Home > Senza categoria > TRASPORTI. Di nuovo stato di agitazione per i dipendenti delle ex Fms

TRASPORTI. Di nuovo stato di agitazione per i dipendenti delle ex Fms

24 Giugno 2009

 

Generico 468x90


 

TRASPORTI

DI NUOVO STATO DI AGITAZIONE PER I DIPENDENTI DELLE EX FMS

È di nuovo stato di agitazione nel settore dei trasporti pubblici del Sulcis Iglesiente. Autobus in cui si registra una temperatura di 45 gradi, biglietti che non si trovano, corse soppresse e servizi igienici impraticabili. È il quadro che le organizzazioni sindacali dell’Arst del Sulcis Iglesiente, ex Fms, tracciano a un anno di distanza dall’entrata in funzione dell’azienda unica di trasporto. Il documento, firmato da Gianfranco Dongu della Filt Cgil, Lorenzo Spiga della Cisl, Carlo Mura della Uil, Carlo Pinna della Faisa Cobas e Roberto Ennas dell’Ugl punta il dito su ciò che all’interno dell’azienda di trasporto non funziona a dovere. Un esempio? Gli impianti dell’aria condizionata. «Non è stato affrontato nei giusti tempi e con la determinazione necessaria la predisposizione per il regolare funzionamento degli impianti dell’aria condizionata neppure per gli autobus sprovvisti di finestrini alternativi – si legge nel documento – con la conseguenza sconcertante che gli autisti e gli utenti sono costretti a viaggiare con temperature interne sino a 45 gradi». L’elenco dei disagi non si ferma qui. «Il famoso biglietto unico non si trova e non funziona neppure l’integrazione autobus-treno annunciata e sponsorizzata ampiamente». Non è tutto. Una parte delle critiche riguarda anche la stazione di Calasetta. «I servizi igienici sono impraticabili – scrivono ancora i sindacati – creando una situazione di forte imbarazzo soprattutto per l’elevata presenza di turisti». Senza dimenticare, infine, il problema degli stipendi decurtati.
(DAVIDE MADEDDU – tratto da L’UNIONE SARDA) 


DEM 500x500


 

I commenti sono chiusi.