Home > Senza categoria > APPUNTAMENTI – A Sant’Antioco il primo festival della Cultura Popular

APPUNTAMENTI – A Sant’Antioco il primo festival della Cultura Popular

21 Agosto 2007

 

APPUNTAMENTI

A SANT’ANTIOCO IL PRIMO FESTIVAL DELLA CULTURA POPULAR

A partire da giovedì 23 Agosto

 

Una tre giorni per riscoprire le radici della cultura sudamericana e della Sardegna. Una tre giorni di interessanti incontri, dibattiti e proposte. Una tre giorni di musica. Una tre giorni per amanti delle tradizioni, per appassionati e curiosi. Una tre giorni per tutti insomma.

È questo il programma del 1° Festival Cultura Popular che si terrà a Sant’Antioco da giovedì 23 a sabato 25 Agosto. Si parlerà di Sudamerica (in particolare di Cile e Argentina) e di Sardegna, con incontri ad hoc che affronteranno tematiche specifiche di sicuro interesse per i partecipanti.

Il Festival è organizzato dall’Associazione "Cultura Popular" con il patrocinio del comune di Sant’Antioco, assessorato alla Cultura. Tutte le serate si terranno presso l’Arena Fenicia di Sant’Antioco.

Si comincia dunque giovedì 23 Agosto con la "Serata Cilena", naturalmente all’Arena Fenicia, con ingresso libero. A partire dalle 21,30 vi sarà una breve introduzione sulla storia del Cile e poi un percorso su Neruda curato da Giuliana Balboni. A seguire, intorno alle 22, serata musicale di musica andina.

Il giorno dopo, venerdì 24 Agosto, il festival prosegue con la "Serata Argentina" (ingresso libero). Anche in questo caso, alle 21,30, la serata partirà con una breve introduzione della storia dell’Argentina e poi Giuliana Balboni parlerà di Che Guevara: dalla malattia all’eroismo/percorso sul Che. Intorno alla 22,30 inizierà la musica, con una serata di tango argentino con i maestri Viola Boatti e Michele Mollica.

Il festival chiuderà i battenti alla grande, sabato 25 Agosto, con la "Serata Sarda", sempre all’Arena Fenicia con ingresso a pagamento (6 euro). Dalle 21,30 breve introduzione della storia della Sardegna e, di seguito, "Il sogno dell’indipendenza/percorso su Mariano IV" a cura di Juanneddu Sedda. Dalle ore 22 spazio alla musica: prima si esibiranno gli Rtclick, gruppo hip-hop di Sant’Antioco e, a seguire, l’atteso concerto in acustico dei KNA, gruppo che propone il repertorio e i componenti di due note band italiane, cioè i Kenzeneke e gli Askra.

Tanti incontri davvero interessanti dunque, con in primo piano la cultura, la storia e le tradizioni. E tanta buona musica, non solo per gli amanti del genere, ma per chiunque voglia trascorrere delle belle serate. Appuntamento quindi alle ore 21,30 di giovedì 25 Agosto, presso l’Arena Fenicia di Sant’Antioco.

  1. Giuseppe
    22 Agosto 2007 a 15:45 | #1

    Complimenti, davvero una bellissima iniziativa. Finalmente qualcosa di diverso a Sant’Antioco. Ci sarò sicuramente.

  2. L’Uomo Nero
    24 Agosto 2007 a 14:46 | #2

    Una folta e partecipe cornice di pubblico ha fatto da sfondo alla serata cilena dell’associazione Cultura Popular.
    La notte di ieri e’ stata una serata di emozioni e sensazioni soffuse e di parole sussurrate.
    Nella tranquillità e silenzio di un posto che esiste da sempre.
    Chi voleva grasso “divertimento” e sudore da danze estivo-caraibico-vacanziere poteva andare al lungomare e sudare con la masnada di dj Ezio.
    Ma non li e non ieri.
    All’Arena Fenicia c’era la poesia e la prosa di Pablo Neruda lette con la giusta intensità da due bravi narratori(la ragazza un pò troppo impostata, posso dirlo?).
    La musica è stata a tema: fascinosa, spigolosa e intrigante come la cultura cilena è da sempre.
    E come il vino cileno, una sorta di cannonau della Cordigliera delle Ande a dimostrazione che tutto il mondo è paese.
    Un paio di gazebo davano limitati esempi della letteratura e della gastronomia cilena.
    Ma non per colpa dell’Associazione Cultura Popular ma piuttosto per la limitatezza delle risorse economiche a disposizione dei ragazzi dell’organizzazione: presumo che con uno sforzo economico maggiore da parte dell’Amministrazione Comunale e degli esercizi commerciali antiochensi in futuro si possa allargare l’offerta culturale – magari portando artisti e letterati della madrepatria – e migliorare decisamente il festival, che già così è stato molto suggestivo.
    Ma l’importante era partire col piede giusto.
    Quindi di che ti preoccupi M. se il pubblico ha mostrato di gradire diffusamente?

    ps. Ragazzi però io non avrei venduto la Coca Cola!

  3. Peso
    26 Agosto 2007 a 12:15 | #3

    Che dire…3 serate bellissime!
    Complimenti agli organizzatori!

  4. Organizzatrice
    26 Agosto 2007 a 19:50 | #4

    Grazie mille a tutti per la vostra presenza e grazie all’uomo nero per il bellissimo commento.

  5. sittingbull
    28 Agosto 2007 a 14:00 | #5

    Caro Uomonero, la “ragazza” un po’troppo impostata, così come tu dici…altri non è che la simpaticissima Giuliana Balboni che, con il dovuto rispetto, ragazza non lo è più da qualche annetto…Vi assicuro che, al di là dei giudizi (chiaramente opinabili) sulla performance recitativa, si tratta di una persona meravigliosa, generosissima e di grandi e solidi ideali…una donna con la “D” maiuscola insomma…

  6. Organizzatrice
    28 Agosto 2007 a 16:25 | #6

    Giuliana è una persona straordinaria e da una chiacchierata con lei la scorsa primavera è nata l’idea di questo festival. Ha lavorato tantissimo per la realizzazione e a lei va tutta la nostra stima. Tutte le manifestazioni di affetto e i complimenti ricevuti in questi giorni li dividiamo con lei, con Michele e con Viola. Grazie sittingbull per aver descritto benissimo Giuliana ma per chi non l’avesse riconosciuta ricordo che Giuliana Balboni per alcuni anni è stata direttrice scolastica della scuola elementare del nostro paese, da allora il legame con la nostra terra non si è mai spezzato e il fatto che insieme a noi abbia cercato di realizzare un evento culturale, in un paese dove per anni la cultura è stata messa da parte, è lodevole.

  7. antioco
    30 Agosto 2007 a 19:17 | #7

    Bellissima manifestazione. Complimenti, troppo bello!

  8. Alberto
    31 Agosto 2007 a 15:59 | #8

    Permettetemi di dirvi che è stato emozionante guardare i confini del mondo da Sant’Antioco. Non capita spesso di vedere considerata la cultura sarda alla stregua di una qualsivoglia altra cultura che popola il pianeta. Non è sempre facile parlare con il mondo da una piccola isola che si perde tra le onde del mare, ma tutti voi, organizzatori e collaboratori della manifestazione, avete dato l’impressione di esserci riusciti. GRAZIE

  9. monichina
    4 Settembre 2007 a 9:49 | #9

    molto bello il festival,ho potuto partecipare solo alla prima serata,ma se le altre sn state cm la prima mi complimento con voi.e’ vero l’attrice era un po’ troppo impostata ma va bene comunque.

    grazie

I commenti sono chiusi.