Archivio

Archivio 20 Gennaio 2009

POLITICA. Tutti i candidati del Sulcis Iglesiente

20 Gennaio 2009 1 commento

 

POLITICA

TUTTI I CANDIDATI DEL SULCIS IGLESIENTE

Questi i candidati nel Sulcis Iglesiente per le prossime elezioni regionali che si terranno il 15 e 16 febbraio.

LISTA – LA SARDEGNA CHE CAMBIA – Candidato Presidente: Renato Soru 

LISTA – POPOLO DELLE LIBERTA’ – Candidato Presidente: Ugo Cappellacci 

LISTA – PARTITO SOCIALISTA – Candidato Presidente: Peppino Balia

LISTA - INDIPENDENZIA REPUBBLICA DE SARDIGNA – Candidato Presidente: Gavino Sale

LISTA - UNIDADE INDIPENDENTISTA – Candidato Presidente: Gianfranco Sollai

LISTA - DODDORE MALUENTU – Candidato Presidente: Alessandra Meli

CANDIDATI SULCIS IGLESIENTE

DODDORE MALUENTU: Bellucco Sabrina, Stefania Pisano, Simone Girau

INDIPENDENZIA REPUBBLICA DE SARDIGNA: Giovannino Sedda, Gianluca Serrenti, Roberto Pintus, Yurj Pili, Riccardo Zonedda

ITALIA DEI VALORI: Diego Fronterrè, Antonio Martinelli, Giuseppe Podda, Egidio Cincotti, Elio Sundas

LA SINISTRA PER LA SARDEGNA: Franca Lilliu, Alessio Caddeo, Carlo Ross, Giovanni De Santis, Gianluigi Mei

PARTITO DEMOCRATICO: Mauro Esu, Pietro Cocco, Emilio Gariazzo, Elisabetta Di Bernardo, Giovanni Tocco

PARTITO SARDO D’AZIONE: Paolo Luigi Dessì, Anna Rita Manca, Gianfranco Cortis, Salvatore Carta Senette, Adriano Puddu

PARTITO SOCIALISTA: Marco Simeone, Erminio Meloni, Gian Luigi Pasella, Giampaolo Puddu, Massimiliano Ventura

PER LA SINISTRA COMUNISTI ITALIANI: Oliviero Diliberto, Giuliano Marongiu, Agostino Aste, Marco Loi, Luigi Manca

POPOLO DELLE LIBERTA’: Cludia Lombardo, Vittorio Randazzo, Patrizia Congiu, Giorgio Locci, Gianfranco Tunis

RIFONDAZIONE COMUNISTA: Romina Congera, Titti Podda, Cinzia Micheletti, Franco Tocco, Anna Maria Scopelliti

RIFORMATORI: Lucia Concs, Antonio Locci, Giuseppe Santeufemia, Eligio Tronci, Daniele Pani

SARDEGNA UNITA UDS NUOVO PSI: Aldo Ibba, Paolo Ghirlanda, Gian Franco Grosso, Giampaolo Ibba, Barbara Meloni

UNIDADE INDIPENDENTISTA: Stefania Galizzia, Giacarlo Saba, Gabriele Sergio Cossu, Michele Atzori (dr. Drer), Marco Cannas

UNIONE DI CENTRO UDC: Giorgio Oppi, Angelo Deidda, Luigi Perseu, Marco Puddu, Fabrizio Marco Tunis
 

Saldi -80%


NEWS. Borse di studio per salvare l’Università

20 Gennaio 2009 Commenti chiusi

CherryChat/468x60.jpg

NEWS

BORSE DI STUDIO PER SALVARE L’UNIVERSITA’

La proposta del Comune per scongiurare la chiusura delle Facoltà di Monteponi

Reginali: «Migliore offerta formativa e impianti sportivi»

Il Comune di Iglesias scende in campo insieme agli studenti dell’Università del Sulcis Iglesiente per difendere il Polo di Monteponi dalla chiusura, e garantire agli universitari una migliore offerta formativa. La proposta è quella di istituire nuove borse di studio per i tirocini dei laureandi e permettere agli universitari che si iscriveranno a Monteponi l’accesso agevolato a diversi servizi, in particolare legati alle attività ricreative e allo sport.
LE BORSE DI STUDIO Secondo l’assessore alle Politiche giovanili e allo Sport Daniele Reginali, che ha seguito da vicino la mobilitazione studentesca delle ultime settimane, «il Comune, con gli altri soci del Consorzio gestore del Polo, potrebbero destinare una parte dei fondi che ogni anno stanziano a favore dell’Università, per aiutare quegli studenti che, al termine degli esami, devono sostenere i tirocini obbligatori presso le imprese del territorio prima di potersi laureare». In genere questi stage hanno carattere gratuito, e i soci dell’Ausi – propone Reginali – potrebbero dare una mano ai più meritevoli nei mesi precedenti la laurea, riconoscendo loro un piccolo ma utile contributo per il periodo di primo approccio al lavoro. Una proposta che certo costituirebbe un importante incentivo alle iscrizioni, viste anche le prospettive lavorative che – rimarcano anche gli studenti dell’Auci (associazione universitaria Carbonia-Iglesias) – il corso in Scienze dei Materiali ha finora garantito ai suoi laureati.
OFFERTA FORMATIVA La convinzione più volte espressa dagli studenti è che l’offerta formativa di Monteponi non sia paragonabile a quella di Monserrato, in particolare per ciò che riguarda l’utilizzo dei laboratori che degli spazi a disposizione esclusiva del corso di Scienza dei materiali. Un’offerta che punta decisamente a raggiungere l’eccellenza, se si considera, come sottolineato dal presidente e dai soci dell’Ausi, che il Sulcis Iglesiente è un laboratorio "naturale" di ricerca e sperimentazione in tutti gli ambiti ricompresi nella branca di Scienze della Terra.
IMPIANTI SPORTIVI Il Comune intende attivare nuovi servizi per gli studenti. Fra tutti, sarebbe certamente apprezzata dagli universitari, la proposta dell’assessore allo Sport, di incentivare le attività sportive, mettendo loro a disposizione di chi frequenta l’ateneo iglesiente, nel prossimo futuro, alcune infrastrutture e impianti comunali ancora da individuare.
(PAOLO MOCCI - da L’UNIONE SARDA)

CherryChat/300x250.jpg


NEWS. Una raccolta di firme a Nebida per salvare la scuola della frazione

20 Gennaio 2009 Commenti chiusi

468x60.gif

NEWS

UNA RACCOLTA DI FIRME A NEBIDA PER SALVARE LA SCUOLA DELLA FRAZIONE

Una raccolta di firme per salvare le scuole della frazione. È la mobilitazione che portano avanti questi giorni gli abitanti della frazione di Nebida. A promuovere l’iniziativa, che segue la mobilitazione avviata un mese e mezzo fa dagli abitanti della frazione di Bindua è Marino Vargiu, ex consigliere circoscrizionale della frazione. «A Nebida si corre il rischio che l’attuale struttura scolastica venga smantellata – dice Vargiu – tra le mamme c’è paura, infatti, che la scuola venga chiusa e i bambini costretti ad andare in altre strutture». Un pericolo, a sentire Vargiu, che sarebbe motivato dalla diminuzione dei bambini che frequentano le scuole. «È vero che il numero degli studenti, almeno rispetto al passato è calato notevolmente – aggiunge – ma il servizio, in una frazione periferica come la nostra deve essere garantito». Per questo motivo Vargiu, assieme alle mamme degli studenti ha deciso di promuovere la raccolta di firme che, le prossime settimane sarà consegnata al sindaco di Iglesias. «Questa iniziativa serve a ricordare che i servizi devono funzionare anche in periferia – aggiunge – perché non possiamo sempre essere considerati come ruote di scorta della città». Ricorda anche il caso della scuola materna, aperta dopo una serie di proteste in un locale completamente riammodernato. «Per anni i bambini hanno dovuto frequentare l’asilo in trasferta – aggiunge – solo dopo la mobilitazione di tutti gli abitanti questo problema è stato risolto. Adesso la nostra azione riguarda le altre scuole».
Non è comunque tutto. Vargiu chiede l’intervento dell’amministrazione comunale anche per affrontare i problemi legati alla scarsa presenza di mezzi di collegamento tra la frazione ex mineraria, Iglesias e gli altri centri vicini. «Non esiste un autobus che da Nebida arrivi sino a Gonnesa - conclude – e quelli che vanno ad Iglesias sono sempre più ridotti».
(DAVIDE MADEDDU - da L’UNIONE SARDA)

DEM Poker For Money