per la prossima Giunta Comunale di Sant’Antioco.
Queste le linee guida della lista “Sant’Antioco Nostra!” elelncate nel volantino di presentazione della presentazione che avverrà domenica mattina:
- Garantire certezza e parità di diritti a tutti i cittadini attraverso la democrazia, la partecipazione e una rigida norma sul conflitto di interessi di sindaco e amministratori;
- Trasformare i vincoli esistenti in risorse e opportunità di sviluppo;
- Creare una nuova economia fondata sulla valorizzazione delle conoscenze e delle risorse esistenti a Sant?Antioco;
- Coniugare qualità della vita e sviluppo, praticare meno assistenzialismo e garantire più stato sociale, mettere al centro la persona e la solidarietà.
Chi fosse interessato ad avere più informazioni può collegarsi al sito internet della lista “Sant’Antioco Nostra!” all’indirizzo www.santantioconostra.it. Mentre per conoscere i nomi di tutti i candidati della lista non resta che andare alla presentazione domenica mattina presso il bar Torino.

NELLA FOTO: il candidato sindaco Piergiorgio Testa

  1. ANTEPRIMA
    20 Aprile 2007 a 16:56 | #1

    Rita Brundu
    Graziano Bullegas
    Riccardo Diana
    Annamaria Ferralasco
    Mariano Gala
    Daniele Garau
    Federico Locci
    Mario Antioco Marroccu
    Marco Martis
    Marco Massa
    Salvatore Luigi Massa
    Luca Mereu
    Cinzia Micheletti
    Giorgio Obino
    Marco Puddu
    Massimo Putzu
    Salvatore Sabeddu
    Marina Scibilia
    Fabrizio Steri
    Mario Vargiu

  2. Michele
    20 Aprile 2007 a 18:10 | #2

    bella lista, speriamo sia seria come sembra

  3. Gringo
    20 Aprile 2007 a 20:38 | #3

    Non tutti mi piacciono,lo ammetto,gente come Gala e Steri li leverei volentieri.
    Ma per il resto è una lista equilibrata e ben amalgamata,fatta di persone competenti e oneste.Ottimo!

  4. Pupello
    21 Aprile 2007 a 10:51 | #4

    Leggendo i nomi dei candidati, ho notato la presenza di persone, probabilmente non soddisfatte dei danni che hanno provocato anzitempo a Sant’Antioco: Steri, Sabeddu, Bullegas e Gala. Inoltre vi è la presenza di ben tre medici, compreso il capolista, spero che nel loro programma, abbiano inserito la costruzione di un Pronto Soccorso, perchè se la disgrazia cadesse su di noi e verranno eletti, i feriti gravi e i contusi saranno parecchi. “IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO”. Meditate gente, medidate.

  5. JeanPaul Papin
    21 Aprile 2007 a 11:40 | #5

    CHE PAURA!!!! pupello ci hai fatto venire una crissi esistenziale me compreso non son piu’ sicuro di votere TESTA son sicuro che la gente ora ti ascolterà proprio e voterà baghino o locci o corongiu……….

  6. gewalt
    21 Aprile 2007 a 12:18 | #6

    sono d’accondo con te gringo. anche a me non tutti piacciono ma proprio non dovessi votare una lista per due nomi sarei una stupida. meglio questa che altre.
    sperausu

  7. Pupello
    21 Aprile 2007 a 16:33 | #7

    Caro JeanPaul Papin, non devi aver paura ma meditare. Non puoi arrenderti alle crisi esistenziali, la tua risposta non è costruttiva. Il mio intervento non è a favore di nessuno, avrei da dire molto anche sulle altre liste, dal momento che siamo esseri pensanti, e questo blog ci da l’opportunità di esprimerci, a favore o meno di persone che dal canto loro ce le cantano in tutte le musiche. Mi auguro di non aver ferito il tuo amor proprio e la tua lista con le mie parole, purtroppo non siamo robot che ci accendiamo con il telecomando. E poi quì si parle di questa lista, vuol dire che ti rimando ai miei commenti sulle altre. Alla buonora…….

  8. Giudice imparziale
    21 Aprile 2007 a 20:01 | #8

    vedi mai, cari Gringo e Gewalt, che quei 2 o 3 che non vi piacciono siano quelli che fanno la differenza per la vittoria delle elezioni di Sant’Antioco Nostra. In questo momento, se devo dirla tutta, mi rasserena di più uno come Mariano Gala nella nostra lista che non in quella di Corongiu o Locci…

  9. Stefania
    22 Aprile 2007 a 19:36 | #9

    Ottima lista, ottimi candidati

  10. Miki
    23 Aprile 2007 a 18:10 | #10

    sono andata per sentir parlare luca l’uomonero e mi e’ piaciuto molto, ha parlato in modo molto particolare e colto di servizi sociali e giovanili, è stato umile nel non chiedere il voto come hanno fatto altri e sopratutto non ha ricercato il facile consenso dicendo che era l’uomo nero anche se appena si è alzato la gente mormorava “quello e’ l’uomo nero l’uomo nero”….luca per ricevere il voto non cè bisogno di chiederlo, rompendo le palle in piaza come glia altri canidati, basta mettersi in gioco cm hai fatto tu davanti atutti

  11. Moana
    23 Aprile 2007 a 19:03 | #11

    è fince belliteddu lukisceddu………

  12. Carlo
    25 Aprile 2007 a 14:37 | #12

    Voterò Testa, senza dubbio.
    Persona seria, onesta e competente.

  13. gnorante
    25 Aprile 2007 a 17:13 | #13

    Ieri notte stavo navigando tra i siti di giornali italiani ed esteri, avevo voglia di vedere i commenti ed i pareri della stampa italiana ed estera sulla figura di Boris Eltsin , lo faccio sempre quando scompare una personalita’ di rilievo internazionale. Poi ho deciso di leggere qualcosa sul blog, ho notato che una delle liste ha un propio sito internet, questo mi ha incuriosito, perche’forse e’ la prima volta, ma questo poco importa.
    Il sito di Sant’Antioco nostra mi ha stupito, per come e’strutturato ed in particolar modo le sezioni ed i contenuti. Il programma puo’ esser o non esser condiviso, dipende dalla cultura politica che ciascuno di noi possiede e dalla capacita’di analisi dei problemi vecchi e nuovi, del nostro comune, in relazione al territorio “il sulcis” ma anche alla realta’ nazionale ed internazionale. Di sicuro non sembra un programma scritto in 2 giorni a 4 mani, magari col copia incolla, magari sbagliando il numero delle provincie o magari ancora quei programmi format che offronono in stile americano , sempre piu’ di moda,alcune societa’ specilizzate, il kit del perfetto candidato.

  14. betile
    29 Aprile 2007 a 12:56 | #14

    Non è mai troppo tardi. Ricordo un Pirgiorgio, si il Testa, non giovane fascista, ma giovincello che assieme ad altri giovani alla fine degli anni settanta portavano avanti concetti allora troppo avanzati quali il paesaggio, i beni culturali nella loro più larga accezione( lingua, tradizioni, monumenti storici, habitat, cultura materiale ecc.). Una stagione felice che aveva portato Sant?Antioco alla ribalta dei giornali locali( forse perché questi concetti erano una novità per quel momento storico in cui si depredavano le coste della Sardegna). Non vorrei sbagliare ma per quelle notizie, manifestazioni in piazza e denunce degli scempi che si stavano perpetrando a Sant?Antioco in quei lontani anni, fu imposto il primo Vincolo Paesistico in Sardegna, sull?Isola di Sant?Antioco. Per coloro che hanno la memoria corta, era in corso la costruzione del Villaggio Polifemo, I Ciclopi, la costruzione delle casette al mare di Turri, il boom edilizio di Maladroxia (senza fogne, senza acqua e senza elettricità ?. Intanto prima o poi paga la collettività, come di fatto è avvenuto, mentre nel centro abitato, nonostante il pagamento degli oneri di urbanizzazione, vi sono ancora strade senza fogne ed acqua).
    Non è stato il Vincolo un atto complessivamente positivo in quanto, all?imposizione del vincolo non è seguito il Piano Paesaggistico, ovvero lo strumento di programmazione che partendo dalla tutela delle nostre risorse( tutte) programmasse il futuro sviluppo economico dell?Isola(intendendo come sviluppo una economia con ricadute occupazionali durature in tutti i settori produttivi e non dimenticando la cultura, elemento essenziale per la conoscenza delle risorse ed il loro uso corretto e proficuo per la cittadinanza tutta. Il vincolo, comunque ha impedito di fatto il proliferare di altri villaggi turistici (seconde case camuffate) con l?eccezione di Peonia Rosa ed il Campeggio di Calasapone che tra le maglie dei vincoli sono riusciti a farla franca. Si è salvata la costa de ? su Mussareddu, Coqquaddus, buona parte di Turri fino a Capo Sperone, Portu Sciusciau, Su portu e su trigu, Is Praneddas, Cala Sapone, Cala della Signora, Mercureddu e Cala Lunga.
    Si è arrivati passando dalle famigerate Zone F, ai piani Piani Territoriali Paesistici del 93, alla legge Galasso prima, al Codice Urbani ed infine ai tanto contestato Piano Paesaggistico Regionale. Sono passati quasi 35 anni da quelle iniziative forse troppo rivoluzionarie per i tempi. Oggi col PTP, si presenta l?occasione per porre rimedio, per gettare le basi per un uso corretto delle risorse, uno sviluppo sostenibile che tralasciando il futile tornaconto immediato, programmi il futuro dell?Isola e per i suoi cittadini senza depredare le risorse a vantaggio di pochi ma nell?interesse generale della collettività e del suo futuro, senza dover rimpiangere come sta accadendo oggi, le nostre piazze, i nostri monumenti, le nostre zone agricole, la Nostra Storia.
    Vai Per Giorgio forse siamo ancora in tempo!

I commenti sono chiusi.