Archivio

Archivio 6 Giugno 2007

Aprilia Shiver Design: dalla Sardegna la grafica piu? bella

6 Giugno 2007 2 commenti


ATTUALITA’

APRILIA SHIVER DESIGN: DALLA SARDEGNA LA GRAFICA PIU’ BELLA

E? di Gianluca Melis, di Sant?Antioco (provincia di Carbonia-Iglesias), la proposta grafica relativa a SL 750 Shiver selezionata dal Centro Stile Aprilia, a conclusione dell?iniziativa che ha raccolto su aprilia.it, nell?arco di una decina di giorni, ben 128 suggestioni giunte da quasi 60 designer italiani.

La selezione, come sempre ardua visto l?alto livello delle proposte pervenute, ha premiato una creazione contraddistinta da scelte cromatiche sobrie ma di notevole eleganza, in grado di valorizzare le peculiarità stilistiche di SL 750 Shiver.
La Giuria, composta dai responsabili del Centro Stile Aprilia, ha riservato menzioni d?onore anche ad altre proposte grafiche, ritenute estremamente vicine, per capacità tecniche e fantasia, a quella risultata vincitrice: ed è così che troviamo, dal secondo al settimo posto, le realizzazioni di Davide Benvenuti, Fabio Vicenti, Marc Perrone, Aurelie Mouget, Francesco Lucci e Zade Tafari.

Abbiamo incontrato Gianluca durante la giornata del Press Launch di Shiver, e non abbiamo perso l?occasione di rivolgergli alcune domande circa la nascita della sua opera, e non solo:

Gianluca, innanzitutto complimenti. Primeggiare fra tante proposte, e tutte di grande qualità, non è stato certo semplice?
Grazie mille! Ricevere la telefonata di Aprilia, che mi ha dato l?annuncio, è stata una grande emozione?ora sono qui alla presentazione e non mi sembra vero! Innanzitutto un grazie a voi, quindi?

Raccontaci di te, e di come hai saputo dell?iniziativa online.
Arrivo dalla splendida isola di Sant?Antioco, collegata alla Sardegna con un ponte, in Costa Verde. Sono un grande appassionato di moto e la Shiver è tra le mie alternative d?acquisto. Così, girando su aprilia.it, sono venuto a sapere dell?iniziativa e mi sono detto: ?Perchè no? Ci provo??
Non ho mai partecipato ad iniziative o concorsi di questo genere, credevo che le mie realizzazioni non venissero prese in considerazione..invece devo dire che mi è andata piuttosto bene!

Come è nata la tua grafica per Shiver?
Vedendo la moto, ho pensato subito che c?era bisogno di una proposta in cui l?eleganza si unisse alla sportività: questo, del resto, è un pò il connotato generale di Shiver.
Mi sono messo al lavoro, ho osservato la moto nei minimi particolari e ho visto subito che la Shiver è una moto ?giusta?, importante. Ho pensato però che non tutti i clienti avrebbero voluto una grafica particolarmente aggressiva. Ne è uscita, come dicevo, una buon incontro fra eleganza e sportività: ho optato per la tricromia nero, bianco e rosso (quest?ultimo particolarmente azzeccato, secondo me, per impreziosire cerchi ed ammortizzatore laterale), mentre per il telaio e il forcellone ho usato un grigio avio, con una venatura azzurra. Sono particolarmente soddisfatto, anche se devo ammettere che anche altre proposte erano assolutamente meravigliose.

In generale, che tipo di grafiche ti piacciono di più?
L?importante è che la grafica valorizzi con semplicità la moto: i colori e i tratti grafici devono accompagnare le linee del veicolo, le sue caratteristiche strutturali, mai lanciare messaggi incoerenti o fuori dalle righe. Simple is better?

Da dove deriva questa tua sensibilità?
In passato sono stato un illustratore, ora dirigo una agenzia di pubblicità: diciamo che ho sempre avuto familiarità con il mondo dell?immagine, della comunicazione. Da sempre, del resto, sogno di disegnare e progettare le moto, e anche per questo motivo mi ero iscritto a ingegneria meccanica. Mi interessa, fra le altre cose, capire quali sono le difficoltà nel creare una maquette durante l?interazione fra stile e tecnica. Quando esce una nuova moto, stampo le immagini e ci disegno sopra per migliorare i piccoli difetti che trovo. Faccio, diciamo così, una specie di immediato restyling.

Durante la tua giornata qui a Noale hai anche incontrato Miguel Galluzzi, Responsabile del Centro Stile Aprilia.
Si, ed è stata anche quella una grande emozione. Insieme abbiamo parlato delle nuove naked e, in generale, dell?evoluzione del design nel settore due ruote. Io, da parte mia, avevo in borsa che facevo a sedici anni?Lui è un grande personaggio ed un grande professionista, non c?è dubbio.

E in sella come va? Parlaci della tua passione alla guida.
Con la mia Pegaso 650 ho percorso 70.000 Km, solo in Sardegna. Ora voglio una moto con cui distinguermi, fare le pieghe, muovermi in città per lavoro, ma anche andare al mare. Insomma, una moto per mille usi, che mi consenta anche il percorso casa-lavoro ogni giorno, nel mio caso fino a Cagliari. Per questo mi informavo sulla Shiver?

Tutte le 128 realizzazioni sono visibili al link qui sotto: a tutti i partecipanti, il nostro applauso e ringraziamento!

Gallerie delle realizzazioni

( da www.motorionline.com )

NELLA FOTO: a sinistra, Gianluca Melis