Home > Senza categoria > CRONACA – Sbarchi nel Sud Sardegna, pronto il piano dell’accoglienza

CRONACA – Sbarchi nel Sud Sardegna, pronto il piano dell’accoglienza

28 Luglio 2007

 

CRONACA

 

SBARCHI NEL SUD SARDEGNA, PRONTO IL PIANO DI ACCOGLIENZA

Un vertice durata una mattina intera e una decisione: preparare il Sulcis a ospitare i clandestini che sbarcano nell’isola. Strutture provvisorie in attesa del rimpatrio.

 

I sindaci del Sulcis e del Cagliaritano metteranno a disposizione delle forze dell’ordine le strutture necessarie a ospitare i clandestini, quasi tutti algerini, che sbarcheranno sulle coste meridionali della Sardegna. Ne sono arrivati oltre 400 dall’inizio dell’anno e finora solo il maestrale è riuscito a ridurre gli arrivi via mare che da gennaio hanno segnato l’apertura di un nuovo canale dell’immigrazione clandestina verso l’Italia, dopo quello della Sicilia.
NUOVI INTERVENTI. La pianificazione dell’emergenza "assistenziale" in caso di sbarchi massicci è stata discussa stamane nella prefettura di Cagliari in un incontro convocato dal viceprefetto Bruno Corda su richiesta degli amministratori locali. Vi hanno partecipato anche rappresentanti della Regione e i presidente delle province di Carbonia-Iglesias, Pierfranco Gaviano, e di Cagliari, Graziano Milia. A quest ultime spettare coinvolgere le associazione di volontariato – in particolare Croce Rossa e Caritas – per gli interventi di natura assistenziale e sanitaria.
IL VERTICE. Quanto alla Regione, l’assessorato alla Sanità, invece, provvederà ai controlli sanitari richiesti dalle forze dell’ordine, mentre quello all’Ambiente fornirà brande e materassi in caso di urgente necessità. Carbonia, come comune capoluogo, supporterà le altre amministrazioni in caso di bisogno. I problemi provocati nel Sulcis dagli sbarchi sempre più frequenti sono stati esposti nei giorni scorsi dal sindaco Tore Cherchi al sottosegretario all’Interno con delega all’immigrazione, Marcella Lucidi, in attesa di un incontro ufficiale che potrebbe essere convocato presto.
MISURE URGENTI. Nella riunione di stamane in prefettura è emersa l’insufficienza dei mezzi a disposizione delle forze dell’ordine, spesso costrette e trascurare l’attività ordinaria per arginare l’emergenza sbarchi e per la presa in carico dei clandestini, per i quali è stata sollecitata un’efficace attività di espatrio, in collaborazione con il governo algerino, cui si chiede anche un intervento di prevenzione delle partenze.

 

 (tratto da L’UNIONE SARDA)

 

  1. 23 Agosto 2007 a 17:37 | #1

    Ecco! Ci siamo! Anche noi, avremmo la cronaca su tutti i giornali. Perfetto; non ci mancava che questo, continuare ad illudere questa povera gente. Preparare centri di accoglienza per chi è disperato, significa dargli manforte, significa confermare ai delinquenti scafisti, che anche quì c’è gente disposta ad accogliere i loro trasporti umani. Credo che così facendo, non si risolva questo problema, vedi la Sicilia: non sanno più dove mettere la gente, con il pericolo peraltro già successo, che molti disperati, riescano a scappare da quei faticenti centri di accoglienza, facendo perdere le loro tracce e poi magari, c’è li ritroviamo a casa nostra mentre tentano di rubare qualche cosa per sopravvivere. Per me i soldi che si sperpereranno in questa iniziativa si dovevano dedicare all’acquisto o all’affitto, di una o più nave passeggeri, che solcassero le acque delle nostre coste e che raccogliessero i naufraghi in mare, rinfocillati visitati a livello medico e con le navi stesse, una volta cariche, riportare a casa loro i naufraghi; senza farli arrivare sulle nostre coste, dove troverebbero solo nulla. E’ abbastanza noto che la nostra zona, a stento sta ancora cercando un modo, per risolevarsi dalla crisi economica e occupativa, abbiamo già di nostro, molti emigrati, non sarebbe proprio il caso di farci carico dell’emigrazione di altri paesi quando, non riusciamo a risolvere la nostra. Penso che l’iniziativa presa dai Sindaci e di tutti coloro che hanno partecipato al vertice, sia solo una mera pubblicità politica:”TANTO PER FARSI NOTARE” visto e considerato che in altri modi,non ci c..a nessuno! SARDI! FORZA PARISI.

I commenti sono chiusi.