Archivio

Archivio Febbraio 2009

L’Eurallumina verso la chiusura

25 Febbraio 2009 5 commenti

v_8 468x60.gif

NEWS

L’EURALLUMINA VERSO LA CHIUSURA

Brutte notizie per l’Eurallumina di Portovesme. Sembra proprio che si vada definitivamente verso la fermata dello stabilimento. La riunione che si sarebbe dovuta svolgere ieri a Roma tra il Governo e i dirigenti della Rusal, la multinazionale russa proprietaria dello stabilimento, nella quale doveva essere definito un accordo di programma che avrebbe evitato il blocco degli impianti non ha avuto luogo. Di contro, l’azienda ha invece comunicato ai sindacati una convocazione alla Confindustria per annunciare la cassa integrazione degli operai dello stabilimento. I russi annunciano la chiusura per un anno, ma gli operai non ci credono: la paura è che questo stop annunciato sia solo il preludio alla dismissione totale dello stabilimento. Cgil, Cisl e Uil hanno risposto decidendo di indire uno sciopero generale del Sulcis Iglesiente. Sembra dunque che i vertici della società abbiano deciso di chiudere definitivamente lo stabilimento del polo industriale sulcitano. Niente e nessuno pare potrà far cambiare idea alla Rusal, nemmeno i sindaci che torneranno lo stesso a Roma per cercare di incontrare il Governo. Nel frattempo c’è anche stato il sabotaggio al nastro trasportatore della Alcoa, da parte di ignoti, che non rende certo le cose più facili. La tensione infatti continua a salire. Sono infatti migliaia di posti di lavorio a rischio nel polo industriale di Portovesme, che continua a subire duri colpi. Adesso anche la multinazionale svizzera Cam ha deciso di congelare le trattative per prendere in gestione, con la prospettiva dell’acquisto in futuro, lo stabilimento della ex Ila. Un’altra brutta notizia insomma. A poco sono dunque valse le promesse fatte da tanti in campagna elettorale (ricordate la "presunta" telefonata di Berlusconi a Putin annunciata una settimana prima delle elezioni regionali?) agli operai e alle loro famiglie, 450 operai e 200 dipendenti degli appalti.: l’Eurallumina va inesorabilmente verso la chiusura.

v_8 250x250.gif


 

APPUNTAMENTI. Tra favole e magia!

25 Febbraio 2009 Commenti chiusi

 

 

 

APPUNTAMENTI

TRA FAVOLE E MAGIA !

Ottavo appuntamento per l’Associazione LE CITTA’ INVISIBILI dedicato ai bambini, di oggi…e di ieri…"Tra favole e Magia!", sabato prossimo, 28 febbraio, alle ore 17.30, presso il Caribana Bar (Via Nuoro 4 a Carbonia).
Questo il programma:
Chicco Fiabane racconta una fiaba dal suo ultimo libro "I racconti dimenticati del Vecchio Vagabondo Cantastorie" (Ed. Il Filo).
Pausa con pane, Nutella e succo di frutta offerti ai bambini dall’associazione.
Guido racconta una fiaba inedita del poeta Guido Leoni.
La serata sarà impreziosita dalla partecipazione straordinaria del Magico Alverman e le sue magie!
Maggiori informazioni e la locandina sono disponibili sul blog dell’associazione: http://cittainvisibili.wordpress.com


Brand_300x250_Blue


NEWS. Il Sulcis Iglesiente su GEOVIAGGI.NET

25 Febbraio 2009 Commenti chiusi

Risparmia acquistando online! Clicca qui!

 

NEWS

IL SULCIS IGLESIENTE SU GEOVIAGGI.NET

Il Sulcis Iglesiente sul portale turistico nazionale GEOVIAGGI.NET con i suoi nuovi pacchetti turistici.

 

LEGGI L’ARTICOLO



Risparmia acquistando online! Clicca qui!
 

NEWS. Sbloccato il progetto del canale di Porto Pino

3 Febbraio 2009 Commenti chiusi

468x60 Foto

NEWS

SBLOCCATO IL PROGETTO DEL CANALE DI PORTO PINO

Sant’Anna Arresi. Ma i lavori slitteranno al 2010  

Sbloccati i fondi per la realizzazione della barriera frangiflutti davanti al del canale di Porto Pino. Con un apposito decreto la Regione ha dato il via libera all’utilizzo dei fondi, un milione e 595 mila euro, necessari per costruire uno sbarramento in grado di proteggere il canale dalle mareggiate. È un intervento fondamentale fondamentale per la salvaguardia e la riqualificazione del canale e la base di partenza indispensabile per la realizzazione di un "pennello" a protezione dell’imboccatura al futuro porticciolo turistico.
Dopo l’intesa tra pescatori e Capitanerie di porto di Sant’Antioco e Cagliari che, con la mediazione della Prefettura di Cagliari e del Comune, per permettere l’ormeggio dei pescherecci nel canale ecco un’altra buona notizia per la località marina di Sant’Anna Arresi. Stanziati più di un anno fa, i fondi per la realizzazione del la barriera frangiflutti erano stati sbloccati dal Ministero dell’Ambiente che chiedeva chiarimenti sull’impatto ambientale. I tecnici hanno provveduto a rivedere i progetti riducendo l’altezza dello sbarramento per mitigarne l’impatto visivo sull’ambiente circostante. Un passo che, dopo mesi di attese, ha consentito di ottenere le autorizzazioni necessarie da parte del Ministero dell’Ambiente e, alla Regione, di sbloccare i relativi fondi, peraltro già assegnati dall’assessorato alla Programmazione, bilancio e assetto del territorio a "integrazione del Piano integrato d’area relativo al Sistema turistico culturale del Sud Ovest".
Con lo sblocco dei fondi riprende così l’iter per indire la gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori. L’intervento, previsto per lo scorso settembre, salvo ulteriori intoppi, è però destinato a slittare primi mesi del 2010.
(MAURIZIO LOCCI – da L’UNIONE SARDA)


Kelkoo. Trova. Confronta. Risparmia.


NEWS. Protesta Euroallumina arriva a Cagliari

3 Febbraio 2009 Commenti chiusi



champion_sweaters_468x60_IT


NEWS

PROTESTA EUROALLUMINA ARRIVA A CAGLIARI

Circa 200 lavoratori dell’Euroallumina di Portovesme hanno protestato sotto la sede della Prefettura in piazza palazzo a Cagliari. I manifestanti hanno incontrato il Prefetto per trovare una soluzione alla crisi occupazionale che sta investendo il Sulcis Iglesiente. Concluso il sit-in sotto la sede della Prefettura, i circa 200 lavoratori dell’Euroallumina di Portovesme hanno lasciato la zona di piazza Palazzo, diretti all’aeroporto di Elmas.
CAGLIARI - Prima un sit in sotto la prefettura e l’incontro con il prefetto Salvatore Gullotta per illustrare le ragioni della protesta, poi la mobilitazione si è traferita nell’area dell’aeroporto di Elmas. I circa 200 manifestanti sono entrati nell’aerostazione dove hanno tenuto un piccolo presidio per spiegare le ragioni della mobilitazione che inizia oggi e proseguirà "finche’ non ci saranno risposte sulla tenuta in attività degli impianti".
Sono circa 700 (circa un migliaio con l’indotto) i lavoratori che rischiano – come hanno spiegato i rappresentanti sindacali, che avevano anche illustrato al – di perdere il posto di lavoro. Entro dopodomani il Cda della Rusal, titolare dello stabilimento di Portovesme, potrebbe decidere la fermata della produzione per dodici mesi per recuperare le perdite finanziarie dovute alla crisi internazionale. Domani mattina i lavoratori si riunirannno in assemblea in fabbrica per decidere altre iniziative di lotta.
L’Euroallumina rientra nella filiera dell’alluminio, producendo polvere di allumina dalla bauxite, acquistata dall’Australia. Il costo del trasporto della materia prima, incide per il 40% dei costi. Secondo i rappresentanti sindacali la fermata degli impianti dell’Euroallimina potrebbe aver gravi ripercussioni per l’area del Sulcis in quanto l’allumina viene poi acquistata dall’Alcoa che si ritroverebbe senza il prodotto da trasformare. 

(tratto da SARDEGNA OGGI NEWS)


champion_sweaters_336x280_IT