Home > Senza categoria > Per contrastare la disoccupazione la Provincia vara il Piano per il lavoro

Per contrastare la disoccupazione la Provincia vara il Piano per il lavoro

17 Settembre 2009

 

 

Per contrastare la disoccupazione la Provincia vara il Piano per il lavoro

Un piano del lavoro per contrastare la crisi. Ha cominciato a prendere forma ieri nel corso del primo dei due appuntamenti che la Provincia di Carbonia Iglesias ha dedicato alla questione lavoro e disoccupazione nel momento in cui il territorio affronta una delle crisi economiche più gravi degli ultimi tempi. Quello che l’ente intermedio si accinge a realizzare sarà il Piano provinciale delle Politiche del lavoro e dei Servizi, cioè un programma di interventi concreti a favore dei diversi settori lavorativi. Ciò su cui, però, ha posto l’accento il workshop "Interazione e occupazione", ospitato ieri nella sede di via Fertilia, sono state le azioni rivolte alle persone svantaggiate. Spesso si tratta dei nuovi poveri, cinquantenni oppure donne sole, ma anche disabili, detenuti, ex tossicodipendenti, disoccupati di lungo corso, tutti tagliati fuori dal mercato del lavoro. Ebbene, oltre a quello che già è stato fatto (sono in campo una decina di progetti), l’incontro è servito a capire in quale direzione proseguire: «L’elemento strategico del Piano – ha anticipato il presidente Pierfranco Gaviano – è coinvolgere il territorio per avviare azioni partecipate, il programma nascerà, perciò, assieme ai protagonisti locali in modo che le risorse finanziarie vengano utilizzate in maniera ottimale». Sinora, alcune delle azioni avviate dalla Provincia hanno permesso ad una centinaio di persone di trovare impieghi part-time presso aziende locali (il programma "Pari" è stato il più utilizzato). Un’altra trentina di persone ha potenziato la propria attività oppure ne sono state create di nuove. Sono invece sulla rampa di lancio altri quattro progetti riservati ai disabili fisici e mentali ("Potes" e "Isole Minori"), ai giovani con un passato difficile ma sulla via del riscatto ("Sub-Archeo") e ai minorenni del territorio sottoposti a misure giudiziarie ("Nodo Giusty"). Oggi il palazzo Bellavista di Monteponi ospita invece la tavola rotonda su "Crisi e sviluppo del territorio".  

(Fonte: Unione Sarda)

South Asia 4


 

I commenti sono chiusi.