Home > Senza categoria > SANT’ANTIOCO. Prove tecniche di approdo, in porto sbarcano i croceristi

SANT’ANTIOCO. Prove tecniche di approdo, in porto sbarcano i croceristi

1 Aprile 2009

 

 

 

SANT’ ANTIOCO

PROVE TECNICHE DI APPRODO, IN PORTO SBARCANO I CROCERISTI

Il porto di Sant’Antioco potrebbe diventare un ottimo approdo per navi da crociera. La prima prova, che apre nuove prospettive future nel campo turistico del Sulcis, si è avverata ieri mattina. Intorno alle sette nella banchina del molo di Levante ha attraccato la Motonave da crociera "Adriana" (nella foto) appartenente alla compagnia francese "Plein Cap Croiseres" e iscritta al registro navale di Port Vila, capitale della repubblica di Vannatu, un arcipelago del Mar dei Coralli nel sud del Pacifico. A bordo duecento turisti francesi e cento uomini d’equipaggio. Arrivava da Porto Torres e dopo avere effettuato la sosta prevista a Sant’Antioco è ripartita nel pomeriggio destinazione Olbia. Una volta in porto in banchina ad attendere i croceristi c’erano 4 pullman messi a disposizione dalle agenzie di viaggio che hanno garantito i trasferimenti nell’ambito della crociera organizzata per visitare siti archeologi fenicio-punico-romani. Un autobus ha trasportato un gruppo di croceristi a Monte Sirai a Carbonia mentre altri tre hanno trasferito i turisti , al museo comunale cittadino, al Tophet e alle catacombe. Ad aver organizzato una cerimonia di accoglienza sono stati i soci del Centro commerciale naturale cittadino. «Organizzare in poche ore un’operazione di accoglienza – ha sottolineato Massimiliano Grosso – è stato sicuramente un grande trampolino di lancio per Sant’Antioco considerando che il tour operator vorrebbe dare seguito a questi incontri». Così per rendere più interessante la giornata, in piazza De Gasperi e presso il Museo archeologico sono stati allestiti dei gazebo dove una coppia in costume sardo del gruppo folk Isola di Sant’Antioco, ha offerto ai turisti francesi assaggi dei prodotti enogastronomici isolani e consegnato materiale informativo in lingua francese sull’isola. Sono state apprezzate le guide dell’Archeotur che hanno offerto ad ogni crocerista dei piccoli souvenir.
(TITO SIDDI – tratto da L’UNIONE SARDA)


Gioca con YOOX.COM


I commenti sono chiusi.