Home > Senza categoria > POLITICA – Sarà Cherchi l’anti-Soru ?

POLITICA – Sarà Cherchi l’anti-Soru ?

27 Giugno 2008

zx468x60.jpg

 

POLITICA

SARÀ CHERCHI L’ANTI-SORU ?

Si fanno sempre più insistenti le voci di una possibile candidatura del sindaco di Carbonia, Salvatore Cherchi, alle prossime primarie interne al partito Democratico per la scelta del candidato alle prossime elezioni regionali che si terranno nel 2009. Cherchi si propone come il rivale più accreditato e temibile nei confronti dell’attuale presidente della Regione Sardegna, Renato Soru, che cerca la ricandidatura "ufficiale", senza bisogno di ricorrere alle primarie interne al partito. Nei giorni scorsi ha avuto luogo un incontro proprio tra Soru e Cherchi, rigorosamente a porte chiuse, a margine di una riunione istituzionale tra la Regione e il Comune di Carbonia, in cui certamente si sarà parlato anche di questo possibile faccia a faccia per decidere il prossimo candidato del PD alle regionali. Nessuno dei due ha rilasciato dichiarazioni in proposito, ma secondo indiscrezioni la distanza tra il presidente della Regione e il sindaco del capoluogo sulcitano è rimasta invariata, anche perché, come ha detto Soru in una recente riunione dei suoi a Tramatza, non è ancora disponibile a trattare gli assetti della futura giunta, in caso di vittoria naturalmente. Non piace, a Cherchi ma anche ad altri esponenti del PD isolano, soprattutto l’idea di Soru di avere una "giunta del presidente" e in tal modo essere in grado di governare a prescindere dal proprio partito e dagli eventuali alleati. Proprio nella giornata odierna è stata convocata dal segretario regionale del PD, Antonello Cabras, la direzione regionale del partito in cui probabilmente la maggioranza che sostiene il segretario del PD e senatore dovrà decidere il nome del proprio candidato alle primarie: oltre a Tore Cherchi (che comunque rimane il favorito) ci sono in lizza anche Graziano Milia e Giacomo Spissu. Vedremo cosa verrà deciso. Bisogna anche dire che, anche nel caso si decidesse di evitare le primarie, c’è il rischio di uno spaccamento interno al partito, in quanto Soru non andrà comunque bene a tutti, con inevitabili conseguenze sul piano elettorale. Antonello Cabras, che è favorevole come Tore Cherchi e altri esponenti del PD alle primarie, non ha voluto fare dichiarazioni politiche: "Ad Arborea – ha spiegato il senatore di Sant’Antioco – abbiamo assunto l’impegno di portare il dibattito nella sede del partito". Ma proprio Cabras è stato oggetto di critiche da parte dei fedeli di Soru, in particolare dal deputato Guido Melis, il quale ha affermato che "non è mai successo che il leader del partito del presidente convochi una riunione per cercare un altro candidato". Sicuramente all’interno del PD sardo ci sono due fazioni ben distinte, quella dei soriani e quella invece degli oppositori dell’attuale presidente della Regione, che criticano soprattutto il metodo di governo da parte di Soru, dal loro punto di vista troppo "solitario" e accentratore. Ci sono però anche coloro che stanno in una via di mezzo e cercano il dialogo, molti di essi sono favorevoli alle primarie in modo da scegliere finalmente con chiarezza e senza ambiguità il leader del PD sardo e anche la linea politica che sia il più condivisa possibile.

VOI COME LA PENSATE ? DITE LA VOSTRA SUL GA FORUM

sky8_300x250.jpg


  1. Terim
    28 Giugno 2008 a 15:46 | #1

    Ma perchè Cherchi non si limita a fare il sindaco di Carbonia che è meglio

  2. Laura – Carbonia
    1 Luglio 2008 a 10:25 | #2

    Bè io non vedo perchè dovrebbe continuare a fare il sindaco. Cherchi ha fatto molto bene per la nostra città e potrebbe farlo anche per tutta la Sardegna

  3. I’m PD
    1 Luglio 2008 a 12:31 | #3

    Sarei curioso di sapere che ne pensa l’uomonero di tale situazione, ciao Luca :)

  4. Dall’UNIONE SARDA
    3 Luglio 2008 a 14:10 | #4

    Pd, Cabras a favore delle primarie

    ”Uniche per tutto il centrosinistra”

    Il segretario del partito Democratico aggiunge: “Non penso che questo strumento possa essere visto come un referendum pro o contro Soru”

    Anche il partito Democratico vuole le primarie in Sardegna. Secondo la forza politica di centrosinistra potrebbe essere questo il metodo migliore per stabilire chi dovrà essere il futuro candidato alla presidenza della Regione. L’ha preannunciato il segretario del Pd, Antonello Cabras, prima di un incontro con i segretari degli altri partiti della coalizione che guidano la Regione. “Non ho niente in contrario sulle primarie uniche per tutto il centrosinistra – ha spiegato ai giornalisti a margine di una conferenza stampa sulle tariffe elettriche – e non penso che questo strumento possa essere visto come un referendum pro o contro Soru”. La riunione, convocata per le 12 in via Emilia, segue un documento diffuso ieri dai segretari di Prc, Pdci, Sd, Pse. Non sono presenti per precedenti impegni i socialisti (che a fine settimana si riuniscono da domani a Chianciano per il congresso del partito) e la delegazione dell’Italia dei Valori.

I commenti sono chiusi.