Home > Senza categoria > “Creuza de Mà” nel segno di De Andrè a Carloforte

“Creuza de Mà” nel segno di De Andrè a Carloforte

10 Settembre 2009

 

 

"CREUZA DE MA’" NEL SEGNO DI DE ANDRE’ A CARLOFORTE

Nell’Isola di San Pietro il festival dedicato alla musica per film. Tra gli ospiti della manifestazione tabarkina: Ferrario, Nada, Loche, Pagani. Tra le novità: proiezioni in traghetto e spazio al cinema naturale.

Gran ritorno del Festival della musica per film a Carloforte. La terza edizione di "Creuza de Mà", la manifestazione ideata e diretta dal regista Gianfranco Cabiddu, (dal 10 al 13 settembre 2009), ricorda ben tre anniversari: 40 anni dal raduno di Woodstock, 30 dalla scomparsa di Demetrio Stratos, voce degli Area, 20 da quella di Sergio Leone e 10 da Fabrizio De Andrè, a cui il festival è dedicato.
Film, incontri, concerti, retrospettive per un totale di 24 eventi in soli quattro giorni per analizzare lo stretto legame tra la musica e il cinema. Musicisti, attori, registi, documentaristi ariveranno sull’Isola di San Pietro per un tuffo culturale.
Grandi gli ospiti: dal regista Davide Ferrario a Mauro Pagani, collaboratore e coautore con il mitico De Andrè proprio della canzone "Creuza de Mà", da cui il festival prende il nome. E ancora… da Nada al violinista Alexander Balanescu, da Teho Teardo, autore di colonne sonore come quelle del film "Il Divo" di Paolo Sorrentino o di "Denti" di Gabriele Salvatores, da Enzo Gentile a Costanza Quatriglio.
Immancabili Riccardo Giagni, compositore di numerose colonne sonore tra cui quelle di "Le ragioni dell’aragosta", Luca Bandirali, ospiti del festival fin dalla sua prima edizione. Il via il 10 settembre, alle 18, nello storico Teatro Cavallera con due corti "One week" (1920), e "The high sign" (1921) di Buster Keaton, musicati dal vivo da "I comparetti di Paddeu", ossia il simpaticissimo Pierfrancesco Loche, Maurizio Rizzuto e Danilo Cherni. Alle 19.30, omaggio a Sergio Leone con la proiezione del film "Per un pugno di dollari"; alle 20, al Cinema Mutua, Luca Bandirali incontrerà il regista Davide Ferrario e la coreografa Laura Mazza.
Dopo il concerto tradizione della Banda Città di Carloforte grande novità di quest’anno, il traghetto Eolo sarà la location del "Round midnight" di Enzo Gentile, con la proiezione di documentari musicali.
L’11 settembre inizierà alle 18, al Cinema Mutua, con l’incontro tra Luca Bandirali e Riccardo Giagni e Teho Teardo e Alexander Balanescu, a seguire il film "Il Divo" di Paolo Sorrentino. Al Cinema Cavallera, invece, sul grande schermo, alle 19.30, sarà proiettato "Il buono, il brutto e il cattivo" di Sergio Leone (1966). Dopo il successo strepitoso dello scorso anno, confermato l’appuntamento, rivolto in particolare ai più piccoli, nel salone dell’Oratorio Mario Ghiga con la proiezione dei corti "One week" e "The high sign" musicati dal vivo da I comparetti di Paddeu. La suggestiva Porta Leone si conferma location per i concerti. Infatti, alle 22, gran musica con Alexander Balanescu e Teho Teardo. Alle 23, sul traghetto Eolo, omaggio a Demetrio Stratos.
Gran inizio anche per la giornata del 12 settembre, con Mauro Pagani, Luca Bandirali e Riccardo Giagni, alle 18, al Cinema Mutua, col film "L’ultimo Pulcinella" (2008). Al Teatro Cavellera, alle 19.30, Ennio Morricone e Sergio Leone con la pellicola "C’era una volta il west"(1968). Alle 22, grande spettacolo con Mauro Pagani, Joe Damiani, e Eros Cristiani, a Porta Leone. In chiusura, appuntamento sul traghetto Eolo, con "Allegro moderato" di Patrizia Santangeli e Raffaella Milazzo.
Il 13 settembre gli appuntamenti iniziano dal mattino. Alle 10.30, al Teatro Cavallera, sarà la volta del documentario di Vittorio Nevano "Creuza de Mà", girato a Carloforte. A seguire, Luca Bandirali, Riccardo Giagni con Curzio Maltese, Teresa Marchesi e Mauro Pagani terranno un master sulla musica per film. A chiudere la mattinata sarà la proiezione del documentario di Teresa Marchesi, "Sulla mia cattiva strada" sulla vita di Fabrizio De Andrè. Spazio riservato anche al cinema naturale con la proiezione di "Tramonto" musicato dal vivo da Alexander Balanescu, nella splendida e incantevole cornice di Capo Sandalo. Gran finale, alle 21, al Cinema Mutua, con Nada e la regista Costanza Quatriglio. Al termine sarà proiettato il singolare documentario sulla vita della cantante Nada, "Il mio cuore umano" (2009).
Come si vede, quattro giorni densi di approfondimenti culturali e di spettacoli che, in chiusura del più ampio circuito de "Le Isole del Cinema", richiameranno sull’Isola di San Pietro cineasti e curiosi per condividere la magia del cinema infusa con l’emozione delle note. Per info: www.festivalcarloforte.org
Scarica il programma
(TRATTO DA www.cinemecum.it)


Risparmia acquistando online! Clicca qui!


 

 

I commenti sono chiusi.