Archivio

Archivio 17 Luglio 2007

ATTUALITA’ – La nostra Provincia al top degli automobilisti più indisciplinati

17 Luglio 2007 Commenti chiusi

 

ATTUALITÀ

LA NOSTRA PROVINCIA AL TOP DEGLI AUTOMOBILISTI PIÙ INDISCIPLINATI

I dati emersi da un indagine del ministero dei Trasporti

 

Il ministero dei Trasporti, a quattro anni dal debutto della patente a punti, ha tracciato un bilancio della situazione degli automobilisti italiani attraverso un’indagine dalla quale sono emersi dei dati piuttosto preoccupanti per la provincia di Carbonia-Iglesias. Proprio la nostra Provincia è risultata essere al vertice in tutta Italia per la percentuale di automobilisti più indisciplinati, insieme ad un’altra provincia sarda, quella di Olbia-Tempio. In queste due province infatti vengono detratti più di 4 punti in media sulla patente di ogni automobilista, una cifra davvero alta e preoccupante. Non è di consolazione, almeno per noi del Sulcis Iglesiente, il fatto che in Sardegna si trovano anche le due province più virtuose, cioè Cagliari e Sassari (insieme alla provincia di Lecce in Puglia). Dall’indagine sono emersi anche altri dati generali che riguardano la situazione automobilisti nella Penisola: sono i ventenni i più indisciplinati al volante, il 30% dei giovani fra i 20 e i 29 anni ha infatti la patente segnata dalla decurtazione di punti. Mentre appena il 12% degli ultraottantenni ha commesso infrazioni registrate sulla licenza di guida. Insomma, come c’era da aspettarsi, i giovani sono molto più spericolati al volante. Ma non tutti gli automobilisti italiani sono spericolati: il 75% (26,7 milioni, ma erano 32,2 milioni nel 2005) ha ancora la patente immacolata, inoltre ha anche ottenuto il premio biennale di due punti per guida prudente. All’estremità opposta ci sono invece poco più di 51 mila italiani che hanno interamente speso il loro monte punti sulla patente. Se gli automobilisti più indisciplinati si trovano in Sardegna, dalle nostre parti, quelli più spericolati si trovano invece nelle province di Crotone e Reggio Calabria, prime per il maggior numero di patenti azzerate, mentre i più tranquilli sono nelle province di Cuneo, Viterbo e Lecce. La provincia di Vicenza infine si è aggiudicata il primo posto per l’efficienza, con i circa 131 giorni di media che trascorrono tra l’infrazione e l’effettiva decurtazione dei punti, contro i 252 che servono invece a Roma, in assoluto la più lenta d’Italia. In definitiva, da questa indagine emerge la necessità qui nel Sulcis Iglesiente di darsi una regolata al volante. Maggiori controlli appaiono davvero necessari per non confermare questo primato non certo lusinghiero.