Archivio

Archivio Settembre 2007

CULTURA – Mostra su miniere ad Iglesias

28 Settembre 2007 Commenti chiusi

CULTURA

MOSTRA SU MINIERE AD IGLESIAS

Dal 29 settembre al 7 ottobre 2007 al Chiostro di San Francesco di Iglesias, sarà fruibile una mostra documentaria dal titolo: "Itinerari di miniera. Storie di migrazioni fra la Germania ed il Sulcis Iglesiente". La mostra, vuole testimoniare, tramite l’esposizione di vari documenti, persistenza e diversificazione delle migrazioni tra Iglesias, Carbonia e diverse zone della Germania, tra cui, nell’ultimo secolo e mezzo, Oberhausen.

IGLESIAS - Verrà inaugurata alle ore 17,00 di sabato 29 settembre la mostra "Itinerari di miniera. Storie di migrazioni fra la Germania ed il Sulcis Iglesiente". Lo stesso giorno, alle ore 18.00 nella Sala conferenze dell’Archivio Storico Comunale in Via Carceri, si terrà un convegno sui contenuti della mostra basato su interventi, testimonianze e considerazioni sulle cause e sugli effetti, similitudini e differenze fra le varie immigrazioni ed emigrazioni che hanno riguardato il Sulcis Iglesiente, sulle esperienze delle "nuove" migrazioni a Oberhausen, attraverso il patrimonio culturale di ambito minerario.
L’iniziativa è collocata nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio, promosse dal Consiglio d’Europa dal 1991 per valorizzare il patrimonio culturale dei paesi membri ed il cui slogan quest’anno è "Le grandi strade della Cultura: un valore per l’Europa". L’Amministrazione Comunale di Iglesias, aderendo all’invito del Ministero per i Beni e le attività culturali, mostra, attraverso queste due iniziative, uno scorcio del patrimonio culturale che riaffiora dal tempo e che coinvolge lavoratori e paesi diversi tra cui la Germania, terra di tradizioni minerarie antiche e ricche.
Nei documenti proposti in questa mostra emergono, talvolta appena intuibili, talvolta evidenti e manifesti, diversi tipi di scambi che hanno "contaminato" le diverse realtà culturali (linguaggio, persone, invenzioni e macchinari, competenze professionali) e le diverse fasi temporali che si sono volute circoscrivere tra il 1850 ed i nostri giorni, con uno sguardo ai periodi precedenti. È stato infatti impossibile ignorare il più antico e importante documento della
storia di Iglesias, il Breve di Villa di Chiesa, il cui quarto libro è interamente dedicato alle norme relative all’attività mineraria del territorio circostante Villa di Chiesa, e nel quale molta parte dei termini tecnici usati è di origine germanica. Così come è stato impossibile ignorare la lunga e cospicua storia "mineraria" della Germania. Dal 1850, poi, è tutto un susseguirsi di testimonianze estremamente interessanti.
Il senso dell’importante e inedito lavoro di ricerca che ha visto coinvolto il personale dell’Archivio Storico Comunale, il personale della Soprintendenza Archivistica per la Sardegna, la Federazione dei Circoli Sardi in Germania ed in particolare il Circolo "Rinascita" di Oberhausen, Città tedesca a cui siamo legati da gemellaggio, è stato fondamentalmente questo: rintracciare la nostra identità nel raffronto con una realtà locale lontana ma tanto simile alla nostra.

(da SARDEGNA OGGI NEWS)

POLITICA ? Le liste per le primarie del nuovo Partito Democratico

26 Settembre 2007 1 commento

POLITICA

LE LISTE PER LE PRIMARIE DEL NUOVO PARTITO DEMOCRATICO

Ecco i nomi nel Sulcis Iglesiente

Sono terminate alle ore 15,30 di domenica scorsa, 23 settembre, le operazioni di verifica sulle liste per elezioni primarie del Partito democratico che si terranno il 14 ottobre in Sardegna: tutte le liste sono state ammesse.

Nell’Isola, le liste collegate ai candidati alla segreteria nazionale del Pd (Walter Veltroni, Enrico Letta, Rosi Bindi) sono presenti in tutti i 14 collegi. In particolare, collegate alla candidatura di Walter Veltroni ci sono due liste: la lista denominata "Democratici sardi con Veltroni" e la lista denominata "Per Veltroni con Soru". Una lista, denominata "I democratici per Enrico Letta", è collegata a Enrico Letta. Una lista, chiamata "Con Rosi Bindi, democratici davvero" è collegata a Rosi Bindi.

Sul versante regionale a sostegno dei candidati alla carica di segretario regionale del Pd, Renato Soru, Antonello Cabras e Filippo Spanu, sono state presentate le seguenti liste:

  • "Democratici sardi con Cabras", collegata al senatore Antonello Cabras e presente in tutti i 14 collegi;
  • tre liste per il presidente della Regione, Renato Soru: "Con Soru la politica è di tutti", presente in otto collegi, "Con Soru la Sardegna del cambiamento", presente in nove collegi e "Con Soru la Sardegna in movimento", presenti in 11 collegi.
  • due liste collegate a Filippo Spanu: "Con Filippo Spanu democratici, davvero", presente in 4 collegi, e "Il nostro partito democratico… con Filippo Spanu", presente in 10 collegi.

Vediamo di seguito i candidati del Sulcis Iglesiente inseriti nelle varie liste:

Lista "Democratici sardi con Veltroni":

Collegio 9 – Iglesias

Cicilloni Carla

Busia Andrea

Pistincu Alessandra

Cadeddu Francesco

Bonomi Gianna

Collegio 10 – Carbonia

Gaviano Pierfranco

Crobu Livia

Demuru Efisio

Grosso Marinella

Lenzu Emanuele

Cogotti Ornella

Lista "Democratici sardi con Cabras"

Collegio 9 – Iglesias

Marras Francesco

Deiana Angela

Cuccu Giuseppe

Pintus Giuliana

Calledda Antonio

Porcu Annamaria

Congiu Salvatore

Peddis Pinuccia

Lussu Maurizio

Caboi Rita

Pisu Marco

Collegio 10 – Carbonia

Cherchi Salvatore

Zucca M. Cristina

Marongiu Giorgio

Melis Emanuela

Mereu Luca

Baghino Maria

Tocco Giovanni

Di Bernardo Elisabetta

Mattana Salvatore

Pilloni Seriana

Mei Giancarlo

Lista "Il nostro Partito Democratico…con Filippo Spanu"

Collegio 9 – Iglesias

Saiu Maria Clara nota Lella

Amata Giovanni

Mua Maria Rossella

Casula Filippo

Podda Ilaria

Colombo Simone

Rubiu Tamara

Collegio 10 – Carbonia

Puddu Monica

Serra Ignazio

Verde Cristiana

Meloni Andrea

Lai Serena

Nuvoli Giovanni

Desogus Annarita

Lista "Per Veltroni con Soru"

Collegio 9 – Iglesias

Piredda Alessandra

Zanda Nino

Mancosu Dolores

Ruggeri Ruggero

Bua Piera

Collegio 10 – Carbonia

Flore Antonio Maria – Nino

Fonnesu Luigia

Siclari Placido

Mulas Gisella

Saba Bruno

Milazzo Nella

Lista "I Democratici per Enrico Letta"

Collegio 9 – Iglesias

Sanna Francesco

Atzori Marinella

Pittau Giacomo

Cau Maria Ausilia

Castiglione Antonio

Collegio 10 – Carbonia

Medau Carla

Deidda Ignazio

Locci Debora

Puddu Carmine noto Nuccio

Serra Sandra

Serra Paolino

Lista "Con Soru la Sardegna in movimento"

Collegio 9 – Iglesias

Castiglione Antonio

Fara Franca

Sanna Stefano

Pisu Valentina

Spanu Marco

Orsi Maria Rosaria – Bibi

Del Rio GianPaolo

Cau Maria Ausilia

Musu Giorgio

Atzori Marinella

Maccioni GianPiero

Collegio 10 – Carbonia

Deidda Ignazio

Medau Carla

Palmas Giuseppe

Locci Debora

Serra Paolino

Serra Sandra

Puddu Carmine – Nuccio

Mulas Gisella

Carta Salvatore

Milazzo Ornella

Colombana Umberto

Lista "Con Soru la politica è di tutti"

Collegio 10 – Carbonia

Cocco Pietro

Serra Raffaela

Mallus Giacomo

Pisu Laura

Senargiotto Gianni

Puddu Katia

Gargiulo Alessandro

Fonnesu Luigia

Ceccarelli Silvio

Fanzecco Simona

Pisano Enzo

Lista "Con Soru la Sardegna del cambiamento"

Collegio 9 – Iglesias

Meloni Efisio

Unida Giuseppa

Virdis Angelo

Collu Maria Franca

Farris Silvano

Piddiu Anna

Angei Luca

Dessì Rossella

Vacca Mirko

Mascia Silvia

Murtas Marco

MUSICA ? Continua il successo del gruppo MaB

20 Settembre 2007 1 commento

MUSICA

CONTINUA IL SUCCESSO DEL GRUPPO MaB

Il 13 ottobre le ragazze sulcitane saranno a Palermo col grande David Linch

Sull’onda di Sanremo e della collaborazione con Franco Battiato prosegue alla grande il successo delle MaB (nelle due foto in basso), il gruppo tutto al femminile composto da quattro ragazze del Sulcis, che da tempo vivono e lavorano in Inghilterra, a Londra.

Il gruppo continua questo 2007, vero e proprio "anno d’oro", che ha visto l’uscita del loro primo album, intitolato "Decay".  Le ragazze, dopo l’apparizione a Sanremo e nel video della canzone "Il Vuoto" di Franco Battiato, hanno accompagnato il noto cantante catanese nel suo tour, denominato appunto "VUOTO TOUR", nelle tante date estive in giro per tutta l’Italia e che si è arricchito recentemente anche di alcune date in Spagna. Il 27 settembre le quattro compnenti del gruppo si esibiranno insieme a Battiato a Barcellona, mentre due giorni dopo, il 29, saranno sul palco a Madrid.

Ma la notizia più recente è che il 13 Ottobre le MaB saranno a Palermo per l’evento "Sequenze e frequenze with David Linch", in cui il famosissimo regista americano terrà un incontro con il pubblico per fare da testimonial alla Lynch Foundation che, ispirata alla tradizione vedica di Maharishi Yogi , ha tra le sue finalità la diffusione di modelli pedagogici alternativi finalizzati all’incremento dei valori della pace nel mondo, del rispetto della natura, e del sostegno ad attività filantropiche. Il regista risponderà a domande sulla sua pratica di meditazione, sul suo cinema e sul suo modo di intendere e vivere l’arte. Ma dopo l’incontro con David Linch sarà in programma proprio un concerto delle MaB. Da sempre grandi appassionate del cinema di David Lynch, a Palermo in occasione di questa iniziativa  le quattro ragazze sulcitane proporranno uno spettacolo in esclusiva, pensato ed ideato proprio per questo evento.

Un altro grande evento quindi per il progetto MaB, che continua ad avere successo e che sta riscuotendo sempre maggiori apprezzamenti. Il 26 Ottobre le Mab si esibiranno anche a Firenze, durante il "Festival delle Creatività".

Ma il loro successo continua anche nella loro Terra. Infatti, dopo gli ultimi concerti tenuti in Sardegna le ragazze hanno lasciato un chiaro messaggio per tutti i loro fans sardi: "Il pubblico sardo è meraviglioso, ci teniamo particolarmente tanto a ringraziarvi tutti, uno per uno, per il supporto, per aver creduto in noi e per l’energia che ci avete dato indietro. Con tutto il nostro affetto. Grazie. MAB". Un bel messaggio che dimostra ancora di più l’attaccamento di queste ragazze alla loro Terra e al loro popolo.

Per seguire da vicino il successo e le tappe del progetto MaB potete consultare il sito internet della band, all’indirizzo http://www.mabrock.net/, con tante notizie e informazioni e tutti gli aggiornamenti che riguardano Alice, Jessica, marina e Lisa, le quattro ragazze del Sulcis che stanno conquistando l’Europa con la loro musica.

Il fenomeno MaB continua.

 

 

 

ATTUALITÀ – Gare d’appalto regionali per riqualificare tre aree dismesse del Sulcis Iglesiente

13 Settembre 2007 Commenti chiusi

ATTUALITÀ

GARE D’APPALTO REGIONALI PER RIQUALIFICARE TRE AREE DISMESSE DEL SULCIS IGLESIENTE

Sul sito internet della Regione i bandi di gara

 

La Regione ha indetto tre gare d’appalto per la riqualificazione di tre importanti aree del Sulcis Iglesiente. Due nell’isola di Sant’Antioco e una nel territorio di Gonnesa.

La gare riguardano le aree dismesse delle società Palmas Cave Srl in liquidazione, ben 113 ettari in località Su Monte de su Sennori, nel comune di Sant’Antioco; i terreni della Seamag in liquidazione, cioè 14 ettari in località Ponti, proprio all’ingresso di Sant’Antioco e infine della Carbosulcis Spa, 56 ettari in località Seruci, nel territorio del comune di Gonnesa.

I tre compendi immobiliari, considerati di particolare interesse paesaggistico, saranno affittati ai vincitori della gare d’appalto per cinquant’anni, con lo scopo di valorizzarli sotto il profilo economico, turistico, naturalistico e ricettivo.
Le tre gare si svolgeranno secondo le regole previste per le procedure aperte, in un’unica fase, e saranno naturalmente aggiudicate all’offerta economicamente più vantaggiosa. Gli importi a base d’asta sono fissati in 5 milioni di euro per la proprietà Palmas Cave, un milione 500 mila euro per l’area della Seamag e 4 milioni 70 0mila euro per la proprietà della Carbosulcis. Le offerte dovranno pervenire entro le 13 di venerdì 14 dicembre 2007 negli uffici dell’Assessorato regionale dell’Industria, in viale Trento
69, a Cagliari.

Si tratta di proprietà molto ambite e che hanno suscitato non poche polemiche per quanto riguarda la loro assegnazione e il loro utilizzo. La speranza è che possano davvero trasformarsi in volano di sviluppo per l’economia del territorio, anche perché sono zone dalle grandi potenzialità dal punto di vista economico e turistico.

Tutti i documenti relativi alle gare d’appalto in questione possono essere visualizzati e scaricati dalle seguenti pagine internet:

 

PALMAS CAVE srl

http://www.regione.sardegna.it/j/v/28?s=1&v=9&c=88&c1=88&id=5299

 

SEAMAG

http://www.regione.sardegna.it/j/v/28?s=1&v=9&c=88&c1=88&id=5297

 

CARBOSULCIS spa

http://www.regione.sardegna.it/j/v/28?s=1&v=9&c=88&c1=88&id=5298

APPUNTAMENTI – Inizia oggi la rassegna cinematografica “Passaggi d’Autore”

11 Settembre 2007 1 commento

 

APPUNTAMENTI

INIZIA OGGI LA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA "PASSAGGI D’AUTORE"

Presso il cinema Il Piccolo a Sant’Antioco

Inizia oggi  a Sant’Antioco la terza edizione della rassegna cinematografica di cortometraggi "Passaggi d’Autore: intrecci mediterranei", che già nelle prime due edizioni ha raccolto numerosi consensi e un buon successo.

Dalle ore 19, nella cittadina lagunare, presso il cinema il Piccolo di via Eleonora d’Arborea, cominceranno le proiezioni dei cortometraggi che animeranno l’edizione di quest’anno.

La manifestazione cinematografica, che dunque giunge al traguardo della terza edizione, è organizzata anche quest’anno dal Circolo del Cinema "Immagini" con obiettivo di diffondere la cultura filmica  non solo attraverso le numerose proiezioni ma anche attraverso interessanti momenti di incontro e discussione tra i registi e il pubblico.  

Ma quest’anno la rassegna non sarà solo cinematografica, a questa si affiancherà infatti una mostra fotografica permanente intitolata "I Figli del Sud" e che è stata allestita nei locali del Centro Culturale "I Sufeti", all’inizio di via Garibaldi, proprio in prossimità di piazza Umberto. La mostra sarà presentata proprio questa sera alle ore 18 dal suo curatore, il fotografo e regista tunisino Mohamed Schallouf. La mostra fotografica consiste in sessanta scatti, ritratti di bambini africani nella loro quotidianità. Un interessante omaggio all’innocenza dell’infanzia dei bimbi del continente africano, che sovente vengono immortalati dai media in situazioni di disagio, di miseria, guerra, di fame. Ma non sono solo questo. Mohamed Schallouf ha incontrato tanti bambini, in giro per tutta l’Africa, da Tozeur a Città del Capo, da Antananarivo a Dakar, dal Senegal al Burkina Faso, e con le sue fotografie ha immortalato volti semplici che seppur segnati dalla durezza della vita in quella terra, mostrano una bellezza e un’innocenza negli sguardi che colpiscono il visitatore. Una mostra da non perdere dunque.

La rassegna "Passaggi d’Autore: Intrecci Mediterranei" si svolgerà dal stasera 11 fino a sabato 15 settembre e sarà ancora una volta l’occasione per apprezzare il cinema dal sapore Mediterraneo.

Questa sera la rassegna si apre con uno sguardo sulla  realtà del cinema ideato dai ragazzi. La prima giornata infatti si basa su una selezione di corti provenienti da diverse parti del mondo, compresa l’Italia, alcuni dei quali hanno ottenuto importanti riconoscimenti partecipando al Festival Ciak Junior che si svolge a Treviso.

Domani, 12 settembre, verrà invece proiettato l’ultimo lavoro di Giovanni Columbu "Fare cinema in Sardegna" e sarà l’occasione per discutere dei problemi connessi al fare cinema nella nostra regione con alcuni degli autori presenti nel documentario.

La rassegna prosegue giovedì 13 settembre con una serata dedicata agli autori sardi che hanno realizzato documentari o cortometraggi di fiction, animazione e video-art.

La serata del 15 sarà dedicata ai cortometraggi di registi italiani premiati nei più importanti festival nazionali e internazionali, tra i quali il David di Donatello 2007. La selezione è curata da Marco Gallo, produttore ed esperto cinematografico.

La serata conclusiva del 16 sarà interamente dedicata al cinema africano, con una selezione di cortometraggi di registi maghrebini, curata e presentata dal regista tunisino Mohamed Challouf.

Per la realizzazione della rassegna, gli organizzatori si sono avvalsi della collaborazione di Antioco Floris, docente di discipline cinematografiche all’Università di Cagliari; del produttore cinematografico Marco Gallo; dell’Associazione Culturale Gruppo Alcuni che organizza il Festival Internazionale Ciak Junior;  dell’Istituto Superiore Regionale Etnografico di Nuoro; del Centro Servizi Interculturali "Fairuz" di Cagliari; della Cineteca Sarda-Società Umanitaria di Cagliari.

Per chi volesse leggere il programma in maniera più dettagliata e avere maggiori informazioni la rassegna possiede anche un interfaccia multimediale con il sito internet all’indirizzo http://www.passaggidautore.it/

 

POLITICA ? Antonello Cabras si candida alla segreteria del Partito Democratico in Sardegna

7 Settembre 2007 8 commenti

 

POLITICA

ANTONELLO CABRAS SI CANDIDA ALLA SEGRETERIA DEL PARTITO DEMOCRATICO IN SARDEGNA

E scrive una lettera aperta a Renato Soru

Sembra proprio che l’avversario di Renato Soru per la segreteria regionale del nuovo Partito Democratico in Sardegna sarà il senatore dei DS, di Sant’Antioco, Antonello Cabras (nella foto in basso).

Con una lettera inviata al Presidente della Regione, il senatore diessino, ha infatti dato conferma della sua disponibilità a concorrere per il posto di segretario regionale del PD. Antonello Cabras avrebbe accolto le indicazioni della segreteria regionale e di altre componenti del suo partito, della Margherita e di rappresentanti della società civile. Il senatore ha quindi inviato una lettera aperta al presidente della regione, Renato Soru, anch’egli candidato alla leadership in Sardegna del nuovo PD, in cui ha messo in evidenza l’esigenza di evitare inutili divisioni ma ribadendo quanto già affermato, cioè le sue riserve sull’accentramento delle cariche di segretario del neonato partito con quella di Presidente della Regione sarda.

Questo il testo della lettera aperta scritta dal senatore Cabras:

"Caro presidente, come già ho avuto modo di rappresentarti nell’ultimo nostro colloquio il contesto determinatosi con la tua candidatura alla segreteria del PD sardo rende oggettivamente più forte la richiesta, da parte di quanti sono impegnati nella costituzione del nuovo partito, di un mio impegno diretto. Personalmente, avrei con convinzione concorso a sostenere una figura con un profilo che segnasse nettamente un cambio di generazione nella direzione politica, ricercando la più ampia convergenza e condivisione fra quanti sono impegnati nella fase costituente.

La tua scelta ha impresso all’appuntamento delle primarie un connotato diverso, direi estraneo al tema proprio della fase attuale. La tua ricerca di una legittimazione, fuori contesto, alla leadership di governo che non è in discussione, appare a me, infatti, se non la sola sicuramente la principale ragione della tua stessa candidatura. Tutto questo invece andrebbe evitato. Come tutti ripetiamo si dovrebbe concentrare la nostra forza sull’obiettivo primario di far muovere i primi passi nella direzione giusta al partito nuovo. Per ciò resto ancora più convinto della opportuna separazione fra segreteria e guida del governo regionale. Inoltre la politica di rinnovamento avviata nel 2004 e proseguita con le amministrative del 2005 si difende e si afferma con più efficacia evitando di introdurre distinzioni o peggio divisioni che rendono meno comprensibile il vero messaggio, e rischiano di interrompere il nuovo corso già avviato nelle forze politiche. La stagione è fra le più difficili, e noi cerchiamo con il Pd di sviluppare innovazione nel sistema politico quale modo più efficace per sconfiggere i sentimenti antipolitici presenti nella società.

Venerdi’, in una occasione pubblica promossa da quanti mi hanno chiesto di dare una disponibilità personale svilupperò più ampiamente ragioni e propositi del mio impegno per il futuro PD sardo. Personalmente avrei preferito un contesto che ci vedesse impegnati insieme ad altri a sostegno di una proposta condivisa, (è ancora possibile? Il nostro motto è ancora ‘Sardegna insieme’? Per me sicuramente) tuttavia la militanza politica, con la quale comincerai ad avere più consuetudine, richiede in momenti particolari un impegno straordinario ed è ciò che mi accingo a fare".

 

<!– –>

<!– –>

CULTURA – Max Leopold Wagner a Sant’Antioco

6 Settembre 2007 1 commento

CULTURA

MAX LEOPOLD WAGNER A SANT’ANTIOCO

Sapevate che Max Leopold Wagner, forse il maggior esperto di lingua e cultura sarda del Novecento, è stato a Sant’Antioco e che amava particolarmente l’isola sulcitana? Esattamente si è trattenuto nell’isola sulcitana dal 15 al 19 febbraio del 1926 dove ha eseguito i rilievi per l’Atlante Linguistico Italo-Svizzero. Ha intervistato un informatore locale, Giovanni Basciu, allora cinquantenne, a cui fu sottoposto un questionario di circa 3000 parole in italiano chiedendone il corrispondente significato nel sardo-antiochense. Oltreché a Sant’Antioco lo studioso tedesco si recò in altre 19 località sarde. Dopo aver eseguito il rilievo linguistico inviava a Berna a Karl Jaberg, direttore dell’Atlante Linguistico Italo-Svizzero, 1. la descrizione dell’informatore, 2. le osservazioni fonetiche sulla parlata locale e 3. le fotografie scattate nella località stessa + le didascalie e gli schizzi sugli attrezzi della cultura materiale. In una lettera inedita inviata ad un amico si esprime così sui risultati del suo soggiorno a Sant’Antioco: «Da ieri mi trovo nel Sulcis per eseguire un rilevamento e sono coadiuvato da un informatore molto valido. Purtroppo anche qui le autorità militari sono estremamente diffidenti e mi viene altresì proibito di scattare fotografie. A Sant’Antioco ho sofferto alquanto il nervosismo delle autorità. Nonostante il prefetto di Cagliari mi avesse consegnato una lettera di raccomandazione per il commissario prefettizio, i Carabinieri mi stavano continuamente alle calcagna. Mi è stato proibito di fotografare all’aperto, dal momento che un decreto militare impone il divieto di scattare fotografie lungo la costa. C’è da diventare pazzi! Le difficoltà nascono soprattutto dal fatto che fra le autorità civili (la prefettura) e militari ci sono evidentemente dei conflitti di competenze ed esse si combattono a vicenda. Ho perduto parecchio tempo perché le autorità mi convocavano perennemente pretendendo da me continue spiegazioni. Ora finalmente, nonostante tutti gli ostacoli, ho ultimato il mio lavoro. Entro pochi giorni Lei riceverà il rilevamento e si renderà conto di quanto risulti interessante. A mia disposizione avevo un informatore eccellente. Malgrado tutte le difficoltà elencate pocanzi sono riuscito a scattare alcune fotografie (il carro, l’aratro, il telaio, il giogo e così via) che prossimamente Le farò avere. Per il momento mi limiterò ad inviarLe degli schizzi affinché se ne possa fare un’idea». Un volume contenente tutti verbali d’inchiesta, gli schizzi e le fotografie, scattate tra il 1925 e il 1927 in Sardegna è stato pubblicato in tedesco in Germania nel 2004. Dal 2006 esiste anche l’edizione in sardo: M.L. Wagner, Sa Sardìnnia de Max Leopold Wagner, Stoccarda 2006; in oltre 20 pagine si possono ammirare le fotografie e i materiali antiochensi a cui Wagner ha accennato sopra e in cui sicuramente riconoscerete alcuni dei vostri nonni o bisnonni e altre informazioni interessanti. Il volume è in vendita in libreria, anche a Sant’Antioco. Giovanni Masala (www.sardinnia.de).

GIOVANNI MASALA

APPUNTAMENTI – Seminario sulla “Psicologia del Turismo” a Sant’Antioco

5 Settembre 2007 8 commenti

APPUNTAMENTI

SEMINARIO SULLA "PSICOLOGIA DEL TURISMO" A SANT’ANTIOCO

Il giorno 29/09/2007 si terrà a Sant’Antioco un Seminario/Incontro sulla PSICOLOGIA DEL TURISMO E DEL TURISTA, tenuto dal dott. Alessandro Mereu, Psicologo del Turismo.

L’Incontro è rivolto a tutti coloro che operano nel settore turismo, ma anche a chiunque sia interessato all’argomento.

Obiettivi del Seminario

Gli obiettivi del Seminario sulla Psicologia del Turismo e del Turista sono essenzialmente quelli di sviluppare le conoscenze introduttive fondamentali sulla psicologia applicata al turismo e al turista, per fornire delle utili conoscenze applicative ai partecipanti.

Argomenti trattati durante l’Incontro

  • Rapporti tra psicologia e turismo
  • La Psicologia del Turista
  • La Motivazione turistica
  • I processi decisionali nel turismo. La scelta turistica.
  • Il Sé in vacanza e le dinamiche relazionali
  • Aspetti e stili cognitivi, relazionali ed emotivi nel turismo
  • Soddisfazione turistica
  • Risorse umane in ambito turistico
  • Casi pratici di applicazione della Psicologia al Turismo
  • Strumenti di misura in Psicologia del Turismo

La partecipazione è gratuita

NUMERO MASSIMO PARTECIPANTI: 10

Le iscrizioni saranno chiuse al raggiungimento del numero di partecipanti.

Per le adesioni mandare una mail all’indirizzo psicoturismo@tiscali.it

Con la collaborazione di :

CRONACA – Immigrazione: il centro di accoglienza si farà ad Elmas

3 Settembre 2007 Commenti chiusi

 

CRONACA

IMMIGRAZIONE: IL CENTRO DI ACCOGLIENZA SI FARÀ AD ELMAS

All’interno dell’aeroporto militare

 

Il tanto discusso Centro di Accoglienza temporanea per gli immigrati clandestini nel sud della Sardegna alla fine sarà operativo. Non sarà però il Sulcis, epicentro del "fenomeno migratorio", ad accogliere la struttura. Il Centro di prima accoglienza e soccorso si farà all’interno dell’aeroporto militare di Elmas, nel cagliaritano.

A darne conferma, al termine di una riunione sull’immigrazione tenutasi a Cagliari, sono stati il Capo del Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno, Mario Morcone, il Prefetto di Cagliari, Salvatore Gullotta, e l’assessore regionale della Sanità, Nerina Dirindin. Il Centro sarà ospitato in una palazzina di tre piani, all’interno dell’aeroporto militare di Elmas, che dovrà essere resa operativa per accogliere circa 200 persone. Si attende ancora il via libera da parte del Ministero della Difesa, ma la decisione è stata presa e il Centro sarà presto (almeno si spera) operativo. Mentre un altro intervento riguarderà un’unità mobile di primo soccorso, con a bordo un medico, che sarà dislocata dalla Regione Sardegna sul territorio del Sulcis-Iglesiente per affrontare quella che ormai è diventata l’emergenza primaria nel nostro territorio.

Gli immigrati resteranno nella struttura per il tempo necessario per organizzare il loro trasferimento in un centro di permanenza temporaneo nella Penisola, quindi per un massimo di 48-72 ore. Per quanto riguarda la gestione del centro di accoglienza sarà bandita una gara informale aperta a tutte le associazioni di volontariato, che garantiranno gli interventi sanitari, la ristorazione e le altre necessità. Ogni immigrato clandestino che sarà ospitato nella struttura (come accade negli altri centri della Penisola) ha un costo che si aggira intorno ai 35 euro al giorno.

Naturalmente nell’incontro a Cagliari si è parlato anche di altri interventi da mettere in atto per affrontare l’emergenza clandestini. Dovrà essere potenziato l’apparato della sicurezza con un rafforzamento dell’organico delle forze dell’ordine: una quarantina di uomini (15 per ogni turno) presidieranno il Centro di Accoglienza, mentre sarà rafforzato anche l’ufficio stranieri della Questura.

Sia il centro di accoglienza che l’unità mobile messa a disposizione dalla Regione saranno finanziati attraverso un contributo del Ministero dell’Interno.

Secondo l’assessore alla sanità Dirindin a questo centro potrebbe anche essere affiancata in futuro un’altra struttura di accoglienza regionale.

Dall’inizio del 2007, in Sardegna, nel Sulcis in particolare, sono sbarcati circa 1.200 immigrati clandestini, quasi tutti algerini, con i massimi picchi nel periodo estivo di Luglio e Agosto. Ma il fenomeno sembra ormai destinato a non fermarsi e a durare nel tempo.