Archivio

Archivio Aprile 2009

News dal Sulcis Iglesiente

29 Aprile 2009 1 commento

Brand_468x60_Blue


NEWS DAL SULCIS IGLESIENTE

Provincia. Il Consiglio provinciale di Carbonia Iglesias ha finalmente approvato il Bilancio con 14 voti favorevoli, tra cui tre provenienti da consiglieri del centrodestra. Si sono invece astenuti i quattro consiglieri del Pd in contrasto con il presidente Piefranco Gaviano. Non sono certamente mancate le polemiche. Continua infatti la crisi politica all’interno della maggioranza di centrosinistra. Nel frattempo, Paolo Dessì, consigliere regionale e sindaco di Sant’Anna Arresi, è stato nominato capogruppo consiliare del Partito Sardo d’Azione.
Iglesias. Un piccolo albergo, un centro benessere, un bar, un ristorante e uno spazio per le manifestazioni pubbliche saranno allestiti nella vecchia miniera di Montaponi. Il Comune ha infatti dato il via libera, nell’ultima seduta di Giunta, al bando di gara per la gestione dell’area e degli immobili annessi. All’interno del complesso ex minerario che sarà dato in gestione ci sono un mini hotel, realizzato su due libvelli e composto da tre camere triple, cinque camere doppie per un totale di 20 posti letto più hall, servizi e altre sale. Mentre nell’area di Monteponi ci sarà poi un punto ristoro.
Sant’Antioco. Concessa dal comune lagunare la cittadinanza onoraria a Vittorio Sgarbi. Nonostante le polemiche di queste settimane il politico e critico d’arte (nonchè sindaco di Salemi, in Sicilia) è diventato cittadino onorario di Sant’Antioco, con consegna delle chiavi della città, in una cerimonia che ha avuto luogo domenica scorsa, nella Sala Consiliare del Comune. Lunedì Sgarbi ha partecipato anche alla solenne processione in onore di Sant’Antioco Martire.
Carbonia. Dodici nuovi portalettere saranno assunti da Poste Italiane per risolvere l’emergenza che si è venuta a creare in diversi centri del Sulcis dove la distribuzione della corrispondenza è bloccata oramai da settimane. Lo ha annunciato l’azienda ai sindacati di categoria. Sei postini prenderanno servizio a Carbonia, tre a Iglesias e gli altri tre saranno ripartiti tra a Gonnesa, Calasetta e Domusnovas. In un comunicato Poste Italiane spiega che le assunzioni si sono rese necessarie "per la difficoltà a risolvere le temporanee anomalie nel servizio di consegna della corrispondenza con i consueti meccanismi di sostituzione e con l’attivazione di un piano straordinario, che ha comunque consentito di garantire la consegna della corrispondenza più urgente".
Iglesias. Il Comune spenderà 110 mila euro per ripristinare e attrezzare alcuni locali da mettere a disposizione delle associazioni presenti in città. L’edificio di Pozzo Morra sarà messo a disposizione dell’Associazione per il Parco geominerario (che garantirà l’apertura e la gestione del museo), mentre i locali di servizio delle scuole elementari saranno utilizzati dall’Associazione italiana carabinieri per il servizio di assistenza e controllo nell’area scolastica e nella palestra.
Portovesme. E’ stato firmato il verbale d’intesa sulla Portovesme Srl, primo viatico per il rilancio dell’importante realtà industriale del Sulcis. Il progetto di rilancio predisposto dalla Portovesme si pone come obiettivo quello di raggiungere, in maniera organica e funzionale, competitivi livelli di redditività e un abbattimento dei costi attraverso un progetto di autoproduzione di energia da fonti rinnovabili. Dagli assessori Farris ed Simeone la richiesta alla Portovesme srl, che ora la valuterà, di localizzare in Sardegna la sede legale della società. A firmare il verbale d’intesa, oltre ai due esponenti dell’Esecutivo, l’amministratore delegato dell’azienda, Carlo Lolliri, assistito dal direttore regionale della Confindustria Marco Santoru, le segreterie confederali regionali e territoriali di Cgil, Cisl e UIL con i rappresentanti territoriali di Filcem Cgil, Femca Cisl, Uilcem Uil, il presidente della Provincia di Carbonia Iglesias, Pierfrancesco Gaviano, i sindaci di Portoscuso e Gonnesa, Adriano Puddu e Pietro Cocco.


Brand_300x250_Gray


EVENTI. 4a Edizione “Il Maggio Letterario”

29 Aprile 2009 Commenti chiusi
Risparmia acquistando online! Clicca qui!
 
 

 
L’associazione SUERGIU-Uniti nella Cultura, unitamente alle ACLI di San Giovanni Suergiu, l’associazione Onlus "Le città invisibili" di Carbonia con il patrocinio della Provincia di Carbonia-Iglesias, il comune di Sant’Antioco, San Giovanni Suergiu e Tratalias sono lieti di presentarVi, per il "Presidio del Libro della Sardegna", la IV edizione della manifestazione letteraria "IL MAGGIO LETTERARIO".
Questo il programma:
02 maggio ore 18, Sant’Antioco, Sala Sufeti: Giancarlo Dessi dialoga con Mikkelj Tzoroddu autore del libro"Kircande sos Sardos";
03 maggio ore 18, Tratalias, Antico Borgo: Claudio Moica introduce Mario Sanna autore del libro "Trulli e nuraghi della Sardegna";
09 maggio ore 11, Sant’Antioco, Liceo Scientifico "Emilio Lussu": Cristina Lavinio e Gabriella Lanero autrici del libro "Dimmi come parli", incontrano gli studenti ;
09 maggio ore 19.30, San Giovanni Suergiu, Salone Parrocchiale: Claudio Moica introduce Anna Simbula autrice del libro "Sa familia allargara";
10 maggio ore 18, Tratalias, Antico Borgo: Paolo Lusci dialoga con Gustavo Pratt autore del libro "Scrittori alla carte", legge Elio Arturo Arthemalle;
15 maggio ore 20.30, Carbonia, Caribana Bar: II ed. del "FESTIVAL DELLA POESIA DELL’HAVANA" "Palabras en el Mundo" Letture di poesie inedite;
16 maggio ore 18.30, Tratalias, Antico Borgo: Giovanni L. Fiabane dialoga con Massimo Carta autore del libro "Il Sulcis Iglesiente Guspinese";
17 maggio ore 18.30, Sant’Antioco, Sala Sufeti: Cinzia Micheletti dialoga con Mario Pudhu autore della "Grammatica de sa Limba Sarda";
23 maggio ore 19.30, San Giovanni Suergiu, Salone Parrocchiale: Marcello Murru dialoga con Giacomo Mameli autore del libro "La Sardegna di dentro e la Sardegna di fuori";
24 maggio ore 18.30, Sant’Antioco, Sala Sufeti: Carlo Floris dialoga con Leonardo Melis autore del libro "Shardana".
La manifestazione proseguirà il 29 maggio con l’inaugurazione della "Prima fiera del libro del Sulcis – Libri a Sud Ovest" che vedrà l’esposizione di circa 40 editori provenienti da tutta la Sardegna e continuerà nei giorni 30 e 31 maggio con conferenze, presentazioni di libri, animazioni per gli studenti, mostre pittoriche, fotografiche e di fumetti, proiezioni cinematografiche, recital letterari. L’ingresso è aperto a tutti. Per maggiori informazioni: http://xoomer.alice.it/suergiu E-mail: suergiu@virgilio.it  

 

544a Festa di Sant’Antioco Martire

22 Aprile 2009 Commenti chiusi

 

 EVENTI

544a FESTA DI SANT’ANTIOCO MARTIRE

Prenderanno il via domani i festeggiamenti in onore di Sant’Antioco Martire, patrono del Sulcis Iglesiente di tutta la Sardegna. In questo 2009 la festa giunge alla 544a edizione e, dato che quest’anno la Sagra cade in concomitanza con la Settimana nazionale della cultura, il calendario degli eventi in programma nella cittadina lagunare è particolarmente ricco di appuntamenti e iniziative.
Ma veniamo al programma completo. Si comincia giovedì 23 aprile alle ore 10, con protagonista Chiara Vigo e le donne del Leone (presso il Museo del Bisso, Via Regina Margherita, 113) che tesseranno una tela per le Donne di Abruzzo, "Tessere una trama di solidarietà". Alle ore 18 ci sarà invece una conferenza nella sala consiliare dal titolo "Sant’Antioco la festa più antica della Sardegna compie 544 anni. Le testimonianze nei documenti del XV e XVI secolo", il relatore sarà Marco Massa dell’Archivio Storico di Sant’Antioco.

Venerdì 24 alle ore 18 ci sarà una conferenza nella Basilica di Sant’Antioco Martire dal titolo "Nuove acquisizioni del culto di Sant’Antioco Martire in Sardegna.", la relatrice sarà Grazia Villani. Alle ore 21 musica in viale Trieste, vicino a piazza Italia, con il gruppo reggae degli "Afrabika". Sempre alle ore 21 presso la sede della Terza Età (via XX settembre) avrà luogo il Progetto scenico teatrale: "Violenza: diciamo la verità", a cura della compagnia teatrale "Il Calderone".
Sabato 25 tanti altri appuntamenti. Alle ore 11 un’altra conferenza nella sala consiliare dal titolo "Sant’Antioco Martire tra Storia e agiografia", con relatore Roberto Lai. Alle ore 15 processione in mare in onore del Santo, "Savelasanta", nel golfo di Palmas e nella meravigliosa Laguna antiochense. Alle 18.30 processione religiosa de "Is Coccois", con gruppi folk e suonatori di launeddas. Alle ore 21 ci sarà una gara poetica dialettale in piazza De Gasperi, mentre alle 21.30 musica e cabaret con Cassandra de Rosa "Bianchi e Pulci Show", in piazza Umberto.
Domenica 26 sarà il giorno dell’assegnazione di varie benemerenze. Alle ore 11 presso la sala consiliare ci sarà il conferimento delle benemerenze al professor Piero Bartoloni (direttore del museo archeologico di Sant’Antioco) e al carabiniere Roberto Lai (del nucleo operativo nazionale per il recupero del patrimonio storico-archeologico) che riceveranno la medaglia d’oro come "Ambasciatori della cultura di Sant’Antioco", mentre Santino Carta riceverà la cittadinanza onoraria con lode e la consegna delle chiavi della città. Alle ore 17, sempre nella sala consiliare, arriverà il momento di Vittorio Sgarbi, che riceverà appunto la cittadinanza onoraria con lode e la consegna delle chiavi della città. Di sera, alle 21.30, musica e cabaret in piazza Umberto con il gruppo "Yondayo".
Lunedì 27 sarà il giorno ufficiale della festa di Sant’Antioco Martire. Alle ore 11 nella Basilica del Santo avrà luogo la Santa Messa concelebrata. Alle ore 18 ci sarà la solenne processione del Santo, con gruppi folk e gruppi storici provenienti da tutta la Sardegna, suonatori di launeddas, cavalieri in costume e traccas. Alle ore 21 in piazza Umberto si esibiranno i gruppi folk. Mentre dalle ore 23 ci sarà lo spettacolo pirotecnico di fuochi d’artificio nel Lungomare Caduti di Nassirya.
Oltre a questi, durante i giorni di festa, ci saranno anche altri importanti eventi. Tra il 23 aprile e il 27 aprile ci sarà un ciclo di conferenze al quale parteciperanno studiosi che, con le loro ricerche, hanno contribuito alla conoscenza sul culto di Sant’Antioco, dal contenuto accessibile a tutti, aperte a tutti e volte a sensibilizzare sull’argomento il pubblico residente e non. Le conferenze saranno arricchite dalla Mostra sui documenti e le fotografie che riguardano il culto del Santo, che si terrà all’aperto in forma itinerante e permanente nel percorso della Processione solenne.
Sabato 25 e domenica 26 ci sarà la gara nazionale di moto d’acqua, con circumnavigazione dell’isola di Sant’Antioco. Dal 25 al 26 Aprile, dalle ore 7.30, ci sarà il secondo Raduno del Mediterraneo "Pesca Vertical Jigging" nel golfo di Palmas. Dal 25 al 27 Aprile, in piazza Italia, avrà luogo la Mostra mercato enogastronomica ed artistica.
Mentre dal 20 Aprile fino al 3 Maggio ci sarà nella cittadina lagunare la mostra artistica delle Opere che hanno partecipato al concorso "Arciere Isola di Sant’Antioco", allestita presso il Museo Archeologico "Ferruccio Barreca". Naturalmente durante i giorni della festa sarà anche possibile visitare le catacombe paleo-cristiane che si trovano sotto la Basilica di Sant’Antioco e nelle quali è possibile visitare anche la tomba del Santo.
Una festa dunque ricchissima di eventi e di appuntamenti per festeggiare nel migliore dei modi il Santo Patrono del nostro territorio ma anche di tutta la Sardegna.

BLACKBERRY 160x600


 

 

News dal Sulcis Iglesiente

20 Aprile 2009 Commenti chiusi

Prenota con Wokita e risparmia!

 

NEWS DAL SULCIS IGLESIENTE

VILLAMASSARGIA. Meeting a S’Ortu Mannu. Il Meeting provinciale riservato agli ovini di razza sarda e bovini di razza frisona italiana, che si è svolto nel verde scenario dell’oliveto millenario di S’Ortu Mannu, nelle campagne di Villamassargia, ha eletto nella giornata di domenica come migliore allevamento ovino della provincia Carbonia Iglesias quello di Piero Frongia, di Domusnovas. Al secondo posto della speciale graduatoria riservata agli ovini si è classificato l’allevamento di Maria Rosaria Carboni, anch’esso di Domusnovas; terzo quello di Arianna ed Elisabetta Piredda di Carbonia. La graduatoria finale è stata stilata da Antonio Marzuolo, dell’Associazione nazionale dei pastori. La giornata di sabato è stata invece dedicata esclusivamente ai bovini di razza frisona italiana. L’allevatore di Villamassargia, Franco Canè, anch’egli impegnato da anni nel miglioramento genetico dei suoi capi, si è classificato al primo posto con Sonia, una manza di tre anni; secondo Stefano Tocco di Narcao con Lola.

CARBONIA. AREA mette all’asta 12 locali commerciali. Dopo un anno e una prima asta andata deserta l’Azienda regionale edilizia abitativa ha indetto una nuova asta pubblica per la concessione in affitto a Carbonia, Iglesias e Tratalias di locali commerciali e artigianali, da adibire ad uffici, negozi, laboratori artigiani o per servizi vari. Identiche le condizioni d’asta rispetto al precedente bando. I locali sono 12: sette a Carbonia (in via Monti 7, in via Umbria 22, in corso Iglesias 59, 93, 101, 181, via Gramsci 173), tre ad Iglesias (via Cellini 1, via Genova 1 e 3) due a Tratalias (piazza Gramsci 15 e 16). La gara si svolgerà il 4 maggio.

IGLESIAS. Il Comune acquisterà lo scalo merci della vecchia ferrovia. Il comune di Iglesias comprerà il piazzale del vecchio scalo merci della ferrovia in modo da far partire il progetto per la costruzione del centro intermodale nel capoluogo (una maxi stazione per treni e autobus dotata di parcheggi). Per portare avanti l’operazione immobiliare l’amministrazione comunale spenderà 338 mila euro.

SANT’ANTIOCO. Piazza De Gasperi ancora pericolante. Continua lo stato di abbandono in cui viene lasciata Piazza De Gasperi nella cittadina lagunare. Una delle piazze più antiche della Sardegna, con un patrimonio storico-archeologico di valore inestimabile, viene tristemente trascurata e versa in condizioni pietose ormai da tempo. Proprio nei giorni scorsi alcuni smottamenti hanno interessato le pareti dello scavo (aperto una ventina di anni fa) che si trova a due passi dalla Basilica del V secolo. Il rischio di crolli e cedimenti è sempre presente anche per il continuo passaggio di auto e mezzi pesanti sulla pavimentazione, oramai quasi completamente saltata. 

CARBONIA. Corsi d’inglese per adulti. Sono aperte a Carbonia le iscrizioni ai corsi di inglese per adulti. Le domande per partecipare dovranno essere fatte presso la segreteria della scuola media di via Balilla entro venerdì 24 aprile.

Prenota con Wokita e risparmia!


 

A Carloforte la Sagra del Cuscus Tabarchino

20 Aprile 2009 Commenti chiusi

TUIfly.com - Willkommen an Bord

EVENTI

A CARLOFORTE LA SAGRA DEL CUSCUS TABARCHINO

Il 24, 25 e 26 Aprile 2009 nella suggestiva location della Calata Mamma Mahon presso il Porto di Carloforte si terrà la nona Sagra del Cuscus Tabarchino. Anche quest’anno il famoso cuscus, piatto a base di semola cotta a vapore armonizzata con verdure e spezie sarà il principe della tre giorni carolina. Quest’anno si svolgerà un vero e proprio laboratorio del cuscus spaziando tra gastronomia e cultura e con la partecipazione di una delegazione del Marocco con la cuoca Naima NAKHIL e altri bravissimi cuochi sardi che prepareranno in diretta cuscus per tutti i gusti dai mille colori e sapori, una pietanza antica bella da vedere e da mangiare, una pietanza ricca di storia e di cultura, una pietanza che lega ed accomuna tanti popoli del Mediterraneo, una pietanza che e’ il simbolo dell’amicizia e della fratellanza. Il laboratorio tematico prenderà le sue origini dalla preparazione della semola grossa , dalla macinatura alla preparazione e alle sue mille interpretazioni, il binomio semola e cuscus si legherà in un armonia di concetti condivisi e partecipati, uno spettacolo da non perdere. La buonissima pietanza sara’ degustata da migliaia di turisti ed ospiti nella meravigliosa Isola di San Pietro, come le passate edizioni l’evento sara’ il fulcro di molteplici manifestazioni per accontentare tutti i gusti e tutte le eta’ e quindi: cabaret da Colorado Cafe’ con i TurboLenti ed i Fichi d’India, la danza del ventre con Hunaida e altro spettacolo, esibizioni, sfilate, banda cittadina, gruppo folkloristico, raduni d’auto e di mountain bike, escursioni, presentazione di prodotti di artigianato e mostra mercato di prodotti tipici,arti e mestieri, regate e degustazione di prodotti tipici di Carloforte e della Sardegna, spaziando dai dolci ai migliori vini offerti come sempre dalle primarie cantine vinicole. L’imperativo sara’ come sempre fare una festa divertente e alla portata di tutti per permettere un simpatico fine settimana nell’isola di San Pietro nell’ultimo weekend del mese di Aprile. Come ogni anno la sagra è organizzata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale oltre alla richiesta di collaborazione rivolta all’Amministrazione Provinciale e agli Assessorati al Turismo e Agricoltura della Regione Sardegna sempre sensibili ad eventi di questo tipo, sul posto la collaborazione sara’, come le passate edizioni, di tutte le piu’ inportanti Associazioni dell’isola, di tutti gli Enti ed autorità Locali e del circondario,di tutti gli operatori e di tutta la popolazione di Carloforte che si e’ sempre affiancata agli operatori dell’Associazione C.I.A.O. di Carloforte ed al suo partner principale Consorzio Arcobaleno Centro Commerciale Naturale.
Tutti a Carloforte quindi…"l’estate inizia ad Aprile".

TUIfly.com


BUONA PASQUA

11 Aprile 2009 Commenti chiusi

 

 

 

LA GAZZETTANTIOCHENSE

VI AUGURA

UNA FELICE E SERENA PASQUA

 

CON IL PENSIERO SEMPRE RIVOLTO

ALLE PERSONE COLPITE DAL 

TERREMOTO IN ABRUZZO

Ricordate:

numero telefonico 48580

- per donare 1 euro inviando un SMS

- per donare 2 euro chiamando

da telefono fisso

 

News dal Sulcis Iglesiente

6 Aprile 2009 Commenti chiusi

FILM BUONI 468x60

 

NEWS DAL SULCIS IGLESIENTE

Domenica 19 Aprile FORESTE APERTE nell’Iglesiente. Sei paradisi dell’interno della Sardegna saranno aperti al pubblico per sei fine settimana. Con l’iniziativa "Foreste aperte", dal 5 aprile al 17 maggio, l’Ente Foreste della Sardegna promuove, per il primo anno, le visite in alcune fra le più belle foreste demaniali dell’Isola organizzando escursioni a piedi, in mountain bike ed a cavallo, visite guidate e speleologiche, mostre, proiezioni e vendita di prodotti tipici. Il 19 aprile l’iniziativa farà tappa nell’Iglesiente, in particolare nel Marganai (Iglesias-Domusnovas-Fluminimaggiore). Il programma dettagliato delle sei giornate è disponibile sul sito www.sardegnaforeste.it
Nove rotatorie sulla statale 126 tra Carbonia e Iglesias. Spariscono gli incroci e arrivano nove rotonde, più un’intersezione a raso che sarà rivista e corretta. La statale 126, almeno nel lungo tratto da Iglesias a Carbonia, poco meno di 20 chilometri, sta per diventare molto più sicura. Lo si deve all’appalto da 3 milioni e mezzo di euro che il Comune di Carbonia ha indetto tre giorni fa. Prevede la costruzione di nove rondò laddove ora esistono pericolosi incroci, alcuni non regolati dal semaforo e pertanto già teatro di incidenti stradali. Non ci saranno più gli incroci per Flumentepido e Medau Desogus. Altre due rotonde sorgeranno in corrispondenza dei due ingressi di Bacu Abis, il secondo sostanzialmente quasi in territorio di Gonnesa. (da L’UNIONE SARDA)
Iglesias: la città si candida a ospitare centro istruzione. Iglesias si candida a ospitare il centro provinciale per l’istruzione degli adulti. La città, già sede di un Centro Territoriale Permanente per l’Educazione degli Adulti dal 1997/1998, ha avanzato la proposta per accogliere anche il centro provinciale (C.P.I.A.). La Giunta, guidata dal sindaco Pierluigi Carta, ha individuato quali locali, idonei e immediatamente disponibili, da adibire a sede del Centro, la sede della presidenza, la segreteria, la bidelleria, la sala professori, le quattro aule, i servizi igienici per alunni e docenti situati al piano terra della scuola media Lamarmora, con ingresso indipendente in via 2 Giugno. (da L’UNIONE SARDA)
Miglioramento rete ferroviaria anche nel Sulcis Iglesiente. L’assessore dei trasporti della Regione Sardegna, Liliana Lorettu, ha illustrato un insieme di interventi infrastrutturali sulla rete ferroviaria sarda mirati alla velocizzazione ed al miglioramento dell’offerta ferroviaria in Sardegna. Gli interventi oggetto del finanziamento regionale complessivo di 24.200.000 euro. In particolare l’Assessorato dei trasporti ha stipulato tre diverse convenzioni con Rete Ferroviaria Italiana per i seguenti interventi: Tratta Cagliari-Decimomannu-Iglesias-Carbonia Velocizzazione di incroci stazione – Decimomannu, Villamassargia e Siliqua realizzazione degli itinerari in deviata a 60 km/h, anche con il risultato di consentire l’ingresso contemporaneo dei treni dal lato Cagliari e dal lato Iglesias, con notevole accorciamento dei tempi di incrocio; – Impostazione di orario con sede di incrocio a Villamassargia, che consentira’ un innovativo cadenzamento rigido a 30′ tra Villamassargia e Cagliari. Rettifica curve Siliqua – correzione di due curve consecutive con velocizzazione del tracciato da 95 a 130 km/h.
Olbia dedica un vino spumante al bisso. Chiara Vigo, il maestro di bisso di Sant’Antioco, è stata ospite al Vinitaly di Verona per la presentazione di un nuovo vino spumante dedicato al Bisso. Il vino dal colore oro, fine ed impalpabile come un prezioso tessuto di Bisso, prenderà il nome dal profondo amore per la Sardegna del Maestro antiochense.
 

VIP IPHONE 160x600


Definito il Matrimonio Mauritano 2009

6 Aprile 2009 Commenti chiusi

 

 

AsteClick - Fiat 500


NEWS

DEFINITO IL MATRIMONIO MAURITANO 2009

Si va sempre più definendo la nuova edizione del Matrimonio Mauritano, che in questo 2009 giungerà alla 41° edizione.
La Pro Loco di Santadi ha infatti scelto quale sarà la coppia che quest’anno, come sempre nel mese di Agosto, verrà unita in matrimonio attraverso il tradizionale e antichissimo rito chiamato "Sa Coia Maurreddina".
Ad avere il privilegio di sposarsi a Santadi secondo il rito del matrimonio mauritano saranno Diego Cotza (33 anni di Setzu) e Federica Mura (31 anni di San Gavino). Lei è impiegata amministrativa, lui impiegato nella filiale italiana di una multinazionale straniera. Una giovane e bella coppia proveniente dalla provincia del Medio Campidano dunque, che sarà accolta e festeggiata con tutti gli onori durante l’evento estivo, vero e proprio richiamo religioso ma ormai anche turistico per l’estate nel Sulcis Iglesiente.
A prendere la decisione definitiva sulla coppia prescelta per questa quarantunesima edizione dello sposalizio è stata dunque la Pro Loco di Santadi. L’associazione turistica del piccolo comune sulcitano ha dovuto scegliere in una rosa di sei coppie, tutte formate da ragazzi molto giovani provenienti da varie zone del Sulcis e non solo: oltre alla coppia "vincente", due coppie erano di Tratalias, una di Giba, una di San Giovanni Suergiu e una di Sinnai.
La preferenza effettuata dai membri della Pro Loco, che alla fine ha premiato i due giovani del Medio Campidano, non è stata dunque frutto di una decisione semplice, ma è stata comunque molto ponderata.
"Una scelta non facile – ha tenuto a sottolineare la presidentessa della Pro Loco di Santadi, Denise Usai – con gli sposi che hanno confermato l’assoluta volontà e il desiderio di unirsi secondo l’antico rito maurreddino".
Come detto, le coppie in lizza erano tante e tutte meritevoli, quindi alla fine a prevalere pare sia stato proprio il forte desiderio della coppia prescelta di realizzare il sogno di unirsi in matrimonio tramite l’antico rito "maurredino", insieme ad una profonda conoscenza degli usi e costumi tradizionali. I due ragazzi campidanesi sono infatti anche membri di gruppi folk nonché appassionati di tradizioni sarde e di lingua sarda. Tutto ciò, insieme alla forte volontà di "vivere" in prima persona il matrimonio mauritano, ha deposto a loro favore e ha fatto sì che la scelta ricadesse proprio su di loro.
Ora che la coppia di sposi è stata scelta, a Santadi si continuerà a lavorare per organizzare al meglio il grande evento che si terrà come sempre nei primi giorni di agosto. Un rito antico, quello del Matrimonio Mauritano, che ogni anno celebra la tradizione contadina e pastorale della gente rurale. Durante l’evento estivo vengo infatti riproposti i riti antichi nella semplicità della cerimonia religiosa: le madri che benedicono i propri figli con "sa gratzia" augurando benessere e felicità ai novelli sposi (con i petali delle rose, il grano, il sale, le monetine); gli sposi, i genitori e gli invitati che indossano il costume migliore di broccato di seta, di nero orbace e di finissimo lino ricamato; le traccas degli sposi e il corteo nuziale (accompagnati dai cavalieri e dal suono antico e suggestivo delle launeddas) che sfilano su un tappeto di "ramadura".
Il matrimonio vero e proprio viene celebrato dal Sacerdote nella chiesa parrocchiale di San Nicola, la stessa dove in epoca baronale venivano officiate dal Cappellano o dal Vescovo tutte le più importanti funzioni religiose per la gente della Villa di Santadi e dei Salti viciniori.
Al termine della cerimonia religiosa, come detto, le madri offrono agli sposi l’acqua da bere, come simbolo di vita e cospargono il loro capo con "sa gratzia": augurio di prosperità, saggezza e felicità esteso a tutti gli invitati, poi con gesto scaramantico rompono il piatto che ha contenuto "sa gratzia", per gli sposi ancora auguri di benessere e lunga vita. Poi festa fino a tarda notte a Santadi, con "is sonus de canna", canti e danze folkloristiche che rallegrano il ricevimento nuziale.
Un evento molto atteso che anche quest’anno attirerà tantissima gente, curiosi, appassionati di tradizione sarda, turisti. Ma l’emozione più grande la vivranno senza dubbio loro, Diego e Federica, che si uniranno in matrimonio attraverso questo antichissimo rito che ogni anno si ripete e si rinnova nella sua bellezza.

AsteClick - Fiat 500


SANT’ANTIOCO. Prove tecniche di approdo, in porto sbarcano i croceristi

1 Aprile 2009 Commenti chiusi

 

 

 

SANT’ ANTIOCO

PROVE TECNICHE DI APPRODO, IN PORTO SBARCANO I CROCERISTI

Il porto di Sant’Antioco potrebbe diventare un ottimo approdo per navi da crociera. La prima prova, che apre nuove prospettive future nel campo turistico del Sulcis, si è avverata ieri mattina. Intorno alle sette nella banchina del molo di Levante ha attraccato la Motonave da crociera "Adriana" (nella foto) appartenente alla compagnia francese "Plein Cap Croiseres" e iscritta al registro navale di Port Vila, capitale della repubblica di Vannatu, un arcipelago del Mar dei Coralli nel sud del Pacifico. A bordo duecento turisti francesi e cento uomini d’equipaggio. Arrivava da Porto Torres e dopo avere effettuato la sosta prevista a Sant’Antioco è ripartita nel pomeriggio destinazione Olbia. Una volta in porto in banchina ad attendere i croceristi c’erano 4 pullman messi a disposizione dalle agenzie di viaggio che hanno garantito i trasferimenti nell’ambito della crociera organizzata per visitare siti archeologi fenicio-punico-romani. Un autobus ha trasportato un gruppo di croceristi a Monte Sirai a Carbonia mentre altri tre hanno trasferito i turisti , al museo comunale cittadino, al Tophet e alle catacombe. Ad aver organizzato una cerimonia di accoglienza sono stati i soci del Centro commerciale naturale cittadino. «Organizzare in poche ore un’operazione di accoglienza – ha sottolineato Massimiliano Grosso – è stato sicuramente un grande trampolino di lancio per Sant’Antioco considerando che il tour operator vorrebbe dare seguito a questi incontri». Così per rendere più interessante la giornata, in piazza De Gasperi e presso il Museo archeologico sono stati allestiti dei gazebo dove una coppia in costume sardo del gruppo folk Isola di Sant’Antioco, ha offerto ai turisti francesi assaggi dei prodotti enogastronomici isolani e consegnato materiale informativo in lingua francese sull’isola. Sono state apprezzate le guide dell’Archeotur che hanno offerto ad ogni crocerista dei piccoli souvenir.
(TITO SIDDI – tratto da L’UNIONE SARDA)


Gioca con YOOX.COM


Provinciale Carbonia-Villamassargia: eterna incompiuta

1 Aprile 2009 Commenti chiusi

468x60

NEWS

PROVINCIALE CARBONIA-VILLAMASSARGIA: ETERNA INCOMPIUTA

Sembra che i lavori sulla strada provinciale Carbonia-Villamassargia non debbano mai finire. Gli interventi su una delle strade più trafficate della nostra Provincia durano ormai da mesi. La nuova notizia è che, dopo altre due settimane di stop, ci sarà probabilmente una proroga di due mesi dei termini di consegna dei lavori. Nuovi ritardi dunque per un’arteria vitale per il territorio che continua però ad essere molto precaria dal punto di vista della percorribilità e della sicurezza. Adesso, oltre alle ultime due settimane di stop, è stato constatato che a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno (dicembre-gennaio) l’impresa che sta eseguendo gli interventi di sistemazione ha bloccato i lavori per una sessantina di giorni di lavoro a causa delle frequenti piogge. Ancora ulteriori ritardi a discapito dei cittadini e degli automobilisti che ogni giorno percorrono quel tratto di strada a quattro corsie. I lavori, riferiscono i tecnici della Provincia, riprenderanno al più presto, ma è quasi impossibile che gli interventi siano ultimati entro il 18 aprile, che era il termine previsto dal capitolato d’appalto per la fine dei lavori. Ci sarà dunque una proroga e ancora una volta a subire le conseguenze di questa mala amministrazione saranno i cittadini. Sembra davvero impossibile che ci vogliano mesi e mesi per eseguire pochi interventi su appena 18 chilometri di strada. Eppure nel Sulcis Iglesiente è così.

Dark Orbit 300x250